IL PUNTO P

(PER VEDERE TUTTI I COMMENTI, CLICCARE SUL TITOLO IN ALTO OPPURE SULLA FIGURA EGO SUM) questo blog tratta prevalentemente del come questo sistema non funziona, e intendo chiarire che non sono ne di destra o di sinistra o di centro, ma sono per lo sviluppo concreto di questo paese,voglio un paese libero da bustarelle o favori clientelari, non potra' mai esistere un paese di sviluppo con personaggi che rubano al popolo per dare a se stessi. chiedo scusa anticipatamente per errori ortografici o errori di sintassi, ma non sono un giornalista, ma una semplice persona che cerca semplicemente di cambiare il sistema e di denunciare tutto quello che distrugge la nostra comunita'.................... EGO SUM..... io sono... GUIDA LUCIANO... con tutti i miei difetti e le mie virtu'.... i governi hanno un solo motto DIVIDI ET IMPERA......... dividi e comanda...... io ne ho un altro....CUM IMPERIO SUM ET UNITAS.......IL POTERE SOVRANO E' L'UNITA'.. e il mio sogno e' scrivere questa frase su tutti i palazzi di governo, comuni, regioni, e tutto quello che appartiene allo stato...in modo di non far scordare al popolo di chi e' l'italia.... tutto il cambiamento gira intorno a questa idea.

Creato da egosumluciano il 14/04/2012

forum di discussione di guida luciano

 

Area personale

 
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

 

 

risvolti di una politica democratica

Post n°889 pubblicato il 31 Agosto 2016 da egosumluciano

Io penso che 5 anni di durata continua di un governo siano un po' lunghi, uno scapestrato potrebbe rovinare un paese, quindi penso che una verifica sull'operato di un governo a metà percorso non sarebbe male.

Cioè fare come negli USA delle votazioni di mezzo termine.

Si potrebbe anche fare, ora rappresento un’idea, ma qui andiamo nella fantascienza: un governo propone di fare una determinata legge e chiede un giudizio propositivo via e mail (ovvio con cittadini già dotati di sistema informatico controllato e affidabile) per una valutazione sulla bontà della legge rappresentata e in base alle risposte decide in merito.

Qualcuno potrebbe dire ma allora cosa servono i politici eletti?

Ma non tutti i politici sono competenti e volenterosi (vedasi le assenze di alcuni deputati e/o Senatori alle rispettive Camere).

Poi sarebbe una verifica tra il volere del popolo e quello della classe politica.

Però mi ripeto questa eccessiva democrazia forse non la fanno neanche in Norvegia.

Insomma la cittadinanza non può bovinamente accettare quello che impone un governo che beneficia di un premio di maggioranza che in pratica non è condiviso dalla maggioranza della popolazione.

 
 
 

stato di querela "all'itagliano"

Post n°888 pubblicato il 30 Luglio 2016 da egosumluciano

premesso che "ALL' ITAGLIANO" è voluto sopra il titolo.

Perchè ho voluto mettere questo titolo?!,

Ho voluto mettere questo titolo per rispetto di tutte le persone che a volte sbagliano (io per primo) le virgole, o gli articoli, o gli aggettivi e i congiuntivi, e poi vengono ripresi da chi si sente più altolocato nell' correggere più "l'itagliano" che il senso dello scritto o dell' pensiero che uno scrive, non tenendo conto che fino a 30/40 anni fa molti non andavano a scuola e rimanevano fermi alla 5 elementare o alla 3 media, vuoi per problemi finanziari o vuoi per effetti lavorativi, o per famiglie numerose o anche per voglia di studiare, e/o sono stati scolasticamente penalizzati ecc.ecc..

ma chi può sentenziare nell' affermare questo é ignorante puntando il dito solo perchè sbaglia delle sintassi o degli articoli? chi è che può sentenziare una persona piuttosto che un altra? chi può dire di essere più intelligente e chi meno?,  chi può fungere da giudice fino all' punto di ammettere che se esistesse una denuncia per quelli che sbagliano sopra "l'itagliano" sarebbero i primi a querelare?

A sentenziare sono sempre quelli che hanno avuto la possibilità economica di proseguire degli studi grazie alla benevolenza o/a hai sacrifici degli stessi genitori, anche se ci sono molti casi che si sono fatti da sè pur avendo situazioni economiche precarie, oppure sono sempre quelli che si inalzano sopra gli altri perchè ritenuti più studiati di altri , dimostrando e mettendo in evidenza la propria superiorità e vanità riprendendo anche lo sbaglio di una semplice virgola o di sintassi.

Ma queste cose sono sempre successe, e sempre succederanno, anche se viviamo in uno stato sociale europeo, dove tutti dovremmo imparare ad avere rispetto di tutti (tranne coloro che non rispettano le regole di comunità approfittandosene) indifferentemente dallo stato sociale a cui apparteniamo.

E purtroppo mi duole ammetterlo ma anche negli anni 2016 in cui si cerca di costruire un europa unita privandola dei pregiudizi c'e ancora gente altolocata senza rispetto  che scrive nei propri atti processessuali di difesa cose di questo tipo:

 

" oltre ad una serie infinita di illeciti contro la lingua italiana. che, lasciati intonsi nella riproduzione, risultano non perseguibili per difetto di querela..."

 

Se in uno stato di diritto, non si può dire "ad un ladro di essere un ladro", in quanto si verrebbe querelati, come si può permettere una persona sopratutto studiosa di diritto e di disciplina dare degli ignoranti a degli ignoranti?

