..andando..

Post n°196 pubblicato il 11 Giugno 2019 da dispensiero

..a questo punto del cammino, che sembra così incerto e inaspettato, confuso e pauroso a volte, vorrei farti i miei auguri..

..gli auguri migliori..

..di cui sono capace..

..io ti auguro di sbagliare tanto, facendo una marea di errori..

..di ritrovarti col tempo a dire “ma chi me l'ha fatto fare?”, e di guardare indietro senza un briciolo di nostalgia, curando un bocciolo di sorriso.. 

..di dire “che idiota” oppure “è il ricordo più bello che ho”, ma senza un solo frammento di rimpianto.. 

..ti auguro di trovare l'amore della tua vita solo dopo aver aperto ferite incolmabili per quella sbagliata, altrimenti non sarai mai capace di apprezzarla davvero.. 

..ti auguro di arrivare a capire che la felicità è un sottile stato d'animo e non una condizione di vita, e che non la si prova in assenza di delusioni, ma nonostante.. 

..ti auguro di trovare il coraggio di ritrovarti in meno libri, film, canzoni, e molto più in te..

..ti auguro di sentirti a terra, allo stremo, dire di non potercela più fare, solo per sorprenderti ancora e ancora del fatto che, invece, puoi.. 

..ti auguro di ricevere gentilezza, tenerezza, dolcezza, e non per forza da chi ti sta vicino, ma da qualsiasi anima che sappia capire che a volte, per stare bene, basta qualcuno che ascolti, che senta nel profondo, e si prenda cura di noi..anche nel suo piccolo, anche da lontano..

..io non auguro a nessuno, e soprattutto a te,  l'amore, la salute, la felicità o i soldi, ma semplicemente, ti auguro la vita.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

poesia

Post n°195 pubblicato il 06 Giugno 2019 da dispensiero

..ho sempre provato tanta gratitudine per chi scrive, chi dipinge, chi suona, chi dedica una vita a raccontarti qualcosa.. 

..non è perché siano sempre persone speciali, sono persone, con i loro difetti, i loro errori..ma sono grato per la loro ostinazione, per il loro cercare su di una strada infinita, perché non si sono arresi..

..per il dono che lasciano e che non sempre trova ascolto, non sempre trova fortuna o amore..

..perché grazie a loro qualcosa di mio, di nostro, può continuare a cantare..

..per quella gioia pura dell'esistenza tutta che sveglia l'anima, sveglia dal sonno delle autolimitazioni, delle censure..

..perché mi ricordano che non c'è galera non c'è prigione in cui possa rinchiudersi la meraviglia dell'essere umano..

..ecco..

..per me la poesia è uno di quei miracoli che mi fanno amare l'essere umano..

..mi ricorda quanta meraviglia può esistere dentro ognuno di noi, uno per uno..

..mi ricorda che non sono nato per fare guerre, accumulare beni, dettare leggi agli altri, inquinare i mari e le terre di arroganza con la mia cecità, né per odiare chi mi è diverso, per cercare il potere o sostenerlo, non sono nato per distruggere speranze, togliere orizzonti agli sguardi, far finta di niente di fronte al dolore, non sono nato neppure per contare i miei beni come se fossero miei, né per tacere, né per chiudere gli occhi o morire.. 

..sono nato per partecipare, con gioia..

..per ricordarmi di essere un insieme, nella gioia della vita, per sostenerla, farle omaggio e onore..

..per arricchire gli altri di quel poco o quel tanto che ho.. 

..forse, come tutti, sono nato semplicemente per continuare a cercare quella bellezza che ogni poeta, ogni musicista, ogni scultore, ogni artista, ogni persona che cerca davvero con tutta se stessa, giura che c'è.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

..contenitori..

Post n°194 pubblicato il 30 Maggio 2019 da dispensiero

..quello che sto imparando è che siamo un contenitore che riempiamo giorno dopo giorno di esperienze, pratica, energie che ci vengono travasate da un contenitore superiore..solo che il nostro piccolo contenitore è pieno di buchi e gran parte del suo contenuto si disperde, un po’ per nostra volontà, trasmettendolo, anzi travasandolo agli altri - clienti, allievi, amici, famigliari, chiunque entri nel nostro raggio d’azione- e in parte perché si disperde normalmente per il nostro stato di esseri fragili ed imperfetti..sto imparando che se non ci relazioniamo, non ci mettiamo in connessione con il nostro contenitore più grande, non possiamo permetterci di essere riempiti, e alla lunga ci svuotiamo completamente e ci inaridiamo..non siamo soli, alle nostre spalle ci sono forze enormi a sostenerci, che spesso trascuriamo o ignoriamo..permettere il travaso, far entrare luce nella stanza è accogliere e amare la nostra fragilità e attraverso quella, affrontandola e amandola, andare avanti e rinforzare il nostro contenitore, in modo da contenere più sostanza per noi stessi e permettere agli altri di attingerne senza che questo ci devasti..è un lavoro lento, lungo, da fare goccia dopo goccia.. mai facile e non sempre spontaneo..ma è quello che siamo chiamati a fare in questa vita..e poi stare, semplicemente..in un respiro, in un abbraccio, sotto un cielo terso o con il viso rivolto alla pioggia..restare così .. nell'amore..

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

cambiamento

Post n°193 pubblicato il 27 Maggio 2019 da dispensiero

..quando si attraversa un momento di difficoltà a molti di noi capita di sottostare ad una mente impazzita che cerca costantemente vie di fuga..

..negli attimi di chiarezza però, soste in cui i pensieri riposano, siamo come svuotati e trasportati in un mondo che non è questo, un luogo interiore seppure lontano in cui tutto è più chiaro e limpido..

..ed è in quel luogo che anche i sentimenti e le difficoltà altrui sono conosciute, le ingiustizie ci battono nel petto e si percepisce nelle mani un po’ di quella conoscenza antica che fa tirare un sospiro di sollievo,

..perché ad ogni passo corrisponde una strada..

..e ci sentiamo umilmente custodi di una sapienza ancestrale..

..in quei momenti scatta un processo irreversibile dal quale le percezioni non torneranno più come prima, dal quale nascono la sensazioni di non essere più parte di un genere fine a se stesso..

..ma di appartenere solo al fluire sapiente di ogni respiro del mondo..

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

testa o croce

Post n°192 pubblicato il 09 Aprile 2019 da dispensiero

..non è questione di fortuna..

..non è mai questione di fortuna..

.. quando vedi la moneta cadere sempre sulla stessa faccia, mai su quella sulla quale avevi puntato..

..non si tratta di congiure ordite alle spalle..

..devi solo capire..

..con il tempo, molto, a volte..

..che è solo un'illusione..

..non c'è sorte, buona o cattiva..

..ci siamo solamente noi, che lanciamo in aria la moneta, una volta dopo l'altra..

..provando e riprovando..

..e perchè la moneta cada un giorno a nostro favore dobbiamo solo continuare a lanciare, ancora e ancora..

..e ricominciare, sempre..

..insistere..

..crederci..

..la questione è tutta in quanto peso mettiamo in quella moneta, e quanto quella sia disposta a sfidare la gravità, e le leggi della probabilità..

..a quanto cuore mettiamo in ogni lancio..

..e allora potrai magari scegliere..

..un giorno..

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Ultime visite al Blog

daunfioredispensieroannamatrigianobach1962Coralie.frcassetta2carloreomeo0letizia_arcurilubopomartinatendeprefazione09Mario_Barbato12mauriziocamagnamax542011senor11
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.