Creato da unamicoincomune il 23/02/2006

entronellantro

il blog di Pierluigi Mannino

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: unamicoincomune
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 53
Prov: CA
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

DANTE

immagine

Fatti non foste a viver come bruti

"... Non vogliate negar l’esperienza
di retro al sol, del mondo sanza gente.
Considerate la vostra semenza
fatti non foste a viver come bruti
ma per seguir virtute e canoscenza
"

(Dante Alighieri, Divina Commedia, Inferno canto XXVI, 116-120)

 

MAPPA VISITE

Locations of visitors to this page
 immagine
Best american blogs - Blog for USA!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

« STRACQUADANIO: Falso che...Direzione nazionale PD: ... »

PD: anno bisesto anno funesto!

Post n°710 pubblicato il 16 Dicembre 2008 da unamicoincomune
 


Solo poche settimane fa, il  segretario del Partito democratico, Walter Veltroni, commentando i risultati delle elezioni provinciali in Trentino, dichiarava:” … anche nel nostro Paese il clima sta cambiando”. Per Veltroni i risultati del Trentino erano « un dato che deve far riflettere e che si inserisce in un mutato clima politico e sociale dell'Italia nei confronti del governo Berlusconi». Qualcuno aggiungeva che il vento stava cambiando e, in effetti, aveva ragione e il vento cambiava, si rafforzava e volgeva a tempesta. Una tempesta elettorale, ma anche, giudiziaria. Una tempesta che in poche settimane ha colpito gli eredi dei paladini della questione morale con inchieste, arresti, indagini e via discorrendo. Le elezioni in Abruzzo hanno segnato il tracollo del PD ed il rafforzamento esponenziale del nemico-alleato dell’IDV, Antonio Di Pietro. I giornali, già prima dell’apertura delle urne, individuavano prontamente chi sarebbe stato lo sconfitto a prescindere dai risultati: Veltroni. Così è stato ed è inutile ed infantile andare a scomodare, per alleviare l’amaro gusto della sconfitta, i dati dell’astensionismo perché, del resto, la storia insegna che il centrodestra ha sempre, salvo eccezioni, vinto con una partecipazione alta dell’elettorato. E’ vero, l’astensionismo in Abruzzo deve far riflettere e, probabilmente, Veltroni ha ragione quando afferma che "c'è malessere, stanchezza e critica, anche nei nostri confronti. Dobbiamo fare di più sulla strada della moralizzazione della vita pubblica e sulla questione etica. Bisogna intervenire con grande determinazione. Meglio pagare un prezzo elettorale subito ma garantire un futuro al riformismo e al Pd senza comprometterlo". Il prezzo elettorale è stato pagato ma temiamo sia solo l’inizio perché quel malessere di cui parla il Segretario del PD è più di un semplice malessere, è un senso generalizzato di nausea con crampi allo stomaco tali da richiedere un antiemetico. Un senso di nausea generato da tante belle parole ma da fatti che le smentiscono. L’elettorato, il popolo in genere, è stanco. Stanco dei comportamenti di coloro che dovrebbero rappresentarne e diffendere gli interessi ma che, alla prova dei fatti, dimostrano di avere a cuore solo il proprio tornaconto personale e il mero esercizio del potere fine a se stesso e teso al proprio consolidamento. Fa bene Veltroni a preoccuparsi e a chiedere uno sforzo maggiore sulla strada del rinnovamento morale ma la sua è impresa ardua ma anche stimolante. Ma questa è pura teoria, la pratica dice che il Segretario del PD non ha azzeccato una mossa dalla sua discesa in campo in pompa magna. Era venuto per suonare ma continua ad essere suonato. Il nemico, poi, non è alieno, è un nemico tangibile e concreto, un nemico tutto interno al PD. Un nemico frutto della presunzione del volere mettere insieme elementi totalmente estranei e lontani per cultura e, la sempre presente, ideologia di fondo. Un nemico che non porta un nome ma tanti nomi, un nemico infido che non aspetta altro che la capitolazione del Segretario. E’ inutile continuare a fare riunioni davanti al caminetto del loft in cerca della quadra, bisogna dissipare tutti gli equivoci di fondo, bisogna azzerare la classe dirigente perché un partito che nasce con la velleità di essere il nuovo della politica non può presentarsi con, sempre e solo, le solite facce. Non serve mostrare quei pochi volti nuovi per ridare verginità ad un partito che nasce male, un partito senz’anima e neanche bello. Un partito in cui i compromessi sono all’ordine del giorno, un partito che, per dirla con Di Pietro, non è né carne né pesce. L’ibridismo democratico non paga e rafforza l’IdV. Il 2008 si avvia a conclusione, per fortuna, ma il 2009 sarà un anno pieno di rischi per Veltroni ed il PD. I primi sei mesi saranno mesi di campagna elettorale, si inizierà, probabilmente, con le elezioni regionali in Sardegna poi si andrà avanti sino alle elezioni Europee. Insomma, per Veltroni l’anno nuovo porterà nuove sofferenze e, probabilmente, l’avverarsi del suo sogno: l’Africa.
Il tornado abruzzese è passato ma gli effetti della devastazione nel campo democratico sono ancora evidenti e si dovrà lavorare molto per ricostruire dalle fondamenta un partito nato morto. Largo ai giovani, alle forze fresche e non coinvolte nel sistema, forze che ancora guardano alla politica come servizio alla collettività e non come collettività al servizio dei politici. E’ arrivato il momento dei fatti, basta con le belle parole e i buoni propositi. La politica, in generale, deve tornare al suo ruolo naturale: essere esempio per la collettività. Esempio positivo s’intende!

