Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 64
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvgiuliano2903QuartoProvvisoriomoon_Iorat6francotrottaCrossPurposesgionny601marabertowPetunia67ottavianocesare0surfinia60mfcatucci
 

Ultimi commenti

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 20/11/2022

Serie C: il Cerignola ribalta il Foggia. Al Francavilla il derby col Taranto di Redazione 20 Novembre 2022

Post n°30195 pubblicato il 20 Novembre 2022 da forddisseche

Serie C: il Cerignola ribalta il Foggia. Al Francavilla il derby col Taranto
 
 
 
 

Va all’Audace Cerignola il derby del Gargano della 14esima giornata del Girone C di Serie C. La gara giocata allo “Zaccheria” a porte chiuse è finita 3-2 a favore dei cerignolani che hanno battuto i padroni di casa del Foggia rimontando due gol. I rossoneri chiudono il primo tempo in vantaggio grazie alla rete di Costa al 17’ e al 53’ raddoppiano con Peralta. Cinque minuti dopo il Cerignola accorcia le distanze con Russo. Malcore al 74’ trova il gol del pari e Neglia, all’81’, completa la rimonta.

 

L’altro derby di giornata, quello tra Virtus Francavilla e Taranto, è finito 3-0 per i brindisini. Tutte nel secondo tempo le reti: la sblocca Solcia al 54’. Nel finale la Virtus dilaga con Patierno (87’) e Enyan (89’) appena entrato per Cisco.

 

Bene la Fidelis Andria che batte di misura il Monterosi Tuscia grazie al gol di Dalmazzi al 34’. Il Monopoli, infine, rimedia una sconfitta per 2-1 in casa del Giugliano che grazie alla doppietta di Martello (al 16’ e al 47’) si impone sui pugliesi (in gol con Pinto al 58’).

 

Risultati 14esima giornata

 

Messina – Potenza 1-1
Giugliano – Monopoli 2-1
Catanzaro – Gelbison 3-0
Fidelis Andria – Monterosi 1-0
Foggia – Audace Cerignola 2-3
Latina – Juve Stabia 0-0
Picerno – Avellino 2-1
Viterbese – Crotone 1-3
Virtus Francavilla – Taranto 3-0
Turris – Pescara – Lunedì 21 novembre ore 20:30

 

Classifica

 

Catanzaro 38
Crotone 34
Pescara 32
Giugliano 23
Juve Stabia 21
Audace Cerignola 20
Gelbison 19
Latina 19
Monopoli 18
Foggia 18
Monterosi 16
Virtus Francavilla 16
Taranto 16
Potenza 15
Turris 15
Picerno 14
Avellino 13
Viterbese 11
Fidelis Andria 11
Messina 11

 
 
 

Cerignola, i ragazzi stranieri avranno la cittadinanza italiana di Natale Labia 20 Novembre 2022

Post n°30194 pubblicato il 20 Novembre 2022 da forddisseche

Cerignola, i ragazzi stranieri avranno la cittadinanza italiana
 
 
 
 

Martedì 22 novembre il consiglio comunale di Cerignola sarà chiamato ad approvare una delibera che concede ai ragazzi stranieri titolo di cittadini, per quanto di competenza del governo locale.

 

«Riconoscimento della cittadinanza onoraria del Comune di Cerignola per tutti i minori stranieri residenti a Cerignola, nati in Italia da genitori stranieri regolarmente soggiornanti o nati all’estero, ma che abbiano completato almeno un ciclo scolastico o un percorso di formazione professionale in istituti appartenenti al sistema educativo di istruzione e di formazione italiano, come speciale forma di riconoscimento del loro ruolo di coesione tra popoli e culture diversi e per affermare pienamente le libertà fondamentali delle persone», recita l’accapo dell’ordine del giorno che verrà discusso in aula Di Vittorio.

 
 
 

Caparezza dice sì ad Albina: nozze a Barletta e festa all’Eremo di Ciriaco M. Viggiano 20 Novembre 2022

Post n°30193 pubblicato il 20 Novembre 2022 da forddisseche

Caparezza dice sì ad Albina: nozze a Barletta e festa all’Eremo
 
 
 
 

Alla fine ha ceduto. E, a 49 anni suonati, Caparezza ha deciso di sposarsi. Dove? A Barletta, ovviamente, città della sua storica compagna Albina in compagnia della quale il cantante pugliese è stato immortalato, subito dopo la cerimonia, in uno scatto che ha fatto ben presto il giro dei social network.

 

Michele Salvemini – questo, all’anagrafe, il nome del rapper, cantautore e produttore discografico – e signora hanno evidentemente trovato una sorta di “compromesso”: cerimonia nella città di lei, festa nella città di lui. E così, per la celebrazione del rito civile la coppia ha scelto la sala rossa del castello svevo di Barletta. È qui che i due hanno pronunciato il fatidico sì davanti a una ristrettissima cerchia di amici e parenti, lontano da occhi indiscreti e soprattutto dai flash dei fotografi.

 

Una cerimonia blindatissima, quindi, dopo la quale i coniugi Salvemini si sono diretti a Molfetta, la cittadina della provincia di Bari in cui Caparezza è nato il 9 ottobre 1973. Qui gli sposi hanno festeggiato il loro giorno più bello, insieme con i parenti e gli amici più cari, in un noto locale: l’Eremo, il club dal quale, più di vent’anni fa, è partita la folgorante carriera musicale di Caparezza.

 

All’ingresso, gli invitati sono stati accolti da una locandina con un fumetto raffigurante i due sposi e la frase «E vissero per sempre “felici matrimoni”», citazione del celeberrimo brano del cantautore “Habemus Capa”.

 

Per l’evento il rapper molfettese è andato inaspettatamente sul classico, scegliendo di indossare un completo scuro in velluto e seta con gilet e cravatta. La sposa Albina, invece, ha optato per un tubino lungo con un giacchino in pelle bianco, qualche fiorellino stilizzato tra lo chignon alto, occhiali rigorosamente bianchi come le scarpe Chanel con tacco medio, più un bouquet di fiori di campo variopinti: gli stessi, questi ultimi, che spiccavano sull’occhiello della giacca dello sposo.

 

Per quanto blindata, la cerimonia e la festa non sono sfuggiti ai tanti barlettani e molfettesi che conoscono Caparezza e Albina sin da quando erano bambini. Senza dimenticare i fan che, appena visto il loro idolo, hanno voluto immortalarlo in una serie di scatti che hanno ben presto fatto incetta di “like” e condivisioni su tutti i social network.