Creato da maddy_c85 il 26/11/2007

*una piccola donna*

. . . i suoi pensieri, le sue emozioni . . .

 

 

« Messaggio #279Messaggio #281 »

Post N° 280

Post n°280 pubblicato il 24 Marzo 2008 da maddy_c85

 

Nell’aria morbida di quella sera, l’ultima sua parola parve fluttuare nell’atmosfera prima di dissolversi nel nulla.

Rimase in silenzio, in quella notte di velluto, nera ma sincera, buia ma buona.

Sdraiato sull’erba umida, la testa sulle gambe distese di lei.

Lei, seduta, lei, cuscino di carne e di emozioni, sentimenti e pensieri, pensieri meravigliosi.

In silenzio, lui, volgendo lo sguardo all’argenteo riflesso della luna che nel lago si specchiava timidamente, poi alle stelle, stelle, punti di luce sulla nera tela della volta celeste, infine ai suoi occhi, occhi brillanti, occhi meravigliosamente fissi verso l’orizzonte, orizzonte nascosto dal buio, orizzonte che lei poteva vedere. Solo lei.

 

Lo si leggeva nei suoi occhi, quel potere, quella magia di andare oltre ciò che gli altri non vedono, di superare l’invisibile barriera contro la quale il comune s’infrange, ma non lei, lei no.

 

Quell’istante durò un tempo, indefinito, eterno ed effimero, divino e mortale, un attimo.

 

Lui perso nei lineamenti del suo viso che dal basso ammirava: quanto tempo era passato, quanto tempo aveva cercato, quanto tempo aveva aspettato quel momento, quel luogo, quella persona che  nei suoi sogni aveva visto, aveva creato, per poi ritrovarla là, ora, sotto la sua testa, sopra la sua testa, tutto intorno, intorno a lui.

 

A questo pensava quando lei richiamando il suo sguardo dall’orizzonte, dal suo orizzonte privato, lo posò nei suoi occhi.

Un tremore lo scosse, quello sguardo aveva imboccato i suoi occhi come un tunnel di cui si vede già la fine, fine che non è luce, ma è cuore, il cuore di lui.

 

Ancora una volta lei era andata oltre non si era fermata all’iride, come tutti, ma aveva proseguito il cammino verso l’interno, verso l’anima di quella persona che teneva al suo fianco con la testa sulle sue gambe.

 

- “Raccontami, raccontami ancora…”

petali di rosa, le sue parole, vellutate e gentili, uscirono dalle morbide labbra come esce un sospiro.

 

Corsero veloci quelle parole nella testa di lui, gli tremò l’anima, un eco nel suo corpo, in ogni angolo, in ogni goccia di sangue, come un passavoce, “raccontami ancora…”.

 

Parole lucenti belle e scintillanti, pronte ad essere scoccate come frecce, ma parole d’argento, argento puro, argento pesante per essere lanciate da qualsiasi arco.

In attesa, con il cuore che batte, la luna che illumina, distoglie lo sguardo, torna alle stelle, prende fiato, il fiato che lei gli ruba ogni volta che lo guarda, scioglie le parole, con un timido sorriso, sente ancora i suoi occhi dentro di se, ma sente anche che lei sorride, dolcemente, lo accarezza con la mano, mano sul volto, respiro leggero, dolcezza pura, apre la bocca esce una parola, poi un’altra e un’altra ancora:

- “Cosa vuoi sapere?”

parole che tremano, parole dai bordi indefiniti, come i disegni dei bambini.

 

- “Perché siamo qui?”

 

Ancora un respiro, ancora parole da sciogliere,
ancora l’anima e il cuore che tremano da controllare, distoglie lo sguardo,
guarda le stelle, poi i suoi occhi, poi la luna, flebile esce la parola pioniera,

tremante come un pulcino che vede la luce.

Parola sola: la seconda non esce, non può più uscire,  davanti non ha più il mondo, ma il paradiso: le calde labbra di lei sulla bocca di lui.  

Tacque, nuovamente, ma stavolta nell’anima gridava,
gridava di gioia ed emozione.
  

      


Commenti al Post:
Nessun commento
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: maddy_c85
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 34
Prov: RM
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

ULTIMI COMMENTI

Citazioni nei Blog Amici: 11
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

vittoriorubiniformaletaleildispettoso70simo1478indiseregt.87rikyIlovspagnolosanmar05velinadglopulcenelcuoreetienneg0bosco_maritzaFeder1977luise701elenalove2008
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

COSE DA FARE A VENEZIA

poi dimmi chi dei due è piu matto

- sorriderti
- fumarci una sigaretta
- prenderci un caffè
- moito ? x me capirosca grazie

-
cicchetti e prosecco su un bacaro
- carbonara con la cipolla