Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 65
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 

Oroscopo

 


                 width="200" height="250" scrolling=no marginwidth=0 marginheight=0 frameborder=0 border=0 style="border:0;margin:0;padding:0;">
    

 

 

Vieste / Petizione per : Smantelliamo il Ripetit

Vieste / Petizione per :

Smantelliamo il Ripetitore 5G che Disturba il Nostro Paese .
Il link per firmare e questo :  https://chng.it/xvFYh5RSk2

Grazie .

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvQuartoProvvisorioantiope_queen1stefdesignscalera4ATTITUDE2GiuliettaScagliettiLeccezioneMadamenazario1960Violentina8380sin69m12ps12milano2009
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/202

https://www.garganofm.com/wp-content/uploads/2020/07/RADIO-GARDEN-300x176.png

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

Messaggi del 29/03/2023

Isa Cappabianca legge : I miei anni sono tanti ,di Isa Cappabianca

Post n°30637 pubblicato il 29 Marzo 2023 da forddisseche

Isa Cappabianca legge : I miei anni sono tanti ,di Isa Cappabianca .

Vieste / la decima edizione de : L'Ora dei poeti...Era ora , e stato un evento storico con la partecipazione di : Rossella Falcone come rappresentante del comune di Vieste , Isa Cappabianca , e da Vico del Gargano : Nicola Angelicchio ,Michela di Perna , Raffaele Pennelli e tanti a altri .Anche la 10^ edizione "L'ora dei Poeti ... era ora" in Vieste è andata. Un successo, finalmente ci è arrivato quel caldo abbraccio di pubblico che ci mancava da troppo tempo. Un particolare grazie a Saverio Sciancalepore e al dottor Aliota Francesco. Un GRAZIE a tutti i poeti che hanno partecipato, e chi ha reso possibile l'evento.Nicola Angelicchio .Riprese : Antonio Abatantuono .

 
 
 

VIESTE – Lotta agli incendi boschivi, presentato alla Regione progetto con richiesta di finanziamento Il Mar 29, 2023

Post n°30636 pubblicato il 29 Marzo 2023 da forddisseche

VIESTE – Lotta agli incendi boschivi, presentato alla Regione progetto con richiesta di finanziamento

84


Il Comune di Vieste ha candidato a finanziamento un suo progetto volto alla previsione, prevenzione e contrasto del rischio incendi boschivi e di interfaccia urbano rurale, nell’ambito del POC Puglia 2014–2020 Azione 5.2.
La proposta progettuale, elaborata dal dirigente del Settore Tecnico, ing. Vincenzo Ragno, è finalizzata alla realizzazione di interventi infrastrutturali attraverso l’impiego di sistemi di monitoraggio ed in particolare di: sensori, droni, videocamere e sistemi di telerilevamento, con la possibilità di integrazione degli stessi con sistemi di comunicazione digitale interoperabili tesi a favorire il coordinamento operativo precoce all’interno del sistema di protezione civile comunale. La proposta progettuale risulta coerente con le attività di prevenzione ed identificazione degli scenari connessi ai rischi di incendio boschivo e di interfaccia definiti nel Piano di Protezione Civile Comunale, approvato con delibera di C.C. n. 8 del 22.03.2023.
Il predetto piano, redatto in conformità alle “Linee guida per la predisposizione dei piani di protezione civile comunali”, contempla fra l’altro:
– l’identificazione e la caratterizzazione della viabilità forestale;
– la localizzazione dei punti di approvvigionamento idrico fruibili;
– l’individuazione di punti di osservazione per l’avvistamento precoce;
– le attività di raccordo informativo con le strutture proposte all’allertamento;
– le modalità di definizione dei flussi di comunicazione tra le componenti e le strutture operative del servizio di protezione civile;
L’architettura prescelta è una soluzione end-to-end per abilitare progetti di Internet of Things in tecnologia radio Narrow Band-IoT.
E’ una soluzione modulare che si compone di una parte Hardware costituita da sensori di campo e di una parte Software, in cloud, attraverso cui è possibile monitorare i rilevamenti effettuati dai sensori remoti. I dispositivi di campo, che utilizzano una tecnologia di comunicazione wireless NBIoT, posizionati all’interno di una opportuna rete di un’area boschiva, valutano la presenza di un potenziale rischio di incendio attraverso specifici sensori di temperatura e umidità.
La dotazione finanziaria necessaria per implementare la proposta progettuale ammonta a 101.779,56 €. Di questi la quota di finanziamento richiesta a valere sull’Asse V, Azione 5.2 (Sub-Azione 5.2.a) del POC Puglia 2014-2020 ammonta a 100.000,00 euro, mentre i restanti 1.779,56 €, pari al 1,75% del costo totale dell’opera, saranno garantiti con fondi del bilancio comunale.

 
 
 

Non si potranno più raccogliere (per tre anni) i ricci di mare, provvedimento della Regione Puglia Il Mar 29, 2023

Post n°30635 pubblicato il 29 Marzo 2023 da forddisseche

Non si potranno più raccogliere (per tre anni) i ricci di mare, provvedimento della Regione Puglia

27


La Regione Puglia, con la proposta di legge contenente le misure di salvaguardia per la tutela del riccio di mare – di cui il consigliere regionale Paolo Pagliaro è il primo firmatario – con 41 voti favorevoli e uno contrario, ha approvato a maggioranza la misura che sospende, per un periodo di tre anni l’attività di pesca, anche di tipo sportivo, del riccio di mare nelle acque del territorio regionale.
Si impone, cioè, un fermo necessario per consentire il recupero degli stock e la ricostituzione della risorsa nel nostro mare territoriale, messa a rischio dal massiccio prelievo effettuato negli ultimi anni. Determina il periodo di blocco dell’attività di pesca ed impone, in particolare, il divieto di prelievo, raccolta, detenzione, trasporto, sbarco e commercializzazione degli esemplari di riccio di mare e dei relativi prodotti derivati freschi.
La commercializzazione del riccio di mare non è vietata per gli esemplari provenienti da mari territorialmente non appartenenti alla regione Puglia.

 
 
 

Centenario Aeronautica Militare: Open Day alla base di Jacotenente Il Mar 29, 2023 48 Condividi Il Distaccamento Aeronautico

Post n°30634 pubblicato il 29 Marzo 2023 da forddisseche

Centenario Aeronautica Militare: Open Day alla base di Jacotenente

48


Il Distaccamento Aeronautico Jacontenente unitamente alla 131ª Squadriglia Radar Remota, in occasione delle attività correlate ai festeggiamenti del centesimo anniversario della costituzione dell’Aeronautica militare, hanno aperto i cancelli al pubblico.
L’attività è iniziata con la solenne cerimonia dell’ alzabandiera dei Reparti (Distaccamento Aeronautico e 5° DAI), presieduta dal Comandante del Distaccamento Aeronautico Jacotenente, Ten. Col. Antonio Francesco Di Paola, presso il Distaccamento.
Al termine della cerimonia dell’alzabandiera, il Comandante, ha dato lettura del messaggio del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, il Generale di Squadra Aerea Goretti Luca.
L’attività si e poi spostata presso il 131ª Squadriglia Radar Remota che ha accolto i numerosi visitatori, autorità militari e civili del comprensorio Garganico, rappresentati regionali dell’ARIF (Agenzia Regionale Attività Irrigue e Forestali) tra cui una folta rappresentanza dei bambini della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo “Rodari Alighieri Spalatro” di Vieste e gli studenti delle scuole superiori dell’Istituto Scolastico “Mauro Del Giudice” di Rodi Garganico
Qui di seguito le parole pronunciate dal Generale Goretti, Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, in occasione dei festeggiamenti del Centenario “Festeggiamo 100 anni per ringraziare chi ci ha dato fiducia, chi ha preso parte attiva in Aeronautica e chi ci ha sostenuto. È un modo per ringraziare la gente, il popolo i cittadini e dare un messaggio ai giovani […] È una componente, quella della difesa molto viva, molto sentita molto fiera di ciò che fa ogni giorno nei cieli, in terra, mare in Italia ed all’estero […] di questo dobbiamo esserne fieri”.
“Quello che vedete qui è solo un piccolo esempio di ciò che siamo capaci di fare […] certe volte lo facciamo in modo silenzioso, di nascosto ma siamo al servizio del paese 365 giorni all’anno compresi i giorni di festa”.
Per l’occasione è stato allestito un percorso ad hoc per visitare l’area operativa della 131ª Squadriglia Radar Remota per finire alla mostra statica dei mezzi e dei materiali sulla storia dello stesso Reparto, dalla sua costituzione fino ai giorni nostri.
Numerose le autorità civili e militari del comprensorio Garganico, rappresentati regionali dell’ARIF (Agenzia Regionale Attività Irrigue e Forestali), che in questo modo hanno potuto apprezzare il lavoro quotidiano svolto dagli uomini e le donne dell’Arma Azzurra, al servizio del Paese, 24 ore su 24 senza soluzione.
L’attività è terminata, come nelle migliori tradizione dell’Arma Azzurra al grido del “Ghereghe, ghez!” gridato dagli uomini e donne dei Reparti.

 
 
 

Finanzieri salvano dalla strada un raro falco di palude nel Foggiano Trovato a Ripalta, il rapace ferito aveva un’ala spezzata

Post n°30633 pubblicato il 29 Marzo 2023 da forddisseche

Finanzieri salvano dalla strada un raro falco di palude nel Foggiano

Trovato a Ripalta, il rapace ferito aveva un’ala spezzata e rischiava di essere travolto 28 Marzo 2023
Finanzieri salvano dalla strada un raro falco di palude nel Foggiano

BARI - Un raro esemplare di falco di palude, ferito ad un’ala che era appollaiato ai margini della carreggiata della statale 16 Adriatica nei pressi di Ripalta, a nord della provincia di Foggia, è stato soccorso e tratto in salvo da una pattuglia di finanzieri della Tenenza di Torre Fantine. Durante un servizio di controllo, i militari si sono accorti della presenza del rapace che era in chiara difficoltà e rischiava di essere investito e, dopo avere rallentato il traffico attivando i lampeggianti lo hanno prelevato e si sono accorti che non riusciva a muovere una delle due ali.

https://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/upload/2023_03_28/Foto_2-1680012198577.jpg

In un centro veterinario è stato accertato che il rapace, un raro esemplare di Falco delle Paludi (in Italia è presente una popolazione riproduttiva di 60-100 coppie) aveva un’ala spezzata e non era in grado di volare. Dopo le prime cure, il falco è stato affidato ai volontari della Lipu di Foggia per essere trasportato al Centro Faunistico Regionale di Bitetto (BA) dove riceverà tutte le cure necessarie per la sua completa guarigione e per essere posto nuovamente in libertà.

 
 
 

VIESTE – Situazione sanitaria: le precisazioni dell’Asl Foggia Il Mar 28, 2023

Post n°30632 pubblicato il 29 Marzo 2023 da forddisseche

VIESTE – Situazione sanitaria: le precisazioni dell’Asl Foggia

200


In riferimento agli articoli diffusi a mezzo stampa relativi alla situazione della rete di Emergenza Urgenza nel comune di Vieste è bene precisare quanto segue.
A Vieste la rete dell’Emergenza Urgenza è costituita dalla Postazione Fissa Medicalizzata (e non un pronto soccorso come erroneamente indicato) che prevede la presenza del medico H24 per 365 giorni l’anno e dalla Postazione Medicalizzata 118.
D’estate la rete è integrata da una seconda Postazione 118 dotata di infermiere e dall’Elisoccorso, di stanza a Vieste ed attivo H12 da giugno a settembre, per le necessità dell’intero Gargano. L’assistenza alla comunità e ai turisti è garantita anche dalla Continuità Assistenziale e, nei mesi estivi, dalla Guardia Medica turistica.
A causa della carenza cronica di medici dell’Emergenza Urgenza alcuni turni possono risultare scoperti. Si tratta, tuttavia, di episodi sporadici: nel mese di marzo, infatti, la copertura dei turni della Postazione Fissa Medicalizzata è stata del 95% (88 turni coperti su 93 totali), mentre la copertura dei turni della Postazione 118 è stata dell’86% (80 turni coperti su 93 complessivi).
La carenza di medici è ormai un fenomeno di portata internazionale.
In tutta Italia, nel dettaglio, secondo i dati della Federazione CIMO-FESMED, “tra il 2010 e il 2020, sono stati chiusi 111 ospedali e 113 Pronto soccorso”.
Dall’ultimo Rapporto Sanità del Crea (Centro per la Ricerca Economica Applicata in Sanità) emerge che in Italia mancano all’appello 30.000 medici. Secondo i dati divulgati la scorsa estate dalla Simeu (Società italiana di medicina d’emergenza urgenza), inoltre, “nei Pronto Soccorso italiani mancano circa 4.200 medici”.
Per la rete dell’Emergenza Urgenza della ASL Foggia il Piano del Fabbisogno Triennale prevede 140 medici. Ad oggi ne sono in servizio 80, un dato che ogni anno si riduce a causa dei pensionamenti e della difficoltà a reclutare nuovo personale. A Vieste, nello specifico, sono in servizio 6 medici sui 10 previsti.
Basti pensare che non è stato possibile attivare l’ultimo corso di formazione per medici dell’Emergenza Urgenza, organizzato in Capitanata, a causa del numero basso di iscritti, 5 medici (tutti già in servizio presso altre Aziende) a fronte di 30 posti disponibili.
Proprio in considerazione di tale criticità, nella Direzione Strategica della ASL Foggia è attivo un tavolo permanente che sta lavorando per trovare tutte le soluzioni utili a fronteggiare la criticità di personale medico nei servizi, anche in vista dell’imminente stagione estiva. Ogni soluzione sarà condivisa con la Regione.

 

 
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963