 

In parole brevi questo signore, critica fortemente chi sbaglia "l'itagliano e le sue regole" e che se esistesse la querela sopra "l'itagliano e le sue forme" per suo piacere li querelerebbe tutti quanti nessuno escluso punendoli fortemente, senza tenere conto ne dell' rispetto delle persone, ne dell' ceto, e ne dell' rispetto deontologico professionale, già perchè chi ha scritto queste frasi è anche un avvocato, ma non un avvocato qualsiasi, ma tuttalpiù un avvocato che fa anche parte "dell' ordine degli avvocati nel consiglio di disciplina" quell' organo che dovrebbe controllare il rispetto deontologico di ogni avvocato, quell' organo che dovrebbe punire chi sbaglia e che dovrebbe riprendere e limitare certe cose, quell' organo che ha giurato fedeltà all' rispetto delle difese di ogni persona, dove a quanto pare questo signore non crede fermamente, visto il pensiero riportato su alcuni atti processuali di diffamazione.

Chi ha scritto queste determinate frasi, si dovrebbe ravvedere, e forse dimettersi anche da questo organo degli avvocati a cui appartiene, in quanto la prima regola scritta proprio da questi organi dovrebbe essere il rispetto e la disciplina non solo delle regole, ma il rispetto in primis delle persone, qualunque esse siano, sopra tutto chi scolasticamente é inferiore, visto che è proprio da essi che si fanno i maggiori profitti, (se fossimo tutti studiati e avvocati, non servirebbero avvocati per difenderci, mia citazione) e dove questo signore a quanto pare non crede fermamente a questo credo, e se non ci crede penso che non sia la persona adatta a questo ruolo di controllo.

Ovviamente questa è una mia critica, in piena libertà di pensiero, ma è anche una critica dove per rispetto nessuno dovrebbe affermare questo tipo di pensiero e al massimo tenerselo da per sè, sopra tutto chi ricopre il ruolo di avvocato studiando "IL DIRITTO"oltre che ricoprire anche il ruolo di controllo di disciplina di altri avvocati, in quanto se egli stesso non sà rispettare e/o non crede in queste regole deontologiche, come può farle rispettare ad altri avvocati? gli avvocati non sono giudici, ma difensori delle persone giurando fedeltà alle proprie regole di giustizia deontologica di rispetto e di diritto, dove la prima regola dovrebbe essere il rispetto altrui.

Dove forse farebbe bene ripassarsi il codice deontologico forense riportato sopra il consiglio nazionale forense, qualora se lo fosse scordato... a volte capita!!!

 

 

egosum guida luciano

 

 

 

 

 
 
 

sensibilità dei dati sensibili su delibere e atti amministrativi della p.a

Nelle presenti Linee guida, esistono casi e obblighi di pubblicità online di dati, informazioni e documenti della p.a., contenuti in specifiche disposizioni di settore diverse da quelle previste in materia di trasparenza, come, fra l'altro, quelli volti a far conoscere l'azione amministrativa in relazione al rispetto dei principi di legittimità e correttezza, o quelli necessari a garantire la pubblicità legale degli atti amministrativi (es.: pubblicità integrativa dell'efficacia, dichiarativa, notizia)

anche per tali fattispecie occorre-come indicato per gli obblighi di pubblicità di dati "trasparenza" che le pubbliche amministrazzioni, prima di mettere a disposizione sui propri siti web istituzionali atti e documenti amministrativi (in forma integrale o per estratto, ivi compresi gli allegati) contenenti dati personali, verifichino se la normativa di settore preveda espressamente tale obbligo (art 4 comma 1, lett m, e art 19, comma 3 del codice con riguardo ai dati comuni, non che art 20,21 e 22 comma 11, con riferimento ai dati sensibili e giudiziari.

Ciò tenendo pure in considerazione del fatto che, anche in tale ipotesi i soggetti pubblici sono tenuti a ridurre al minimo l'utilizzazione di dati personali e di dati identificativi (art4,comma 1 lett c, del codice) ed evitare il realtivo trattamento quando le finalità perseguite nei singoli casi possono essere realizzate mediamente dati anonimi o altre modalità che permettano di identificare l'interessato solo in caso di necessità (c.d principio di necessità di cui art 3, comma 1 del codice.

Pertanto, anche in presenza di un obbligo di pubblicità è consentita la diffusione dei soli dati personali la cui indusione in atti e documenti sia realmente necessario  e proporzionata al raggiungimento delle finalità perseguite dell' atto (c.d PRINCIPIO DI PERTINENZA E NON ECCEDENZA) di cui all' art 11.comma 1 lett.d del codice.

il procedimento di selezione dei dati personali suscettibili di essere resi diffusi deve essere, inoltre particolarmente accurato nei casi in cui tali informazioni sono idonee a rivelare l'origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche, le opinioni politiche, l'adesione hai partiti, sindacati, associazioni o organizzazioni a carattere religioso, filosofico,la vita sessuale (dati sensibili) oppure nel caso di dati idonei a RILEVARE PROVVEDIMENTI DI CUI ALL' ART 3 COMMA 1 LETTERE DA A) A O) E DA R) A U) DEL PR 14 NOVEMBRE 2002 N313 IN MATERIA DI CASELLARIO GIUDIZIALE, DI ANAGRAFE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE DIPENDENTI DA REATO E DEI RELATIVI CARICHI PENDENTI, NON CHE LA QUALITà DI IMPUTATO O DI INDAGATO (DATI GIUDIZIARI) ART 4 COMMA 1 LETT, D ED E, DEL CODICE.

I dati sensibili e giudiziari, infatti, sono protetti da un quadro di garanzia particolarmente stringente che provede la possibilità per i soggeti pubblici di diffondere tali informazioni solo nel caso in cui sia previsto da una espressa disposizione di legge e di trattare solo in caso in cui siano in concreto (indispensabili) per svolgere l'attività istituzionale che non può essere adempiuta, caso per caso, mediante l'utilizzo di dati anonimi o di dati personali di natura diversa (art 22 in particolare commi 3,5 e 11 e 68, comma 3 , del codice)

Resta, invece del tutto vietata la diffusione di "dati idonei a rivelare lo stato di salute" (art 22,comma 8, del codice)

Atale scopo, fin dalla fase di redazione degli atti e dei documenti oggetto di pubblicazione, nel rispetto del principio di adeguata motivazione, non dovrebbero essere inseriti dati personali " ECCEDENTI", " NON PERTINENTI", " NON INDISPENSABILI" E TANTO MENO VIETATI, in caso contrario, occorre provvedere, comunque al realtivo oscuramento

A fronte della messa a disposizione online di atti e documenti amministrativi contenenti dati personali per finalità di pubblicità amministrativa, occorre assicurare forme corrette e proporzionate di conoscibilità di tali informazioni.

A tal fine è necessario impedire la loro indiscriminazione e incondizionata reperibilità in internet e garantire il rispetto dei principi di qualità ed esattezza dei dati, delimitando la durata della loro disponibilità online.

Evitare l'indicizzazione nei motori di ricerca generalisti.

Occorre evitare ove possibile , la reperibilità dei dati personali da parte dei motori di ricerca esterni (es google ecc..ecc..), stante il pericolo di decontestualizzazione del dato personale e al riorganizzazione delle informazioni restituite dal motore di ricerca secondo una logica di priorità di importanza del tutto sconosciuta, non conoscibile e non modificabile dell' utente.

______________________________________________________________________________

In parole brevi e concise, le amministrazzioni, devono usare tutti i criteri di limitazione minore per far rendere i dati (nomi o cognomi) o dati sensibili il meno riconoscibili da internet.

ART 22

1) IL SOGGETTO PUBBLICO CONFORMANO IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI SECONDO MODALITA' VOLTE A PREVENIRE VIOLAZIONE DEI DIRITTI, DELLE LIBERTA' FONDAMENTALI E DELLA DIGNITA' DELL' INTERESSATO

2) I SOGGETTI PUBBLICI POSSONO TRATTARE SOLI I DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI INDISPENSABILMENTE PER SVOLGERE ATTIVITA' ISTITUZIONALI CHE NON POSSONO ESSERE ADEMPIUTE, CASO PER CASO, MEDIANTE IL TRATTAMENTO DI DATI ANONIMI O DI DATI PERSONALI DI NATURA DIVERSA.


in parole brevi una delibera, non può riportare delle iniziali o un "omissis", e poi a fianco riportare un link che riconduca alla data persona o alle sue generalità,(alllora potevano tranquillamente riportare nome e cognome invece che semplici iniziali, in quanto produce lo stesso effetto) in quanto tale è scorretto da quanto prevede la normativa ed è punibile per legge penale, come non si può riportare dati sensibili di sentenze ancora prima che possano passare in giudicato definitivo, come non può riportare date o ore di un processo a carico di una persona, e nemmeno stralci di presunta colpevolezza (che non mi appartiene) senza che questo sia stato ancora passato in giudicato, queste sarebbero le cose che nessuna amministrazzione dovrebbe fare, ma che.... invece.

HO SCRITTO QUEST'ULTIMO PUNTO PROPRIO PER QUANTO E' SUCCESSO PROPRIO IL 30 GIUGNO DI QUEST'ANNO, DOVE E' APPARSA UNA DELIBERA, MESSA ONLINE E AFFISSA IN BACHECA (CHE VEDREMO PIU' AVANTI) RIPORTA FEDELMENTE INIZIALI, MA POI RIPORTA UN LINK RICONDUCIBILE ALLE GENERALITA' DELLA PERSONA CHIAMATA IN CAUSA,(OVVERO IO) DOVE CHIUNQUE TRAMITE ALL' LINK PUO CONOSCERE LE GENERALITA' E INOLTRE RIPORTA STRALCI DI SENTENZE E DI IMPUTAZIONI CHE DEVONO ANCORA ESSERE SENTENZIATE (VINCOLO DI SEGRETO) E OLTRE A QUESTO RIPORTA DATA, MESE ANNO E ORA DELLA DATA UDIENZA, COME PER FARSI PUBBLICITA PER FAR ACCORRERE LA GENTE IN MASSA AL DATO PROCESSO, CHE OLTRE CHE AVER SAPUTO LE GENERALITA TRAMITE LINK LO POSSANO ANCHE GUARDARE IN VISO E SENTENZIARE PREVENTIVAMENTE,

QUESTA SI CHIAMA GOGNA MEDIATICA E ABUSO DI POTERE DELLE ISTITUZIONI, ATTE A DIFFAMARE LE PERSONE OLTRE CHE VIOLARE LA PROPRIA PRIVACY LEDONO LA DIGNITA' UMANA,, E NON GLI ARTICOLI CHE SCRIVEVO VOLUTAMENTE PER INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE DI ATTUALITA' CHE E' BEN DIVERSO DI UNA DELIBERA PUBBLICA.

PERCHE' CREDETEMI, IO HO LETTO TUTTE LE DELIBERE DI QUESTA DATA STRUTTURA, NON NE HO TROVATA UNA CHE NON RIPORTASSE UN "OMISSIS" O AL MASSIMO DELLE INIZIALI, E SOLO QUELLA CHE E' STATA PUBBLICATA NEI MEI CONFRONTI "STRANAMENTE" RIPORTA VOLUTAMENTE E DETTAGLIATAMENTE A QUESTO LINK , COME SE TALI SIGNORI AVESSERO VOLUTAMENTE FAR SAPERE A CHI LEGGEVA TALE DELIBERA CHI FOSSE LA PERSONA INTERESSATA CELATA DIETRO QUELLE INIZIALI, E NON NE FACCIO MISTERO, SONO IO QUELLA DATA PERSONA CHE LOR SIGNORI VOGLIONO METTERE ALLA GOGNA....

