Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 63
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechefavoritelaboratoriotvQuartoProvvisorioGinoLaSpeziasbaglisignorarecipienteing.pierosidisciaffacassetta2ANTI0PE_QUEENcazzanellistefanogighen_73zara.morena
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi di Agosto 2022

VIESTE – Anziano disabile non trasportato, il sindaco:”Autista in malattia (Covid) e non in ferie” Ultimo aggiornamento

Post n°29910 pubblicato il 09 Agosto 2022 da forddisseche

VIESTE – Anziano disabile non trasportato, il sindaco:”Autista in malattia (Covid) e non in ferie” 

 
251
 


“Il trasporto dei non deambulanti è un servizio facoltativo che il Comune offre volontariamente e gratuitamente”, puntualizza il sindaco di Vieste, Giuseppe Nobiletti, a proposito del caso dell’anziano dializzato non trasportato col pulmino comunale. Il primo cittadino chiarisce che i motivi legati all’assenza di personale non sono dovuti alle ferie: “È un servizio che abbiamo sempre garantito (come gli stessi interessati hanno evidenziato), ma da alcuni giorni l’autista, che è un dipendente comunale, ha contratto il Covid e non in ferie, come sostenuto”.
Il sindaco di Vieste ribadisce il massimo impegno profuso nel cercare una soluzione alternativa, anche perchè per guidare il pulmino occorre una patente speciale che non tutti possiedono: “Quando si è presentato il problema della malattia dell’autista, tutte le ditte della provincia che abbiamo contattato non avevano personale a disposizione. Purtroppo, l’anziano, a cui va tutta la mia solidarietà, dovrà attendere che l’autista si negativizzi e torni operativo tra alcuni giorni. Ci sembra inopportuno montare una polemica di questo genere, facendo credere che abbiamo abbandonato l’anziano al suo destino. Non è assolutamente vero. Oltretutto è un servizio che il Comune offre volontariamente, senza alcun obbligo, e completamente gratuito. Alternative non ne abbiamo, anche se abbiamo fatto di tutto per trovarle”.
Nobiletti aggiunge: “Abbiamo solo un autista in organico. Durante la stagione invernale cerchiamo di ovviare al problema esternalizzando il servizio, così è la ditta a farsi carico dell’eventuale sostituzione di autisti in malattia. Ma in questo periodo, caratterizzato da un flusso di persone notevole, le aziende di trasporti lavorano senza sosta, venendo a mancare la disponibilità di autisti, in possesso di patente speciale, da destinare eventualmente al trasporto dei disabili”.

 
 
 

VIESTE – Incendi in atto in località “Macinino” e “Vavola”, in fiamme anche uliveti Il Ago 9, 2022

Post n°29909 pubblicato il 09 Agosto 2022 da forddisseche

VIESTE – Incendi in atto in località “Macinino” e “Vavola”, in fiamme anche uliveti 

 
537
 
 


Grazie a nuove tecnologie facenti parte del progetto “Occhio sul bosco – Rete provinciale”, con ponte radio di ultima generazione installato su un esistente traliccio in località “Monte Chianconcello, è stato possibile avvistare quasi in tempo reale, questa mattina, due incendi (tra l’altro ancora in atto mentre scriviamo) scoppiati in località “Macinino” e “Vavola”, e che stanno interessando anche alcuni uliveti, oltre a macchia mediterranea e pini d’aleppo. Sterpaglie ed erba secca, avrebbero alimentato non poco le fiamme (a causa anche del vento sostenuto), delle cui origini al momento non è dato sapere. Potrebbe trattarsi di cause accidentali (in considerazione del gran caldo e, come detto, dell’erba secca insistente nella zona), come pure di azione dolosa.

  

Sul posto stanno operando squadre Arif, Vigili del fuoco, gruppi di protezione civile locale Pegaso, Gev. Come detto, le fiamme non sono state ancora domate. E’ stato richiesto l’intervento di mezzi aerei che stanno giungendo sul posto.

 
 
 

VIESTE – Si allontanano dalla riva, madre e due figli soccorsi a Marina piccola Ultimo aggiornamento Ago 9, 2022

Post n°29908 pubblicato il 09 Agosto 2022 da forddisseche

VIESTE – Si allontanano dalla riva, madre e due figli soccorsi a Marina piccola 

 
285
 


Intervento di salvataggio del personale di bordo della motovedetta SAT (Search and Rescue) CP 880 della Guardia Costiera di Vieste, già impegnata in attività di pattugliamento dei litorali di competenza, nella baia di “Marina Piccola” a Vieste, che ha riguardato tre bagnanti in difficoltà, nello specifico una donna e due minori. In particolare, ad attirare l’attenzione dell’unità navale è stato un bagnante a bordo di un piccolo canotto, il quale, sbracciandosi, invocava l’intervento   dei membri dell’equipaggio della motovedetta che prontamente dirigevano per prestare la dovuta assistenza.

 

Giunti sul posto, i militari della Guardia Costiera procedevano all’immediato recupero dei bagnanti in difficoltà, di cui due, madre e figlio maggiore, erano rimasti aggrappati al gommone del segnalante, mentre il terzo, il figlio minore, era stato preso a bordo del predetto gommone.

  

I tre bagnanti, visibilmente affaticati e in stato d’agitazione, venivano immediatamente trasportati e sbarcati presso il molo San Lorenzo del porto di Vieste, dove ad attenderli era presente un’ambulanza del 118 precedentemente allertato. In questa occasione, fortunatamente, a parte il grande spavento, la vicenda si è conclusa senza ulteriori conseguenze.

 

Dalla Guardia Costiera fanno sapere come molte delle norme contenute nell’Ordinanza di sicurezza balneare non sono altro che norme di buon senso facilmente osservabili, il cui rispetto, eviterebbe molti degli incidenti che puntualmente si presentano nel periodo estivo

 
 
 

“Love’s Kamikaze”, la storia d’amore tra un’israeliana e un palestinese, approda sul Gargano Ultimo aggiornamento Ago 8, 2022

Post n°29907 pubblicato il 09 Agosto 2022 da forddisseche

“Love’s Kamikaze”, la storia d’amore tra un’israeliana e un palestinese, approda sul Gargano 

 
137
 

Dopo una lunga tournée in giro per l’Italia, approda sulla costa garganica che includerà Carpino il 20, Foggia il 23, Vieste il 24, San Marco in Lamis il 25 e Vico del Gargano il 26 agosto, LOVE’S KAMIKAZE, una rilettura curata da Mila Moretti di una delle drammaturgie più politiche di Mario Moretti, che racconta la straziante storia d’amore tra un’israeliana e un palestinese a Tel Aviv, “risucchiati” da un conflitto ancora irrisolto nonostante siano trascorsi più di settant’anni.
Tel Aviv 2005: due giovani rappresentanti di due popoli, Naomi, ebrea, e Abdel, palestinese, si amano cercando di dimenticare la sporca guerra e, nello stesso tempo, confrontano e discutono le due civiltà e le diverse motivazioni che animano le due parti. Qui, tra un amplesso e l’altro, i due giovani mettono a confronto le loro civiltà divise, toccando, ognuno dal proprio punto di vista, i tanti punti che separano i due popoli, fino alla più amara delle consapevolezze.
Una conclusione tanto inaspettata quanto dotata di tragica verosimiglianza e di emblematica forza dimostrativa suggella lo spettacolo.
Interpretato da Giovanna Lombardi e Claudio Contartese, per la regia di Mila Moretti, il testo nasce da un’idea del padre Mario Moretti, drammaturgo, attore e regista teatrale, animatore di alcune fra le più fertili realtà teatrali e culturali italiane come il “Teatro Tor di Nona”, “Il Caffè Teatro” di Piazza Navona, il Teatro in Trastevere e nel 1982 con Lorenzo Salvati l’Accademia del Teatro dell’Orologio, dove ha ricoperto il ruolo di direttore artistico e docente di drammaturgia. Sua figlia Mila porta avanti con la stessa passione del padre la rilettura di questo testo, tristemente attuale, difendendo i Juliet and Romeo di sempre e per sempre. «Non possiamo sposarci, Naomi» sentenzierà amaramente Abdel e al gesto purificatore e idealista con cui lanciano il loro paradossale messaggio di pace: «Perché è sempre con i corpi che si scrivono le rivoluzioni!».

  

NOTE DI REGIA
Love’s kamikaze si innesta naturalmente nel fertile ceppo dell’attualità e dell’impegno civile, a dimostrazione che il teatro non racconta solo favole, ma può anche essere carne, viscere, sangue della nostra impietosa esistenza. E, soprattutto, può portare un mattone, una pietra, un granello di sabbia, per la costruzione dell’edificio della pace. Un’utopia? Perché no? Vengano pure le utopie, se ci aiutano ad uscire per qualche tempo all’aperto, fuori dal nostro bunker quotidiano.
Ufficio stampa
Andrea Cavazzini
Cell. 329.41.31.346
press@quartapareteroma.it
LOVE’S KAMIKAZE di Mila Moretti – Le date:
20 agosto – Carpino
23 agosto – Foggia
24 agosto – Vieste
25 agosto – San Marco in Lamis
26 agosto – Vico del Gargano
Inizio spettacoli ore 21
Info & Prenotazioni
Tel. 328.86.33.156

 
 
 

VIESTE – Mercoledì 10 agosto riunione del Consiglio comunale Il Ago 8, 2022

Post n°29906 pubblicato il 08 Agosto 2022 da forddisseche

VIESTE – Mercoledì 10 agosto riunione del Consiglio comunale 

 
70
 


In applicazione dell’art. 73 comma 1 del D.L. n. 18 del 17 marzo 2020 e degli art. 26, 27, 28, 30 e 32 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale, è convocato nella Sala delle Adunanze Consiliari della Residenza Municipale, il Consiglio Comunale in seduta di 1^ convocazione e con modalità “in Presenza” per il giorno 10-08-2022 (Mercoledì) alle ore 9:30 e di 2^ convocazione per il giorno 11-08-2022 (Giovedì), alle ore 11:00 per la trattazione del seguente:

  

Ordine del giorno
1) – Regolamento del Museo Civico Archeologico “Michele Petrone”: Modifiche ed integrazioni

 

Il Presidente del Consiglio Comunale
Michele LAPOMARDA

 
 
 

VIESTE – Il fantastico mondo di Walt Disney in concerto all’anfiteatro Adriatico Ultimo aggiornamento Ago 8, 2022

Post n°29905 pubblicato il 08 Agosto 2022 da forddisseche

VIESTE – Il fantastico mondo di Walt Disney in concerto all’anfiteatro Adriatico 

 
189
 

Organizzato dal Comune di Vieste, Assessorato alla Cultura, si svolgerà, giovedì 11 Agosto alle ore 21:00, il concerto per piccoli e grandi dal titolo “Walt Disney in Concert”, curato dall’Associazione Musicale “Suoni del Sud” le cui performance sono note in Italia e all’estero.
Il concerto prevede la performance dal vivo da parte di sette musicisti professionisti (pianoforte, violino, tromba, batteria, basso, voce femminile e voce recitante) che suoneranno e canteranno alcuni brani famosi tratti da cartoni animati della Walt Disney con la proiezione di filmati tratti dai film originali e, a sorpresa dei ragazzi, la presenza di mascotte dei cartoni. La direzione artistica del concerto è affidata al M° Andrea Vescera, viestano, con la collaborazione con l’Associazione Culturale e Musicale di Vieste ” Gargano Music”, presieduta dal M° Sandra Cardone, che nasce con l’intento di promuovere eventi di vario genere e di alto livello, collaborando con Associazioni della provincia e oltre.
Le più belle colonne sonore e canzoni degli intramontabili film di Walt Disney, il grande artista eproduttore dell’intrattenimento che ha creato i più famosi personaggi dei cartoni animati. Da “Biancaneve e i sette nani” a “La Bella Addormentata”, da “Cenerentola” e ancora da “Aladdin” alla “La Sirenetta” e in tanti altri titoli i bimbi avranno modo di ascoltare le bellissime musiche che sono state da sempre parte sostanziale dei film di Walt Disney e che sono state anche spesso l’occasione di imparare repertori orchestrali e conoscere emozioni visive ed uditive strettamente associate.
Il concerto prevede, come detto, la performance dal vivo presso l’Anfiteatro Adriatico “Carlo Nobile”, con inizio alle ore 21:00. Ingresso libero.

 
 
 

VIESTE – Festival mondiale del folklore, alle 18 sfilata e in serata (ore 21) gran galà a Marina piccola Il Ago 8, 2022

Post n°29904 pubblicato il 08 Agosto 2022 da forddisseche

VIESTE – Festival mondiale del folklore, alle 18 sfilata e in serata (ore 21) gran galà a Marina piccola 

 
234
 

Tutto pronto per la prima edizione del “Festival mondiale del folklore”, che vedrà oggi protagonisti Jallmay Alto Folclor, un gruppo del Perù, già in tournée, una delle più prestigiose compagnie di danza professionale in Perù e nel mondo, composto da 100 artisti, tra cui bambini, giovani e adulti.
La Nationaldance Ensemble Sabò, gruppo proveniente dal Uzbekistan. La Ballet Folklorica del Atene Fuente, dal Messico, e, per finire, dall’ Italia, il Gruppo Folkloristica “Pizzeche & Muzzeche”.
La manifestazione inizierà alle 18:00 con la sfilata dei vari gruppi partecipanti, lungo il corso Lorenzo Fazzini.
Alle ore 21:00, sulla rotonda di Marina Piccola, avrà inizio il gran galà, con l’esibizione di ogni singolo gruppo internazionale che presenteranno le loro tradizioni popolari, con una strepitosa cerimonia di apertura.
Il Presidente del gruppo “Pizzeche & Muzzeche”, Michele Savastano, ci tiene a precisare con molta soddisfazione, che “non è stato semplice organizzare un festival di tale importanza nel nostro paese, già da tempo tra i suoi obbiettivi, e per la prima volta a Vieste, visto i vari spettacoli ed impegni del gruppo stesso, in questo periodo, in diverse strutture ricettive, feste patronali nei paesi limitrofi e varie trasferte, tuor 2022 pieno di impegni, che andranno avanti fino ad ottobre”.
“Inoltre – ricorda sempre il presidente – tutto ciò non sarebbe stato possibile, e ci tengo a ringraziare, senza l’apporto di ogni singolo membro del gruppo e del direttivo: una vera macchina da guerra nell organizzazione. Ringrazio ancora per la collaborazione – evidenzia Savastano – il Comune di Vieste, in particolar modo l’assessore Rossella Falcone, e gli sponsor che hanno singolarmente partecipato alla realizzazione del progetto. Invito tutti a partecipare, in quanto sarà un evento pieno di sorprese”.

 
 
 

VIESTE – Basket: Aivars Stikuts, primo squillo in casa Sunshine Il Ago 8, 2022

Post n°29903 pubblicato il 08 Agosto 2022 da forddisseche

VIESTE – Basket: Aivars Stikuts, primo squillo in casa Sunshine

51


È il gigante lettone il primo colpo della Sunshine 2022/23. Dal Baltico all’Adriatico 115 kg e 205 cm di classe e tecnica.
Aivars si presenta sul Gargano come lungo dinamico capace di fronteggiare il canestro da oltre l’arco e nello stesso tempo di guadagnare spazio dal post basso.
Le sue doti tecniche e di conoscenza del gioco lo vedono anche capace di creare per i compagni oltre che per se stesso.
Stikuts risulta tra i migliori giocatori lettoni classe 96 della regione, con esperienza nella Vef Riga e addirittura con presenze a tornei giovanili importanti europeii contro giocatori Nba.
Negli ultimi due anni ha avuto una breve parentesi a Monteroni (2020/21) condizionata dal Covid e l’anno scorso è stato il centro titolare dell’Ascherleben Tigers nella terza lega tedesca.
Il gigante lettone ha confessato di vedere questo ritorno in Italia come una straordinaria opportunità per fare quello ama cercando di farsi conoscere meglio.
L’obiettivo sarà quello di vincere più partite possibili con la maglia del Vieste cercando di migliorare sempre come giocatore e come persona.

 

 
 
 

“Finiamola, Vieste e il Gargano non sono più cari di altre località”. Per l’assessora Falcone troppa cattiva pubblicità

Post n°29902 pubblicato il 07 Agosto 2022 da forddisseche

“Finiamola, Vieste e il Gargano non sono più cari di altre località”. Per l’assessora Falcone troppa cattiva pubblicità 

 

“Gli aumenti ci sono stati ovunque. Quanto alle presenze, l’unico dato ufficiale è quello di giugno con un più 35% di arrivi, per il resto dobbiamo attendere i dati ufficiali”

  

 

“Finiamola di dire che la Puglia e il Gargano sono cari. Provate ad andare in altre località turistiche d’Italia e poi ne parliamo”. L’ha detto ai nostri microfoni l’assessora al Turismo del Comune di Vieste, Rossella Falcone. “A mio avviso si sta facendo solo cattiva pubblicità a Vieste ed al Gargano. Gli aumenti ci sono stati a Vieste come a Gallipoli, come a Capri, a Ischia, a Taormina, in riviera romagnola, in tutta Italia. Pertanto finiamola di dire sempre le stesse cose. Quanto alle presenze, l’unico dato ufficiale è quello di giugno con un più 35% di arrivi, per il resto dobbiamo attendere i dati ufficiali. Una cosa è certa, a Vieste siamo in linea con l’estate 2019, quella pre covid. Non possiamo lamentarci”.

 
 
 

Verso lo spegnimento delle Onde Medie Rai, il caso della ‘frontiera di Nord-Est’ A cura di Mauro Roffi

Post n°29901 pubblicato il 07 Agosto 2022 da forddisseche

Verso lo spegnimento delle Onde Medie Rai, il caso della ‘frontiera di Nord-Est’

A cura di Mauro Roffi

  

Davvero fra poco più di un mese finirà un’epoca e la Rai spegnerà le sue Onde Medie radiofoniche residue? C’è ragione di ritenere di sì, come FM-world ha già annunciato, ma quel che non sembra accettabile è la cortina di silenzio che circonda il tema, tanto che questa ‘scelta importante’ e definitiva del nostro servizio pubblico non è stata neppure annunciata ufficialmente (sembrerebbe il minimo, vista la lunghissima storia delle Onde Medie Rai) ma si è dovuta desumere, come noto, da un avviso sul tema delle ‘audiodescrizioni’.

 

La data indicata sembra dunque essere quella dell’11 settembre prossimo, in cui dovrebbero cessare le ultime emissioni dalle residue frequenze attuali (che trasmettono solo Radio1 da alcuni anni). Ma è un passo inevitabile e opportuno?

 

Personalmente non lo ritengo affatto, perché la cosa ha una giustificazione unicamente economica e chiudere una così lunga esperienza radiofonica, importante a anche a livello internazionale, solo per ragioni economiche fa un po’ a pugni, a mio parere, con il concetto stesso di servizio pubblico radiofonico nazionale.

 

Faccio un esempio che può sembrare incongruo ma probabilmente non lo è: è economico per le Poste tenere in vita degli uffici postali nelle zone di montagna? La ricerca di profitti più ampi suggerirebbe di chiudere baracca e burattini ma evidentemente non lo si fa (o lo si fa solo in parte) perché si tratta di un servizio pubblico indispensabile per intere comunità.

 

Le Onde Medie sono invece così superflue da poter essere spente tutte senza colpo ferire? Ma anche: l’attuale servizio (sostitutivo) in FM della Rai è davvero così perfetto e capillare? E perché sul digitale terrestre i canali radiofonici della Rai (da qualche mese dotati di tanto di numerazione) sono stati spenti (al contrario di quelli dei privati) e adesso, da poco, sono accessibili solo in HHBTV? Anche qui: era proprio il caso?

 

Ma soprattutto non ci sono mai annunci, appunto, sulle modalità e le ragioni delle decisioni prese e tutto avviene in sordina, in attesa, probabilmente, che il tutto passi invece ‘in cavalleria’ per via della situazione di fatto che si è determinata. Questo dà anche un’idea di quanto la Rai sembri considerare ‘secondario’ il suo ‘comparto radiofonico’: c’è, ma si vede poco e conta ancor meno, purtroppo.

 

Ma sembra proprio che l’11 settembre (ma la data è casuale???) ci sarà questo storico spegnimento. Le conseguenze potrebbero essere pesanti, in particolare, nella zona del Nord-Est, ai confini del Friuli-Venezia Giulia con Slovenia e Croazia. Riportiamo quanto scrive su questo l’attento sito italradio.it, che non ha bisogno di molti commenti:

 

“Sono le minoranze a comprendere per prime che l’Onda Media è l’unica effettiva modalità transfrontaliera libera e senza ostacoli per le trasmissioni in lingue che appartengono a più Paesi… La fine di un servizio universale, libero ed anonimo. Un terremoto in primo luogo per le minoranze. Quella slovena in Italia, in primo luogo, che attraverso la propria stampa e la sen. Tatiana Rojc… protestava il 21 luglio sottolineando come la chiusura dell’Onda Media 981 kHz di Trieste ponga ‘un problema che attiene la concreta tutela dei diritti di una minoranza linguistica’ richiedendo ‘al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giuseppe Moles, al presidente della Commissione Vigilanza Rai sen. Alberto Barachini e all’amministratore delegato Rai Carlo Fuortes, di porre in essere tutti i mezzi intesi ad assicurare la pari opportunità di ascolto della programmazione in lingua slovena’…”.

 

C’è poi il caso, clamoroso, della trasmissione ‘L’Ora della Venezia Giulia’, diretta agli italiani di Istria e Dalmazia dall’impianto di Venezia in Onde Medie a 963 kHz, sulla base addirittura di una specifica Convenzione tra la Rai e la Presidenza del Consiglio. E di un programma il cui titolo dice tutto: ‘Sconfinamenti’.

 

L’area di Trieste, Capodistria e dell’Istria in generale, divisa fra tre Paesi, con la presenza di minoranze linguistiche importanti e una storia tormentatissima alle spalle merita davvero questo disinteresse? E che fine farà la Convenzione?

 

Radio Capodistria, nelle sue due versioni, e la Tv collegata alla fine sono state sempre tutelate anche rispetto a ‘minacce di ridimensionamento’ (che ci sono state) da parte della Radio-Tv pubblica slovena. Da noi invece tutto tace, o almeno così sembra. E l’11 settembre è quanto mai vicino.

 
 
 
 
 

VIESTE – Festival mondiale del folklore, a Marina piccola incontro multietnico Ultimo aggiornamento Lug 31, 2022

Post n°29899 pubblicato il 06 Agosto 2022 da forddisseche

VIESTE – Festival mondiale del folklore, a Marina piccola incontro multietnico 

 
316
 


Si svolgerà a Vieste l’otto agosto, la prima edizione del “Festival mondiale del folklore”, che vedrà protagonisti Jallmay Alto Folclor, un gruppo del Perù, già in tournée, una delle più prestigiose compagnie di danza professionale in Perù e nel mondo, composto da 100 artisti, tra cui bambini, giovani e adulti.
La Nationaldance Ensemble Sabò, gruppo proveniente dal Uzbekistan. La Ballet Folklorica del Atene Fuente, dal Messico, e, per finire, dall’ Italia, il Gruppo Folkloristica “Pizzeche & Muzzeche”.
La manifestazione inizierà alle ore 12:00, con la conferenza stampa internazionale al Palazzo di Città, con vari interpreti, ospiti, giornalisti e rappresentanza dei gruppi in divisa.
Alle 18:00, poi, avrà luogo una sfilata con i vari gruppi partecipanti, lungo il corso Lorenzo Fazzini.
Alle ore 21:00, sulla rotonda di Marina Piccola avrà inizio il gran galà, con l’esibizione di ogni singolo gruppo internazionale che presenteranno le loro tradizioni popolari, con una strepitosa cerimonia di apertura.
Il Presidente del gruppo “Pizzeche & Muzzeche”, Michele Savastano, ci tiene a precisare con molta soddisfazione, che “non è stato semplice organizzare un festival di tale importanza nel nostro paese, già da tempo tra i suoi obbiettivi, e per la prima volta a Vieste, visto i vari spettacoli ed impegni del gruppo stesso, in questo periodo, in diverse strutture ricettive, feste patronali nei paesi limitrofi e varie trasferte, tuor 2022 pieno di impegni, che andranno avanti fino ad ottobre”.
“Inoltre – ricorda sempre il presidente – tutto ciò non sarebbe stato possibile, e ci tengo a ringraziare, senza l’apporto di ogni singolo membro del gruppo e del direttivo: una vera macchina da guerra nell organizzazione. Ringrazio ancora per la collaborazione – evidenzia Savastano – il Comune di Vieste, in particolar modo l’assessore Rossella Falcone, e gli sponsor che hanno singolarmente partecipato alla realizzazione del progetto. Invito tutti a partecipare, in quanto sarà un evento pieno di sorprese”.

 
 
 

Comunicato ufficiale: l’Atletico Vieste riparte dalla Prima categoria Il Ago 5, 2022

Post n°29898 pubblicato il 05 Agosto 2022 da forddisseche

Comunicato ufficiale: l’Atletico Vieste riparte dalla Prima categoria 

 
126
 

Riportiamo, di seguito, il comunicato stampa diramato nel pomeriggio dal GSD Atletico Vieste, con la dichiarazione del presidente, Lorenzo Spina Diana:

  

“Non sempre le cose vanno come noi vorremmo. A volte, nonostante l’impegno e la passione, arriva il momento in cui si è costretti a fermarsi.
La decisione di rinunciare, dopo 13 anni consecutivi, al campionato di Eccellenza Pugliese, è arrivata a seguito delle dimissioni del vice presidente Pasquale Tantimonaco, anche se già due anni prima l’Atletico aveva rischiato di sparire dai radar del massimo campionato regionale. Solo la testardaggine e la passione di Pasquale, al quale va rivolto un sentito ringraziamento, ha protratto questa agonia per altri due anni.
“Per una piazza piccola come Vieste, l’aver tenuto, per 13 anni consecutivi, il campionato di Eccellenza è stato un vero miracolo sportivo. Per molto tempo, forse troppo – aggiunge il presidente Spina Diana – mi sono illuso che, con il passare degli anni, altri imprenditori avrebbero potuto avvicinarsi ed appassionarsi al progetto come ho fatto io negli ultimi 20 anni. Spesso, invece, mi sono ritrovato solo, con quei pochi amici che hanno sempre sostenuto lo sport locale, a dover reggere il peso di un impegno che inizialmente doveva essere un hobby e che, man mano che si scalavano le categorie, si era invece trasformato in un fardello economico sempre più gravoso.
Non rimpiango nulla di quanto fatto. Abbiamo volato per anni dove nessun altro era riuscito, dando lustro e visibilità alla città di Vieste. Ma quando ti rendi conto che le forze vengono a mancare, che i tifosi vengono meno perché l’Eccellenza non basta più ad alimentare quella passione che prima riempiva gli spalti, allora ti volti indietro e capisci che qualcosa non ha funzionato. Nel frattempo, però, l’impegno economico ti ha prosciugato le vene e la forza di reagire non è più quella di un giovanotto. Il Covid ci ha dato il colpo di grazia; allo stesso tempo, però, ci ha aiutato ad aprire gli occhi e a capire cosa fare per evitare la deriva.
Oggi, nonostante tutto e tutti, perché vi assicuro che non tutti hanno hanno amato questa associazione con lo stesso disinteresse con cui l’ho fatto io, c’è ancora un’ultima cosa che sento di dover fare: aiutare i ragazzi di Vieste a non abbandonare questo sport ed evitare di disperdere quel capitale umano e sportivo costruito con tanta passione in questi anni.
Ed è proprio da questo patrimonio accumulato nel tempo che ripartiremo, espiando la pena che il destino ci ha inflitto con coraggio e passione, mettendo a servizio dei giovani tutto ciò che negli anni abbiamo imparato da questo sport, cercando con avveduta ragione la nostra dimensione reale”.
Il G.S.D ATLETICO VIESTE, dunque,
ripartirà dalla Prima Categoria! Avendo rinunciato spontaneamente al titolo di Eccellenza eserciterà il diritto di iscriversi ad uno dei campionati inferiori.
Il nostro auspicio è che questi due passi indietro ci aiutino a prendere la giusta rincorsa, per riportare gioia ed entusiasmo ad un ambiente sportivo che lentamente si stava spegnendo.
A breve seguirà la presentazione dello staff tecnico e societario e la campagna abbonamenti #ancoraTu per la stagione 2022.23.

