Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 63
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

paco20000laboratoriotvforddissecheQuartoProvvisorioanimegemelle20Quivisunusdepopulolegrin2marzianadgl12pasquale.troiaalosi1poljekprefazione09alecilcarla.bosso
 

Ultimi commenti

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 07/01/2022

Carmine Padula Official 1070 iscritti Carmine Padula ed i suoi collaboratori ci portano dietro le quinte

Post n°29002 pubblicato il 07 Gennaio 2022 da forddisseche

1070 iscritti
Carmine Padula ed i suoi collaboratori ci portano dietro le quinte della nuova colonna sonora scritta da Padula per la nuova Fiction Rai "La Sposa" con Serena Rossi, per la regia di Giacomo Campiotti. "La Sposa", in onda prossimamente su Rai 1. Regia di Giacomo Campiotti Musica di Carmine Padula Una produzione Rai Fiction & Endemol Shine Italy Credits Video Realizzato da Francesco Cordani Prodotto da Rai Com
 
 
 

Canone Rai: dal 2023 uscirà dalla bolletta della luce Per il 2022 la forma di abbonamento obbligatorio

Post n°29001 pubblicato il 07 Gennaio 2022 da forddisseche

Canone Rai: dal 2023 uscirà dalla bolletta della luce

Per il 2022 la forma di abbonamento obbligatorio per chi riceve in casa il segnale tv resta invariata. Nulla cambia per quanto riguarda tablet e smartphone: nessuna tassa alternativa. Le regole per le esenzioni

(ansa)

Dal 2023 il canone Rai tornerà ad essere pagato in maniera autonoma, fuori dalla bolletta della luce. È la condizione che la Commissione europea ha posto al Governo italiano per poter ricevere i fondi del Pnrr.

Si tornerà, dunque, al vecchio sistema. E qualcuno teme che ci sarà una nuova impennata di evasori. Rischio che si corre già oggi, visto che molti utenti seguono serie e trasmissioni tv via Internet, anche grazie al servizio Rai Play che la stessa Rai ha messo gratuitamente a disposizione.

Ma intanto cosa cambia nel 2022? L’abbonamento (obbligatorio) per chi riceve in casa il segnale televisivo resta fino alla fine di quest'anno nella bolletta elettrica. Nulla cambia per quanto riguarda tablet e smartphone. In Parlamento è naufragata la proposta avanzata a fine 2021 di far pagare la tassa non solo ai possessori di un televisore, ma anche ai proprietari di un dispositivo elettronico che consente di guardare i programmi via Internet.

Chi ha beneficiato finora dell’esenzione dal versamento dell’imposta dovrà però presentare una nuova richiesta: la domanda, infatti, va fatta ogni anno, entro la fine del mese di gennaio affinché l’esenzione copra tutto l’anno. Se la richiesta arriva dal 1° febbraio al 30 giugno l’esenzione copre solo il secondo semestre. Dal 1° luglio al 31 gennaio, copre solo l’anno successivo.

In pratica chi sa di non dover pagare il canone tv deve rinnovare entro il 31 gennaio la richiesta di esenzione affinché questa sia valida per tutto l’anno.

Chi ha diritto al trattamento

1) I cittadini che hanno un’utenza elettrica, ma non detengono alcun apparecchio televisivo in casa.

2) Chi ha compiuto i 75 anni di età ed ha un reddito annuo non superiore a 8mila euro.

3) I diplomatici ed i militari stranieri.

Come si fa la richiesta di esenzione

La richiesta va fatta sotto forma di autocertificazione, va inviata all’Agenzia delle Entrate collegandosi al sito delle Entrate (agenziaentrate.gov.it, sezione Schede informative e servizi – Agevolazioni – Canone TV – Casi di esonero);

Oppure tramite raccomandata, allegando una copia di un documento di identità, all’indirizzo Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 – 10121 Torino.

Chi finora ha pagato nella bolletta della luce i 90 euro diluiti in dieci rate da 9 euro l’una tra gennaio e ottobre continuerà a versare l’abbonamento televisivo nello stesso modo. In alternativa, è possibile pagarlo con modello F24, oppure tramite addebito sulla pensione.

 
 
 

Un goal per la legalità al “Lecce” di San Giovanni Rotondo. Una “partita del cuore” contro le discriminazioni

Post n°29000 pubblicato il 07 Gennaio 2022 da forddisseche

Un goal per la legalità al “Lecce” di San Giovanni Rotondo. Una “partita del cuore” contro le discriminazioni Di Redazione 7 Gennaio 2022 Cultura&Società Disputata in collaborazione con l’associazione Quasar. Protagonisti gli studenti e i giovani provenienti da Paesi Terzi, non accompagnati. Il dirigente scolastico, Luigi Talienti: “Contrastiamo il disagio giovanile e la dispersione”Condividi suFacebookTwitterInvia per emailIl 7 gennaio 2022, presso l’Ipeoa “M. Lecce” di San Giovanni Rotondo, si è concluso un percorso formativo di legalità, che ha visto protagonisti un gruppo di giovani provenienti da Paesi Terzi, non accompagnati. Il corso, della durata di 20 ore, articolato in sei incontri, è stato organizzato nel pieno rispetto del protocollo anticovid19, nel periodo di sospensione delle attività didattiche ordinarie, al fine di evitare assembramenti e di creare momenti di convivialità in un periodo non per tutti gioioso.Obiettivo dell’azione formativa è stato quello di permettere ai partecipanti di acquisire le nozioni alla base della cittadinanza e le competenze chiave di “Cittadinanza e Costituzione”, così come definite dal Ministero dell’Istruzione. L’attività è stata realizzata in sinergia con l’associazione Quasar-USR Puglia ed ha prodotto un coinvolgimento fattivo dei ragazzi. Un successo didattico che si colloca all’interno di una cornice più ampia, che ha visto la realizzazione di iniziative interconnesse a favore dell’inclusione e integrazione. Basti pensare, ad esempio, alla “partita del cuore” realizzata all’interno dell’Istituto di Pena di Foggia, al progetto Cuisiner, all’iniziativa a favore del reparto oncologico-pediatrico dell’Ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo.“I ragazzi – sottolinea il dirigente scolastico, Luigi Talienti – devono acquisire un forte senso civico tra i banchi di scuola, al fine di favorire una formazione e una crescita adeguata. L’Istituzione scolastica deve intervenire oltre il tempo scuola e divenire punto fermo di riferimento: solo così si potranno contrastare il disagio giovanile e la dispersione implicita ed esplicita. È necessario creare uno spirito identitario che colleghi in maniera indissolubile gli studenti e la Comunità educante. È necessario promuovere la stipula di Patti Educativi di Comunità che rendano, in sinergia, più incisiva l’azione corale delle Istituzioni. In tale direzione non bisogna lasciare indietro nessuno, il contrario sarebbe un insuccesso di tutti. Così, tutti insieme possiamo valorizzare il territorio e le sue splendide risorse. La scuola c’è e con forza educativa afferma la sua mission”. Al termine della partita sono state donate ai partecipanti borracce con il logo dell’Istituzione scolastica, quale simbolo dell’iniziativa “e con l’auspicio – aggiunge il dirigente scolastico – che le stesse possano dissetare sempre i nostri ragazzi e la loro voglia di realizzare i loro sogni”. Il percorso si è concluso con la disputa di una partita di calcio, tra i ragazzi iscritti all’azione formativa e una squadra rappresentativa della scuola, in quanto lo sport è volano per l’interiorizzazione dei valori che sovraintendono il regolare svolgimento della vita comunitaria. “Il risultato finale non conta – commentano gli organizzatori – abbiamo vinto tutti nella partita dell’inclusione e dei valori civici”.All’evento erano presenti il sindaco di San Giovanni Rotondo, Michele Crisetti e il vicesindaco Maria Pia Patrizio. In rappresentanza dell’amministrazione comunale, hanno manifestato la loro vicinanza e il loro supporto alla realizzazione delle future iniziative didattico-formative, quale Ente di prossimità, rappresentando il giusto plauso alla giornata.Il calcio d’inizio è stato dato da una vecchia gloria del calcio italiano, Paolino De Giovanni, quale rappresentante del Foggia Calcio che fu, entrato a pieno titolo nella storia del territorio.“Un ringraziamento particolare – evidenzia Luigi Talienti – va a Sara Frecina, tutor del corso, che ha supportato le attività; un plauso allo SPRAR di Rodi Garganico e ai docenti Balta, Marinaro, Di Pumpo e Iannacone che, con il loro impegno, oltre il tempo scuola, rendono speciale una Comunità Educante, all’insegna dei valori etici, morali e deontologici”.Condividi suFacebookTwitterInvia per emailIn questo articolo: San Giovanni RotondoULTIME NOTIZIEUn goal per la legalità al “Lecce” di San Giovanni Rotondo. Una “partita del cuore” contro le discriminazioni“Terra Rossa”, mossa a sorpresa della Procura di Foggia: chiesto l’incidente probatorio. Ansia di Di Bari per riabilitare immagineCovid corre in Puglia, 5.581 nuovi casi (738 nel Foggiano) ma solo 36mila test. Superati i 50mila positiviIMMEDIATO TV“Siamo abituati, in questa strada quasi tutti hanno subito qualche attentato”. L’amarezza di un foggiano in via Guido Dorso“Il Covid non è una semplice influenza”, Di Serio (San Raffaele): “Vaccino blocca virus quando attacca gli organi”Il foggiano Leccese conferma la mazzetta a Lerario: “Era un regalo natalizio per ringraziarlo”