PREMESSO CHE SONO UN BLOGGHISTA, E SE HO SCRITTO ALCUNI ARTICOLI DI CUI HO RICEVUTO ANCHE ALCUNE DENUNCE, EVIDENZIANDO CHE HO IL BENEFICIO DELLA CRITICA, DI CUI NON NE HO MAI ABUSATO, E HO SEMPRE RIPORTATO NOTIZIE CHE MOLTISSIMI GIORNALI RIPORTAVANO, DI CUI MI RIALLACCIAVO E SCRIVEVO LA MIA CRITICA, STANDO BEN ATTENTO AD OFFENDERE CHICESSIA, HO SEMPRE RIPORTATO LEGGI E ARTICOLI, ANCHE COMMENTANDOLI IN MODO SEMPLICE E CONCISO, MA CHE POI.... UNA PUBBLICA ISTITUZIONE POSSA AVVALERSI DELLE DELIBERE PER INFAMARE LE PERSONE E' UN P'O ESAGERATO NON CREDETE? IN QUANTO QUESTI SONO ATTI PUBBLICI, E NON POST, E NON HANNO UN BLOG DA GESTIRE, MA UN AMMINISTRAZIONE PUBBLICA, E SONO PUBBLICI UFFICIALI QUINDI MI SEMBRA MOLTO SCORRETTO DA PARTE DI QUESTI SIGNORI.

TALI SIGNORI HANNO AVUTO IL BENEFICIO DELLE LEGGI, E MI HANNO QUERELATO GIUSTAMENTE PER DIFFAMAZIONE, IN QUANTO SI SENTIVANO OFFESSI DA ALCUNI MIEI POST, MA ORA NON CONTENTI, MI DIFFAMANO ANCHE TRAMITE DELIBERE ABUSANDO ANCHE DELLE NORMATIVE DELLA PRIVACY....

NONSI FA'!!! NON SI FA'!!!!

SPECIALMENTE DOPO QUANDO HO FATTO LE MIE SCUSE PUBBLICHE CON DEI POST, HO RITIRATO I POST INCRIMINATI PER RISPETTO, E MI ERO ANCHE PROMESSO DI NON TOCCARE PIU' QUESTI DATI PUNTI, IN EFFETTI ERANO MESI CHE ME NE STAVO TRANQUILLO E ASPETTAVO IN SILENZIO LA MIA SETENZA, E ORA MI RITROVO ANCHE QUESTA DELIBERA INFAMANTE CHE MI METTE ALLA GOGNA MEDIATICA, PROBABILMENTE LEGGO QUESTO FATTO COME UNA SORTA DI RIVENDICAZIONE E PERSECUZIONE NEI MIEI CONFRONTI PER I MEI ARTICOLI SCRITTI, E QUINDI CHIEDO SCUSA, MA NON POTEVO STARMENE ZITTO DI FORNTE A TUTTO QUESTO ABOMINIO,, IN QUANTO LOR SIGNORI SI STANNO COMPORTANDO SCORRETTAMENTE E MI STANNO PERSEGUENDO VOLUTAMENTE PER QUANTO AVENDO DESCRITTO IN PRECEDENZA.

PERCHE' IN QUANTO TALE LORO CHE DENUNCIANO, NON SONO POI DIVERSI DA ME CON QUESTO DATO COMPORTAMENTO OFFENSIVO.

MA MI INOLTRERO SPECIFICATAMENTE PIU AVANTI CON ALTRI POST SPEGANDOVI COSA E' SUCCESSO PAROLA PER PAROLA E FATTO PER FATTO IN MODO CHE CAPIRETE MEGLIO QUANTO E' SUCCESSO, IN QUANTO HO IN SERBO UNA SOPRESA, CHE VI SPIEGHERO IN SEGUITO.

egosum guida luciano




 
 
 

youtube e assimilati regole di pazzie di massa

Post n°886 pubblicato il 09 Luglio 2016 da egosumluciano

Oggi vorrei parlare dell' fenomeno di youtube, o assimilati come facebook e piattaforme in cui si può caricare video di tutti i generi.

in questi ultimi anni abbiamo assistito e visto su queste piattaforme video di tutti i generi, da ragazzini che mettono a repentaglio la propria vita e/o sfide estreme per postare il proprio video su youtube e assimilati, con l'intento di fare visualizzazioni inimmaginabili, tutto questo voluto anche per fama e/o stupidità, abbiamo assistito a video di pestaggi, a video di ragazzini che sfidano la propria vita su dei binari, o di chi si gettava dai tetti, o di chi faceva gesti estremi mettendo a repentaglio la propria vita, postati su queste piattaforme come se fosse un semplice divertimento, ora, non sò se siano più stupidi questi personaggi o chi li posta su queste piattaforme solo per accumulare visualizzazioni, ma sò che si dovrebbero dare dei regolamenti proprio per questi tipi di video, la comunità europea dovrebbe emanare leggi o regolamenti proprio per evitare questi tipi di fenomeni, e imporre a queste piattaforme di bloccare questi tipi di video e le loro condivisioni già sull' nascere, con pene e/o multe stratosferiche in modo di non espandere più questo fenomeno, in quanto diverrebbe una speci di sfida della conquista della stupidità.

Queste piattaforme inutile dirlo ci guadagnano in pubblicità, e quindi non si preoccupano affatto dell' incolumità di queste persone, in quanto i video più sono estremi e pazzi, e più fanno visualizzazioni e più è alto il bussiness pubblicitario.

