Creato da: teosofia il 15/10/2005
il male fisico non si sente ........

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

vladi_2009InwardsgeoanaTarasiabrunopsicrispsycomareblubelloelenacucciolabest_lifeMiss06
 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 

MUSICA E'?

Post n°22 pubblicato il 31 Ottobre 2006 da teosofia
Foto di teosofia

Un complesso per l'amplesso

Stimolato

da una conversazione in chat con un'amica che ha ottenuto da poco il mio indirizzo vi sottopongo un quesito per raccogliere le vostre indicazioni circa la musica preferita per fare da colonna sonora al sesso.

Il podio della mia classifica personale è così composto:

1. Marlene Kuntz: Catartica e Nuotando nell'Aria (la più bella canzone d'amore italiana)

2. Cranberries: Zombie (chitarre distorte e la voce di Dolores in un turbine)

3. Guns 'N Roses: Don't Cry e November Rain (anche se la loro vera poesia è Paradise City)

Fuori classifica, ma è sempre una bella musica: sospiri e mugolii vari di godimento (veri, o perlomeno finti bene ).

(....take me down to the paradise city where the grass is green and the girls are pretty....)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

senso di colpa

Post n°21 pubblicato il 09 Novembre 2005 da teosofia
Foto di teosofia

Questo momento, questo "qui e ora" è dimenticato, allorché inizi a pensare in termini di conseguire qualcosa. Quando arriva in primo piano la mente tesa alla conquista, perdi contatto col paradiso in cui ti trovi. Questo è uno degli approcci più liberatori: ti libera in questo preciso istante! Dimentica totalmente il peccato e scordati la santità - entrambe le cose sono stupide. Entrambe, unite insieme, hanno distrutto tutte le gioie dell'umanità. Il peccatore si sente in colpa, per cui ogni sua gioia va perduta. Come puoi goderti la vita, se ti senti sempre in colpa? Se continui ad andare e venire dalla chiesa per confessare errori e mancanze? E errore su errore su errore, tutta la tua vita sembra essere formata da peccati. Come puoi vivere con gioia? Diventa impossibile godersi la vita. Diventi greve, oberato da pesi: la colpa siede sul tuo petto, simile a una roccia, e ti schiaccia; non ti permette di danzare. Come potresti? Come può il senso di colpa danzare? Come può cantare? Come può la colpa amare? Come può vivere? Pertanto, colui che pensa di fare qualcosa di sbagliato è colpevole, è gravato dalla colpa, è morto prima del tempo: ha già fatto un passo nella tomba

un dilemma?

 senso di colpa è una delle emozioni più distruttive in cui si possa restare intrappolati. Se abbiamo fatto un torto a qualcuno oppure siamo andati contro la nostra verità, ovviamente ci sentiremo male. Ma lasciare che il senso di colpa ci travolga, vuol dire dare il benvenuto a un bel mal di testa. Finiamo per essere circondati e perseguitati da nuvole di dubbi su noi stessi e dalla sensazione di essere indegni, al punto da non riuscire più a vedere la bellezza e la gioia che la vita sta cercando di offrirci. Tutti aspiriamo a essere persone migliori: più amorevoli, più consapevoli, più aderenti alla nostra verità. Ma quando ci puniamo per i nostri fallimenti, sentendoci in colpa, possiamo restare intrappolati in un ciclo di disperazione e di impotenza che ci sottrae ogni chiarezza su di noi e sulle situazioni che stiamo affrontando. Così come sei, sei perfetto, ed è assolutamente naturale smarrirsi, una volta ogni tanto. Devi solo imparare da queste esperienze, andare oltre, e usare la lezione appresa per non rifare più lo stesso errore.

un buon giorno

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso