Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 62
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelelloquitaQuartoProvvisoriolaboratoriotvalodaSerieA24filiditempogennarotedescofranco_oddoamenestrinaYuliviidonmichelangelotondofrutto.dibosco.iofrancescolastrico
 

Ultimi commenti

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Messaggi del 10/09/2021

VIESTE – Torna “Collateral Maris Festival”, dal 13 al 16 settembre con “Qui, io abito”, spettacoli, eventi culturali e…

Post n°28605 pubblicato il 10 Settembre 2021 da forddisseche

VIESTE – Torna “Collateral Maris Festival”, dal 13 al 16 settembre con “Qui, io abito”, spettacoli, eventi culturali e…

110

L’estate viestana  prosegue con il consolidato appuntamento settembrino di Collateral Maris Festival, il festival di Arti e Paesaggi, che andrà in scena dal 13 al 16 settembre 2021

 

Il tema che guida la IV edizione è quello dell’Abitare inteso nella sua accezione heideggeriana: “assunzione di responsabilità e cura nei confronti dei luoghi di cui siamo gli abitanti”, la declinazione del tema è racchiusa nell’assunto “Qui, io abito! ”. Abitare il proprio corpo, il proprio paese, il pianeta Terra.

 

 “La pandemia e le relative misure di contenimento hanno condizionato le nostre abitudini di movimento e hanno indirizzato i nostri pensieri verso i temi della presenza e del contatto, e più in generale su come abitare i luoghi che viviamo. Abitare non è il solo dormire, lavorare o usufruire dei servizi di un certo territorio ma attribuzione di senso e valore. Con questo festival vogliamo contribuire a questa riflessione” dichiara Nicla Del Frate presidente dell’associazione Collateral.

 

Lo spirito randomante del festival attraverserà siti archeologici, centro storico, antichi sentieri ed ovviamente il mare e la sua costa, per esaltare e valorizzare i luoghi più inaspettati e affascinanti di Vieste.

 

Gli appuntamenti sono pensati per rapportarsi ad ogni fascia di età con linguaggi artistici diversi come spettacoli musicali e teatrali, laboratori culturali, esibizioni danzanti, installazioni, mostre fotografiche, street art. Ci sarà spazio anche per le visite guidate, il trekking e l’osservazione astronomica.

 

 “E’ stato un lavoro collettivo e non poteva essere altrimenti” Francesca Stramacchia una delle organizzatrici del festival, “abbiamo voluto coinvolgere amici di varie associazioni e realtà culturali, mischiando saperi e attitudini. Siamo davvero contenti di aver accolto la disponibilità, anche dall’estero, di artisti e cittadini di diverse estrazioni espressive ma che insieme colorano il festival che avevamo in mente”

 

Questa edizione è caratterizzata dalla Call for Artist con lo scopo di indagare in maniera comunitaria e con diverse espressività sui termini come appartenenza, consapevolezza, cittadinanza attiva, sostenibilità, resistenza, conoscenza, recupero ed innovazione

 

“La Call vuole essere occasione di ulteriore confronto e dialogo sul tema del festival.

 

 La partecipazione è stata aperta a tutti e ricevere dei lavori di così alta qualità è per noi stata una piacevolissima sorpresa che ha dato del filo da torcere alla giuria!dichiara Giacoma Di Vieste, curatrice insieme a Giovanni Rinaldi della call e della Mostra Collettiva presso il Museo Archeologico Petrone.

 

Programma completo del festival

 

12 SETTEMBRE

 

Ore 19.00 Qui, io Abito – Mostra Collettiva / Apertura e visita mostra- Museo archeologico Petrone

 

13 SETTEMBRE

 

Ore 18.00 Inaugurazione opera fotografica di Alessandro Tricarico – Piazzetta Petrone

 

Ore 19.30 Les Trois lézards / concerto acustico – Punta S.Francesco

 

14 SETTEMBRE

 

ORE 10.00 Stage di danza africana con Elena del Mondo

 

Ore 16.30 E tu, con chi ti senti a casa? / laboratorio bambini – Bookboat Betta

 

Ore 18.30 Alfabeto runico / concerto – Necropoli La Salata con visita guidata degustazione birra del Gargano

 

15 SETTEMBRE

 

Ore 10:00

 

 Cartoline d’autore/ Workshop di pittura En plein air con Stefania Maggiulli Alfieri – associazione Nikephoros

 

Ore 17.00 Blub blub blub / laboratorio bambini ass.seconda stella a destra- Marina Piccola

 

Ore 18.00 Ammare – Performance teatrale a cura di Compagnia Nostos e Michele Stefania

 

Ore 22.00 Caccia all’anima/ performance di teatro danza con installazione sonora  di Elena Nel Mondo – Piazzetta Petrone

 

16 SETTEMBRE

 

Ore 18.00 Trekking e osservazione astronomica in masseria con presentazione dell’album Petroleum di Federico Ferrari – Masseria La Sgarrazza

 

Ore 20.00 Dialogo con il filosofo Costantino Esposito a seguire Sottani e Soprani/ Tour guidato ass.Mythos – borgo ottocentesco

 

Installazioni/ Mostre

 

Alessandro Tricarico / Opera su tema – Piazzetta Petrone

 

Tommaso Protti/ Bakur – via Marconi

 

 Radici/ Futuro Arcaico – Marina Piccola

 

La IV edizione di Collateral Maris Festival gode del sostegno del Comune di Vieste, dell’associazione Commercianti del centro storico di Vieste e con il patrocinio di Gal Gargano.

 

Info e prenotazioni:

 

+39 3280812136/ +39 3402194160

 

Email: collateralmaris@gmail.com

 

#CollateralMaris #QuiIoAbito

 
 
 

Dissero di non voler più tornare, ma sono di nuovo a Vieste anche dopo il furto della bici Ultimo aggiornamento Set 10, 2021

Post n°28604 pubblicato il 10 Settembre 2021 da forddisseche

Dissero di non voler più tornare, ma sono di nuovo a Vieste anche dopo il furto della bici 

 
276
 

Probabilmente si ricorderà la vicenda dei due camperisti modenesi in vacanza a Vieste, vittime del furto delle loro biciclette a giugno dello scorso anno. Una vicenda che, sia pure conclusasi felicemente con il ritrovamento dei due velocipedi grazie ad una fulminea e brillante operazione dei carabinieri della locale tenenza, lasciò una macchia nell’alveo della rinomata accoglienza della nostra città. Anche perché la notizia fu ripresa da diversi giornali e tv. Al punto che i due turisti, Laura e Luciano Mazzetti, dichiararono alla stampa che non avrebbero più fatto ritorno a Vieste.

Ebbene, non solo i due camperisti sono tornati in vacanza a Vieste quest’anno, ma hanno fatto promozione per la nostra città. Li abbiamo incontrati per caso a “Marina piccola” (dove eravamo per registrare una intervista al sindaco) a bordo delle loro biciclette. “Non potevamo non ritornare a Vieste – ci ha detto la signora Laura, avvicinatasi assieme al marito dopo aver riconosciuto il sindaco -. La città con il suo territorio è ormai nel nostro cuore ed è per noi il luogo ideale per fare sport, non solo con la bici, ma anche con la canoa che è un’altra nostra passione. Troppo bella questa cittadina”. Il signor Luciano, ha voluto evidenziarci, dal canto suo, la generosità dei viestani. “In quella brutta circostanza – ha detto – ci ha molto colpito la mobilitazione dei cittadini e la vicinanza nei nostri confronti da parte del Sindaco e dell’Assessora alla Cultura. Alla fine è stato questo atteggiamento, oltre alle bellezze del territorio e del centro storico, a farci tornare a Vieste con tanto entusiasmo”. E, a proposito di Vieste, la signora Laura non ha lesinato apprezzamenti. “La cittadina è sempre più bella. Tornando abbiamo notato un’ottima organizzazione, le strade pulite e tante opere nuove. Abbiano notato anche la realizzazione di tanti eventi culturali e innovativi. Insomma siete bravi e sempre più accoglienti. Vieste nel cuore”.

 
 
 

“Vieste in Love”, stasera “Terrazze sonore” e “Vieste Music Festival” Ultimo aggiornamento Set 10, 2021

Post n°28603 pubblicato il 10 Settembre 2021 da forddisseche

“Vieste in Love”, stasera “Terrazze sonore” e “Vieste Music Festival” 

 
55
 

Dopo la serata dedicata ai bambini (ma anche a chi bambino non lo è più), con “Wonderland”, che ha animato lo “stradone” del borgo Ottocentesco, “Vieste in Love” prosegue stasera con due appuntamenti di grande rilievo.

 

Il primo riguarda “Terrazze sonore”, ovvero “La musica dal un alto punto di vista”. Nel centro storico, ecco note sbucare, quando meno ce lo si aspetta, da una serie di balconi selezionati. Componenti d’orchestra pronti a stupire con le loro meravigliose esibizioni. Effetto wow garantito. La bellezza del centro storico si compenetra con l’intensità della musica. Ne vien fuori un evento da favola. Eterno e immenso come l’amore di Vieste in Love.  Da Orfeo ed Euridice di Gluck al Romeo&Giulietta di Nino Rota; dalla passione di Violetta e Alfredo all’immancabile Nuovo Cinema Paradiso; ma anche La Bella e la Bestia per i più piccoli e i tanghi di Piazzolla per i più grandi. Archi, fiati, chitarre, percussioni e legni di ogni genere per creare un’atmosfera magica in tutto il centro antico. Tutti musicisti professionisti e componenti dell’Orchestra Filarmonica. A partire dalle ore 20:00.

Secondo appuntamento, con “Vieste Music Festival”. Una serata musicale dedicata interamente alle voci viestane! Sotto la direzione artistica di Leo Soldano della Bluemoon Studio Music School, dieci cantanti saranno protagonisti di un evento live imperdibile! Selezionati al termine di candidature e audizioni, saranno accompagnati dalla band Just Cool, con Vanessa Calderisi, Chiara Montanaro, Antonio Coco e Leo Soldano. Saranno eseguiti brani originali, editi o inediti, appartenenti a qualsiasi genere musicale. Il vincitore si garantirà una produzione musicale audio e video.

 

Il tutto, a partire dalle ore 21:30, nel magico scenario della rotonda di Marina piccola.