Creato da steLLina_853 il 24/04/2008
...L'AmOrE nOn è PrEtEnDeRe Ma DaRe... è DiMeNtiCaRsi Ma nOn DiMeNtiCaRe... è ViVeRe FuOri Di Sè PuR RiMaNeNdO iN Sè... è RiSeRvArSi Le SpiNe E oFFriRe Le RoSe.L'AmOrE KiEdE TuTTo e PuO' PeRmeTTeRsi Di FarLo...
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

eloisa1952steLLina_853riole64loriarturpartenopegiuseppeluigi.michelonilvalente.marikachiarakobaubo_ailcuorementenitro40filippomagni999orestesaviraf64dgl
 

Ultimi commenti

no, tranquillo! :P
Inviato da: steLLina_853
il 23/06/2011 alle 23:02
 
Si ma non dimenticare di chiudere la coppotte, ciao
Inviato da: riole64
il 23/06/2011 alle 14:10
 
Eh s, sarebbe un mondo del tutto diverso da quello che ...
Inviato da: steLLina_853
il 07/04/2010 alle 19:47
 
bellissimo post.. riflessivo.. profondo.. immagina che...
Inviato da: winny_mp
il 03/03/2010 alle 10:26
 
Mi fa piacere... :) buona serata a te Enzo!
Inviato da: steLLina_853
il 08/01/2010 alle 23:01
 
 

Chi pu scrivere sul blog

Solo l'autore pu pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Felicit

Post n°32 pubblicato il 23 Giugno 2011 da steLLina_853

Il segreto della felicità è possedere una decappottabile ed un lago: se c'è il sole puoi andare in giro con la decappottabile ed essere felice; se inizia a piovere, non ti rovinerai la giornata perché potrai sempre dire: "beh, la pioggia riempirà il mio lago."

 
 
 

Il tuo prossimo...

Post n°31 pubblicato il 07 Gennaio 2010 da steLLina_853

Il tuo prossimo è lo sconosciuto che è in te, reso visibile. Il suo volto si

riflette nelle tue acque tranquille, ed in quelle acque, se osservi bene,

scorgerai il tuo stesso volto. Se tenderai l'orecchio nella notte è lui che

sentirai parlare, le sue parole saranno i battiti del tuo stesso cuore. Sii verso

di lui quello che vorresti lui fosse verso di te.  

 
 
 

Ci che sei...

Post n°30 pubblicato il 08 Giugno 2009 da steLLina_853

Se non puoi essere una via maestra, sii un sentiero.
Se non puoi essere il sole, sii una stella.
Sii sempre il meglio di ciò che sei.

 
 
 

La nuvola e la duna

Post n°29 pubblicato il 19 Maggio 2009 da steLLina_853

Una nuvola giovane giovane (ma, è risaputo, la vita delle nuvole è breve e movimentata)
faceva la sua prima cavalcata nei cieli, con un branco di nuvoloni gonfi e bizzarri.
Quando passarono sul grande deserto del Sahara, le altre nuvole, più esperte, la incitarono:
"Corri, corri! Se ti fermi qui sei perduta".
La nuvola però era curiosa, come tutti i giovani, e si lasciò scivolare in fondo al branco delle
nuvole, così simile ad una mandria di bisonti sgroppanti.
"Cosa fai? Muoviti!", le ringhiò dietro il vento.
Ma la nuvoletta aveva visto le dune di sabbia dorata: uno spettacolo affascinante.
E planò leggera leggera. Le dune sembravano nuvole d'oro accarezzate dal vento.
Una di esse le sorrise. "Ciao", le disse. Era una duna molto graziosa,
appena formata dal vento, che le scompigliava la luccicante chioma.
"Ciao. Io mi chiamo Ola", si presentò la nuvola.
"Io, Una", replicò la duna.
"Com'è la tua vita lì giù?".
"Bè.... Sole e vento. Fa un po' caldo ma ci si arrangia. E la tua?".
"Sole e vento... grandi corse nel cielo".
"La mia vita è molto breve. Quando tornerà il gran vento, forse sparirò".
"Ti dispiace?".
"Un po'. Mi sembra di non servire a niente".
"Anch'io mi trasformerò presto in pioggia e cadrò. E' il mio destino".
La duna esitò un attimo e poi disse: "Lo sai che noi chiamiamo la pioggia Paradiso?".
"Non sapevo di essere così importante", rise la nuvola.
"Ho sentito raccontare da alcune vecchie dune quanto sia bella la pioggia.
Noi ci copriamo di cose meravigliose che si chiamano erba e fiori".
"Oh, è vero. Li ho visti".
"Probabilmente io non li vedrò mai", concluse mestamente la duna.
La nuvola rifletté un attimo, poi disse: "Potrei pioverti addosso io...".
"Ma morirai...".
"Tu però, fiorirai", disse la nuvola e si lasciò cadere, diventando pioggia iridescente.
Il giorno dopo la piccola duna era fiorita.

 
 
 

La speranza

Post n°28 pubblicato il 29 Marzo 2009 da steLLina_853

Non rinunciare alla speranza, non abbandonarti alla disperazione

a causa di ciò che è passato,

giacchè rimpiangere l'irrecuperabile

è la peggiore delle umane debolezze.

 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963