Creato da il_presidente77 il 03/04/2006

L'uomo illustrato

Blog egoista

COME IERI


William Xerra

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

TAG

 

NOTA - COPYLEFT

Da non  crederci: anche per questo blog si può applicare la definizione di opera di ingegno. Strano vero?
Qualunque opera di cui non si citi l'autore è da ritenersi originale e prodotta dal sottoscritto ed è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Creative Commons License

 

ALTRI AMICI

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ULTIMI COMMENTI

Ottimo post. complimenti da Artecreo
Inviato da: minarossi82
il 11/11/2016 alle 19:16
 
Grazzie!
Inviato da: blog joujoux
il 14/08/2013 alle 09:37
 
il sistema periodico contiene alcuni testi memorabili,...
Inviato da: jocuri online
il 07/09/2012 alle 18:18
 
girl games puzzle games disney games baby games...
Inviato da: games for girls
il 12/05/2012 alle 16:34
 
girl games puzzle games disney games baby games...
Inviato da: dress up games
il 12/05/2012 alle 16:30
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 41
 
 

 

« Una storia non credibileCrash di James G. Ballard »

Un mondo invisibile

Post n°209 pubblicato il 28 Febbraio 2009 da il_presidente77
 

Gli uomini sono molto fortunati, ma ne sono all’oscuro. Imperfetti, ma con doni di cui ignorano l’importanza. Me ne accorsi subito, ma li consideravo solamente strani e non provavo invidia.
Da bambino passeggiavo con mio padre nei cimiteri e loro sembravano correre. Noi lenti leggevamo le lapidi per scegliere un nome adatto a mia sorella, loro indaffarati non si fermavano. Mi sembravano così veloci e strani. Sempre in movimento e non un attimo per parlare con le anime ferme a tenere compagnia ai corpi sepolti. Pensavo fossero ciechi, invece sono solamente disturbati dalla luce del Sole. Infatti, hanno occhi ancora in grado di percepirla. Credevo che ciò fosse un difetto enorme, ma ero giovane e affrettato nei giudizi.
Mi sembrava impossibile non poter guardare il proprio mondo e credevo che il loro continuo correre dipendesse da questo problema. Ero giovane, stupido e avventato Non avevo, infatti, capito in cosa consistesse quella diversità che ci separa, che ci mantiene ancorati al medesimo mondo. Loro incapaci di vedere, noi di sognare. I loro occhi, infatti, risultano essere molto più acuti dei nostri, anche se meno efficienti. Non possono vedere le anime, tutti i gradi di nero che ci circondano e i loro stessi volti, ma in compenso gli permettono di visitare tutti i mondi che desiderano, anche se li costringono sempre a ritornare su questo mondo.
Ho capito poi anche il loro correre. Solo un modo per ingannarsi tra una partenza e l’altra. Supremo inganno che però si autoinfliggono è chiamare questo loro vedere immaginazione. Come se fosse possibile immaginare qualcosa oltre all’esistente. C’è già tutto.
Sono strani, stupidi, ma da invidiare per questa loro presunzione di essere dei, di poter creare. Però forse non ci riesco, perché mi ricordo sempre che non sanno ancora amare i cimiteri.

Questo post partecipa alla "sfida" del blog Tuttiscrittori di raccontare il proprio mondo invisibile in meno di 300 parole.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/exilio/trackback.php?msg=6603629

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
relatived
relatived il 28/02/09 alle 17:40 via WEB
stavo leggendo il tuo post su tuttiscrittori,bè ho pensato d lasciarti un commento e invece...trovo che l'hai pubblicato quì:)bravo!veram. bravo:)mi è piaciuto molto.."ho capito poi anche il loro correre.solo un modo per ingannarsi tra una partenza e l'altra"...complimenti davvero...buon weekend Silvia(relatived)
 
 
il_presidente77
il_presidente77 il 28/02/09 alle 19:19 via WEB
Ti ringrazio, pensavo di non travare il tempo e alla fine il risultato è questo. Devo dire che è un più dark di quello che immaginavo, ma stranamente non ho risentito della ristrezza di parole. Saluti P.s. ti devo ancora una risposta, ma qui il tempo correva davvero molto veloce
 
The.Watchman
The.Watchman il 01/03/09 alle 14:15 via WEB
Fa piacere tornare a leggerti, anche se non così spesso come farebbe piacere! :-)
 
 
il_presidente77
il_presidente77 il 02/03/09 alle 15:08 via WEB
è che qui il tempo scorre veloce o meglio secondo i vostri cannoni scorre veloce e ne passa troppo ;-)
 
Tapiroulant
Tapiroulant il 01/03/09 alle 14:59 via WEB
Enigmatico... >.>
 
 
il_presidente77
il_presidente77 il 02/03/09 alle 15:09 via WEB
in 300 parole non si poteva spiegare tutto e forse non lo si voleva neppure fare non avendo la possibilità di abbozzare una qualunque trama
 
   
Tapiroulant
Tapiroulant il 03/03/09 alle 07:27 via WEB
Sì, credo che tu abbia ragione. E poi essere enigmatici non è certo una cosa brutta.
 
     
il_presidente77
il_presidente77 il 03/03/09 alle 14:18 via WEB
mica l'avevo presa come una critica ;-)
 
LadyAileen
LadyAileen il 01/03/09 alle 20:21 via WEB
Bravissimo davvero. Complimenti!
 
 
il_presidente77
il_presidente77 il 02/03/09 alle 15:09 via WEB
grazie
 
acetosella5
acetosella5 il 02/03/09 alle 19:14 via WEB
E' molto bello e stimola delle riflessioni che vale la pena di fare, rispetto alla vita che conduciamo. L'inconsapevolezza, la troppa luce, l'incapacità di fermarsi a pensare sono temi che troppo spesso temo di affrontare. L'idea di un mondo invisibile e parallelo che ci guarda è suggestiva e fa riflettere. Ciao.
 
 
il_presidente77
il_presidente77 il 03/03/09 alle 14:49 via WEB
Ho cercato di prendere un tema e di dare un mia rilettura. Non c'è pretesa dell'assoluta originalità e forse neppure di orinalità.
Trecento parole mi sembravo poche per fare qualcosa di totalemtne compiuto su qualcosa di totalmente nuovo, ma adatte per abbozzare uno sguardo differente su qualcosa di "totalmente" conosciuto.
 
quotidiana_mente
quotidiana_mente il 03/03/09 alle 10:41 via WEB
Peccato che siano solo 300 parole, avrei continuato a leggere questo racconto. Mi ha molto colpito quanto scrivi sull'immaginazione. Bello.
 
 
il_presidente77
il_presidente77 il 03/03/09 alle 14:36 via WEB
300 parole poche forse sì, anche perchè la percezione che ho io è molto più ricca della percezione che ha un qualunque lettore. Nella mia testa, infatti, si sono formati molti più particolari, che erano necessari per capire cosa descrivere, ma non potevano trovare spazio.
L'idea iniziale era di concludere sull'immaginazione, però con una di riflessione che era anceh una metariflessione sul testo stesso, ma come avviene spesso le idee iniziali, lavorandoci su, si evolvono e mutano anche profondamente. Nello specifico l'immaginazione è divenuta perte integrante della narrazione.
Visto che mi trovo a parlarne cito il testo a cui avrei voluto omaggiare e che è stato stimolo iniziale: Immaginatevi(t.or. Imagine) di Fredric Brown (www.sfquadrant.com/Immaginatevi.htm)
 
   
quotidiana_mente
quotidiana_mente il 03/03/09 alle 16:16 via WEB
Grazie della segnalazione.
 
     
il_presidente77
il_presidente77 il 03/03/09 alle 17:52 via WEB
di nulla
 
qualchevoltasuccede
qualchevoltasuccede il 03/03/09 alle 14:57 via WEB
Direi che i mondi migliori sono proprio quelli che "i più" non riescono a percepire. Per quel po' che mi conosci dovresti sapere che possiedo un mondo tutto mio, un mondo fatto di colori, forme e dimensioni del tutto personali....le mie ;) Bello questo racconto, in bocca al lupo!
 
 
il_presidente77
il_presidente77 il 03/03/09 alle 15:11 via WEB
Questo mondo non so se è migliore o peggiore, so solo che ci circonda, per il resto ognuno ha i suoi mondi e come è capitato di confrontarci le nostre percezioni sono abbastanza differenti.
 
qualchevoltasuccede
qualchevoltasuccede il 03/03/09 alle 15:28 via WEB
certo, ma il confronto arrichhisce in ogni caso :) ciaoooo...
 
 
il_presidente77
il_presidente77 il 03/03/09 alle 17:52 via WEB
ovviamente, mai sostenuto il contrario (sempre che non uccida :-P)
 
bluewillow
bluewillow il 07/03/09 alle 10:05 via WEB
Un bell'inizio,secondo me ogni tanto dovresti provare a proseguire :)))
 
 
il_presidente77
il_presidente77 il 07/03/09 alle 11:52 via WEB
Stavo pensando alla stessa cosa in questi gionri, questo personaggio mi incuriosice, fore mi incuriosice molto di più il suo sgardo sul mondo degli umani, anche se il suo sgurado potrebbe essere non antivonzionale, ma molto diverso dalle aspettative.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.