Blog
Un blog creato da fernanda.zanier il 23/01/2008

Talenti persi

e altre incertezze della vita

 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

Profilo Facebook di Fernanda Zanier

 

ALL RIGHTS RESERVED

AREA PERSONALE

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Questo sito tratta argomenti legati alla psicologia e alla psicoterapia e in nessun modo costituisce o sostituisce una qualsiasi forma di terapia.

Tutto quanto inserito  è a puro titolo informativo ed esemplificativo. 


 

 

« La parte oscura delle donne AgèeCONFERENZA MINDFULNESS »

La solitudine di alcuni morti

Post n°324 pubblicato il 10 Ottobre 2015 da fernanda.zanier
 
Foto di fernanda.zanier

Mi si stringe il cuore quando mi capita di dover andare all’obitorio per un saluto a qualche conoscente; vedere quelle porte aperte, con i defunti esposti, spesso soli e talvolta senza un fiore, a una decina di metri dalla strada cittadina, con la possibilità che uno qualunque possa entrare e curiosare quel corpo, approfittando della sua esposizione.

La dignità di uomo negata sino alla fine, fatto oggetto di sguardi indiscreti da parte di estranei, che vanno a sbirciare la morte, senza vedere quel viso, senza vedere quell’uomo.

Mi chiedo come sia possibile che alla vita umana non sia dato alcun valore, neppure di fronte alla morte.

La solitudine di alcuni  defunti, quella solitudine, è una cosa impossibile da tollerare. Inaccettabile.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog