Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 63
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissecheQuartoProvvisorioexpertferrolaboratoriotvmadmax223Arianna1921nita901capuzzofreeemotionsmichimarinotre.d.condorPerturbabiIepippoberserkcassetta2
 

Ultimi commenti

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 13/08/2022

Vacanze garganiche per Albano: tappe a Monte, Vieste, Peschici e Isole Tremiti Ultimo aggiornamento Ago 13, 2022

Post n°29927 pubblicato il 13 Agosto 2022 da forddisseche

Vacanze garganiche per Albano: tappe a Monte, Vieste, Peschici e Isole Tremiti 

 
261
 

Sta compiendo un tour vacanziero sul Gargano, l’inossidabile Albano, artista conosciuto in tutto il mondo. Dopo essere stato a Monte Sant’Angelo, è sceso a Vieste (qui in foto al lido “Delfino” con i giovani gestori), poi s’è diretto a Peschici, da dove oggi s’è imbarcato per le Isole Tremiti.

  

Beh, che dire? Vedere un salentino, tra l’altro famoso come Albano, fare vacanza sul Gargano, non può che far piacere. E’ proprio il caso di dire “Viva le Puglie”.

 
 
 

VIESTE – Auto prende fuoco sulla litoranea, l’antincendio di Santa Tecla evita il peggio Ultimo aggiornamento Ago 13, 2022

Post n°29926 pubblicato il 13 Agosto 2022 da forddisseche

VIESTE – Auto prende fuoco sulla litoranea, l’antincendio di Santa Tecla evita il peggio 

 
610
 
 

Questa mattina, intorno alle 11.30, un’autovettura, del tipo monovolume, con a bordo una famiglia lombarda in vacanza a Vieste, si è improvvisamente incendiata sulla strada sp 53 (litoranea Vieste – Mattinata), al km 24, nella zona di Santa Tecla. Dopo alcuni minuti il personale della squadra antincendio di Santa Tecla ha notato la colonna di fumo nero e si è portata sul posto con un’autobotte e pick up antincendio. Arrivati sul posto, ci si è resi conto che il veicolo aveva il vano motore in fiamme e le stesse si erano propagate alla vegetazione limitrofa. Il rapido e provvidenziale intervento della squadra antincendio della tenuta di Santa Tecla, ha permesso in pochi minuti di spegnere e bonificare l’incendio. La strada è rimasta bloccata per circa 40 minuti, con disagi per la circolazione. Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri di Vieste e Vigili del Fuoco di Manfredonia per i dovuti accertamenti. Il rogo, con ogni probabilità, è stato causato da un avaria al motore dell’autovettura. Illesi gli occupanti del mezzo, andato completamente distrutto.

 
 
 

Anche un concerto di Cristina D’Avena alla prossima edizione di “Vieste in love” Il Ago 13, 2022

Post n°29925 pubblicato il 13 Agosto 2022 da forddisseche

Anche un concerto di Cristina D’Avena alla prossima edizione di “Vieste in love” 

 
228
 

“A far l’amore comincia tu” cantava la Raffaella nazionale e per farlo quest’anno basterà raggiungere Vieste a partire dal 3 settembre e vivere nove giorni densi di appuntamenti con la terza edizione della “Vieste in Love”.
La capitale del turismo pugliese si lascerà travolgere da un fiume di cuori che arricchiranno le viuzze, i balconi, le vetrine, le scalinate e i luoghi simbolo della città, anche grazie al coinvolgimento dei residenti della città garganica, autentici protagonisti dell’evento. Dopo il successo delle edizioni 2019 e 2021, la manifestazione d’amore più attesa dell’estate pugliese torna a creare un polo d’attrazione nella magica scenografia naturale del Gargano.
Ufficializzati i primi tre eventi del ricco programma, che si svolgerà in gran parte in piazza Marina Piccola.
Il 5 settembre è in programma lo Stunt Show dedicato agli appassionati degli sport estremi, con il Folco Team, società leader nel settore Action Stuntman. Uno show che lascerà a bocca aperta tutti gli spettatori, uno spettacolo inclusivo e coinvolgente che vedrà diversamente abili protagonisti in prima fila.
Il 7 settembre spazio ai classici e alla musica leggera con la Jazz Big Band & Matteo Brancaleoni: un concerto con la presenza straordinaria del crooner italiano per eccellenza, autentico ambasciatore dello swing tricolore nel mondo, nonché uno degli interpreti principali del Songbook italiano e americano.
Nel finale della kermesse, promossa dall’Assessorato al Turismo del Comune di Vieste e organizzata dalla società di eventi Studio360, spazio all’amore più puro e allo stupore dei più piccoli: l’8 settembre infatti ci sarà uno Spettacolo Disney in pieno quartiere ottocentesco, valorizzato dall’attuale amministrazione e che fino a qualche anno fa era ritenuto dormiente e praticamente spento, un evento pieno di vita. Uno spettacolo all’insegna di Walt Disney per rivivere emozioni senza età e senza tempo. E per concludere la giornata, il concerto che unirà tutti sotto la bandiera dell’intrattenimento: Cristina D’Avena canterà nella Perla del Sud per salutare la terza edizione di Vieste in Love, evento attraente e coinvolgente.

 
 
 

La morte di Piero Angela e il suo ultimo, commovente messaggio a tutti noi Il Ago 13, 2022

Post n°29924 pubblicato il 13 Agosto 2022 da forddisseche

La morte di Piero Angela e il suo ultimo, commovente messaggio a tutti noi 

 
278
 

Nei giorni scorsi Piero Angela, giornalista divulgatore di alta qualità e decano dell’Azienda Rai, deceduto questa mattina a 93 anni, ha voluto lasciare ai social del suo programma SuperQuark l’ultimo messaggio di saluto ai telespettatori: “Cari amici, mi spiace non essere più con voi dopo 70 anni assieme. Ma anche la natura ha i suoi ritmi. Sono stati anni per me molto stimolanti che mi hanno portato a conoscere il mondo e la natura umana. Soprattutto ho avuto la fortuna di conoscere gente che mi ha aiutato a realizzare quello che ogni uomo vorrebbe scoprire. Grazie alla scienza e a un metodo che permette di affrontare i problemi in modo razionale ma al tempo stesso umano. Malgrado una lunga malattia sono riuscito a portare a termine tutte le mie trasmissioni e i miei progetti (persino una piccola soddisfazione: un disco di jazz al pianoforte…). Ma anche, sedici puntate dedicate alla scuola sui problemi dell’ambiente e dell’energia. È stata un’avventura straordinaria, vissuta intensamente e resa possibile grazie alla collaborazione di un grande gruppo di autori, collaboratori, tecnici e scienziati. A mia volta, ho cercato di raccontare quello che ho imparato. Carissimi tutti, penso di aver fatto la mia parte. Cercate di fare anche voi la vostra per questo nostro difficile Paese. Un grande abbraccio”

 
 
 

È morto l'ultimo frate assistente di Padre Pio: il molisano Marcellino Iasenzaniro Il frate collaboro' col santo

Post n°29923 pubblicato il 13 Agosto 2022 da forddisseche

È morto l'ultimo frate assistente di Padre Pio: il molisano Marcellino IasenzaniroIl frate collaboro' col santo dal 26 aprile al 26 settembre 1965. Nato il 13 giugno 1930 a Casacalenda, in provincia di Campobasso, frate Marcellino e' entrato in convento all'eta' di 16 anni.

È morto l'ultimo frate assistente di Padre Pio: il molisano Marcellino Iasenzaniro

Padre Marcellino Iasenzaniro

 
 
 
 

I titoli conseguiti e le sue doti personali gli consentirono di mettere la prima parte del suo ministero sacerdotale al servizio degli studenti a Sant'Elia a Pianisi e a Campobasso, come precettore, direttore spirituale, insegnante, prefetto degli studi, animatore vocazionale e bibliotecario. Frate Marcellino era ancora uno studente di Teologia quando, nel 1952, conobbe Padre Pio.

 
 
 

Oggi, 13 Agosto 1062, in un pantano a Foggia il ritrovamento di una tavola in legno raffigurante una Madonna

Post n°29922 pubblicato il 13 Agosto 2022 da forddisseche

Oggi, 13 Agosto 1062, in un pantano a Foggia il ritrovamento di una tavola in legno raffigurante una Madonna: è la Madonna dei Sette VeliLa storia della Madonna dei Sette Veli riguarda direttamente la storia di Foggia che nel 1062 non poteva ancora dirsi una città. Era piuttosto un piccolo borgo che si arroccava intorno ad una taverna: la taverna del gufo

Oggi, 13 Agosto 1062, in un pantano a Foggia il ritrovamento di una tavola in legno raffigurante una Madonna: è la Madonna dei Sette Veli

Il sacro tavolo della Madonna dei Sette Veli

 
 
 
 

Il culto della Santa Protettrice di Foggia è senza dubbio avvolto dal mistero considerando che, fatto alquanto singolare, nessuno mai tra i fedeli ha potuto vedere l'immagine della Madonna dipinta sul tavolo ritrovato dai pastori intorno all'anno mille. In verità, pare che l'immagine sia stata dipinta addirittura dall'Evangelista Luca, portata da Costantinopoli a Siponto nel V secolo d.C. e donata dal vescovo Lorenzo Maiorano alla città di Arpi