Se non si adotteranno delle regole su queste piattaforme e su questi dati fenomeni, presumo che ci sarà un escalation di emulazioni virali per porteranno a diverse casi di morti, o di bullismo, e tutto per dimostrare la immensa stupidità di un essere umano, che in molti casi sono sotto l'effetto di alcool o di droghe che rendono euforici.

Le regole servono sopra tutto per preservare la vita umana, e le emulazioni sono molto suscettibili nell' genere umano, che portano a far divertire anche di fronte alla morte o a un gesto estremo di stupidità.

quindi, se io fossi nella comunità europea porterei all' atenzione questi determinati casi, e chiederei delle regole, non tanto a chi posta questi tipi di video, ma tanto hai gestori di eliminarli immediatamente, in modo di fermare il fenomeno.

egosum guida luciano

 

 
 
 

AZIONE 19 2016 DOVERI E NON DIRITTI

Post n°884 pubblicato il 29 Aprile 2016 da egosumluciano
 

Questi sono i criteri adottati dalla nuova giunta comunale di luca turinelli riguardante le assunzioni dell' progetto per l'azione 19 per l'anno 2016, adottati dalla delibera n.2 della data 20/01/2016

 

REQUISITI PUNTEGGIO PER ASSUNZIONI E REGOLE DI LAVORO.

Età persona

45/55: punti 2

56/65: punti 3

Anni di frequenza nei progetti socialmente utili (Intervento 19)

0/1 anno di frequenza: 4 punti

2/5 anni di frequenza: 2 punti

6 e più anni di frequenza: 0 punti

Presenza di iscrizione nelle liste dell'intervento 19 nello stesso nucleo familiare Presenza: 2 punti

Si assume una sola persona dello stesso nucleo familiare in quanto si presume che in presenza di più di una richiesta nell'ambito della stessa famiglia la situazione più grave.

Valutazione negativa relativa all'esperienza lavorativa prestata nel progetto in relazione all'adeguatezza delle regole (puntualità, comunicazione assenze, collaborazione e capacità di relazione all'interno del contesto lavorativo), emersa dalla scheda di valutazione della cooperativa – gestore e relativa all’ultimo periodo lavorativo prestato Punteggio: -5 punti

Composizione del nucleo familiare come risultante dalla situazione anagrafica aggiornata In caso di unico genitore richiedente con figli minori: punteggio 4

In caso di due genitori (di cui uno richiedente) con figli minori a carico: Punteggio 2 In caso di famiglia mononucleare: Punteggio 1.

In caso di coppia senza figli: Punteggio 0

___________________________________________________________________

QUESTI CRITERI CONDIVISIBILI O NON, BASATI SU DEI PUNTEGGI NON SOLO UCCIDONO LA MERITOCRAZIA DELLE PERSONE, MA FANNO PASSARE LETTERALMENTE LA VOGLIA DI LAVORARE A CHI IN QUESTI PROGETTI ERA RITENUTO UNA PERSONA VALIDA E COMPETENTE, IN QUANTO PREMIA GLI ULTIMI ARRIVATI E PENALIZZA CHI GIA LAVORAVA DA ANNI IN QUESTO PROGETTO.

OVVIAMENTE SI PUO DIRE CHE IN CONFRONTO AGLI ALTRI ANNI, DOVE NON C'ERANO ASSOLUTAMENTE CRITERI O REGOLE DI NESSUN TIPO E SI VENIVA ASSUNTI SOLO A COMPIACENZA DELL' SINDACO, A PARTE ALCUNI DIRITTI PER LEGGE, POSSIAMO AMMETTERE CHE QUALCHE CRITERIO QUESTA GIUNTA L'ABBIA INTRODOTTA, ANCHE SE CON CRITERI SBAGLIATISSIMI SECONDO UN MIO DIRE, ALCUNI CRITERI POSSONO ANCHE ESSERE  GIUSTI E CONDIVISIBILI, MA ALTRI PECCANO DI SCELTE SBAGLIATE E NON EQUILIBRATE

ANALIZIAMO QUESTI PUNTI:

1) L'ETA:

DAI 45/55 ANNI 2 PUNTI

DAI 56/65 ANNI 3 PUNTI

E POSSIAMO DIRE CHE QUESTA QUOTA RIMANE INVARIABILE FINO ALL ETA' PENSIONABILE.

2) PUNTEGGIO SULLA FREQUENZA DI ANNI DI PROGETTO:

DA 0/1 4 PUNTI

DA 2/5 3 PUNTI

DA 6 ANNI 0 PUNTI.

E QUI POSSIAMO DIRE CHE LA MERITOCRAZIA HA PRESO UNA SVOLTA CONTRARIA E A FATTO UN PASSO INDIETRO IN BASE ALLA LOGICA ELEMENTARE, CON QUESTO METODO SI PREMIANO GLI ULTIMI ARRIVATI E SI PENALIZZANO QUELLI CHE DA ANNI LAVORAVANO  CON ESPERIENZA E CONOSCENZA IN QUESTO PROGETTO, IN POCHE PAROLE SONO CONSIDERATE DELLE NULLITA' E TUTTI QUESTI ANNI DI ESPERIENZA NON SONO VALSI PRATICAMENTE A NULLA.

QUESTO PUNTO FORTEMENTE CRITICO STA A SIGNIFICARE CHE L'ESPERIENZA VALE 0 COME SEMPRE , MENTRE L'INESPERIENZA VALE 4, E SU QUESTI CRITERI SI PREMIA GLI ULTIMI ARRIVATI E SI PENALIZZA CHI DA ANNI LAVORAVA IN QUESTO PROGETTO.

