Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 63
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissecheQuartoProvvisoriolaboratoriotvP_Vigosurfinia60CosmoMadamedony686bagant70giovannapiglionicaAliceSettequerceper_letterabibliofrancescanadomgrimaldinomeh725
 

Ultimi commenti

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 31/07/2022

VIESTE – Al via “FestambienteSud” con Nada, Toquinho, Chiara Civello, Emma Nolde Il Lug 31, 2022

Post n°29884 pubblicato il 31 Luglio 2022 da forddisseche

VIESTE – Al via “FestambienteSud” con Nada, Toquinho, Chiara Civello, Emma Nolde 

 
154
 


Dopo la tre giorni a Mattinata all’insegna della musica, della spiritualità e della scoperta di luoghi suggestivi e ricchi di storia, FestambienteSud sbarca a Vieste. Dall’1 al 4 agosto la capitale del turismo pugliese abbraccerà il suono universale, con ospiti nazionali e internazionali chiamati a raccolta dalla direttrice artistica Chiara Civello. Le quattro serate evento andranno in scena a Marina Piccola.
Si parte lunedì 1° agosto alle 21.00 con la cantante, pianista e compositrice Frida Bollani Magoni, figlia del pianista Stefano Bollani e della cantante Petra Magoni. Da sempre immersa nel mondo dei suoni e della musica, ha cominciato a studiare regolarmente pianoforte classico all’età di 7 anni sotto la guida del maestro Paolo Razzuoli, che le ha insegnato la notazione musicale in Braille. Oggi, non ancora 18enne, ha pubblicato l’album d’esordio dal titolo “Primo Tour” e si sta affermando tra le pianiste più mature e sorprendenti del panorama internazionale.
A seguire, Alabaster DePlume (nome d’arte di Gus Fairbairn), sassofonista, compositore e declamatore di versi scritti da lui stesso abbozzando scenette di vita contemporanea. Il suo nuovo disco, “Gold – Go Forward in the Courage of Your Love”, uscito ad aprile, è un lavoro intimo, quasi confessionale, un ibrido tra jazz e spoken word, nel quale i testi scritti dal musicista e poeta di Manchester trapiantato a Londra si mescolano con le fughe del suo sax tenore. L’album è l’atteso seguito del precedente “To Cy & Lee: Instrumentals vol. 1”, disco dalla genesi piuttosto unica che ben riflette l’estetica e la portata “politica” della sua azione artistica: Alabaster DePlume stava lavorando per Ordinary Lifestyles, un’associazione caritatevole di Manchester che aiuta persone con disabilità a vivere una vita piena nella propria casa.
Martedì 2 agosto a salire sul palco di FestambienteSud (sempre alle 21.00 a Marina Piccola) saranno Emma Nolde e Nada.
La Nolde è considerata una delle voci future della musica italiana. Al RockContest 2019 si è aggiudicata il premio Ernesto De Pascale per la migliore canzone con testo in italiano per il brano “Nero Ardesia”; a settembre 2020 è uscito “Toccaterra”, il suo primo album, apprezzato da pubblico e addetti ai lavori, nonché finalista al Premio Tenco nella sezione Opera Prima.
Nada, straordinaria voce della musica italiana, è un’artista che sin dai primi anni Settanta è riuscita a interpretare i gusti del momento, non perdendo mai di rilevanza e proponendo canzoni di alto livello. Tra i suoi brani più celebri ed amati ricordiamo “Ma Che Freddo Fa”, con cui esordì appena quindicenne al Festival di Sanremo, “Il cuore è uno zingaro”, canzone vincitrice del Festival di Sanremo 1971, “Amore disperato” (1983), “Senza un perché” (2004). Affermatasi nel corso dei decenni come stimata cantautrice, Nada si è imposta all’attenzione del pubblico anche come attrice e scrittrice. Dal suo romanzo autobiografico “Il mio cuore umano” (2008), è stato tratto il film per la Rai “La bambina che non voleva cantare”.
Doppio concerto in agenda anche mercoledì 3 agosto. Si parte alle 21.00 a Marina Piccola con LNDFK & Ze In the clouds. La producer e songwriter di origine italo-tunisina LNDFK – che trae la sua espressività musicale dal jazz, dal neo-soul e dall’hip-hop – torna per la seconda volta a FestambienteSud, questa volta accompagnata da Ze In The Clouds, alias Giuseppe Vitale, precocissimo talento del jazz italiano, pianista dalla tecnica scoppiettante.
A seguire Populous, nome d’arte di Andrea Mangia, producer e dj salentino che ha esordito nel 2003 facendosi rapidamente largo nella scena elettronica italiana e internazionale. Il suo nuovo allbum “Stasi”, uscito lo scorso 11 giugno, è stato scritto e prodotto in un Salento immobile e silenzioso, in un’atmosfera sospesa e meditativa che ha dirottato in maniera evidente il suo percorso, riconducendolo verso atmosfere ambient e instrumental hip-hop simili a quelle d’inizio carriera (ovvero quelle di “Quipo”e “Queue for love”). Mixati e masterizzati in analogico nel bucolico contesto del Sudestudio, gli otto brani del disco fluttuano lentamente fra i nomi di leggende che non hanno mai smesso di ispirare Populous: Midori Takada, Boards Of Canada, J Dilla e William Basinski.
