Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 61
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

Meteo Vieste

 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissecheFLORESDEUSTADdady46Metr0pollaboratoriotvpetrastonesabryna.80mirko012fortuna2020alaettoregiandodonetsqumramoetaon.the.road1
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Messaggi del 03/07/2020

VicoNemi/ Storia di un Borgo Garganico - ultimo lavoro di Michele Tortorella

Post n°26559 pubblicato il 03 Luglio 2020 da forddisseche

VicoNemi/ Storia di un Borgo Garganico - ultimo lavoro di Michele Tortorella  

  
 

Vico del Gargano “ con le sue mura annerite ed addensate di antiche case contenute o debordate fuori dalla cinta delle medievali vecchie muraglie oramai cadenti, o le torri provvisoriamente ancora in piedi… “ circondata dalle contrade con campagne coltivate a oliveti e vigne, torrenti di acque sorgive che irrigano gli agrumeti e poi estesi boschi ricchi di ogni essenza arborea e di cacciagione.

 

In questo habitat naturale, dove la mano dell’uomo ha lasciato le sue tracce fin dalla preistoria, Michele Tortorella nel suo ultimo lavoro “ VicoNemi” fa muovere una serie interminabile di personaggi nel tempo della storia. Monaci laboriosi e silenti dediti alla preghiera, signori feudali, chierici e vescovi, borghesi e una indefinita massa di artigiani, contadini e povera gente. Ci è dato vedere un lungometraggio dove i diversi attori si muovono con le loro passioni, gli interessi contrapposti personali o di casta, spesso in danno del popolo il quale poteva vantare solo i diritti dell’ Universitas o della Confraternita alla quale apparteneva.

 

VicoNemi è immagine, storia e memoria del paesaggio naturale e antropico di Vico del Gargano; descrive gli elementi della identità di questa città, contenuti nel paesaggio, nelle testimonianze architettoniche: nella cultura, quale risultato di processi storici, miti e leggende che gli abitanti hanno tramandato fino a noi.

 

Michele ci offre un lavoro monumentale: nella prima parte mette ordine nelle successioni feudali, che nel tempo hanno interessato Vico del Gargano, attraverso una puntuale esposizione suffragata da fonti documentarie e bibliografiche.

 

La seconda parte del volume è un’antologia, attraverso la quale il lettore può partecipare alla vita di questo Borgo [tra i più belli d’Italia] girando per le sue stradine e ammirare le architetture di palazzi, chiese e conventi. In questo viaggio egli incontrerà i diversi personaggi che animano la vita del castello, dell’Accademia, dei chiostri o delle confraternite che animano da secoli le tradizioni religiose nate dalla pietà popolare.

 

In questo suo lavoro Michele, mette ordine anche nelle leggende tramandate oralmente, poi raccolte in manoscritti, che più volte si è tentato di far passare come verità storica; egli le propone al lettore facendole raccontare dalla voce di vecchi depositari del sapere o da cultori della storia locale, accompagnandole con una severa revisione critica.

 

Il volume è corredato da un pregevole corredo di grafiche, che riproducono scorci del paesaggio urbano e dei monumenti di Vico del Gargano; apparato iconografico realizzato con passione dallo stesso autore.

 

Edito dalla Tipografia di Michele Lauriola –VicoNemi-, dell’amico Michele Tortorella, è frutto dell’impegno costante nella ricerca e nella tutela di questa nostra Vico del Gargano, ultima testimonianza di un Borgo, che ancora affascina e attende di essere curato dai propri abitatori. Rappresenta il frutto di una fatica impegnativa come complesso si presenta il compito di quanti vorranno raccogliere la sfida proposta: ridestare la coscienza spesso intorpidita per non cancellare l’identità di questa icomena*

 

Nicola Parisi

 

*L’icomena   è immagine, storia e memoria di paesaggio, scritta nel paesaggio, creazione degli uomini, relazione tra storia ed ambiente naturale, elemento fondante e mai statico dello sviluppo soprattutto culturale delle più diverse comunità umane.

 
 
 

Regione/ Pubblicato sul Burp l’Avviso pubblico per l’implementazione e aggiornamento dei Piani di Protezione Civile con riferim

Post n°26558 pubblicato il 03 Luglio 2020 da forddisseche

Regione/ Pubblicato sul Burp l’Avviso pubblico per l’implementazione e aggiornamento dei Piani di Protezione Civile con riferimento al rischio idraulico ed idrogeologico.  

  
 

Pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n.96 del 02/07/2020 (http://burp.regione.puglia.it/ ) “L’Avviso pubblico per la selezione di proposte volte all’implementazione dei Piani di protezione Civile con riferimento alla previsione, prevenzione e contrasto del rischio idraulico ed idrogeologico”.

 

La dotazione finanziaria, di € 4.037.000,00 consente di poter erogare il contributo ai Comuni più esposti al rischio idraulico ed idrogeologico, in funzione della graduatoria che tiene conto delle caratteristiche del territorio proponente e della sostenibilità dell’intervento previsto.

 

L’Avviso prevede un contributo tra 10.000,00 euro e 50.000,00 euro per candidatura, anche in forma associata, tra comuni ricadenti in territori contermini ricompresi all’interno degli stessi confini provinciali ed ambiti territoriali-COM (Centri Operativi Misti di Protezione Civile).

 

Parte del contributo può essere destinata anche alla eventuale spesa per la dotazione strumentale di supporto e strettamente funzionale al Piano.

 

Gli aggiornamenti ai Piani ed il relativo contenuto, approvati ai sensi del D.lgs 1/2018 e previo espletamento degli adempimenti di cui alla L.r. 53/2019, dovranno essere inseriti anche nella Piattaforma informatica della Protezione Civile regionale.

 

I termini di presentazione delle candidature è stato fissato al 24/08/2020.

 
 
 

Mattinata/ Gallerie chiuse sul Gargano, Michele Bisceglia: “Danno per il turismo. Un disagio non aver programmato i lavori per

Post n°26557 pubblicato il 03 Luglio 2020 da forddisseche

Mattinata/ Gallerie chiuse sul Gargano, Michele Bisceglia: “Danno per il turismo. Un disagio non aver programmato i lavori per tempo, danno agli operatori turistici. Fondamentale accelerare l’iter per completare la Superstrada del Gargano”  

  
 

“La stagione turistica è iniziata e l’ANAS cosa fa? Chiude le gallerie tra Mattinata e Vieste. Questi lavori si potevano e si dovevano fare prima, ora invece si crea un ulteriore disagio che si aggiunge a quelli già gravissimi causati al comparto turistico dall’emergenza coronavirus”.

 

E’ Michele Bisceglia, candidato sindaco di Mattinata per “Noi Comunità”, a commentare con queste parole l’annuncio dell’ANAS. Dalle ore 8 di lunedì 6 alle ore 19 di venerdì 10 luglio, la Strada Statale 688 di Mattinata sarà chiusa dal chilometro 3+00 al chilometro 9+935, con deviazione del traffico veicolare sulle SS 89 e SP 53. I lavori di efficentamento energetico e per l’installazione di nuovi quadri di comando riguarderanno le gallerie San Benedetto, Papone e Sperlonga.

 

“Una migliore programmazione degli interventi avrebbe evitato che i lavori portassero alla chiusura delle gallerie proprio in questo momento, cioè proprio quando il settore turistico e i suoi operatori stanno facendo di tutto per recuperare almeno in parte le perdite subite causa Covid-19 e rilanciare una stagione che si presenta delicata e complessa”, ha aggiunto il candidato sindaco Michele Bisceglia.

 

“Il Gargano è il primo motore turistico della Puglia e, come tale, ha un valore strategico per la crescita di tutta la regione”, ha dichiarato Bisceglia. “Anche per questo vanno evitati errori come quello di calendarizzare in piena estate dei lavori che potevano essere certamente anticipati.

 

Strade, sistema dei trasporti e infrastrutture sono fra le priorità non solo di Mattinata ma di tutta l’area garganica. A questo proposito, troviamo incoraggianti le notizie che riguardano i passi in avanti compiuti dall’iter per il completamento della Superstrada del Gargano da Vico del Gargano a Vieste e Mattinata. L’auspicio è che governo e Regione Puglia possano trovare la quadra nel più breve tempo possibile, così da ultimare un’opera che permetterà alle diverse aree del Gargano di essere collegate tra loro”, ha concluso il candidato sindaco di Mattinata sostenuto da Noi Comunità.