Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 61
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

Meteo Vieste

 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

laboratoriotvforddissechedaniela.frisonifioredimalvatigreruggente0ARTEABLUbaiana35todamgigisveglioLeaderincampoluanabattistabracciolamoretta979lolatarantino
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Messaggi del 26/05/2020

Sanità – VIESTE, AL PUNTO DI PRIMO INTERVENTO IL TRIAGE COVID SI FA' CON UN TERMOMETRO CASALINGO

Post n°26275 pubblicato il 26 Maggio 2020 da forddisseche

Sanità – VIESTE, AL PUNTO DI PRIMO INTERVENTO IL TRIAGE COVID SI FA' CON UN TERMOMETRO CASALINGO  

  
 

Dicevano che l’emergenza Coronavirus avrebbe cambiato la sanità, avrebbe sveltito le procedure e migliorato i servizi. Sarà… ma nel frattempo anche nelle cose più minute, nei dettagli del quotidiano, la musica non sembra cambiata.

 

Accade così che, se si deve accedere al Punti di Primo Intervento di Vieste, nel complesso sanitario in località Coppitella, come prescritto dai protocolli per il Covid-19, si deve essere sottoposti alla misurazione della temperatura.  Certo, che ci fosse un termo scanner  per l’accesso sarebbe stato fantascienza, ma almeno un termometro digitale ad infrarossi, con uso a distanza, quelli cosiddetti “a pistola”, sarebbe il minimo visto il costo. Ed invece ti viene misurata la temperatura con un classico termometro casalingo, di quelli che un po’ tutti hanno in casa. Ovviamente viene poi disinfettato .

 

Vista la situazione di emergenza infettiva è chiedere troppo alla dirigenza dell’Asl Fg di provvedere all’acquisto di un termometro “a pistola”. Non solo per il PPI di Vieste ma anche per tutti gli altri in provincia che ne fossero sprovvisti.     

 
 
 

GARGANO, sotto il vestito niente.

Post n°26274 pubblicato il 26 Maggio 2020 da forddisseche

GARGANO, sotto il vestito niente.  

  
 

La pandemia ha messo nell’angolo le scadenze elettorali. Ma ha messo nell’angolo il dibattito politico nei territori. Il processo di avvicinamento al rinnovo del governo della Regione Puglia e del nuovo Governatore ci appare alquanto silenzioso, quasi distaccato, indifferente.

 

Come se il Gargano e le sue ragioni non appartenessero a questo mondo pugliese, oppure appena sfiorato dal circolo politico ed economico, la cui qualità e quantità segnerà il destino e la prosperità di circa 4.200.000 abitanti. Ad oggi siamo interessati, non tutti per fortuna, solo da qualche spiffero gossippettaro senza senso e con poca o nulla sostanza.

 

Ad un livello ancora più misero ci viene scodellata una ribollita, trita e ritrita, sugli schieramenti in campo e sulle pedine da muovere al centro della scacchiera del consenso. Una bella e puntuale anticipazione ce l’ha fornita il quotidiano l’ATTACCO, di sabato 23 maggio, con un titolo ch’è già un programma e una vittoria: “Gli amici del giaguaro di Emiliano”. Tutto questo va bene per i curiosi ma, per il mondo che vive ed opera nel Gargano e per il Gargano, ci si aspetta un racconto diverso. In premessa, ad oggi, troviamo una pregevole (come sempre) riflessione del prof. Giuseppe Maratea “Al voto, al voto”, pubblicata il 23 maggio 2020 dal sito Fuoriporta.Info, preceduta da un mio articolo sulla pagina Fb, dal titolo”Il Gargano e le anime pie…inutili.”del 6 marzo 2020.

 

I due articoli si occupano di individuare un abito acconcio per probabili candidati alla competizione. Il tempo delle improvvisate e, come la pandemia ci insegna, il tempo della mediocrità, degli incompetenti, degli spicciafaccende è finito.

 

Un territorio così vario e complesso, un intreccio di mille piccole economie, un primato turistico da difendere, ritardi centenari da recuperare, mettersi al passo dei tempi, tutte queste cose hanno bisogno di essere rappresentate da candidati concordati e preparati. Profondi conoscitori di una realtà dai movimenti lenti, quasi impercettibili.

 

Questo è il tempo della rappresentanza reale, quelli della prossimità, quelli sul confine fra Istituzione e cittadini. Sono i Sindaci e amministratori, da San Nicandro a Mattinata, insieme alle altre istituzioni vive e dinamiche, che dovrebbero porsi il problema sullo stato di salute del Gargano. Il post/pandemia aprirà per tutti opportunità da cogliere con sapiente partecipazione.

 

Nessuno meglio di loro misura il peso della scarsa politica e dei scarsi risultati. Viabilità, ammodernamento infrastrutturale, rinnovo dell’offerta turistica, trasporto aereo, politica ambientale e culturale, sono temi che non possono essere delegati al candidato occasionale privo di cucina politica. I prossimi cinque anni sono troppo importanti, sia dal punto di vista della programmazione, sia per la mole degli investimenti previsti e il Gargano non può e non deve rinunciare al completamento di infrastrutture indispensabili al suo futuro: il completamento della strada a scorrimento veloce; il rilancio delle politiche ambientali del Parco Nazionale del Gargano; il trasporto aereo, con una parola definitiva sul futuro del Gino Lisa, con la stessa velocità decisionale adottata per il completamento e il restyling dell’Aeroporto di Grottaglie.

 

La Regione Puglia anticipando i tempi si attrezza proprio per questo. Il Governatore Michele Emiliano ha formato una squadra di sette personalità per cogliere tutte le opportunità della “ripartenza economica e sociale”, fra cui l’ex ministro della Cultura Massimo Bray, il presidente del Cnr Massimo Inguscio, il presidente di Telecom Salvatore Rossi, Pier Luigi Lopalco, Pasquale Preziosa, Alessandro Sannino, affidando la presidenza a Maria Grazia Chiuri, una donna di grande esperienza e capacità.

 

Il Gargano, a sua volta, deve attrezzarsi e arrivare a questo appuntamento scegliendo bene e unito se vuole giocare una buona partita con i cugini del Salento; i tempi sono maturi. L’alternativa, come dice il prof. Maratea, è morire di fame come l’asino di Buridano. Ma non perché indeciso fra due balle di fieno, ma solo perché non ci saranno balle da masticare.

 

Michele Angelicchio

 
 
 

Coronavirus, Puglia per la prima volta vicina a zero contagi: 2 nuovi casi, ma 3 morti Le vittime sono due nella Bat ...

Post n°26273 pubblicato il 26 Maggio 2020 da forddisseche

Coronavirus, Puglia per la prima volta vicina a zero contagi: 2 nuovi casi, ma 3 mortiLe vittime sono due nella Bat e una nel Leccese. Analizzati oggi 2203 tamponi

  
Coronavirus Puglia
  La Puglia si avvicina allo zero per quanto riguarda il numero di contagi da Coronavirus. Secondo il bollettino epidemiologico diffuso dalla Regione, oggi, martedì 26 maggio 2020, sono stati analizzati 2203 tamponi e solo 2 sono risultati positivi, uno nella Bat e uno nel Brindisino. Le altre province contano zero nuovi infetti. Si registrano, purtroppo, altre tre vittime: 2 in provincia di Bat, 1 in provincia di Lecce.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 106.873 test. Sono 2.436 i pazienti guariti, e 1.539 i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.469 così divisi: 1.474 nella Provincia di Bari; 382 nella Provincia di Bat; 651 nella Provincia di Brindisi; 1.142 nella Provincia di Foggia; 511 nella Provincia di Lecce; 280 nella Provincia di Taranto; 28  attribuiti a residenti fuori regione; 1 per i quali è in corso l'attribuzione della relativa provincia.

 
 
 

Il Parco archeologico di Siponto domani su RAI3 con "Generazione bellezza"

Post n°26272 pubblicato il 26 Maggio 2020 da forddisseche

Il Parco archeologico di Siponto domani su RAI3 con "Generazione bellezza"  

  
 

Domani, mercoledì 27 maggio, alle ore 20,45, andrà in onda su RAI 3 la puntata "Generazione bellezza" riguardante il Parco archeologico di Siponto con le sue suggestive opere d'arte.

 

La trasmissione, già presentata l' 8 gennaio, viene replicata in questo particolare momento storico per rinvigorire l'interesse verso il settore culturale e turistico.

 
 
 

Sita sopprime corse da e per Monte Sant’Angelo: intervenga la Regione Puglia!

Post n°26271 pubblicato il 26 Maggio 2020 da forddisseche

Sita sopprime corse da e per Monte Sant’Angelo: intervenga la Regione Puglia!  

  
 

A causa dell’emergenza sanitaria, la SITA ha soppresso una serie di collegamenti tra la nostra Città e le comunità limitrofe. Infatti, risulta che siano state eliminate ben sei “corse”. Anche i collegamenti con la vicina Manfredonia hanno subìto un drastico ridimensionamento.

 

Se questo provvedimento della SITA poteva avere una sua oggettiva motivazione durante il periodo del lockdown, dopo il 4 maggio e ancor più dopo il 18 maggio quelle motivazioni hanno perso la loro consistenza.

 

Tuttavia, la situazione dei collegamenti della nostra Città con le altre comunità della provincia, precedenti allo scoppio dell’emergenza sanitaria, non è stata ancora ripristinata: ciò sta continuando ad arrecare molti disagi alla popolazione montanara senza alcuna giustificazione ormai.

 

I movimenti politici “FORZA ITALIA” e “VERSO IL FUTURO” invitano la Regione Puglia e, per essa, l’Assessore Regionale Raffaele Piemontese a sollecitare la direzione della SITA a ripristinare immediatamente i collegamenti della nostra Città con i paesi limitrofi esistenti prima dell’emergenza Covid-19.

 
 
 

Azione Cattolica in cammino in questo tempo straordinario Pellegrinaggio unitario del 2 giugno

Post n°26270 pubblicato il 26 Maggio 2020 da forddisseche

Azione Cattolica in cammino in questo tempo straordinario Pellegrinaggio unitario del 2 giugno  

  
 

Siamo in piena Fase 2 e cresce il desiderio di normalità. Nella straordinarietà di questi mesi non bisogna eludere la realtà. Pensando alle nostre città e alle nostre comunità siamo chiamati a riflettere sul periodo vissuto, le esperienze interrotte o le piacevoli novità sperimentate con l’aiuto delle tecnologie digitali.

 

Anche l’Azione Cattolica Diocesana di Manfredonia, Vieste e San Giovanni Rotondo sente il bisogno di interrogarsi e di rimettersi in cammino e lo facciamo con un Pellegrinaggio al tempo del coronavirus che non ci faccia perdere la memoria delle tradizionali esperienze associative vissute negli ultimi 15 anni.

 

Non avremo la possibilità ed il piacere di percorrere a piedi la strada che collega Monte Sant’Angelo all’Abbazia di Santa Maria di Pulsano, oppure   Carpino alla piccola Chiesa del Crocifisso di Foce Varano, ma sentiamo forte il bisogno di essere, proprio in questo tempo, pellegrini in cammino verso i fratelli, verso chi non vediamo da tempo o che non abbiamo ancora incontrato.

 

Proprio per questi motivi abbiamo pensato ad un modo “nuovo” di vivere il tradizionale momento del pellegrinaggio associativo del 2 giugno, coinvolgendo le associazioni parrocchiali presenti nelle quattro vicarie della Diocesi in un cammino virtuale verso la meta di questo pellegrinaggio: la Cattedrale di Manfredonia, dove il prossimo due giugno, alla presenza del nostro Vescovo Padre Franco Moscone, verrà celebrata la prima funzione eucaristica associativa dopo la fine del lockdown.

 

Simbolo di questo cammino sarà un bastone che, virtualmente, ogni comunità porgerà alla successiva nelle quattro tappe di avvicinamento all’evento conclusivo che, attraverso brevi video, saranno condivise sulle pagine social dell’associazione.  

 

E per non farci mancare nulla anche i giovani di AC hanno pensato ad un momento di partecipazione e condivisione che sia un vero e proprio stile di vita: un “LIFESTYLE” a misura di giovani che vogliono avere la storia tra le dita, con un momento a cura del MSAC “Per una maturità mai vista” ed uno del Settore Giovani con i ragazzi di terza media per il “Passaggio degli Acierrini al settore giovani”.

 

Come ci ha ricordato Papa Francesco nello straordinario momento di preghiera in tempo di pandemia dello scorso 27 marzo “Come i discepoli sperimenteremo che, con Lui a bordo, non si fa naufragio. Perché questa è la forza di Dio: volgere al bene tutto quello che ci capita, anche le cose brutte. Egli porta il sereno nelle nostre tempeste, perché con Dio la vita non muore mai”.

 

Non bisogna avere fretta di trovare soluzioni, ma la pazienza di guardare e di percorrere la strada perché siamo sempre in cammino: Il pellegrinaggio non è iniziato oggi, ma prosegue anche ora.

 

Nella locandina sono indicati tutti i momenti salienti di questo percorso associativo che ci condurrà sino al 2 giugno.

 

La Presidenza diocesana di Azione Cattolica.

 
 
 

DL RILANCIO: SUL SITO DI AGENZIA RISCOSSIONE LE FAQ CON I CHIARIMENTI

Post n°26269 pubblicato il 26 Maggio 2020 da forddisseche

DL RILANCIO: SUL SITO DI AGENZIA RISCOSSIONE LE FAQ CON I CHIARIMENTI

  
 

Agenzia delle entrate-Riscossione ha pubblicato sul proprio sito internet le risposte alle domande più frequenti (Faq) in merito alle nuove misure in favore dei contribuenti introdotte in materia di riscossione dal Decreto Rilancio (DL n. 34/2020) pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 128 del 19 maggio 2020.

Il provvedimento, in particolare, prevede la sospensione fino al 31 agosto dei termini per i versamenti derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di addebito e avvisi di accertamento affidati all’Agente della riscossione. La sospensione riguarda anche la notifica di nuove cartelle, delle procedure e degli altri atti di riscossione. Le rate 2020 della “rottamazione-ter” e del “saldo e stralcio”, se non versate alle relative scadenze, potranno essere pagate entro il 10 dicembre. Scatta anche lo stop ai pignoramenti di stipendi e pensioni già avviati e arrivano regole più soft per le rateizzazioni. Novità anche per i pagamenti della Pubblica Amministrazione.

Attraverso i contenuti delle Faq, l'Agenzia diretta da Ernesto Maria Ruffini prosegue con gli approfondimenti sulle modifiche alla normativa della riscossione nel periodo di emergenza Covid-19, già illustrate nel vademecum fiscale pubblicato nei giorni scorsi.

Vediamo nel dettaglio le misure del decreto e alcuni importanti chiarimenti forniti nelle Faq pubblicate sul sito www.agenziaentrateriscossione.gov.it.

SOSPESE NOTIFICHE E VERSAMENTI DI CARTELLE E AVVISI. Il Decreto Rilancio estende l’arco temporale di alcuni interventi agevolativi già previsti nel precedente decreto “Cura Italia” (DL n. 18/2020). In particolare il nuovo provvedimento differisce al 31 agosto (prima era il 31 maggio) il termine della sospensione della notifica di nuove cartelle e dell’invio di altri atti della riscossione, compresa la possibilità per l’Agenzia di avviare azioni cautelari ed esecutive, come fermi amministrativi, ipoteche e pignoramenti. Più tempo anche per i pagamenti derivanti dalle cartelle, dagli avvisi di addebito e dagli avvisi di accertamento esecutivi affidati all’Agente della riscossione, in scadenza dall’8 marzo, che resteranno sospesi – anche in questo caso - fino al 31 agosto 2020 (prima era il 31 maggio). I versamenti sospesi dovranno essere effettuati entro il 30 settembre 2020. Resta valida la possibilità di richiedere una rateizzazione la cui domanda, al fine di evitare la successiva attivazione di procedure di recupero da parte dell’Agenzia, deve essere presentata entro il 30 settembre 2020.

 

STOP A PIGNORAMENTI GIÀ AVVIATI SU STIPENDI E PENSIONI. Tra le novità c’è anche la sospensione dal 19 maggio 2020 (data di entrata in vigore del Decreto Rilancio) fino al 31 agosto 2020 degli obblighi derivanti dai pignoramenti presso terzi aventi ad oggetto stipendi e pensioni e altre indennità assimilate, effettuati dall’Agente della riscossione prima dell’entrata in vigore del provvedimento. Pertanto fino al 31 agosto 2020, il datore di lavoro/ente pensionistico non effettuerà le relative trattenute e le somme saranno rese disponibili al debitore. Restano fermi gli accantonamenti effettuati prima del periodo di sospensione e non sono rimborsabili le quote già versate all’Agente della riscossione prima dell’entrata in vigore del provvedimento.

 

LA “ROTTAMAZIONE” SI PUÒ PAGARE ENTRO IL 10 DICEMBRE. Il Decreto dispone una maggiore flessibilità per i versamenti delle rate previste per l’anno 2020 della “rottamazione-ter” (scadenza febbraio, maggio, luglio e novembre) e del “saldo e stralcio” (marzo e luglio) che, se non eseguiti alle relative scadenze, potranno essere effettuati entro il termine ultimo del 10 dicembre 2020, senza perdere le agevolazioni previste e senza oneri aggiuntivi. Per la scadenza del 10 dicembre 2020 non è prevista la tolleranza di 5 giorni.

 

AMMESSO IL RITARDO FINO A 10 RATE. La sospensione dei versamenti riguarda anche le rate dei piani di dilazione in scadenza tra 8 marzo e 31 agosto 2020. I pagamenti delle rate sospese dovranno essere effettuati entro il 30 settembre 2020. Il Decreto introduce poi una nuova disciplina che amplia i termini di decadenza. Per tutte le rateizzazioni in essere all’8 marzo 2020 e per i nuovi piani concessi a seguito delle domande presentate entro il 31 agosto 2020, la decadenza della dilazione si verifica in caso di mancato pagamento di 10 rate, anche non consecutive, anziché le 5 ordinariamente previste.

 

DILAZIONI ANCHE PER LE ROTTAMAZIONI DECADUTE. Con una modifica alla normativa sulla “rottamazione-ter e sul “saldo e stralcio” (DL 119/2018 e Legge 145/2018), il Decreto prevede che i contribuenti decaduti dai benefici delle definizioni agevolate per il mancato, insufficiente o tardivo versamento delle rate scadute nel 2019, possano presentare la domanda di rateizzazione per i debiti “rottamati” e non pagati.

 

CREDITI PA, PAGAMENTI OLTRE 5 MILA EURO SENZA VERIFICHE. Nel periodo di sospensione dall’8 marzo al 31 agosto 2020, le Pubbliche Amministrazioni possono procedere al pagamento di quanto dovuto ai propri creditori, senza prima verificare la presenza di eventuali debiti scaduti di importi superiori a 5 mila euro, intestati al beneficiario del pagamento, eventualità che secondo la norma ordinaria (ex art. 48-bis DPR n. 602/1973) determina il blocco dell’accredito. Tutte le verifiche eventualmente già effettuate, anche prima dell’inizio del periodo di sospensione, restano prive di qualunque effetto se l’Agente della riscossione non ha notificato l’atto di pignoramento e le amministrazioni pubbliche procedono al pagamento a favore del beneficiario.