Creato da ElettrikaPsike il 17/12/2012

ElettriKaMente

Dillo, bella strega...se lo sai, Adorabile strega…Dimmi, conosci l’irremissibile? (I fiori del male, C. Baudelaire)

 

 

« UCRAINA 2022IL RELATIVISMO SI AUTODISTRUGGE »

LIBERTA’E ANARCHIA NON SONO GEMELLE

Post n°331 pubblicato il 25 Aprile 2022 da ElettrikaPsike
 

 

 

 

 

Come già esposto in altri momenti, sarei curiosa di sapere quanti fra coloro che predicano sentitamente come integerrimi pastori, saccheggiando parole qui e là, conoscono poi anche il significato di ciò che effettivamente affermano.

Oltre alla precedente “tolleranza”, anche “libertà” è una delle tante parole abusate quanto mistificate.

Dal dizionario, semplicemente si legge: "stato di autonomia essenzialmente sentito come diritto e, come tale, garantito da una precisa volontà e coscienza di ordine morale, sociale, politico."

Ma la libertà non implica un’assenza di regole ed un’accettazione incondizionata del caos.

Difatti si distingue nettamente da un'altra parola, quell’anarchia che, al contrario, è l’ideologia sociale e politica che propugna l’abolizione totale dell’autorità costituita ed accentrata nonchè ogni forma di costrizione esterna, promuovendo al loro posto l’assenza di un governo e di un ordine regolamentato.

Se, da un lato, gli atteggiamenti che promuovono la libertà umana riconoscono l’esigenza fondamentale di una condizione grazie alla quale ogni individuo possa decidere di pensare ed esprimersi senza costrizione, ricorrendo alla possibilità d'ideare e svolgere azioni mediante la scelta autonoma dei fini e degli strumenti che ritiene più utili; dall’altro, dovendo necessariamente salvaguardarla per la totalità dei soggetti (e quindi non garantirla soltanto per alcuni) tali atteggiamenti devono necessariamente mantenere, seppure riducendola al minimo indispensabile, anche la possibilità di una coercizione.

Se la totalità (e, lo ripeto ancora, tutti, non solo qualcuno, pochi o tanti che siano) deve essere quanto più possibile libera, la limitazione non può essere totalmente evitata e questo proprio al fine d’impedire a chicchessia di esercitare una costrizione arbitraria a danno di altri. Ammettendo anarchicamente un'assoluta libertà, infatti, si dovrebbe ammettere anche il libero omicidio, la libera sopraffazione e, in definitiva, la libera distruzione da chiunque ne avesse desiderio e volontà.

Così va da sé che, mentre l’anarchia tenderebbe all’annullamento radicale di tutte le leggi, i movimenti che salvaguardano i principi liberali richiedono, invece, una correzione del tiro verso una loro minimizzazione, relativa alle sole norme fondamentali.

Ed ora, già anticipando obiezioni fuorvianti, cavillose e, permettetemi, talora lievemente ottuse (se non si conosce il significato, prima di risentirsi sarebbe il caso di scoprirlo) mi porto avanti rispondendo subito alle sepolcrali rimostranze “ma se si inizia a fare leggi in maniera arbitraria, benché minime, allora…et cetera).

E' infatti piuttosto chiaro che, così facendo, si stanno volutamente ponendo premesse scorrette. Perché, di fatto, non siamo costretti in un mondo in bianco e nero o chiusi in un rigido aut-aut che ci chiede di scegliere tra la mamma e il papà.

Le norme non devono essere decise in maniera arbitraria o costruttivista e sono suscettibili di essere scoperte. E non lo devo sicuramente dire io, qui ed oggi nel 2022, dal momento che ci ha già pensato meglio e prima (di me e di noi tutti) Hayek, con il suo Nobel per l’Economia, nel ’74.