 

#sempreforzaVieste”

 
 
 

VIESTE – Festa dell’Assunta: domani al trono la Madonna di Merino, diretta su Garganotv Ultimo aggiornamento Ago 5, 2022

Post n°29897 pubblicato il 05 Agosto 2022 da forddisseche

VIESTE – Festa dell’Assunta: domani al trono la Madonna di Merino, diretta su Garganotv 

 
337
 

Domani mattina, 6 agosto, come da tradizione, la venerata statua della nostra protettrice, Santa Maria di Merino, tornerà al trono in occasione della festa dell’Assunta a cui è dedicata la nostra basilica cattedrale.
La cerimonia di “intronizzazione”, avrà luogo alle ore 10, seguita dalla celebrazione della santa messa solenne. Garganotv trasmetterà in diretta l’intera cerimonia, compresa la celebrazione eucaristica. La visione sarà possibile attraverso la nostra App (con SmartTV), oppure in HBBTV (canale 14 – Antenna Sud – tasto rosso del telecomando), oltre che sul nostro sito (www.garganotv.it), o attraverso il profilo facebook della nostra redazione.
Come vuole la consolidata tradizione religiosa viestana, la statua della Madonna di Merino viene posta al trono sia in occasione della festa patronale del 9 maggio, sia in quella della “madonn de mizz agust”, come solevano indicare i nostri avi la festa dell’Assunta. Certo, la intronizzazione, sempre carica di emozione, si svolge in tono minore rispetto a quella del 30 aprile. Vuoi perché vi presenzia meno gente (anche se negli ultimi anni si è notato un incremento), vuoi perché molti fedeli sono impegnati, grazie a Dio, nel lavoro e quindi impossibilitati a prendere parte alla commovente cerimonia.
Si dice che la festa della Madonna dell’Assunta sia dedicata in particolare ai nostri concittadini non residenti, che tornano a Vieste in questo periodo per le loro meritate vacanze. Forse è così, perché sono davvero in tanti i viestani emigrati che partecipano sia alla intronizzazione sia alla novena serale che, come sempre, si svolgerà dopo la celebrazione della messa delle ore 19.

 
 
 

VIESTE – Basket: la Sunshine ha il suo head coach, Giovanni Rubino il nuovo allenatore Il Ago 4, 2022

Post n°29896 pubblicato il 05 Agosto 2022 da forddisseche

VIESTE – Basket: la Sunshine ha il suo head coach, Giovanni Rubino il nuovo allenatore 

 
88
 

La Sunshine ha il suo Head Coach. Giovanni Rubino, infatti, sarà il nuovo allenatore della compagine garganica.
Volto conosciutissimo del basket pugliese, Giovanni nasce a Torremaggiore il 28/02/1961 e inizia giovanissimo ad allenare ( a soli 22 anni) nelle fila della Cestistica San Severo e da lí la sua carriera si arricchirà di esperienze e riconoscimenti sia nei campionati di mezza Italia che all’interno della Federazione italiana come formatore. Oltre ad essere un ottimo allenatore Giovanni è noto per la sua grande attitudine organizzativa e formativa che mette sempre a disposizione delle società con cui lavora, partendo dal minibasket fino ad arrivare ai senior.
Consegnate le chiavi della panchina ci siamo permessi di chiedere al nuovo Coach quali fossero i programmi, gli obbiettivi e le aspettative di questa nuova avventura: “Ci siamo dati tre anni per dare solidità ed autonomia alla struttura tecnico-organizzativa della Sunshine con diversi obiettivi: formare tecnici e giocatori è ovviamente la priorità, ma per arrivarci bisogna rinforzare tutto ciò che ruota intorno ad una società sportiva ed arricchisce il prodotto ultimo, il giocatore, dal minibasket passando per il settore giovanile per finire alla prima squadra. Quindi stiamo sondando il territorio alla ricerca di laureandi in Scienze Motorie e Sportive ma anche Fisioterapisti piuttosto che altri operatori che possano e vogliano arricchire le proprie competenze e metterle poi a disposizione della Sunshine! Per quanto riguarda la C Gold siamo in dirittura d’arrivo per completare un roster giovanissimo (21,7 anni la media!) che porterà in campo un basket frizzante in attacco ed aggressivo in difesa. L’Omnisport sará la nostra tana! Lorenzo Ragno, Alessio Hoxha, Tommaso Lauriola e Fabio Mafrolla quest’anno daranno il loro contributo, in campo. A breve presenteremo le novità del roster, ricco di talento!”

 
 
 

VIESTE – Lavori di AQP: eliminati i cattivi odori dell’ex depuratore di San Francesco Ultimo aggiornamento Ago 4, 2022

Post n°29895 pubblicato il 04 Agosto 2022 da forddisseche

VIESTE – Lavori di AQP: eliminati i cattivi odori dell’ex depuratore di San Francesco 