Giovedì 4 agosto sarà la volta dell’evento finale intitolato “Un Ponte di Note tra Italia e Brasile”, omaggio alla cultura carioca e alle relazioni culturali tra i due paesi, sugellato dal patrocinio dell’Ambasciata del Brasile in Italia.
Si esibiranno sullo stesso palco a Marina Piccola Toquinho & Camilla Faustino, il violoncellista e compositore Jacques Morelenbaum in trio con Stefania Tallini e Daniel Grossi, e la direttrice artistica Chiara Civello. A condurre la serata sarà il giornalista di Radiouno Rai Max De Tomassi, profondo conoscitore della musica e della cultura brasiliana. De Tomassi, infatti, è stato al timone del celebre programma musicale “Brasil”, in onda su Rai Radio1, dal 2001 al 2017, e poi su Rai Radio2; nel 2002 ha ricevuto dal governo brasiliano la “Cruz do Rio Branco”, l’onorificenza più prestigiosa che si conferisce ai cittadini stranieri che si sono distinti nella divulgazione della cultura brasiliana nel mondo.
Ad aprire i concerti alle 21.00, sarà uno dei grandi nomi della musica brasiliana e mondiale: il violoncellista, compositore e arrangiatore Jacques Morelenbaum, che della contaminazione ha fatto la sua ineguagliabile firma e che rappresenta appieno l’idea musicale di fusione tra generi. Con lui ci saranno Stefania Tallini, una delle più interessanti e originali pianiste, compositrici e arrangiatrici jazz italiane, e Gabriel Grossi, eccellente armonicista e compositore brasiliano, considerato dal grande Toots Thielemans come il suo erede. Il duo italo-brasiliano ha firmato un progetto discografico unico: Brasita (AlfaMusic, 2022), che fonde le suggestioni dell’armonica a quelle del pianoforte, in una dimensione senza confini di luoghi e generi.
Successivamente toccherà a Chiara Civello, cantautrice con una dimensione spiccatamente internazionale, che dal 2021 cura la direzione musicale di FestambienteSud. La cantante cosmopolita passa dallo spagnolo all’inglese per poi immergersi nell’oceano meraviglioso della musica italiana con un repertorio che va dagli anni ’60 del secolo scorso fino ai nostri giorni.
A chiudere la serata del 4 agosto e la XVIII edizione di FestambienteSud sarà Toquinho che, con la sua voce calda e il tocco delicato sulla chitarra, insieme alla splendida voce di Camila Faustino, è l’espressione più pura e veritiera della forza e della storia musicale del Brasile. Con loro Mauricio Zottarelli alla batteria e Itaiguara Mariano Brandão alla chitarra. Il concerto entrerà direttamente in quell’anima poetica della Bossa Nova e nella magia inconfondibile degli “Afro Sambas”, interpretando i brani che hanno fatto innamorare il pubblico di tutto il mondo, tra cui “La voglia e la pazzia, L’incoscienza e l’allegria”, “Senza Paura”, “Samba della Benedizione”, “Samba per Vinicius”, “Aquarello”.
Anche la quattro giorni di Vieste prevede gli appuntamenti con “Gargano Sacro, la cultura è in cammino”, il primo itinerario turistico-culturale sostenuto dalla Fondazione Monti Uniti di Foggia. Tutti i giorni dall’1 al 4 agosto alle ore 18.00 sarà possibile visitare l’isolotto di Santa Eufemia, noto anche come Isola di Noè, con le sue importanti testimonianze storiche che attraversano i millenni. Santa Eufemia, oltre ad ospitare il faro di Vieste, custodisce una grotta le cui pareti presentano circa 200 iscrizioni votive in greco e latino, scritte in onore di Venere Sosandra, la dea del mare e salvatrice di uomini. Molte delle incisioni sono riconducibili ad un periodo che va dal III secolo a.C. al Medioevo e sono state fatte da viaggiatori e marinai che transitavano in questa zona.
L’evento è a numero chiuso e prevede un ticket di 8 euro che comprende anche il costo del traghetto.
Info: festambientesud.it.
FestambienteSud è promossa da Legambiente e organizzata sotto la direzione del circolo Legambiente FestambienteSud di Monte Sant’Angelo, con il sostegno organizzativo di Legambiente Puglia e di Legambiente lo Sperone di San Giovanni Rotondo.
I media partner sono la RAI e la Nuova Ecologia.
Il partenariato sociale ed economico del festival coinvolge i sei comuni ospitanti di Vieste, Mattinata, San Giovanni Rotondo, Monte Sant’Angelo, Rignano Garganico e San Marco in Lamis, l’Acquedotto Pugliese, la Fondazione dei Monti Uniti di Foggia, Confindustria Foggia, Federalberghi Foggia, l’associazione Mecenate ’90, la società Vivilitalia, l’IPEOA Enrico Mattei – Vieste.
Gode del patrocinio dell’Ambasciata del Brasile in Italia, del presidente della Regione Puglia e il sostegno dell’assessorato all’Agricoltura per un progetto speciale di FestambienteSud denominato Agri.cultura.
Importanti anche i numerosi soggetti che sponsorizzano il festival e che compongono il partenariato tecnico per i quali rimandiamo ai materiali ufficiali e al sito del festival.

 
 
 

Un Mundial in altissima definizione. Ma in Puglia la tv fa i capricci Un Mundial in altissima definizione

Post n°29883 pubblicato il 31 Luglio 2022 da forddisseche

Un Mundial in altissima definizione. Ma in Puglia la tv fa i capricci  

Un Mundial in altissima definizione
 
Sulla piattaforma satellitare TIVÙsat Rai4K trasmetterà 56 partite su 64 di Qatar 2022

30 Luglio 2022

Redazione Monografiche

   
 
 

Ne è trascorso di tempo dall’estate del 1936, quando furono effettuate le prime riprese televisive di un evento sportivo, erano le undicesime Olimpiadi di Berlino. In Italia bisognerà aspettare il 3 gennaio 1954, per il battesimo ufficiale della televisione, con il programma Arrivi e partenze – Immagini in bianco e nero e poche ore di programmazione. Nel 1967 in molte televisioni europee viene introdotto il colore e nel 1968 con le Olimpiadi di Città del Messico inizierà la “mondovisione” a colori. Da noi il colore arriverà a febbraio del 1977 e negli anni 2000 arriveranno la tv digitale e l’alta definizione, tutti passaggi tecnologici importanti: molti canali disponibili e una maggiore qualità delle immagini. Il prossimo autunno un altro grande evento sportivo sarà l’occasione per diffondere la nuova qualità trasmissiva del futuro: i Mondiali di Calcio che si disputeranno in Qatar dal 21 novembre al 18 dicembre 2022, saranno infatti visibili anche in Italia in 4k.

Purtroppo la nostra nazionale non giocherà, ma gli appassionati di sport avranno la possibilità di guardare su TIVÙsat, la piattaforma satellitare gratuita italiana: Lionel Messi, Karim Benzema, Harry Kane, Kylian Mbappé, Robert Lewandowski, Pedri, Kevin De Bruyne, Cristiano Ronaldo, Luka Modrić, Sadio Mané, Neymar. La Rai ha comprato i diritti per trasmettere il Mondiale di calcio e ben 56 partite saranno disponibili in 4K. Basterà disporre di un televisore 4K, un decoder 4K o una Cam 4K TIVÙsat e sintonizzarsi sul canale Rai 4k della piattaforma satellitare, per avere l’opportunità di una nuova esperienza visiva per lo spettatore.

Coinvolgimento, brillantezza cromatica, profondità più spiccata, dettagli maggiori e più precisi. Qualità per entrare davvero nell’azione di gioco e godersi i mondiali con caratteristiche mai provate finora. Uno sforzo produttivo sicuramente importante che potrà contribuire in modo rilevante all’innovazione tecnologica del nostro Paese e alla diffusione di contenuti pregiati con una visione molto migliorata rispetto agli standard attuali. Su TIVÙsat sono disponibili già oggi 130 canali, di cui 60 tra HD e 4K. Non solo calcio e grande sport, ci sono canali italiani e internazionali: intrattenimento, informazione, cultura, fiction, musica, cinema. Forse non basterà come consolazione per la mancata partecipazione della nazionale azzurra ai prossimi mondiali, ma la visione 4K significa poter sfruttare finalmente le potenzialità di un mercato fino a poco fa sperimentale e oggi concreto. Immagini ad altissima definizione, con una qualità 4 volte superiore a quella in HD.

Quella che si disputerà in Qatar sarà la 22esima edizione dei Mondiali di calcio. Un’edizione davvero particolare, non solo perché andrà in scena in autunno (e non in estate), ma anche perché sarà l'ultima a prevedere la partecipazione di 32 nazionali (dal 2026 il torneo verrà esteso a 48 squadre).

Ma in Puglia la tv fa i capricci
Segnalati diversi problemi per la ricezione della tv digitale terrestre

Mentre la Rai trasmetterà i prossimi campionati Mondiali di calcio in modalità 4K, ci sono spettatori che ancora litigano con il piccolo schermo e le partite rischiano di non vederle proprio, altro che alta definizione.
Infatti, dopo la conclusione delle operazioni di riorganizzazione delle frequenze televisive per la liberazione della banda 700 (e con l’avvento della nuova codifica Mpeg-4 per consentire la trasmissione dei programmi in alta qualità), la Puglia si lecca ancora le ferite dello switch off.
In molte abitazioni, con la nuova tv digitale terrestre, lo schermo è improvvisamente diventato nero; in altre il segnale si è fatto intermittente – nonostante le continue risintonizzazioni; in altre ancora i bouquet di alcuni editori non si vedono più. E questo a volte nonostante l’acquisto di tv di ultima generazione o di decoder in alta definizione. Sono mesi complicati, insomma, per i telespettatori italiani e anche per quelli pugliesi che ad esempio si vedono proiettare il telegiornale regionale Rai del Molise e hanno visto scomparire da un giorno all’altro molte delle tv locali.
La soluzione è TIVÙsat: non solo per poter accedere alla tv in 4K, ma anche semplicemente per vederla in alta definizione e con un bouquet di 70 canali che comprende tutta l’offerta Rai, Mediaset e Discovery.
La piattaforma satellitare gratuita infatti si riceve in ogni angolo del Paese, il proprio switch off l’ha già fatto ed è in grado di offrire garanzie sia sotto il profilo tecnologico sia editoriale. E non a caso - riguardo ad alcune situazioni di difficoltà riscontrate in particolare nelle zone montane - è proprio il ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti ad immaginare di «finanziare incentivi e contributi sul satellitare», garantendo così l’universalità del servizio a tutti gli italiani.
Mentre in tempi di switch off l’alta definizione sul digitale terrestre rimane relegata – considerando anche canali minori e visual radio - a poco meno di una trentina di canali, è ormai evidente come in Italia sia l’offerta satellitare a spiccare per quantità e qualità dell’offerta.
Una scelta che hanno già fatto milioni di famiglie del mercato residenziale e migliaia di utenti del mercato business, a partire dal mondo dell’hospitality.

 
 
 

Cia Puglia:

Post n°29882 pubblicato il 31 Luglio 2022 da forddisseche

Cia Puglia: «Raccolti compromessi per la grandine killer in Capitanata»

 
 
 

Alcune zone della provincia di Foggia sono state fortemente colpite dall’ondata di maltempo che si è abbattuta nel pomeriggio di mercoledì 27 luglio, così come il nubifragio del giorno precedente ha penalizzato le zone di Cerignola e Basso Tavoliere. I campi sono stati completamente allagati ed enormi sono i danni che hanno riguardato le colture di pomodoro da industria, l’uva e le olive.

 

«Giovedì mattina è iniziata la conta dei danni per verificarne più approfonditamente l’entità. Una parte rilevante dei raccolti, si teme, possa risultare compromessa» ha spiegato il presidente di Cia Capitanata, Angelo Miano.
Tanti i terreni sferzati dalla grandine e numerose le strade rurali diventate impraticabili per la pioggia. «Invitiamo gli imprenditori agricoli a segnalare i danni rivolgendosi alle nostre sedi, in modo da poterci attivare anche presso le istituzioni – ha aggiunto Miano -. Grandine, vento e bombe d’acqua hanno danneggiato i rami di ulivo, in parte strappandoli dalla pianta e facendoli cadere a terra».

 

In queste ore i responsabili e tecnici di Cia Agricoltori Italiani Capitanata assieme alle aziende agricole associate stanno verificando anche quale impatto abbiano avuto pioggia, vento e grandine sulle piantine di pomodoro e sul prodotto già pronto per essere raccolto, una tipologia di coltura molto presente in tutta la Capitanata. È già stato reso noto che in alcuni campi, dove si era ormai già ponti al raccolto, i danni arrivano fino all’80% del potenziale raccolto. A tal proposito Cia ha comunicato che i risarcimenti saranno effettuati dalle assicurazioni solo per chi coperto da polizza e per appena 11,50 euro al quintale contro il prezzo attuale di 14, con una sensibile perdita economica.

 

L’azione di monitoraggio di Cia Capitanata continuerà anche nei prossimi giorni per verificare l’entità dei danni anche su tutte le altre colture. «Con gli sbalzi termici e le pozze d’acqua che sono andate a formarsi, temiamo anche lo sviluppo di fitopatologie capaci di aggredire le piante. Verificheremo scrupolosamente. È necessario, però, anche prevedere degli aggiornamenti alla prossima Pac per poter aiutare gli agricoltori ad affrontare tali emergenze» ha concluso Cia.

 

Guido Tortorelli