La stessa fede - leggasi riconoscimento - nell’esistenza di normative di mera condotta suscettibili di essere scoperte (e, quindi, non frutto di costruzione arbitraria) poggia sul fatto che la grande maggioranza di queste norme sia assolutamente accettata. Vale a dire, nello specifico, quelle norme individuali sulle quali ci troviamo tutti piuttosto d'accordo (al di là naturalmente dei sofisti, sorprendentemente provocatori nel VI secolo a.C. o dei loro pretestuosi imitatori odierni nei ragionamenti per assurdo e fatta la dovuta eccezione dei casi limite riguardanti i criminali ed alcuni ambiti psichiatrici).

Di conseguenza, paradossi e casi clinici esclusi, è comune ritenere illecito l’omicidio, il furto, il sopruso etc.

E benché per qualche secolo, pur non essendo le gemelline di Shining, Libertà e Anarchia si siano comunque tenute per mano nel fine comune di ottenere una diminuzione della burocrazia, un'abbassamento del carico fiscale et similia, resta invariabilmente fermo che se libertà si vuole e se libertà dev’essere, per evitare che si verifichi una coercizione, sarà sempre implicitamente richiesta quella minima forma di limitazione che garantisca il rispetto delle norme di mera condotta.

E lo sta affermando un'insofferente, una che si arrampica ogni giorno sulle barricate con il fantasma del dandismo per épater les bourgeois, una che vive male anche solo l’esistenza della regola di un badge aziendale ed è innamorata, da sempre, di capitan Harlock...

Quindi, vi prego, basta cavilli che ci arenano in un baratro inutile ed oltremodo noioso.

Basta nascondersi dietro il bon ton ad ogni costo, accettando di farci calpestare scarpe nuove e sogni con la scusante di dover rispettare prepotenze maleducate e malamente truccate da forme fasulle di libertà.

Basta giustificare atti rovinosamente sopraffattori in nome di un'irragionevole liceità a distruggere ogni diritto o concetti zen e cristiani, estratti come conigli o fazzoletti bianchi senza essere mai neppure entrati nel cilindro del buon senso.

Una cosa è ignorare e non raccogliere le provocazioni, altra cosa è subire reiteratamente che il proprio orto venga ridotto in immondizia, continuando a raccogliere l'altrui letame. Perchè se una cosa è tentare di guarire il veleno dell’odio versando sangue compensativo, ben altra, però, è farsi uccidere.

E se proprio vogliamo, anche lo spirito cristiano incarnato nella figura del Nazareno, pronto al sacrificio per portare un esempio ed un messaggio in un mondo incredulo, ci dice altro. Difatti, quando vide calpestati e stravolti dai profanatori i significati etici di cui era il Verbo, lo stesso Gesù non disse esattamente “bravi, fratelli, continuate così” ma rovesciò i tavoli dei cambiavalute e cacciò i mercanti (dal tempio dello spirito) senza troppi eufemismi.

Quindi, basta. Se qualcuno vorrà enucleare concetti nuovi ben venga, ma rimestare tra il già detto e il decomposto non è salutare e, per di più, a dirla tutta anche maleodorante.

 

 

 

 

IL SUO TESCHIO E' UNA BANDIERA

CHE VUOL DIRE LIBERTA'...

 

 


 

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

JE SUIS CENACOLO'

 

Per chi ama scrivere,

per chi ama leggere.

Per chi è innamorato delle parole:

 

JE SUIS CENACOLO' 2015

Il Contest Letterario a colpi di BIC

blog.libero.it/WORDU/

Un Blog di PAROLE…

C H E    A R R I V A N O,

C H E    P A R T O N O,

C H E    R E S T A N O.  

Come un grifo, tra terra e cielo.

 

 

IL CENACOLO SI E' CONCLUSO ED ORA...

ABBIAMO IL LIBRO!

  

 

http://issuu.com/wu53/docs


 

ULTIME VISITE AL BLOG

cassetta2marinovincenzo1958legrillonnoirdestaelNINAARGY80arwen971ravenback0ElettrikaPsikewoodenshipje_est_un_autremisteropaganoIlgrilloneroamici.futuroieriacer.250Nervi_Scoperti
 

ULTIMI COMMENTI

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

                        

                                                             https://twitter.com/elettrikapsike