UN ESEMPIO:

BASTA 1 ANNO DI LAVORO, CHE SI COMPORTI BENE, E POTREBBE ESSERE SCELTO COME CAPOSQUADRA, IN QUANTO CON QUESTI CRITERI ACQUISISCE 4 PUNTI + 2 PUNTI PER L'ETA' + 2 PUNTI SE HA FIGLI MINORI  (+4 SE E' GENITORE UNICO) E SONO 8/10 PUNTI) PER SALIRE DI LIVELLO, VICEVERSA SE UNA PERSONA LAVORA GIA' DA 8/9 ANNI CON ESPERIENZA, HA 2 PUNTI PER L'ETA', 0 PUNTI PER ANZIANITA', E SE HA FIGLI AL MASSIMO HAI 2/4 PUNTI IN +, OVVIAMENTE E' LETTERALMENTE IMPOSSIBILE SALIRE DI LIVELLO.

SEMBRA PROPRIO CHE CHI SI SIA INVENTATO QUESTI CRITERI NON ABBIA VOLUTO INTRODURRE O VALUTARE MINIMAMENTE IL METODO MERITOCRATICO, MA CHE SI SIA SOLO LIMITATO A MISCHIARE LE CARTE IN TAVOLA PER SCEGLIERE TRA GLI ULTIMI ARRIVATI DANDOGLI PIU' SPERANZE VALUTATIVE, TAGLIANDO FUORI DI FATTO CHI DA ANNI LAVORA IN QUESTO PROGETTO.. FORSE UNA VIA DI MEZZO ERA DIFFICILE VALUTARLA, PROPRIO COME DIRE CHE TRA TUTTE QUESTE PERSONE NON CE NE FOSSE STATA UNA GIUSTA E/O EQUILIBRATA PER DARGLIENE UN MERITO, E QUINDI SI CERCA NELLE NUOVE LEVE IN BASE HA IPOTETICI PUNTEGGI.

IO PERSONALMENTE AVEVO INTRODOTTO UN SUGGERIMENTO IN BASE A UNA COMMISSIONE VALUTATIVA, NON BASATA SULLE PAGELLE VALUTATIVE (CHE NON SERVONO A NULLA) MA IN BASE A UN LIVELLO VALUTATIVA DELLA PERSONALITA' DELL' ESPERIENZA E DELL' CARATTERE PER QUANTO RIGUARDA LA SCELTA DEI CAPISQUADRA, MA A QUANTO PARE SI E' SCELTO QUESTI CRITERI CHE FANNO SOLO CAOS AMMAZZANDO LA MERITOCRAZIA E L'ANZIANITA' LAVORATIVA COME SE NON CONTASSE PRATICAMENTE NULLA.

OVVIAMENTE SONO ANNI CHE SI DICE CHE QUESTO PROGETTO NON E' NATO CON L'INTENTO DI UN LAVORO FISSO, MA BENSì PER UN LAVORO DI ACCOMPAGNAMENTO PER CHI NON TROVA LAVORO, O PER I DISAGIATI (IN QUANTO ORMAI DIVENTATO UN LAVORO A TUTTI GLI EFFETTI " NORMALE" RICHIESTO E SOTTOPAGATO, NON CHE SEMPRE RICATTATO, E SPECIFICANDO NELLA REALTA' DELLE COSE DOVE TUTTI SAPPIAMO CHE DOPO I 45 ANNI DIFFICILMENTE SI TROVA LAVORO IN ALTRI AMBITI, QUINDI... SFATIAMO QUESTA IDEA NELL' DIRE CHE DOPO I 45 ANNI SIA ABBIA ANCORA LA SPERANZA DI TROVARE UN LAVORO COSIDETTO "NORMALE"

NON SCORDIAMOCI CHE QUESTO LAVORO LO PAGHIAMO TUTTI NOI CON LE NOSTRE TASSE, NON LI PAGANO NEI I COMUNI, NE LE COOPERATIVE, E NE LE PROVINCE, MA SONO SOLDI STANZIATI ( CON SOLDI DELLE NOSTRE TASSE) CHE DANNO LAVORO SANCITI IN BASE ALLA COSTITUZIONE ITALIANA, NON SCORDANDOCI CHE E' STATO TRASFORMATO NEGLI ANNI COME UN LAVORO NORMALE SOTTOPAGATO A 3,50 EURO L'ORA OMINICOMPRENSIVI DI SPETTANZE.

NON ESISTONO CONTRATTI DI DIRITTI PER GLI OPERAI IN QUESTO SETTORE, IN QUANTO NON SONO NE CARNE E NE PESCE, IN BASE ALLA SCUSANTE DI LAVORI SOCIALMENTE UTILI E PER LAVORO DI TRANSIZIONE, NON SI E' MAI PENSATO DI ADOTTARE UN CONTRATTO PER QUESTA CLASSIFICAZIONE E COME TALE NON ESISTONO DIRITTI, MA SOLO DOVERI DETTATI DAI COMUNI E PROVINCIE CHE ADOTTANO CRITERI, E DALLE COOPERATIVE CHE PRETENDONO E RICATTANO IL LAVORATORE, NON SI HA DIRITTO A FERIE, NE A TREDICESIMA, E I CONTRIBUTI SONO MINIMI, PIU' DELLA META' DI QUESTI STANZIAMENTI FINISCONO TRA BUROCRAZIA, IVA E COMPENSI DI COOPERATIVA, MENTRE MENO DELLA META' VANNO AGLI STIPENDI, E IL BELLO DI TUTTO QUESTO E' CHE SI DEVE ANCHE RINGRAZIARE CHI DI DOVERE E INCHINARSI PER AVER BENFICIATO DI QUESTO LAVORO.