 
106
 

Completati interventi nell’impianto di Punta S. Francesco per garantire una qualità dell’ambiente sempre più elevata, con tutte le positive ricadute sul benessere dei cittadini e dei turisti. Un sistema di trattamento per la filtrazione chimico-fisico a secco dell’aria è la soluzione individuata e messa in opera da Acquedotto Pugliese (AQP) per miglio-rare il sistema di depurazione di Vieste, garantendo l’abbattimento delle emissioni odori-gene prodotte dall’impianto di sollevamento di Punta S. Francesco.
“Abbiamo ripreso un pezzo importante del centro storico – aggiunge Giuseppe Nobiletti, sindaco di Vieste – eliminando quei cattivi odori che in passato non consentivano di vivere pienamen-te la zona. Il prossimo passo sarà riconvertire l’area dell’ex depuratore, recuperando l’immobile, abbellendo l’area e recuperandola del tutto nella fruibilità pubblica a beneficio di tutti i nostri cittadini ed ospiti”.
“Tra le attenzioni che Acquedotto Pugliese ha per i territori – spiega Rossella Falcone, consigliera del Cda di AQP – c’è l’utilizzo di tecnologie che riducono i costi sociali ed i disagi delle opere. È il caso di questo intervento a Vieste, in una zona tra le più affascinanti del borgo antico ed anche tra le più visitate. Erano tante le istanze, soprattutto delle attività economiche legate al turismo, per trovare una soluzione. Le abbiamo ascoltate e l’intervento messo a punto e realizza-to da AQP ha reso pienamente fruibile per tutti un punto molto suggestivo della città”.
“L’impianto soprattutto durante i periodi estivi di maggiore afflusso turistico è stato sottoposto a notevoli carichi che, in passato, hanno determinano emissioni odorigene più o meno intense, ma da questa estate – conclude Marco D’Innella, manager della Struttura Territoriale Operativa FG/AV – grazie ai lavori di AQP la situazione è completamente diversa e migliorata. L’intervento eseguito, con un finanziamento di oltre 70 mila euro, ha drasticamente ridotto le emissioni in atmosfera dell’impianto di sollevamento di Punta S. Francesco e quindi gli impatti ambientali sull’aria, migliorandone la qualità”.
SISTEMA DI FILTRAZIONE – L’impianto di Punta S. Francesco è stato ricavato all’interno dei locali dell’ex impianto di depurazione dei reflui dell’abitato. Esso è costituito da una vasca di accumulo ed aspirazione delle dimensioni 3,20 mt x 2,00 mt ed una altezza di circa 6,00 mt, all’interno della quale sono installate n. 3 pompe ad immersione. Il locale adibito al sollevamen-to risulta essere isolato dagli altri locali dell’ex impianto di depurazione e gli unici punti di ac-cesso sono la porta di ingresso al pianerottolo in grigliato e le botole superiori, concepite per l’estrazione delle apparecchiature elettromeccaniche. Al fine di ottenere il raggiungimento dell’abbattimento delle emissioni, è stata eseguita l’installazione di un sistema di trattamento di filtrazione chimico-fisico a secco dell’aria, nei pressi dell’ingresso del locale di aspirazione, in adiacenza al muretto perimetrale, il quale fungerà anche da scherma visivo garantendo la visuale dal mare inalterata. Il sistema proposto è costituito da unità di filtrante di abbattimento e unità ventilante. La prima è composta da diversi strati adsorbenti e chimicamente reattivi opportuna-mente selezionati in modo da abbattere le sostanze presenti nell’emissione. Ognuno dei substrati che compongono lo strato adsorbente ha lo scopo di abbattere specifici componenti ed è adibito alla rimozione di una vasta gamma di inquinanti organici in fase vapore. È da evidenziare che, al fine di valutare l’efficienza dell’apparecchiatura, la ditta fornitrice ha intrapreso con il Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di Ricerca sulle Acque – Area Ricerca RM1 – un’attività sperimentale per la valutazione della capacità di abbattimento di microrganismi da parte dei fil-tri impiegati negli impianti arealuci, ottenendo valori di abbattimento elevati (dell’ordine del 90 %). L’unità ventilante, invece, è composta da un ventilatore centrifugo, che consente di veicola-re l’emissione attraverso l’impianto di trattamento.

 
 
 

Foggia, cagnolina legata al palo e abbandonata/VIDEO cronaca | FOGGIA (FG) - giovedì 4 agosto 2022 -

Post n°29894 pubblicato il 04 Agosto 2022 da forddisseche

Foggia, cagnolina legata al palo e abbandonata/VIDEO
 
 

 

 cronaca  |  FOGGIA (FG)  -  giovedì 4 agosto 2022 - 18:14
La meticcia, di circa due anni, e' stata lasciata, al suo triste destino, senza acqua ne' cibo in una calda giornata estiva. Ad accudirla, prima dell'intervento della Polizia Municipale, i cittadini del quartieredi Redazione Norbaonline
Foggia, cagnolina legata al palo e abbandonata/VIDEO
Legata al palo, senza acqua né cibo, in una calda giornata estiva. È stata abbandonata in questo modo, una cagnolina meticcia di circa due anni, a Foggia. Ad occuparsene i cittadini del quartiere “Candelaro” che l'hanno accudita e hanno allertato la Polizia Municipale.
A denunciare l’accaduto con un video del recupero dell’animale postato sui social, è stata l’associazione “Guerrieri con la Coda” di Foggia.
Ora la cagnolina è salva: è stata presa in carico per la degenza e per le cure del caso dall’Enpa di San Severo. Ma allo stesso tempo sono stati già acquisiti i filmati delle telecamere della zona con l’obiettivo di riuscire ad identificare l’autore dell’abbandono.

 
 
 

VIESTE – FestambienteSud: serata finale con Toquinho e Chiara Civello Ultimo aggiornamento Ago 4, 2022

Post n°29893 pubblicato il 04 Agosto 2022 da forddisseche

VIESTE – FestambienteSud: serata finale con Toquinho e Chiara Civello 

 
70
 

Evento finale intitolato “Un Ponte di Note tra Italia e Brasile”, omaggio alla cultura carioca e alle relazioni culturali tra i due paesi, sugellato dal patrocinio dell’Ambasciata del Brasile in Italia, per la chiusura, questa sera, di FestambienteSud a Vieste.
Si esibiranno sullo stesso palco a Marina Piccola (l’evento è a pagamento),  Toquinho & Camilla Faustino, il violoncellista e compositore Jacques Morelenbaum in trio con Stefania Tallini e Daniel Grossi, e la direttrice artistica Chiara Civello. A condurre la serata sarà il giornalista di Radiouno Rai Max De Tomassi, profondo conoscitore della musica e della cultura brasiliana. De Tomassi, infatti, è stato al timone del celebre programma musicale “Brasil”, in onda su Rai Radio1, dal 2001 al 2017, e poi su Rai Radio2; nel 2002 ha ricevuto dal governo brasiliano la “Cruz do Rio Branco”, l’onorificenza più prestigiosa che si conferisce ai cittadini stranieri che si sono distinti nella divulgazione della cultura brasiliana nel mondo.
Ad aprire i concerti alle 21.00, sarà uno dei grandi nomi della musica brasiliana e mondiale: il violoncellista, compositore e arrangiatore Jacques Morelenbaum, che della contaminazione ha fatto la sua ineguagliabile firma e che rappresenta appieno l’idea musicale di fusione tra generi. Con lui ci saranno Stefania Tallini, una delle più interessanti e originali pianiste, compositrici e arrangiatrici jazz italiane, e Gabriel Grossi, eccellente armonicista e compositore brasiliano, considerato dal grande Toots Thielemans come il suo erede. Il duo italo-brasiliano ha firmato un progetto discografico unico: Brasita (AlfaMusic, 2022), che fonde le suggestioni dell’armonica a quelle del pianoforte, in una dimensione senza confini di luoghi e generi.
Successivamente toccherà a Chiara Civello, cantautrice con una dimensione spiccatamente internazionale, che dal 2021 cura la direzione musicale di FestambienteSud. La cantante cosmopolita passa dallo spagnolo all’inglese per poi immergersi nell’oceano meraviglioso della musica italiana con un repertorio che va dagli anni ’60 del secolo scorso fino ai nostri giorni.
A chiudere la serata del 4 agosto e la XVIII edizione di FestambienteSud sarà Toquinho che, con la sua voce calda e il tocco delicato sulla chitarra, insieme alla splendida voce di Camila Faustino, è l’espressione più pura e veritiera della forza e della storia musicale del Brasile. Con loro Mauricio Zottarelli alla batteria e Itaiguara Mariano Brandão alla chitarra. Il concerto entrerà direttamente in quell’anima poetica della Bossa Nova e nella magia inconfondibile degli “Afro Sambas”, interpretando i brani che hanno fatto innamorare il pubblico di tutto il mondo, tra cui “La voglia e la pazzia, L’incoscienza e l’allegria”, “Senza Paura”, “Samba della Benedizione”, “Samba per Vinicius”, “Aquarello”.

 
 
 

Rodi Garganico Giovedi' 4 agosto 2022 Ritorno della reliquia di San Cristoforo

Post n°29892 pubblicato il 04 Agosto 2022 da forddisseche

Rodi Garganico Giovedì' 4 agosto 2022 Ritorno della reliquia di San Cristoforo

 
 
 

VIESTE – Dopo il successo di Nada, doppio concerto stasera a “Marina piccola” per FestambienteSud 2022

Post n°29891 pubblicato il 03 Agosto 2022 da forddisseche

VIESTE – Dopo il successo di Nada, doppio concerto stasera a “Marina piccola” per FestambienteSud 2022 

 
226
 

Dopo la strepitosa performance, ieri sera, della evergreen Nada, doppio concerto in agenda anche stasera, mercoledì 3 agosto, a “Marina piccola” per FestambienteSud 2022. Si parte alle 21.00 con LNDFK & Ze In the clouds. La producer e songwriter di origine italo-tunisina LNDFK – che trae la sua espressività musicale dal jazz, dal neo-soul e dall’hip-hop – torna per la seconda volta a FestambienteSud, questa volta accompagnata da Ze In The Clouds, alias Giuseppe Vitale, precocissimo talento del jazz italiano, pianista dalla tecnica scoppiettante.
A seguire Populous, nome d’arte di Andrea Mangia, producer e dj salentino che ha esordito nel 2003 facendosi rapidamente largo nella scena elettronica italiana e internazionale. Il suo nuovo allbum “Stasi”, uscito lo scorso 11 giugno, è stato scritto e prodotto in un Salento immobile e silenzioso, in un’atmosfera sospesa e meditativa che ha dirottato in maniera evidente il suo percorso, riconducendolo verso atmosfere ambient e instrumental hip-hop simili a quelle d’inizio carriera (ovvero quelle di “Quipo”e “Queue for love”). Mixati e masterizzati in analogico nel bucolico contesto del Sudestudio, gli otto brani del disco fluttuano lentamente fra i nomi di leggende che non hanno mai smesso di ispirare Populous: Midori Takada, Boards Of Canada, J Dilla e William Basinski.
FestambienteSud è promossa da Legambiente e organizzata sotto la direzione del circolo Legambiente FestambienteSud di Monte Sant’Angelo, con il sostegno organizzativo di Legambiente Puglia e di Legambiente lo Sperone di San Giovanni Rotondo.
I media partner sono la RAI e la Nuova Ecologia.
Il partenariato sociale ed economico del festival coinvolge i sei comuni ospitanti di Vieste, Mattinata, San Giovanni Rotondo, Monte Sant’Angelo, Rignano Garganico e San Marco in Lamis, l’Acquedotto Pugliese, la Fondazione dei Monti Uniti di Foggia, Confindustria Foggia, Federalberghi Foggia, l’associazione Mecenate ’90, la società Vivilitalia, l’IPEOA Enrico Mattei – Vieste.
Gode del patrocinio dell’Ambasciata del Brasile in Italia, del presidente della Regione Puglia e il sostegno dell’assessorato all’Agricoltura per un progetto speciale di FestambienteSud denominato Agri.cultura.
Importanti anche i numerosi soggetti che sponsorizzano il festival e che compongono il partenariato tecnico per i quali rimandiamo ai materiali ufficiali e al sito del festival.