Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 62
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

LUPOGATTO222forddissechetempestadamore_1967laboratoriotvStratocoversvecchietto0Signorina_Golightlymichele.procewhiskynsodaReCassettaIIcassetta2Vincent2504simona_77rmnurse01
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Messaggi del 13/02/2021

VIESTE – Polizia Locale: attività di controllo e prevenzione nel centro storico

Post n°27768 pubblicato il 13 Febbraio 2021 da forddisseche


VIESTE – Polizia Locale: attività di controllo e prevenzione nel centro storico

155

La Polizia Locale di Vieste ha iniziato un’attenta attività di controllo del Centro Storico.
Tale attività consiste nell’effettuare ogni giorno servizi ben precisi per prevenire e reprimere conferimenti illeciti di rifiuti, per controllare conduttori di cani ma anche per verificare accessi non consentiti di veicoli nel centro storico.
L’attività della Polizia Locale di Vieste, spiega il Comandante, è finalizzata al monitoraggio e osservazione di comportamenti illeciti che, dopo un primo periodo di prevenzione, saranno sanzionati secondo la normativa vigente in materia, al fine di ripristinare la legalità e il senso civico. Inoltre, la Polizia Locale sta monitorando i lavori edili e gli edifici fatiscenti, contattando i proprietari degli immobili perché provvedano alla manutenzione degli stessi. Recuperati anche mezzi abbandonati da tempo, privi di targhe e parti essenziali.
In questi mesi, che precedono la stagione estiva, è estremamente importante la collaborazione dei cittadini, a cui si chiede di rispettare poche semplici regole:
1) conferire i rifiuti nel rispetto della normativa vigente anche in materia di raccolta differenziata;
2) raccogliere le deiezioni canine del proprio cane;
3) non lasciare in sosta le autovetture in Piazza Seggio e in altre Vie, violando la segnaletica esistente.
La Polizia Locale di Vieste raccomanda massima collaborazione, anche segnalando eventuali anomalie telefonando al numero 0884/708014.

 

Il Comandante della Polizia Locale di Vieste – Comm. Caterina Ciuffreda

 
 
 

Vieste/ Il titolare dello stabilimento sotto sequestro si difende dalle accuse. “Fatti totalmente errati e lesivi”

Post n°27767 pubblicato il 13 Febbraio 2021 da forddisseche

Vieste/ Il titolare dello stabilimento sotto sequestro si difende dalle accuse. “Fatti totalmente errati e lesivi”

L’operazione andata in porto nella mattinata di ieri: “Ho dato mandato all’avvocato di quere­lare e denunciare”

Distruzione e deturpamento di bel­lezze naturali e occupazione di de­manio marittimo di zone sottoposte a vincolo paesaggistico. Sono le accuse mosse ai titolari del lido del Gattarella Resort di Vieste, ubicato in località “Lama le canne”, uno degli stabilimenti balneari tra i più noti della zona. “Ci stanno accusan­do di aver fatto opere abusive quando non è assolutamente vero – ha replicato a l’At­tacco Gino Notarangelo,tra l’altro presi­dente Federalberghi Confcommercio i manufatti e le strutture presenti sulla spiaggia sono quelle che ci sono state concesse, al centimetro. Noi abbiamo fat­to un’opera di manutenzione utilizzando la sabbia della nostra concessione: non abbiamo fatto altro che prendere l’arenile e accumularla verso la parte retrostante, nei pressi delle nostre strutture, al fine di evitare danni da mareggiata”.

Secondo il Nucleo operativo di polizia am­bientale della Guardia Costiera di Man­fredonia, unitamente a militari di Vieste e di Lesina, il titolare della struttura balnea­re avrebbe, senza alcun titolo edilizio/concessorio paesaggistico e in violazione alle ‘Linee guida per la manu­tenzione stagionale delle spiagge’ redat­te dalla Regione Puglia, accumulato in­genti quantitativi di materiale litoide a ri­dosso della propria struttura ricettiva. “In riferimento alle linee guida della Regione Puglia, ci sentiamo di dire che sono state emanate nel marzo del 2020, in pieno lockdown – ha rimarcato Notarangelo non vuole essere una scusa, ma noi sono completamente sfuggite in quanto aveva­mo anche altre preoccupazioni da affron­tare. Tuttavia, andando ad osservarle, le linee guide parlano specificatamente di come mantenere gli arenili: le opere che abbiamo attuato non vanno contro le linee guida, noi infatti non abbiamo preso ma­teriale da altre zone o, visto che è vietato, preso la sabbia direttamente dal mare. Sono circostanze che noi non abbiamo assolutamente infranto, noi siamo rimasti nella nostra concessione, non abbiamo alterato la battigia e la linea di riva, questo è quello che veramente provoca seri dan­ni all’ambiente e alla linea costiera. Forse non eravamo a conoscenza delle nuove indicazioni e ci sfuggita l’emanazione del­le linee guida e forse avremmo dovuto fa­re un documento più esplicativo”.

Le linee guida – riportano dalla Guardia Costiera – prevedono, per operazioni ri­guardanti gli arenili, una minuziosa attivi­tà preliminare e autorizzativa finalizzata a salvaguardare il valore paesaggistico, la granulometria del materiale litoide e, in generale l’ecosistema del litorale costie­ro. Le operazioni di escavo e successivo riposizionamento – hanno rilevato gli in­vestigatori – avevano di fatto modificato l’aspetto geografico della costa andando di fatto a creare un vero e proprio cordone dunale artificiale. “I turisti vengono per il nostro mare e per il nostro ambiente che è da salvaguardare – ha sottolineato No­tarangelo -: la foresta è un nostro punto forte. La spiaggia viene pulita anche du­rante il periodo invernale, in particolare dopo le mareggiate che portano residui soprattutto plastici, per avere la battigia sempre pulita, perché la nostra struttura è un family hotel e abbiamo puntato su que­sto aspetto come cavallo di battaglia, quindi l’attenzione alla natura, all’ecolo­gia fanno parte del nostro Dna”. Nell’attività i militari operanti avrebbero accertato anche un’occupazione di de­manio marittimo abusiva pari a una su­perficie di circa 2.500 metri quadri di are­nile con un volume prossimo a circa 3.750 metri cubici. “Occupazione abusiva? La notizia è totalmente sbagliata – ha evidenziato Notarangelo -, perché quella è la spiaggia che io ho in concessione e non ho occupato abusivamente altra spiag­gia. Abbiamo già dato mandato al nostro avvocato (Giarrusso,ndr) di sporgere denunce e querele. Sono emersi docu­menti che dovrebbero essere mantenuti con un certo riserbo anche perché è in cor­so ancora un’indagine. Non si può assolutamente essere trattati in questa manie­ra, alla berlina di tutti, quando invece noi siamo solo impegnati nel nostro lavoro. Alimentare dei fuochi dove si cerca di in­fangare il buon nome di qualcuno, senza dimenticare che l’azienda è presente qui dagli anni 60, è sicuramente una criticità. Cerchiamo di fare il nostro lavoro nel mi­gliore dei modi possibili ovviamente sem­pre rispetto delle regole: siamo esseri umani e possiamo fare dei piccoli sbagli o errori, ma riteniamo che sia esagerato metterci alla berlina. Ci sono le autorità competenti che avranno modo di chiarire la nostra situazione”.

“Siamo la società per azioni, ci siamo sempre comportati secondo le norme, ad­dirittura la spiaggia è certificata, una del­le poche, perché investiamo nella qualità del servizio che offriamo ai nostri clienti, così come fondamentale è la tutela del no­stro ambiente e del nostro ecosistema. Il problema è la movimentazione della sab­bia? Allora bisognerebbe bloccare tutti i lavori che si svolgono regolarmente prima di ogni stagione estiva. Ad esempio, que­sta mattina c’era anche un mezzo del Co­mune di Vieste che operava nei pressi del porto: questa si può fare? Noi non abbia­mo modificato l’ecosistema, abbiamo semplicemente preso la sabbia e posizio­nato più indietro”.

Notarangelo ha modificato il suo modo di intendere il turismo e ha approfittato della pandemia per dare un tocco di novità alla sua struttura. “Abbiamo riaperto in pratica un nuovo albergo, per cui diventa difficile fare paragoni col passato. Tuttavia, pos­siamo esser soddisfatti del lavoro svolto. Siamo riusciti in poco tempo ad aprire una nuova struttura con un nuovo format, pun­tando su una clientela attenta a tali ne­cessità. Siamo andati un po’ in controten­denza. Ci siamo organizzati, siamo pron­ti. Chi non lo è deve cominciare a pensa­re a quello che sarà il futuro. Purtroppo il mondo è cambiato, bisogna prenderne at­to e adeguarsi alle nuove misure. Dobbia­mo ricostruire il nostro mondo, aggior­nandoci giorno per giorno”.

Pietro Capuano

 
 
 

FOGGIA/ EMERGENZA NEVE: ATTIVATO IL PIANO DELLA PROVINCIA

Post n°27766 pubblicato il 13 Febbraio 2021 da forddisseche

FOGGIA/ EMERGENZA NEVE: ATTIVATO IL PIANO DELLA PROVINCIA

Le avverse condizioni metereologiche, che stanno interessando anche la Capitanata, sono state preannunciate nei giorni scorsi dai bollettini meteo della Protezione Civile Nazionale e Regionale. Il Presidente della Provincia Nicola Gatta, che segue costantemente l’evolversi della situazione, nei giorni scorsi ha incontrato i responsabili della struttura provinciale preposta all’attuazione del piano di emergenza neve per verificare eventuali criticità. Oggi in presenza di abbondanti precipitazioni nevose, che stanno interessando ampie zone della Capitanata, è stato attivato il piano di emergenza neve,  con mezzi spalaneve e spargisale, con il coinvolgimento di oltre cinquanta ditte, per garantire la percorribilità delle strade provinciali.
“Gli operatori e i tecnici della Provincia sono stati allertati per attivare il piano predisposto dall’ Ente per affrontare l’emergenza neve – Dichiara il Presidente della Provincia di Foggia, Nicola Gatta – Oltre un centinaio di mezzi, all’uopo necessari, sono stati messi in campo a servizio dell’intera comunità. Si cerca in queste ore di mitigare i disagi causati dalle abbondanti nevicate, pertanto, si raccomanda di limitare gli spostamenti ai soli casi di effettiva necessità e urgenza”.

 
 
 

GARGANO E MONTI DAUNI SOTTO TANTA NEVE Notizie

Post n°27765 pubblicato il 13 Febbraio 2021 da forddisseche

GARGANO E MONTI DAUNI SOTTO TANTA NEVE


Dalle prime ore dell’alba nevica anche in Capitanata. La tanto annunciata perturbazione siberiana è arrivata portando freddo e neve soprattutto lungo  la fascia adriataica fino alla Puglia. In provincia di Foggia sono le località dei Monti dauni e del Gargano ad essere maggiormente interessate. La neve in alcuni centri dell’appennino dauno ha raggiunto anche i 20 centimetri causando disagi soprattutto alla circolazione stradale. Questa mattina alcuni pullman e tir sono rimasti bloccati all’ingresso di Bovino prima dell’intervento dei mezzi spazzaneve. Si circola con difficoltà su tutte le arterie interne, e solo se con equipaggiamento invernale.  Neve anche sul Gargano da Monte Sant’Angelo a San Giovanni Rotondo e Rignano garganico, anche se al momento non si segnalano disagi particolari. Nuovamente imbiancata la Foresta Umbra. Temperature ovunque sotto lo zero. Pioggia e vento, invece, interessano le pianure del tavoliere e la costa del Gargano dove nel pomeriggio è prevista neve. Scuole chiuse.

Intanto la Provincia ha attivato il piano di emergenza neve,  con mezzi spalaneve e spargisale, con il coinvolgimento di oltre cinquanta ditte, per garantire la percorribilità delle strade provinciali.

Oltre un centinaio di mezzi, all’uopo necessari, sono stati messi in campo a servizio dell’intera comunità. Si cerca in queste ore di mitigare i disagi causati dalle abbondanti nevicate, pertanto, si raccomanda di limitare gli spostamenti ai soli casi di effettiva necessità e urgenza.

 
 
 

ATTENZIONE ALLA CIRCOLAZIONE ANCHE SULLA VIESTE-MATTINATA

Post n°27764 pubblicato il 13 Febbraio 2021 da forddisseche

ATTENZIONE ALLA CIRCOLAZIONE ANCHE SULLA VIESTE-MATTINATA

Dalle ore 08:00 due squadre della Protezione Civile Pegaso a causa della presenza massiccia di ghiaccio , hanno operato con due jeep e spargisale sulla sp53 Vieste-Mattinata e messo in sicurezza la viabilità fino al tratto di Vignanotica. Prestare massima attenzione fino alla fine dell’allerta. Per qualsiasi emergenza numero operativo H24 – 3467389602 .