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 53
 

AL VERO GABBIANO JONATHAN

immagineLa maggior parte dei gabbiani non si danno la pena di apprendere, del volo, altro che le nozioni elementari: gli basta arrivare dalla costa a dov’è il cibo e poi tornare a casa. Per la maggior parte dei gabbiani, volare non conta, conta mangiare. A quel gabbiano lì, invece, non importava tanto procurarsi il cibo, quanto volare. Più d’ogni altra cosa al mondo, a Jonathan Livingston piaceva librarsi nel cielo.Ma a sue spese scoprì che, a pensarla in quel modo, non è facile poi trovare amici, fra gli altri uccelli.

 

SE

 

"Se" Se saprai conservare la testa, quando intorno a te tutti perderanno la loro, e te ne incolperanno; Se crederai in te stesso, quando tutti dubiteranno, ma saprai intendere il loro dubbio; Se saprai aspettare, senza stancarti dell'attesa, ed essere calunniato senza calunniare o essere odiato senza dar sfogo all'odio e, non apparire troppo bello, ne parlare troppo saggio; Se saprai sognare, e non rendere i sogni tuoi padroni; se saprai pensare, e non fare dei pensieri il tuo fine; se saprai incontrare il Trionfo e il Disastro, e trattare questi due impostori nello stesso modo; Se saprai sopportare di sentire quello che hai detto di giusto falsato dai ribaldi per farne trappola ai creduli o vedere le cose per cui hai dato la vita, spezzate e curvarti e ricostruirle con utensili logorati; Se saprai fare un mucchio di tutte le vicende e rischiarlo in un giro di testa e croce; E perdere e ricominciare da capo e non fiatar verbo sulle tue perdite; Se saprai forzare il tuo cuore e i nervi e i tendini per aiutare il tuo volere, anche quando essi sono consumati; e così resistere quando non c'è più nulla in te tranne che la volontà che dice loro: "reggete!" Se saprai parlare con le folle e mantenere le tue virtù e passeggiare con i Re e non perdere la semplicità; Se ne nemici, ne prediletti amici avranno il potere di offenderti, se tutti gli uomini conteranno ma nessuno conterà troppo; se saprai riempire il minuto che non perdona, coprendo una distanza che valga i sessanta secondi; Tuo sarà il mondo e tutto ciò che contiene e, ciò che conta, sarai un uomo,figlio! Rudyard Kipling

 

EINAUDI

"Migliaia, milioni di individui lavorano, producono e risparmiano nonostante tutto quello che noi possiamo inventare per molestarli, incepparli, scoraggiarli. È la vocazione naturale che li spinge; non soltanto la sete di guadagno. Il gusto, l'orgoglio di vedere la propria azienda prosperare, acquistare credito, ispirare fiducia a clientele sempre più vaste, ampliare gli impianti, costituiscono una molla di progresso altrettanto potente che il guadagno. Se così non fosse, non si spiegherebbe come ci siano imprenditori che nella propria azienda prodigano tutte le loro energie ed investono tutti i loro capitali per ritirare spesso utili di gran lunga più modesti di quelli che potrebbero sicuramente e comodamente ottenere con altri impieghi." - Luigi Einaudi

 

I MIEI BLOG AMICI

- La Coop non sei tu !
- Dike
- CORSARI DITALIA
- DESTRA FOR EVER
- guardameglio
- Pensieri ed Emozioni
- BLOG PENNA CALAMAIO&reg;
- Sardinia
- ass.amorepsiche
- Fiorvita
- ilpeloedilvizio
- ...PuNTi Di ViStA...
- Il Libero Pensiero
- La vita &egrave; ....
- Braveheart_bg
- Dichiarazioni
- ITALIA DEMOCRATICA
- Politica Costruttiva
- MONICA
- pescatore di stelle
- Paul&amp;Shark Cagliari
- lello acampora
- rotule infrante
- Sara mai possibile
- ghizolfo
- MAS
- MACEDONIA
- Il Fiore della Vita
- viola dei pensieri
- radio costamerlata
- REALMATRIX
- IMMAGINI DI TEMPO
- Di Me
- HUNKAPI
- PartitoSenzaNome
- Sale del mondo
- LA VOCE DI KAYFA
- I shadow
- Oggi...simm tuttuno
- TeleCanaleMontagna
- CI PENSO IO...
- POLVERE DI STELLE
- ventididestra
- PER CALAMAIO 26
- MILIONI DI EURO
- Giovani e politica
- Khamsin
- Il Vento Del Tempo
- Puzzle_di_emozioni
- L enfant Terible
- kickboxing
- GiuseppeLivioL
- Nicolas Eymerich
- satirodelfaggio
- Quid novi?
- Impresa e Lavoro
- Junelogia
- il mese delle rose
- MpA SARDEGNA
- Nella rete
- gente comune
- PLANET EARTH 2012
- MONDOLIBERO
- IlPiccoloMondoDiMery
- - PANORAMA ACQUA -
- magnum.3
- Le mie espressioni
- bippy
- STORIE SULLA STRADA
- WITHOUT NAME
- RI_INCONTRIAMOLO
- Enjoy Egypt
- Temps perdue
- Il Settimo Papiro
- PDL giovani Piacenza
- Centro Storico
- LESSICO SCRIVANO
- Le torri di Malta
- Vathelblog
- Parole Rosa
- Linsorgente
- In Compagnia del t&egrave;
- Semplicemente..io
- LICURSI_110
- PINOTECA
- FACCE DI LIBERO BLOG
- Parole del Cuore
- Julia
- RTL 102.5
- Massimo Minerva
- ILVOLODELLOCCASIONE
- Gloriosa spazzatura
- Fairground
- Oniricamente
- Taumazein
- Via per Malenando
- UN PO DI TUTTO
- Patto per Cagliari
- io e te
- SARCHIAPONICON