QUEST'ANNO LA PROVINCIA PER QUESTI PROGETTI HA STANZIATO BEN 61 MILIONI DI EURO, CIRCA 17,428 EURO IN MEDIA PER OGNI OPERAIO, PER 7 MESI DI LAVORO E 7 ORE DI LAVORO, OVVIAMENTE CIRCA LA META' LAVORANO A 3,30 ORE PART-TIME, QUINDI IN TEORIA LA DIFFERENZA SALE DI GRAN LUNGA, OVVIAMENTE OLTRE LA META' SENON 3 QUARTI DI QUESTI SOLDI VANNO TRA BUORCRAZIA, SPESE DI PROGETTO, IVA, COORDINAMENTO, TENUTA DI CONTABILITA' ECC.ECC.. E QUINDI ALL' POVERO OPERAIO RIMANE IN MEDIA 7000 EURO NETTI A STAGIONE, PER FORZA LAVORO, CIRCA 950 EURO ALL' MESE, PER CHI LAVORA A 7 ORE, E CIRCA 450/500 A CHI LAVORA A PART-TIME, OVVIAMENTE OMINICMPRENSIVA DI SPETTANZE, DICIAMO CHE OLTRE 10.000 VANNO PER ALTRE COSE CHE HO MENZIONATO SOPRA..., E SOLO UN QUARTO RICOPRE L'EFFETTIVA FORZA LAVORO, SI POTREBBE DIRE CHE MOLTI FACCIANO GLI AFFARI CON QUESTI PROGETTI...MA DI CERTO NON SONO GLI OPERAI...

GLI STIPENDI ORARI DI QUESTI OPERAI, LI DECIDE LA PROVINCIA, CON I SINDACATI, E LE ASSOCIAZIONI DELLE COOPERATIVE, E COME SEMPRE, ESSENDO CHE NON C'E TUTELA DI DIRITTO ANCHE SALARIALE, LA PROVINCIA DECIDE SEMPRE IN RIBASSO E CON SEMPRE MENO DIRITTI SALARIALI, IN QUANTO QUESTI OPERAI, OLTRE CHE PRENDERE PAGA DA FAME, SI DEVONO ANCHE ACCOLLARE SPESE DI SPOSTAMENTI LAVORATIVI CON IL PROPRIO MEZZO, E IN OLTRE NON GODONO NEMMENO DI TIKET  DI INTEGRAZIONI PER PRANZI O COSE DELL' GENERE... SOTTOLINEO DIRE CHE 61 MILIONI, SONO OLTRE 120 MILIARDI DI VECCHIE LIRE... E CHE CON TUTTI QUESTI SOLDI SI DOVREBBERO DARE DEI DIRITTI SALARIALI A CHI LAVORA IN QUESTO PROGETTO, VICEVERSA, ANCORA OGGI NON SI SA DOVE VADANO A FINIRE TUTTI QUESTI SOLDI... FORSE UN GIORNO E IN UN PAESE PIU' ONESTO LO SCOPRIREMO, VOCE PER VOCE, E FORSE TROVEREMMO LE DIFFERENZE..., MA FINO ALLORA CI POSSIAMO SOLO PERMETTERE DI PORRE DELLE DOMANDE, DI COME NONSTANTE TUTTI QUESTA MOLTE DI DENARO PUBBLICO, GLI STIPENDI SIANO DA PAESI SOTTOSVILUPPATI DA TERZO MONDO...

 

3) PRESENZA NELLE LISTE DI ISCRIZIONE NEL INTERVENTO 19 NELLO STESSO NUCLEO FAMIGLIARE 2 PUNTI,

PER SPECIFICARE MEGLIO, CHI O PIU PERSONE NELLO STESSO AMBITO FAMIGLIARE HA FATTO DOMANDA IN QUESTO PROGETTO AQUISISCE 2 PUNTI, VICEVERSA SE UN SOLO COMPONENTE HA FATTO DOMANDA 0 PUNTI.

OVVIAMENTE SI ASSUME UN SOLO COMPONENTE PER FAMIGLIA, E QUESTO PUNTO LO TROVO CONDIVISIBILE E GIUSTO.

4) VALUTAZIONE NEGATIVA RELATIVA ALL' ESPERIENZA PRESTATA NELL' PROGETTO IN RELAZIONE ALL' ADEGUATEZZA DELLE REGOLE (PUNTUALITA', COMUNICAZIONE,ASSENZE, COLLABORAZIONE E CAPACITA' DI RELAZIONE AL INTERNO DEL CONTESTO LAVORATIVO) EMERSA DALLA SCHEDA VALUTATIVA DELLA COOPERATIVA-GESTORE E RELATIVA ALL'ULTIMO PERIODO LAVORATIVO -5:

QUESTO PUNTO E' ASSAI DISCUTIBILE, IN QUANTO SARA' LA COOPERATIVA STESSA A DARE ULTERIORI PUNTI DI DEMERITO IN BASE ALL' COMPORTAMENTO DELLA PERSONA STESSA,(E LA GIA' DATA CON LA PAGELLA DELL' L'ANNO SCORSO)

MA NON FISSA DEI CRITERI E NON DA' PUNTEGGI POSITIVI SE LA PERSONA SI E' DIMOSTRATA VALIDA,

IN POCHE PAROLE SE SEGUI LE REGOLE NON VIENI PUNITO, MA NON VIENI NEMMENO E MINIMAMENTE VALUTATO,

VICEVERSA SE NON SEGUI LE REGOLE CHE LA COOPERATIVA ADOTTA (IN BASE ANCHE ALLA SIMPATIA) VIENI BUTTATO FUORI DA QUESTO PROGETTO, IN QUANTO -5 PUNTI AZZERANO TOTALMENTE I  MISERI PUNTI AQUISITI DA QUESTI CRITERI,

