Blog
Un blog creato da fabio1972dgl il 18/12/2005

favole e scorpioni

Uno dei tanti, diverso da tutti

 
 

CREATIVE COMMONS

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

fabio1972dglsti.kaMadameInespistolero0ali.di.ventocostel93fPinkturtlecri740MissTrazimariomancino.mbike34parolesensualidrusilla30lumil_0
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 60
 

ULTIMI COMMENTI

Bellissimo post, molto attuale: ateismo, tradimenti,...
Inviato da: Cassandra_nagra
il 30/04/2012 alle 18:30
 
Gia'...quanto e'vero.... Piacere Fabio
Inviato da: aural2
il 19/04/2012 alle 15:00
 
fabbbb... qua si comincia a preoccuparsi. eh!
Inviato da: laTremenda76
il 29/08/2011 alle 00:19
 
Tristissimo....!
Inviato da: lucciko75
il 23/08/2011 alle 10:41
 
Grazie di avermi permesso di leggerti.
Inviato da: lucciko75
il 17/08/2011 alle 12:56
 
 

Page copy protected against web site content infringement by Copyscape

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CHI PUò SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

 

« DUE BRICIOLEIL MIO NUOVO AMICO »

UOMOVORTICOSO

Post n°70 pubblicato il 05 Giugno 2009 da fabio1972dgl

Il mio nickname in chat è UOMOVORTICOSO. Perchè abbia scelto un nick tanto cretino a dire il vero non lo so nemmeno io. Volevo un nick che esprimesse sicurezza, virilità, e non mi è venuto in mente nulla di meglio. Io mi chiamo Secondo e non mi andava proprio di registrarmi con il mio nome di battesimo. E' già è una specie di condanna portarlo nelle vita reale: Secondo è il primo degli ultimi.
Ho iniziato a chattare dopo che Donatella se n'è andata via di casa. Quella sera sono rimasto come un ebete tutta la notte a fissare il viale fuori dalla finestra con la speranza di vederla tornare. Ho fatto così per non so quante sere nelle settimane successive e se ho smesso è solo perchè con l'inizio delll'inverno non era più ragionevole rimanere tante ore con la testa penzolante di fuori. Ma avevo un buco da riempire. Così l'altra sera ho acceso il pc, e più o meno casualmente ho iniziato a mandare messaggi.

Le ragazze qua sono tutte da scoprire. Io per non sbagliare scrivo a tutte, a fatine con la scopa, a fragoline senza succo, a ladyglitter senza argomenti. Ho una mia presentazione che spedisco effettuando copia e incolla a ripetizione. "Ciao, io sono Uomovorticoso dalla provincia di Milano ,piacere, e tu? Carina la tua scheda, la trovo compatibile alla mia. Posso scriverti?." Più o meno è questa la manfrina che spedisco a tutte. Non tutte rispondono, ma io mi concentro solo con chi mi scrive. Evito subito quelle che hanno marito o figli o entrambi.

Di solito vado subito al sodo, chiedo un incontro. Mi va bene un'amica in più, soprattutto se scopa.
L'inizio è stato un vero circo. Viaggiavo al ritmo di un incontro a sera. Mi bastava avere il numero. Non chiedevo nè foto nè descrizione salivo in auto e partivo.
Io invece la foto la mando senza problemi. Non sono bello, ma in foto con il giusto gioco di luce sembro anche passabile, non sembro io.

La prima ragazza che ho incontrato si chiamava Adele. Ricordo ancora il maglione verde limone con pera gialla sulla spalla che portava addosso. Proprio un bel maglione, autunnale, o primaverile. Di stagione insomma. So bene che non potrei permettermi commenti troppo caustici non essendo nemmeno io proprio un sex symbol, ma almeno io indosso solo camicie blu o bianche, e non me ne andrei mai, per esempio sotto Natale, a fare incontri galanti con una camicia hawaiana. Ricordo che l'ho lasciata li come una scema mentre le dicevo che mi era sorto un problema che li per li mi stavo inventando. Ricordo che ho messo pure il cappotto da seduto per risparmiare tempo, facendolo così strisciare sul pavimento con il rischio di sporcarlo tutto. Ricordo di essermi voltato un' ultima volta prima di uscire dal bar e di averla vista succhiare con la cannuccia da un bicchiere alto forse mezzo metro. L'ho lasciata li con i suoi discorsi a metà. Suo padre invecchiato tanto, suo sorella fidanzata con un marocchino. E poi il compleanno di sua madre la sera prima e lei che ha bruciato la torta (che ridere). L'ho lasciata li da sola con la sua pera gialla, ho pagato il conto e me ne sono andato. Avevo le lacrime agli occhi dal ridere. Ma chi era quella?

Ho fatto un sacco d'incontri dopo Adele. Molti con lo stesso finale. Credo di aver incontrato tutte le ragazze obese e depresse della provincia. Qualcuna per errore l'ho incontrata più di una volta perchè aveva due profili ed io avevo scritto ad entrambi. Che bello rivedersi nella stessa piazza, ancora tu. (che ridere). Una a dire il vero me lo fece di proposito con il solo scopo di ricordarmi quanto ero stato cafone la volta precedente.
Con diverse di queste ci sono anche andato a letto. Più che degli orgasmi, autentici spasmi di nervi.
Col tempo ho affinato la tecnica per poter incontrare solo le ragazze migliori.
Ho pubblicato una mia foto sulla scheda, beh quella foto dove non sembro io. Poi ho aperto anche un blog. Ho messo foto, canzoni, poesie. Tutta scena insomma.
Ma il top è la fotogallery. Li ho superato me stesso. Sono andato al centro commerciale con la digitale e con l'autoscatto ho fatto un po' di foto. Due, le migliori, le ho pubblicate. In una sono ritratto seduto su una poltrona di pelle davanti una bella scrivania, come se mi trovassi nel mio ufficio. Un'altra l'ho fatta seduto su un letto a baldacchino dando l'idea di trovarmi nella mia ariosa e splendente camera da letto. A casa poi ho tagliato le immagini dove oppurtuno: mica potevo mandare le foto con il prezzo e l'eventuale sconto in bella vista. Sono furbo io.
In bagno invece, con il cellulare, ho fatto una foto in mutande davanti allo specchio. Ho visto che va di moda, quasi tutti i ragazzi ne hanno una così. Ho tenuto il fiato per appiattire la pancia e il viso non si vede. Una bella foto. Mi spiace solo per i calzini appesi ad asciugare. Un po' stonano.

Ho riempito un sacco di serate così, e per molto tempo mi sono illuso di avere una vita intensa. Il cellulare squillava sempre ed ero sempre preso ad organizzare appuntamenti.
Ma non poteva funzionare a lungo.
In realtà ogni incontro mi svuotava sempre di qualcosa e ascoltare le storie di tutte quelle ragazze alla fine mi aveva prosciugato un po' lo spirito. Fidanzamenti interroti, vacanze separate, aborti, disoccupazione, solitudini, lacrime, un mondo pieno di guai. C'era sempre un vissuto triste.
Io volevo solo bere una birra, mangiare due tartine e fare un po' di sesso. Invece bisognava farsi carico della vita degli altri. Sentire confessioni, paure.
Ma io avevo le mie di preoccupazioni, non m'interessavano quelle degli altri.
Non so dare sollievo a nessuno. Anzi ne cerco, come tutti. Questa la verità.

Ieri sera mi sono affacciato alla finestra con il cuore penzolante fuori quasi volessi offrirlo al mondo, ad un passante qualsiasi. Che cosa assurda.
Poi mi sono messo al pc, e ho cancellato tutti i messaggi inviati e ricevuti.
Ho cancellato foto e blog. Alla fine ho eliminato del tutto il profilo, e ne ho creato un nuovo:
UN_SECONDO_SOLO.
Volevo parlare con qualcuno, davvero.
Ho scritto a tutte una frase sola.
"Vuoi sentire la mia storia?"
Sono passati giorni.

Non mi ha ancora risposto nessuno.

 

 

 

 

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 
 

site statistics

 

favole e scorpioni

 

UNO SGUARDO ALTROVE

 

IO

Io amo, non corrisposto, l'ozio

scrivo due post al mese
uno lo pubblico
l'altro lo cancello

questo mese ho pubblicato quello sbagliato:

questo.

Se qualcuno
per caso,
trovasse una bozza piena d'amore

sappia
che era la mia.

Rimasta mio malgrado
lettera morta.

 

I MIEI MIGLIORI AMICI

Fante John  John Fante

immagine

Charles Bukowski

 

DA LEGGERE E RILEGGERE

DINO BUZZATI  - Un Amore -

JOSE' SARAMAGO  - l'Uomo Duplicato -

ERRI DE LUCA  - Il Contrario di Uno -

CHARLES BUKOWSKI  - Panino Al Prosciutto -

JOHN FANTE  - Chiedi Alla Polvere -

 

MUSICA IN AUTO

GOMEZ  - Split the Difference -

NEGRAMARO  - Mentre Tutto Scorre -

MAD SEASON  - Above -

ROLLING STONES  - Hot Rocks  1964-1971 -

VINICIO CAPOSSELA  - Canzoni a Manovella -

 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963