Moon river

Il mio mondo dentro...

 

IO...

 

FACEBOOK

 
 
 

DA UN AMICO

GUARDANDO

Guardando
la tua immagine pensosa,
nel tuo viso
inondato da lunghi capelli
spettinati ad arte
emerge un sorriso triste,
e si nota l'ombra sugli occhi
che rendono lo sguardo
un fiume profondo,
un bene prezioso.
Occhi belli puntano diritti
un po' tristi
su chi ti guarda,
e sembrano uscire dal quadro
per dire supplicando:
non farmi del male
e forse:
amami ne ho bisogno.
 

DOLCE PASSIONE...

 

SILENZIO

 

RIFLESSI DI ME...

 

UNA FINESTRA SUL MARE

 
 

 

RAGNATELA DI SOGNI

Post n°106 pubblicato il 19 Giugno 2008 da fiume_di_luna
 

Fili di seta intrecciati nell'aria
arabesco ricamato contro un cielo assolato
sogni incastrati che dondolan piano
cullati dal vento che lieve sussulta

 
 
 

L'oceano della vita

Post n°105 pubblicato il 16 Giugno 2008 da fiume_di_luna
 

Conosco delle Barche (Jacques Brel)

Conosco delle barche che restano nel porto per paura
che le correnti le trascinino via con troppa violenza.

Conosco delle barche che arrugginiscono in porto
per non aver mai rischiato una vela fuori.

Conosco delle barche che si dimenticano di partire
hanno paura del mare a furia di invecchiare
e le onde non le hanno mai portate altrove,
il loro viaggio è finito ancora prima di iniziare.

Conosco delle barche talmente incatenate
che hanno disimparato come liberarsi.

Conosco delle barche che restano ad ondeggiare
per essere veramente sicure di non capovolgersi.

Conosco delle barche che vanno in gruppo
ad affrontare il vento forte al di là della paura.

Conosco delle barche che si graffiano un po’
sulle rotte dell’oceano ove le porta il loro gioco.

Conosco delle barche
che non hanno mai smesso di uscire una volta ancora,
ogni giorno della loro vita
e che non hanno paura a volte di lanciarsi
fianco a fianco in avanti a rischio di affondare.

Conosco delle barche
che tornano in porto lacerate dappertutto,
ma più coraggiose e più forti.

Conosco delle barche straboccanti di sole
perché hanno condiviso anni meravigliosi.

Conosco delle barche
che tornano sempre quando hanno navigato.

Fino al loro ultimo giorno,
e sono pronte a spiegare le loro ali di giganti
perché hanno un cuore a misura di oceano.

 
 
 

SEMPRE LO STESSO TRAMONTO

Post n°104 pubblicato il 04 Giugno 2008 da fiume_di_luna
 

 
 
 

RISPOSTA

Post n°103 pubblicato il 02 Giugno 2008 da fiume_di_luna
 

Il silenzio è comprensione a volte triste...

... io avrei voluto parole...

 
 
 

UN AUGURIO SPECIALE A UNA PERSONA SPECIALE

Post n°102 pubblicato il 02 Giugno 2008 da fiume_di_luna
 

Oggi i ricordi non se ne volevano andare... sono sempre lì fra l'anima e il cuore...

Buon compleanno

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: fiume_di_luna
Data di creazione: 29/11/2006
 

MOON RIVER

 

DENTRO L'ANIMA...

immagine 
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Vento.caldo.del.SudFlavioROgiulia_721972skiskipassillaadriana.meneguzzoprintesa79gabrip15lella.vascoa.dilorenzo74elysxarabellopostciccioSorgatoGraziellasonia.so_sBARBARA.LANZINIantoniamirafiori
 

ULTIMI COMMENTI

ci sono momenti tristi... ma non solo quelli...
Inviato da: fiume_di_luna
il 02/02/2011 alle 18:04
 
Scusami se uso il tuo spazio..ma "qui_per caso" è...
Inviato da: velabiancaa
il 31/01/2011 alle 21:56
 
e non solo..
Inviato da: gocceinvisibili
il 24/01/2011 alle 22:09
 
Grazie :-)
Inviato da: fiume_di_luna
il 20/01/2011 alle 17:27
 
Si, la Luna è sempre là e il suo riflesso balla sul fiume....
Inviato da: whisperblue
il 20/01/2011 alle 08:27
 
 

PAROLE IN MUSICA

La malinconia ha le onde come il mare ti fa andare e poi tornare
ti culla dolcemente
la malinconia si balla come un lento la puoi stringere in silenzio
e sentire tutto dentro
è sentirsi vicini e anche lontani è viaggiare stando fermi
è vivere altre vite
è sentirsi in volo dentro gli aereoplani sulle navi illuminate
sui treni che vedi passare

ha la luce calda e rossa di un tramonto
di un giorno ferito che non vuole morire mai

sembra quasi la felicità, sembra quasi l’anima che va
il sogno che si mischia alla realtà
puoi scambiarla per tristezza ma e’ solo l’anima che sa
che anche il dolore servirà

e si ferma un attimo a consolare il pianto
del mondo ferito che non vuol morire mai

e perdersi tra le dune del deserto tra le onde in mare aperto
anche dentro questa città
e sentire che tutto si può perdonare, che tutto è sempre uguale
cioè che tutto può cambiare
è stare in silenzio ad ascoltare e sentire che può essere dolce
un giorno anche morire

nella luce calda e rossa di un tramonto
di un giorno ferito che non vuole morire mai

sembra quasi la felicità sembra quasi l’anima che va
il sogno che si mischia alla realtà
puoi scambiarla per tristezza ma è solo l’anima che sa
che anche il dolore passerà

e si ferma un attimo a consolare il pianto
di un amore ferito che non vuole morire mai.

immagine

 

VORREI PERDERMI IN UN MARE DI PAPAVERI

 

IL RICORDO DI UNA ROSA

 

IL MIO PORTAFORTUNA

 

TRAMONTO A STONE TOWN

 
 

ALBA IN SARDEGNA

 

NICKNAME ANCESTRALE

immagine

 

CHE FIORE SIETE?