INOLTRE QUESTO PUNTO, NON FISSA QUALI SIANO I MINIMI O MASSIMI DI ASSENZA, O PUNTUALITA', E NON SPIEGANO MINIMAMENTE I DIVERSI CRITERI E/O QUALI SIANO QUESTI CRITERI, CIO' VORREBBE DIRE CHE SE TI RIFIUTI DI FARE UN LAVORO CHE NON TI COMPETE SEI PENALIZZATO,

O SE TI FERMI 5 MINUTI A FUMARTI UNA SIGARETTA SEI PENALIZZATO, O SE RISPONDI MALE A UN CAPOSQUADRA O A UN COORDINATORE SEI PENALIZZATO, OPPURE SE TI PRENDI DELLE GIORNATE (NON RETRIBUITE) SEI PENALIZZATO,

OPPURE ANCHESE SEI AMMALATO SEI PENALIZZATO, O ANCHE SEMPLICEMENTE SE ARRIVI 5 MINUTI IN RITARDO VIENI PENALIZZATO, POICHE TUTTI QUESTI PUNTI TI PENALIZZANO, IN POCHE PAROLE VIENI VALUTATO SOLO NEL MALE, MA NON NEL BENE, E QUESTO LO TROVO SCONCERTANTE...POICHE ANCHE IN QUESTO CASO NON ESISTE UN CRITERIO DI MERITO. MA SOLO DI DEMERITO.

QUESTI CRITERI SONO SBAGLIATI SECONDO UN MIO DIRE, ALCUNI POSSONO ESSERE CONDIVISIBILI GIUSTAMENTE, MA ALTRI PECCANO DI LACUNE INCOMMENSURABILI, IN QUANTO NON TENGONO CONTO DELL' ESPERIENZA LAVORATIVA, NON TENGONO CONTO DELLA MERITOCRAZIA, E NON TENGONO CONTO DELLA VALUTAZIONE DELLA PERSONA STESSA, INOLTRE NON DANNO PREGIO E VOGLIA ALL' LAVORATORE  STESSO, QUESTI CRITERI SI CONCENTRANO SOLO ED ESCLUSIVAMENTE SU DEI PUNTEGGI SBAGLIATI E PENALIZZANTI, INQUANTO IMPONGONO COME SEMPRE DOVERI, MA MAI NESSUN DIRITTO, E FANNO PASSARE IL MESSAGGIO... COMPORTATI BENE ALTRIMENTI IL PROSSIMO ANNO NON VIENI ASSUNTO... ORA!!! QUALE E' LA FLEBILE DIFFERENZA DI QUELLO CHE ERA IERI E QUELLO CHE E' OGGI CON QUESTI CRITERI??? COSA E' CAMBIATO??

VERO!!! IERI NON C'ERANO CRITERI E TUTTO VENIVA SCELTO DALL' SINDACO, OGGI VICEVERSA SI SONO FISSATE DELLE REGOLE SULLA CARTA, E NON E' PIU' IL SINDACO A SCEGLIERE O A COMANDARE, MA TUTTA LA GIUNTA STESSA CON LA SCELTA DI QUESTE REGOLE, REGOLE DISCUTIBILI E NON, MA CHE NON PORTANO NESSUNA VALORIZZAZIONE ALLE PERSONE PROPRIO COME ALLORA, IN PAROLE POVERE NULLA E' CAMBIATO, SECONDO UN MIO DIRE QUESTE REGOLE VANNO RIVISTE E RIVALUTATE SERIAMENTE, QUESTE REGOLE NON RISPETTANO IL LAVORATORE, E NON CAMBIANO NULLA DA CIO' CHE ERA ALLORA.

GIUSTISSIMO DARE DELLE REGOLE, FISSARE DEI CRITERI PER LE ASSUNZIONI, E/O CRITERI DI COMPORTAMENTI LAVORATIVI, MA LE COSE DOLENTI SONO PROPRIO LE VALUTAZIONI DELL'ANZIANITA' LAVORATIVA E FORMATIVA CHE PECCA, PREMINADO GLI ULTIMI ARRIVATI, SCORDANDOSI IL DIRITTO DI ANZIANITA' E DI MERITO VALUTATIVO, E CHE DEMANDANO E APPALTANO COME SEMPRE ALLE COOPERATIVE LE VALUTAZIONI DEGLI OPERAI LAVANDOSENE LETTERALMENTE LE MANI, DOVE NON ESISTONO NE CRITERI DI CONOSCENZA UMANA DELL' SOGGETTO STESSO CHE VIENE SPESSO CONFUSO NELLA MISCHIA CHE NON SI PUO' NE RIBELLARE E NE DIRE LA PROPRIA OPNINIONE, ANCHE IN BASE ALL' AMBITO LAVORATIVO DI MIGLIORAMENTI, QUESTI CRITERI COME SEMPRE FISSANO E DETTANO SOLO DOVERI MA COME SEMPRE MAI I DIRITTI.

MA COME TUTTI BEN SAPPIAMO, PRIMA O POI A TUTTI ASPETTA IL PROPRIO PUNTEGGIO VALUTATIVO, NESSUNO PUO' ESIMERSI, NEMMENO NELLA POLITICA.

EGOSUM GUIDA LUCIANO

 

 

 
 
 
Successivi »
 

SKMBT_C22012121912210

 

Ultime visite al Blog

gioelemiriamvilunspangellaluisaintrevadogeo1474ITALIANOinATTESAefax39samueleanimalidonoallartepisagiuse0giacomocidalecogotgiulianoseanomassimo.sbandernorinogrecogg
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Tag

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

 

dimissioni stefania giacometti e nicola lombardi

 

I miei link preferiti

 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.