Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 64
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

laboratoriotvforddissechegiuliano2903QuartoProvvisoriomoon_Iorat6francotrottaCrossPurposesgionny601marabertowPetunia67ottavianocesare0surfinia60mfcatucci
 

Ultimi commenti

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 06/12/2022

VIESTE – Anticipato al 19 dicembre il mercato quindicinale previsto per martedì 27 Il Dic 6, 2022

Post n°30230 pubblicato il 06 Dicembre 2022 da forddisseche

VIESTE – Anticipato al 19 dicembre il mercato quindicinale previsto per martedì 27 

 
129
 


Il mercato quindicinale di Vieste si svolgerà nei prossini due lunedì consecutivi, vale a dire il 12 e il 19 di dicembre. Lo stabilisce una determinazione a firma del responsabile del Settore tecnico comunale, ing. Vincenzo Ragno, su indicazione dell’Amministrazione comunale.

  

Dopo quello regolarmente in calendario lunedì, 12 dicembre, sarà anticipato a lunedì 19 dicembre, il mercato previsto per il 27 dicembre (martedì e non lunedì, 26, perché giorno festivo). I “mercatari”, infatti, tramite le proprie associazioni di categoria (Confcommercio e Confesercenti), considerato che il martedì coincide con la giornata di mercato in altri paesi, hanno chiesto al Comune di Vieste di poter anticipare il mercato al lunedì 19 dicembre. Richiesta che è stata accolta dall’Amministrazione e resa ufficiale con il provvedimento a firma dell’ing. Ragno. Per cui, come detto, il mercato si svolgerà in due lunedì consecutivi, 12 e 19 dicembre 2022.

 
 
 

VIESTE – Ambiente e tutela del territorio: corso di fornazione per la Polizia Locale Il Dic 6, 2022

Post n°30229 pubblicato il 06 Dicembre 2022 da forddisseche

VIESTE – Ambiente e tutela del territorio: corso di fornazione per la Polizia Locale 

 
124
 


Il Comandante della Polizia Locale di Vieste, Comm. Capo Avv. Caterina CIUFFREDA ci informa che in data 20 Dicembre 2022 si terrà a Vieste presso l’Aula Magna dell’IPEOA E. Mattei, una giornata di studi organizzata dall’Associazione Professionale Polizia Locale d’Italia, di cui è referente sul territorio l’Isp. Capo RICCARDI Pietro.
Alla giornata formativa saranno presenti il Sindaco della Città di Vieste Avv. Giuseppe NOBILETTI e il Segretario Generale Avv. Antonio COCCIA che saluteranno i presenti.
Il Comandante della Polizia Locale di San Nicandro Garganico, Dott. Pietro BORTONE, Presidente Provinciale dell’Associazione Professionale Polizia Locale d’Italia sarà presente in veste di moderatore.
Il Comandante della Polizia Locale di Vieste punta molto sulla formazione del personale e pertanto ha intrapreso un percorso formativo trattando argomenti scelti di volta in volta proprio in base alle esigenze del territorio.
Questo momento formativo è dedicato totalmente all’ambiente e alla tutela del territorio.
Il Vice Comandante della Polizia Locale di San Severo Dott. Marco D’ANTUONI spiegherà come agire in determinate circostanze, dall’abbandono dei rifiuti ai veicoli abbandonati.
Il Comandante della Polizia Provinciale di Potenza Dott. Pasquale RICCIARDELLA tratterà il delicato argomento dei controlli ambientali agli insediamenti produttivi.
L’Avv. Giovanni MAGGIANO, Presidente dell’Associazione Avvocati di Foggia si soffermerà sui profili sostanziali e processuali.
La giornata formativa terminerà con l’intervento del Dott. Massimo PINCELLI della Safety21 S.p.A. sul Partenariato Pubblico Privato.
L’Associazione Avvocati Garganici, nella persona dell’Avv. Luigi AFFERRANTE ha accreditato l’evento sulla piattaforma online dell’Ordine degli Avvocati di Foggia.
Alla giornata formativa possono partecipare Forze di Polizia, Forze Armate, Avvocati e figure professionali che operano in tali settori.
E’ doveroso ringraziare il Dirigente Scolastico dell’IPEOA, Prof. Damiano Francesco IOCOLO, il corpo docenti, il personale A.T.A. e tutti coloro che hanno contribuito ad organizzare tale giornata formativa.

 
 
 

VIESTE – Torneo calcio a 5: GariCarpenter in…”fuga per la vittoria” Il Dic 6, 2022

Post n°30228 pubblicato il 06 Dicembre 2022 da forddisseche

VIESTE – Torneo calcio a 5: GariCarpenter in…”fuga per la vittoria” 

 
32
 


Settima giornata all’Arena Star di Vieste con la GariCarpenter ormai in modalità “fuga per la vittoria” battendo la Gabbiano Beach 7-2, sette gol come le sette vittorie su sette incontri, deciso quest’ultimo principalmente dai tre gol di Sollitto che, nonostante le tante assenze tra i suoi, sale in cattedra portando a casa il bottino, di contro la doppietta di Enzo Troia, unici squilli di tromba avversari ora con un uomo in più con il debutto tra i ‘gabbiani’ di Michelone Lauriola.
Nell’anticipo delle 19 si registra la vittoria della Bradbury per 7-6 al fotofinish contro la VarioDev, tanti gol e qualche polemica dentro e fuori dal campo, decisive le triplette di Andrea Ragno e Strizzi e la prima marcatura stagionale di Vera per i blues, 3 gol per Mancini, 2 di Tamburelli e anche Andrea Innangi per la VarioDev Star.
Nel terzo e ultimo match di giornata la vittoria di Hair Style contro la Vecchia Vieste per 9-4, mattatore di turno Ciociola con 3 gol, risponde Carlo Vespa con una sua personale doppietta, 2 gol come quelli di Pasquale lopriore per i “peluqueros” insieme a Chionchio e Tatalo, a segno per la Vecchia Vieste anche Luigi Troia e Giuseppe Augelli ma vittoria meritata per la Hair Style grazie anche a Marco De Vita tra i pali che si candida anche lui a miglior portiere della competizione.
Hair Style che dunque consolida il secondo posto in classifica a 13 punti a -8 dalla capolista, Vecchia Vieste ferma a 10 con VarioDev, Petra a 6 punti con una partita in meno, Gabbiano Beach insidiato ora da Bradbury ad un punto.
Nella classifica marcatori sale Vespa che agguanta Luigi De Vita a quota 15 gol e dà inizio alla caccia verso Sicignano fermo a quota 21.

 
 
 

L’idea del pasticcere Giuseppe Santoro: «Regalare momenti di felicità con i dolci» di Dalila Campanile 6 Dicembre 2022

Post n°30227 pubblicato il 06 Dicembre 2022 da forddisseche

L’idea del pasticcere Giuseppe Santoro: «Regalare momenti di felicità con i dolci»
 
 
 
 

La Capitanata sforna talenti. È il caso di Giuseppe Santoro, classe 1987 inserito tra i pasticceri talentuosi del territorio nazionale nella pubblicazione settoriale Pastry Chefs in the Worlds, un progetto internazionale dedicato ai pasticceri talentuosi con le loro storie. Il volume è edito dalla Aocri (Associazione Operatori e Consumatori della Ristorazione Italiana) e rappresenta un traguardo prestigioso. Ma non solo: Giuseppe Santoro ha curato il momento dolce del matrimonio tra Alex Belli e Delia Duran nel giugno 2021 in collaborazione con il wedding planner Benni Nichilo.

 

Sguardo fiero e mano delicata, Giuseppe è una giovane promessa del settore che ha già accumulato esperienze significative come l’affiancamento del suo maestro e mentore Leonardo di Carlo e ancora con la direzione della pasticceria di un noto resort del Gruppo Marcegaglia. Dopo la formazione conseguita con il massimo dei voti, Giuseppe ha continuato a specializzarsi, conseguendo diversi titoli accademici in prestigiose accademie di pasticceria come la Chocolate Academy di Milano oppure la “Red Academy” di Lanciano.

 

Tra i suoi approfondimenti la pasticceria francese, il cioccolato e la pralineria e la glassa a specchio con utilizzo dell’aerografo. Oggi Giuseppe è impegnato con le sue collaborazioni in Capitanata e ci svela la sua missione: regalare momenti di felicità attraverso i dolci. Giuseppe si è fatto anche notare classificandosi nella semifinale nella sesta tappa della “Pastry Bit Competition” un concorso di settore presso Med Cooking School che ha ottenuto la preziosa partnership del Gambero Rosso.

 
 
 

Energia, la Regione Puglia boccia tre parchi eolici nel Foggiano di Redazione 5 Dicembre 2022

Post n°30226 pubblicato il 06 Dicembre 2022 da forddisseche

Energia, la Regione Puglia boccia tre parchi eolici nel Foggiano
 
 
 
 

La Giunta regionale pugliese ha bocciato tre progetti per la realizzazione di altrettanti parchi eolici nel Foggiano.

 

Nel dettaglio, ha espresso parere non favorevole per i procedimenti di Via di competenza statale per il parco eolico “CE Deliceto” di Blue Stone Renewable VIII srl, per il parco “Ciavatta” di Serracapriola di EDP Renewables, per il parco “Candela Masseria Padula” tra Candela e Deliceto di Whysol-E srl.

 
 
 

Luminarie, un grande albero e la Casa di Babbo Natale: il comune più piccolo della Puglia diventa un presepe

Post n°30225 pubblicato il 06 Dicembre 2022 da forddisseche

Luminarie, un grande albero e la Casa di Babbo Natale: il comune più piccolo della Puglia diventa un presepe

Un grande albero addobbato davanti alla sede municipale, luminarie lungo le vie del paese con tanto di renne e slitta e la casetta di Babbo Natale ad accogliere grandi e piccoli: è così che Celle di San Vito, il comune più piccolo della Puglia, si trasforma in un vero e proprio presepe con le luci e i colori che si intravedono già avvicinandosi alla rotonda altura su cui sorge il borgo.

La casetta di Babbo Natale è stata arredata dalle operatrici dello Sportello linguistico di Celle di San Vito e da alcune volontarie, mentre quasi tutto il materiale che compone l’arredamento è stato donato dai cittadini. È composta da una stanza principale, dove sono presenti Santa Claus e un albero natalizio di circa due metri, e da un “angolo incantato” dove bambini e adulti potranno scrivere e consegnare la propria lettera dei desideri, con la relativa cassetta della posta dove imbucarla. In un altro spazio sono presenti tre alberi: l’albero del passato è addobbato con mandarini, noci e cioccolatini come si faceva un tempo a Celle di San Vito; l’albero del presente, dove sono appesi i propri desideri e i buoni propositi; l’albero del futuro, tutto bianco con palline blu. Completano gli addobbi della casetta due grandi schiaccianoci.

Le luminarie sono dislocate nelle vie di tutto il centro abitato. Spiccano quelle della natività con l’angelo, situate all’ingresso del paese, la stella polare, e le cinque renne che trainano una slitta. Particolarmente suggestivo, inoltre, è il vicolo del bacio, composto da un cuore e da un tappeto rosso. Le ghirlande sparse lungo le vie del borgo sono state montate dai percettori del reddito di cittadinanza.

Le luminarie, inoltre, saranno “eco e bolletta-sostenibili”, spiega la sindaca Palma Maria Giannini: «In questo periodo di crisi energetica e caro bollette, anche a Celle di San Vito abbiamo discusso sull’opportunità di addobbare e illuminare il paese a festa – afferma -. Alla fine, abbiamo deciso di non rinunciare alle luminarie ma, allo stesso tempo, di adottare misure di contenimento dei costi energetici utilizzando luci a basso consumo energetico e un timer che spegnerà le luminarie dopo la mezzanotte».

In prossimità del Natale, inoltre, l’amministrazione comunale provvederà alla consegna dei panettoni a tutte le famiglie del borgo cellese.