Creato da donmichelangelotondo il 27/10/2013
proporre buoni e belli pensieri
 

 

11 dicembre 2019

Post n°1546 pubblicato il 11 Dicembre 2019 da donmichelangelotondo

GENERAZIONE DEGENERE E PERVERSA
Mt 23,33-39
Come ogni invettiva profetica, anche questa di Gesù non è giudizio che esclude ma è chiamata a conversione. Tanto che si muta in un'accorata lamentazione su Gerusalemme. Vediamo in Gesù lo stesso páthos di Dio che per amore non ha mai smesso di chiamare il suo popolo a ritornare a lui. E tutta la tenerezza del desiderio e dell'amore di Dio che egli è venuto a vivere in mezzo a noi: "Quante volte ho voluto radunare i tuoi figli, o Gerusalemme, come una chioccia coi suoi pulcini sotto le ali, ma voi non avete voluto". Tutto è stato scritto per noi, affinché ci riconosciamo nella generazione perversa e ribelle, e ci decidiamo ad ascoltare la parola di Dio e i suoi profeti, per ritornare a lui.

 
 
 

10 dicembre 2019 bis

Post n°1545 pubblicato il 10 Dicembre 2019 da donmichelangelotondo

Sanna Marin, nuovo premier della Finlandia. Ci sono alcune caratteristiche nell'identikit di un premier ideale per questo tempo. In ordine sparso: giovane, madre da poco, progressista. Ma se non sono tutte insieme non funziona. Prendete soltanto giovane e progressista e avrete Renzi, prendete giovane e madre e avrete la Meloni. I vecchi uomini, che hanno già sistemato i figli, non si curano del futuro: ne hanno troppo poco, i posteri li infastidiscono e desiderano, non troppo segretamente, che il mondo non gli sopravviva. Le donne anziane sono troppo impegnate a non sfigurare nei loro confronti. Biden non è l'alternativa vincente a Trump più di quanto potesse esserlo Hillary Clinton. Un'altra storia è possibile. Il primo esempio era Jacinta Ardern in Nuova Zelanda, capace di rispondere al terrorismo con fermezza e abbracci, di promuovere la gentilezza come obiettivo di Stato. La seconda è Sanna Marin che ha un programma basato sulla lotta alle diseguaglianze sociali, alla disoccupazione e alla crisi climatica. La terza non so indicarla, ma sarebbe una cosa bella che fosse nata e stesse per partorire da queste parti, preoccupandosi del lungo futuro che aspetta i suoi figli.

 
 
 

10 dicembre 2019

Post n°1544 pubblicato il 10 Dicembre 2019 da donmichelangelotondo

GUAI A NOI
Mt 23,25-32
Il vero bersaglio di Gesù è l'ipocrisia, il comportamento di chi "fa tutte le sue opere per essere ammirato dalla gente" (cf. Mt 23,5). L'ipocrita, parola chiave di Mt 23, privilegia l'apparire sull'essere, a costo di fingere, di recitare una parte davanti agli altri. L'ipocrisia è la non sincerità eretta a comportamento sistematico, al fine di ricevere l'applauso altrui, a prescindere dalla propria reale condizione interiore: in tal modo si perde progressivamente il contatto con la propria reale verità, fino a credere di essere come si appare, a costo di compiere sforzi inverosimili per costruire il proprio personaggio...

 
 
 

9 dicembre 2019

Post n°1543 pubblicato il 09 Dicembre 2019 da donmichelangelotondo

IPOCRISIA E CECITÀ
Mt 23,13-24
Ogni giorno, in ogni piccola o grande vicenda che ci attende, abbiamo la possibilità - e prima ancora il dovere - di ricercare, discernere, perseguire la giustizia e la misericordia. Giustizia e misericordia - da sempre attributi propri del nostro Dio, manifestati, incarnati e narrati da Gesù nella sua vita - sono i fondamenti del nostro vivere umano e cristiano, le esigenze che il Signore ci pone di fronte ogni giorno. Giustizia, cioè pensare, agire, valutare secondo i parametri di Colui che solo è Giusto. Misericordia, cioè avere gli occhi e il cuore rivolti verso i miseri, come colui che è venuto non per i giusti ma per i peccatori.

 
 
 

8 dicembre 2019

Post n°1542 pubblicato il 08 Dicembre 2019 da donmichelangelotondo

Alle tre parole dell'angelo (gioisci, non temere, sarai madre...) Maria non risponde dicendo: "...e basta che altro vuoi?"...
Colpisce la sua risposta: "Ecco la serva del Signore". Maria ci insegna a essere servi, ovvero non sottomessi, bensì a metterci al servizio del Signore, così come un genitore si mette al servizio della famiglia, come un insegnante si mette al servizio dell'istruzione, un impiegato al servizio dell'istituzione per cui lavora, un coniuge alla famiglia,un prete alla parrocchia...
Il servizio è una dimostrazione di amore. Chi ama sa servire perché nella sua vita ha saputo fare spazio a qualcun altro. Chi non serve, invece, ha spazio solo per il proprio ego. Ecco lasciamoci rendere immacolati, privi di egoismi, privi di quell'orgoglio che riempie il cuore lasciando fuori Dio e le persone...

 
 
 
Successivi »
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 9
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

Cherryslserena.ehdonmichelangelotondowebside2Marilena63QuartoProvvisoriodelicatamentenoialba.estate2012giuliana.sodag1b9teresinaurgesedaunfioreprefazione09soltanto_unsogno
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom