Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 62
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelelloquitaQuartoProvvisoriolaboratoriotvalodaSerieA24filiditempogennarotedescofranco_oddoamenestrinaYuliviidonmichelangelotondofrutto.dibosco.iofrancescolastrico
 

Ultimi commenti

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Messaggi del 16/09/2021

Foggia, arrivano i nuovi bus Ataf dal look bianco. “Sensibilizziamo la cittadinanza all’uso del mezzo pubblico”

Post n°28628 pubblicato il 16 Settembre 2021 da forddisseche

Foggia, arrivano i nuovi bus Ataf dal look bianco. “Sensibilizziamo la cittadinanza all’uso del mezzo pubblico”

I commissari che hanno incontrato più volte i vertici aziendali dell’Ataf sono al lavoro su almeno 2 fronti: strade e soste

Tutta la governance aziendale dell’Ataf di Foggia, rappresentata dal nuovo amministratore unico Antonio Rana, accompagnato dal dirigenti, la dottoressa Stefania Piarullo e l’ingegner Leonardo Ciuffreda, ha presentato questa mattina insieme al commissario prefettizio Antonio Giangrande, i nuovi mezzi, dal dress code bianco, davanti al pronao della Villa Comunale. I 17 bus, 12 Mercedes Conecto da 12 mt già arrivati (10 urbani e 2 suburbani) e altri 5 in arrivo, Mercedes Citaro da 10,80 mt, sostituiranno le circolari obsolete. Presto tutti i bus in circolazione. Al momento l’azienda dispone di un totale di 66 mezzi funzionanti: 17 i nuovi nuovissimi Mercedes, 29 le trentine e 20 mezzi funzionanti del parco mezzi iniziale, a coprire 41 linee.
Tutti i nuovi veicoli sono dotati di cartelli indicatori, videosorveglianza, conta passeggeri, predisposizione obliteratrici, impianto antincendio nel vano motore, aria condizionata con filtri antivirali e predisposizione per il telerilevamento. Altre dotazioni fondamentali sono quelle per i diversamente abili.
“Ci teniamo molto a spingere sul senso civico e di responsabilità comune che tutta la città deve sentire come proprio nei confronti dei mezzi pubblici, a maggior ragione dopo questo cospicuo investimento. Per questo il payoff Siamo tutti sullo stesso autobus”, ha rilevato Rana.

Questa mattina erano presenti il dirigente al traffico, il comandante Romeo Delle Noci, in abiti civili e con cravatta a tema con piccoli bus, e il Rup Mario Villani. Con loro anche molti autisti. Dino e Leonardo con più di 30 anni di servizio, non ricordano un momento più buio dell’azienda di quello appena concluso. Gli autobus erano davvero vecchi, sono almeno 15 anni che la situazione è precipitata. Anche le strade ci hanno messo del loro, lavorare e guidare era complicato, tra rumore e vibrazioni causate dalle buche”. Secondo loro, l’utenza è ancora affezionata all’Ataf. “I ragazzi prendono il bus anche al di là delle corse scolastiche”. Rimane a Foggia insomma la circolare un mezzo giovane e anziano allo stesso tempo, per due fasi della vita molto importanti. I commissari che hanno incontrati più volte i vertici aziendali sono al lavoro su almeno 2 fronti: strade e soste. Pur nelle non risposte di Giangrande si intravedono delle prospettive. È in corso una ricognizione sulle maggiori urgenze del manto stradale cittadino.

 
 
 

UN IDROVOLANTE TRA GARGANO, TREMITI E CROAZIA. PROGETTI AMBIZIOSI PER POTENZIARE IL TURISMOi

Post n°28627 pubblicato il 16 Settembre 2021 da forddisseche

UN IDROVOLANTE TRA GARGANO, TREMITI E CROAZIA. PROGETTI AMBIZIOSI PER POTENZIARE IL TURISMO


Progetti ambiziosi a Marina del Gargano. Patroni Griffi: “Pensiamo ad altre modalità di trasporto con alcuni mezzi ibridi”. D’Errico: “Una tratta verso Dubrovnik e metrò del mare lungo il promontorio”


Manfredonia deve tornare ad essere il capolinea dei collegamenti marittimi da e per le Isole Tremiti, ma con mezzi veloci e sicuri. E quanto emerso durante l’intitolazione del due moli del porto turistico “Marina del Gargano”. Alle nostre domande sulla possibilità di ripristinare i collegamenti via mare ha risposto il presidente dell’Autorità Portuale di Sistema dell’Adriatico Meridionale, Ugo Patroni Griffi. “È inutile negarlo, oggi i privati trovano più conveniente collegare le Tremiti con il porto di Termoli che in termini di miglia nautiche è molto più vicino. Dobbiamo pensare ad altre modalità di trasporto con alcuni mezzi ibridi tra la nave e l’aereo come gli idrovolanti. E Manfredonia potrebbe diventare una delle idrosuperfici più importanti dell’Adriatico non solo per collegare le Isole Tremiti, ma anche la Croazia”. Anche gli amministratori del Marina del Gargano, Ciro Gelsomino e Gino D’Errico, sono pronti a scommettere. “È uno dei tanti obiettivi che ci siamo posti. Manfredonia deve diventare il punto di partenza e di arrivo di quel turismo d’elite al quale stiamo puntando. Un collegamento Manfredonia-Dubrovnik con l’idrovolante, ma anche il metrò del mare per collegare la nostra città alle diverse località rivierasche del Gargano”.

 

 
 
 

VIESTE – Rossella Falcone entra nel Consiglio d’Amministrazione di Aqp Ultimo aggiornamento Set 15, 2021

Post n°28626 pubblicato il 16 Settembre 2021 da forddisseche

VIESTE – Rossella Falcone entra nel Consiglio d’Amministrazione di Aqp 

 
305
 

Dopo l’ingresso nel Consiglio Direttivo del Parco del Gargano di qualche mese fa, Rossella Falcone, assessore al Turismo e vicesindaco di Vieste, incassa un’altra nomina, questa volta nell’organo amministrativo dell’Acquedotto Pugliese spa.
La decisione è stata presa dalla Giunta Regionale. Laureata in Giurisprudenza alla Luiss Guido Carli di Roma e abilitata alla professione Forense, è manager di imprese turistiche e ha un master in Management Sanitario all’Università Bocconi di Milano.
Nell’amministrazione a cinque di Aqp sono stati nominati anche l’imprenditrice salentina Tina di Francesco, l’ex sindaco di Capurso Francesco Crudele che alle scorse regionali con il movimento ‘Italia in Comune” ha incassato quasi 8mila voti.
Nominati anche l’ex senatore della Repubblica e assessore al Welfare della Puglia, l’imprenditore del settore dell’alluminio, Salvatore Ruggieri e Domenico Laforgia, già rettore dell’Università del Salento e direttore del dipartimento dello Sviluppo Economico.

 
 
 

Da oggi Vieste set cinematografico, si gira “I’m Fallen” di produzione svizzera-italiana Il Set 15, 2021

Post n°28625 pubblicato il 16 Settembre 2021 da forddisseche

Da oggi Vieste set cinematografico, si gira “I’m Fallen” di produzione svizzera-italiana 

 
248
 

Vieste a partire da oggi è il set cinematografico del film “I’m Fallen”, dramma familiare ambientato a Vieste, in cui due famiglie trascorrono insieme, come di consueto, le loro vacanze. I protagonisti sono Adam con sua moglie Elena e il figlio dodicenne Finn e il migliore amico di Adam, Matti, con sua moglie Elisabeth e il figlio Luca, di tredici anni. Un incidente sconvolgerà all’improvviso l’idillio familiare portando i vari personaggi ad una rottura.
Un film di produzione svizzero-italiana con il contributo dell’Apulia Film Commission ed il patrocinio del Comune di Vieste.
Per circa un mese Vieste ospiterà operatori, troupe e gli attori del film.
Il cinema è una grande forma di promozione territoriale e quando un luogo diviene set cinematografico, come in questo caso, consente anche di aiutare l’economia locale lasciando delle risorse economiche direttamente sul territorio.
Dall’Apulia Film Forum svoltosi a Vieste ormai 4 anni fa, oggi finalmente una casa di produzione sceglie Vieste con set
Per la prima volta l’intero film sarà girato a Vieste e per due mesi l’intera produzione con oltre 50 maestranze sarà presente sul territorio con una ricaduta economica importante che ci consentirà di allungare ulteriormente la stagione turistica. E l’aspetto più importante è che per la prima volta Vieste sarà il luogo reale del film, nel senso che l’ambientazione farà esplicito riferimento alla nostra cittadina. In altri termini, nel film si dirà di trovarsi a Vieste, contrariamente ad altre produzioni in cui il nome di Vieste veniva riportato solo nei ringraziamenti nei titoli di coda e alla location si dava un nome di fantasia. Inoltre, questo lungometraggio sarà trasmesso sui canali delle tv nazionali di Svizzera e Germania, nostri mercati di riferimento.