Creato da donmichelangelotondo il 27/10/2013
proporre buoni e belli pensieri
 

 

Ricredersi

Post n°1845 pubblicato il 27 Settembre 2020 da donmichelangelotondo

Mt 21,28-32
In quel tempo Gesù disse: «...Figlio, oggi va' a lavorare nella vigna...».
Cosa desidera dirci Matteo? Il nostro Dio non ci chiede cieca e ignorante obbedienza,ma collaborazione affinché la sua vigna germogli, fiorisca e produca molto frutto.

 
 
 

Perché?

Post n°1844 pubblicato il 26 Settembre 2020 da donmichelangelotondo

Carissimi, due di voi (a cui non posso rispondere... stranamente) mi segnalano un utente che reca del male ... A lui dico di smetterla...agli altri due di reagire usando il link "segnala abuso" cosa che ho fatto...

 
 
 

Un sano realismo

Post n°1843 pubblicato il 26 Settembre 2020 da donmichelangelotondo

Lc 9,43b-45
Mentre tutti erano ammirati... di Gesù...disse ai suoi discepoli: «Mettetevi bene in mente queste parole: il Figlio dell'uomo sta per essere consegnato nelle mani degli uomini».

Gesù non incanta né abbaglia, educa invece alla verità e alla libertà di un cammino: chi lo segue sappia che il sentiero non porta alla gloria mondana, ma al rifiuto di quanti aderiscono alle logiche del mondo. La gloria di Gesù è reale, ma non è a basso prezzo. I discepoli tacciono perché in verità sanno che la passione attende anche loro: meglio non vedere e non ascoltare, far finta di niente sperando che la tempesta risparmi la vita. È un movimento umano in cui tutti possiamo riconoscerci. Gesù lo accoglie, ma cerca anche di correggerlo e non si stanca di ri-orientarci.

 

 
 
 

Beata solitudine

Post n°1842 pubblicato il 25 Settembre 2020 da donmichelangelotondo

(Lc 9,18-22)
Un giorno Gesù si trovava in un luogo solitario a pregare...pose loro questa domanda: «Le folle, chi dicono che io sia?».
La domanda che il Signore rivolge ai suoi discepoli avviene in un contesto di preghiera. Gesù ormai è da alcuni anni che dedica il suo tempo all'annuncio del Regno, in compagnia di un gruppo di discepoli che si è scelto. I discepoli lo hanno seguito, affascinati dall'autorevolezza delle sue parole ed ora si interrogano su chi sia veramente il Nazareno. Gesù vuole aiutarli a fare il salto, a guardarsi dentro per osare, per professare la loro fede. E per farlo hanno bisogno anch'essi di solitudine e di preghiera. Possiamo giungere a riconoscere in Gesù il Messia solo se scopriamo la nostra interiorità, solo se dimoriamo nella preghiera. In quel contesto tutto ci appare più chiaro e luminoso.

 
 
 

Presenza che interroga

Post n°1841 pubblicato il 24 Settembre 2020 da donmichelangelotondo

Luca 9,7-9
Erode diceva: «...chi è costui, del quale sento dire queste cose?». E cercava di vederlo.

L'irruzione di Cristo nella nostra vita provoca anche in noi delle domande fondamentali. La sua vita e, soprattutto, il suo insegnamento, le sue leggi, i suoi principi, le sue esigenze morali non possono lasciare nessuno indifferente e insensibile. Cristo ci interpella e ci spinge a cercare la nostra verità. Ci incita ad un esame di coscienza severo riguardo la nostra posizione e il nostro comportamento di fronte a lui e al suo insegnamento. Noi non possiamo rimanere inattivi e muti.

 

 
 
 
Successivi »
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 9
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

amommCherryslcarrie12lascrivanalentissima1donmichelangelotondoPepitoRosteresinaurgesedentro_gli_occhilusimia2005serena.ehMarilena63antecristo3alf.cosmos
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom