Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 64
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvgiuliano2903QuartoProvvisoriomoon_Iorat6francotrottaCrossPurposesgionny601marabertowPetunia67ottavianocesare0surfinia60mfcatucci
 

Ultimi commenti

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 03/12/2022

VIESTE – Torna il “Presepe Vivente”, nel centro storico il 17 e 18 dicembre Ultimo aggiornamento Dic 3, 2022

Post n°30224 pubblicato il 03 Dicembre 2022 da forddisseche

VIESTE – Torna il “Presepe Vivente”, nel centro storico il 17 e 18 dicembre 

 
152
 


Successo dopo successo, la rappresentazione del presepe vivente cittadino torna anche quest’anno a Vieste, grazie all’organizzazione affidata alla giovane associazione culturale “Sacre Rappresentazioni viestane”. La manifestazione si svolgerà in due giorni, vale a dire  sabato 17 e domenica 18 dicembre prossimi.
Si tratta di un evento di grande rilievo socio-culturale poiché realizzato con dovizia di particolari e grande attenzione agli eventi storici, discostandosi, a volte, dalla pura e didascalica rappresentazione dell’evento che ha cambiato le sorti del mondo. Si tratta di un evento che cerca di attrarre l’attenzione non solo dei cittadini residenti, ma anche degli ospiti. Si sa, infatti, che si tratta di una manifestazione di grande rilievo socio-culturale poiché realizzato con dovizia di particolari e grande attenzione agli eventi storici, per nulla discostandosi dalla pura e didascalica rappresentazione dell’avvenimento che ha cambiato le sorti del mondo. Per di più, il presepe vivente viene realizzato dagli studenti delle scuole di Vieste accomunati dalla voglia di regalare alla città e ai suoi ospiti, un momento non solo di riflessione ma anche di promozione.

 
 
 

VIESTE – Festa e processione di San Nicola di Myra nella parrocchia del Buon Pastore Il Dic 3, 2022

Post n°30223 pubblicato il 03 Dicembre 2022 da forddisseche

VIESTE – Festa e processione di San Nicola di Myra nella parrocchia del Buon Pastore 

 
110
 


Torna la festa di San Nicola di Myra, patrono della parrocchia Gesù Buon Pastore di Vieste. Il neo parroco, don Antonio de Padova, sulle orme del suo predecessore, don Tonino Baldi, assieme ai suoi collaboratori, ha messo su un vasto programma di eventi, religiosi e ludici, che prenderanno il via lunedì, 5 dicembre 2022. La novità di quest’anno è costituita dalla processione con la nuova statua di San Nicola, realizzata grazie al contrinuto di tutti coloro i quali poortano il suo nome.
Ma vediano, nel dettaglio, il programma allestito che comprende anche la concomitante festa dell’Immacolata Concezione, per la quale sono in corso le novene di preparazione.

 

Lunedì, 5 dicembre
Ore 18,00: Santa Messa solenne
A seguire: Fiera di beneficenza – Distribuzione delle Calze di San Nicola ai bambini della parrocchia – Spettacolo di balli a cura delle majorettes “Ritmi e Nastri”;

  

Martedì, 6 dicembre: Solennità di San Nicola
Ore 8,30: Celebrazione della Santa Messa e Novenario a San Nicola;
Ore 18,00: Celebrazione solenne della Santa Messa;
Ore 19,00: Fiaccolata con la nuova Statua di San Nicola di Myra, offerta da coloro che portano il nome del Santo;
A seguire: Pettolata di beneficenza e Vin brulé – Fiera di beneficenza con animazione del gruppo folk “Pizzeche & muzzeche”;

 

Mercoledì, 7 dicembre
Ore 18,00: Santa Messa solenne nell’anniversario di ordinazione sacerdotale di don Antonio de Padova e preghiera per le vocazioni;

 

Giovedì, 8 dicembre: Solennità dell’Immacolata concezione
Ore 10,30: Santa Messa e Festa dell’Adesione ACR;
Ore 19,00: Santa Messa solenne e Festa dell’adesione ACI;
A seguire: vendita delle stelle di Natale – Fiera di beneficenza.

 
 
 

VIESTE – Walter Veltroni ospite del “Libro Possibile Winter” lunedì 5 dicembre Il Dic 3, 2022

Post n°30222 pubblicato il 03 Dicembre 2022 da forddisseche

VIESTE – Walter Veltroni ospite del “Libro Possibile Winter” lunedì 5 dicembre 

 
79
 

Dagli anni di piombo all’analisi delle paure dell’Italia contemporanea: una nazione sotto la lente di ingrandimento delle cronache rievocate da Walter Veltroni, ospite il 5 dicembre della rassegna Libro Possibile Winter, diretta da Rosella Santoro ed organizzata in collaborazione con il Comune di Vieste. A fare gli onori di casa ci saranno il Sindaco Giuseppe Nobiletti e l’Assessora alla Cultura, all’Istruzione e alle Politiche Sociali Graziamaria Starace. Lo scrittore e giornalista romano presenta alle ore 18 al Cineteatro Adriatico di Vieste (Foggia) il saggio Storie che parlano di noi – cronache del bene e del male (Edizioni Solferino).
Tra le pagine del saggio, Veltroni traccia tra passato e presente un sottile filo rosso che unisce gli eventi di ieri e di oggi, ascoltandone i testimoni e raccogliendo gli indizi sulla nostra storia, affinché, lungo il cammino, ognuno di noi si interroghi sulla direzione che questa sta prendendo. Da cronista curioso e sensibile, si confronta con i grandi protagonisti che hanno segnato la storia a livello internazionale, con le memorabili interviste a nomi come Adriana Asti, Renato Zero, Woody Allen, Ornella Vanoni e Francesco Totti.
Il ricordo delle vittime della Shoah, la condanna alle esplosioni di odio sociali in un Paese in continua metamorfosi, i dialoghi con il cardinal Ravasi e lo psicanalista Umberto Galimberti: ogni storia che Veltroni racconta nell’opera attraversa le emozioni del lettore e sollecita la memoria del Paese per comporre un mosaico più ampio in cui il pubblico può ritrovare se stesso.
L’appuntamento – a ingresso libero – con questo ‘diario sentimentale degli italiani’ è in programma lunedì 5 dicembre alle ore 18 al Cineteatro Adriatico di Vieste (viale Marinai d’Italia). Tutte le informazioni sono disponibili sul sito del Libro Possibile (www.libropossibile.com) e al numero 391 422 2646.

 
 
 

Vieste /Il "marò" Salvatore Girone a Vieste per raccontare la sua disavventura in India .

Post n°30221 pubblicato il 03 Dicembre 2022 da forddisseche

Il "marò" Salvatore Girone a Vieste per raccontare la sua disavventura in India

L'incontro è stato organizzato dalla sezione di Vieste della Lega Navale. Intervista di Gaetano Simone

 


 
 
 

Alla start up foggiana AraBat il Premio nazionale per l’innovazione di Vito Surico 2 Dicembre 2022

Post n°30220 pubblicato il 03 Dicembre 2022 da forddisseche

Alla start up foggiana AraBat il Premio nazionale per l’innovazione

Va alla start up foggiana AraBat, già vincitrice della Start Cup Puglia 2022, il Premio nazionale per l’innovazione assegnato. La ventesima edizione si è svolta ieri e oggi a L’Aquila.

AraBat è composta da Raffaele Nacchiero, Giovanni Miccolis, Leonardo Renna, Vincenzo Scarano e Leonardo Binetti che hanno ideato un progetto su riciclo di batterie al litio esauste e relativo recupero di metalli preziosi, attraverso le bucce delle arance. AraBat ha vinto il primo premio (25mila euro) nella categoria Iren Cleantech & Energy prevalendo sui concorrenti provenienti dalle altre 16 Start Cup regionali.

La tecnologia implementata dal team, con il supporto dello STAR Facility Centre dell’Università di Foggia, consiste in un processo di riciclo idrometallurgico innovativo e sostenibile con lisciviazione verde che consente di riciclare le batterie al litio (di autovetture, computer, smartphone, ecc.) e di recuperarne composti metallici ad elevato valore e purezza come il carbonato di litio, l’idrossido di nichel, l’idrossido di manganese o l’idrossido di cobalto.

AraBat si è inoltre aggiudicata la menzione speciale Encubator che consente l’accesso diretto alla fase semifinale dell’edizione 2022 dell’omonimo programma di accelerazione promosso da Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, PoliHub e Politecnico di Milano rivolto a progetti tecnologici in ambito sostenibilità e Climate Tech.

«Siamo orgogliosi che le idee innovative della Puglia si siano affermate anche al PNI – ha dichiarato il presidente di ARTI Vito Albino –. In questi 15 anni di Start Cup Puglia abbiamo visto nascere diversi progetti che si sono poi concretizzati in imprese. Ora sarà il mercato a giudicare queste start up, noi saremo comunque al loro fianco perché il lavoro di ARTI non termina qui».