Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 61
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

Meteo Vieste

 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvLalla3672sanvassmassimo.sbandernogrinco1953HOT3NOT3liguoripasqualegloglogloriettatr20140demis888falegnameria.sidellasavoia54paolobernardini
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Messaggi del 19/09/2020

Nobiletti: "Di Rocco Augelli conserveremo indelebile il ricordo di autentico fuoriclasse sul campo e nella vita"

Post n°27076 pubblicato il 19 Settembre 2020 da forddisseche

Nobiletti: "Di Rocco Augelli conserveremo indelebile il ricordo di autentico fuoriclasse sul campo e nella vita"  

  
 

Con animo colmo di tristezza abbiamo appreso la notizia della scomparsa di Rocco Augelli, indimenticabile ed amatissimo giocatore dell’Atletico Vieste, nonchè inestimabile custode della più genuina fede calcistica dei nostri concittadini onorata indossando una delle magliette più ambite.

 

E’ una notizia che scuote profondamente non solo l’ambito calcistico di Vieste che lo ha visto protagonista indiscusso di talento calcistico e di qualità umane, ma tutta la città, partecipe al decorso della sua perfida malattia con la speranza coltivata da tutti noi di vederlo sottratto alle sue grinfie e riconsegnato alle gioie della vita.

 
 

Così, purtroppo non è stato.

 

Ora ne piangono straziati la scomparsa la famiglia, il fratello gemello Paolo, la fidanzata Carmela con i loro straordinari esempi di dedizione e vicinanza premurosa.

 

Insieme a loro e a noi, ne resta orfano inconsolabile il calcio, i colleghi giocatori, la società, i tifosi e tutta la comunità sportiva di Vieste.

 

Ne conserveremo indelebile il ricordo di autentico fuoriclasse sul campo e nella vita.

 

A nome mio personale e della città di Vieste che rappresento, esprimo i sentimenti della più profonda partecipazione e vicinanza a tutti i cari di Rocco Augelli.

 

Chiederò un momento di sentita commemorazione nella prossima seduta di Consiglio Comunale.

 

Vieste, 19 settembre 2020

 

Il Sindaco
Giuseppe Nobiletti

 
 
 

VIESTE/ RIUNIONE IN COMUNE PER PREVENZIONE RANDAGISMO: CONTROLLI, FOTOTRAPPOLE E NOVITÀ PER I GATTI

Post n°27075 pubblicato il 19 Settembre 2020 da forddisseche

VIESTE/ RIUNIONE IN COMUNE PER PREVENZIONE RANDAGISMO: CONTROLLI, FOTOTRAPPOLE E NOVITÀ PER I GATTI  

  
 

Si è tenuta presso il Municipio di Vieste l'annuale riunione operativa della task Force del progetto ZERO CANI IN CANILE per la prevenzione del randagismo e vagantismo canino e felino. La riunione, presieduta dal Sindaco di Vieste Giuseppe Nobiletti e dall 'Assessore al Benessere Animale Vincenzo Ascoli, ha programmato le seguenti azioni che partiranno nell'immediato:

 

I CARABINIERI FORESTALI coadiuvati dalle Ass GIACCHE VERDI e PEGASO inizieranno la mappatura dei cani delle aree rurali ai fini della loro sterilizzazione.

 

La ASL si occuperà degli accalappiamenti con telenarcosi dei cani ferali.

 

La POLIZIA LOCALE in area urbana ed extraurbana, affiancata dalle GEV, farà attività di sensibilizzazione e controllo sulla sterilizzazione, microchippatura, maltrattamenti e sulla detenzione dei cani a catena, vietata in Puglia con la nuova legge 2/2020.

 

La POLIZIA STRADALE provvederà durante i posti di controllo, alla verifica del microchip dei cani presenti nei mezzi di trasporto, per arginare la piaga dell'abbandono da una città  all'altra e per il traffico animali.

 

PER I GATTI: sarà fatta una manifestazione d'interesse per diventare "Referenti di colonia felina". Questi dovranno supportare gli accalappiamenti dei gatti, finalizzati alle sterilizzazioni e cure. In alcune aree della città saranno collocate le " gattofioriere", ovvero fioriere con sotto spazi semichiusi per riparo e per mettere cibo e lettiera all interno nel rispetto del decoro urbano.

 

Al fine di evitare sanzioni si invita la popolazione a microchippare i propri animali, a non far fare cucciolate e a detenerli in modo consono.

 
 
 

Domani pomeriggio l'ultimo saluto a Rocco Augelli. Chiesto il rinvio della gara Atl. Vieste-Manfredonia di Coppa Italia

Post n°27074 pubblicato il 19 Settembre 2020 da forddisseche

Domani pomeriggio l'ultimo saluto a Rocco Augelli. Chiesto il rinvio della gara Atl. Vieste-Manfredonia di Coppa Italia  

  
 

Si svolgeranno domenica pomeriggio alle 15:30 presso il Santuario di Santa Maria delle Grazie di San Giovanni Rotondo i funerali di Rocco Augelli, deceduto nella notte dopo aver lottato per quasi due anni contro un male incurabile. Le ha provate proprio tutte per vincere anche questa partita, ma contro un avversario così forte e spietato ha dovuto arrendersi anche lui, nonostante il suo forte senso di attaccamento alla vita.

 

Qualche giorno fa Rocco era stato ricoverato presso Casa Sollievo della Sofferenza a causa di una polmonite, impedendogli anche di affrontare il lungo viaggio verso una clinica tedesca per sottoporsi al secondo ciclo di terapie sperimentali, ultima speranza a cui aggrapparsi dopo aver girato ospedali in varie parti di Italia. Nel tardo pomeriggio di ieri, il precipitarsi delle sue condizioni di salute ha spinto i suoi familiari a portare Rocco a casa sua dove avrebbe potuto trascorrere le sue ultime ore circondato dall’affetto dei suoi cari, i suoi genitori, suo fratello gemello Paolo, sua sorella e la sua fidanzata Carmela, sempre presente al suo fianco in questo lungo e doloroso percorso.

 

Da quel momento sono partite incontrollate le voci dell’avvenuto decesso, partite da persone molto vicine a Rocco, e diventate virali sui social network, alimentate da molti suoi amici, da suoi concittadini e da tante testate giornalistiche (compresa la nostra, e cogliamo l’occasione per porgere alla famiglia le nostre scuse). Ma tra i tanti messaggi di dolore, si facevano largo anche quelli della smentita; vari post del tipo “Rocco è ancora vivo, sta male ma il suo cuore continua a battere. Meno parole e più preghiere” tenevano ancora accesa la fiammella della speranza, spentasi definitivamente poco dopo l’una di notte. “Ora è ufficiale, è volato in cielo, mi ha appena avvisato Paolo” è il messaggio che Francesco Sollitto (attuale capitano dell’Atletico Vieste subentrato proprio al suo amico fraterno) ha scritto sul gruppo Whatsapp tramite il quale stava organizzando l’evento benefico “Uniti per Rocco”.

 

“Ho la testa piena di pensieri confusi che non trovano un ordine e il cuore gonfio di tristezza e di rabbia. È calato il silenzio, Rocco. Un abbraccio fin lassù” è il pensiero con cui il sindaco di San Giovanni Rotondo Michele Crisetti ha manifestato il suo dolore per la prematura scomparsa del suo concittadino.

 

Sulla bacheca social dell’Atletico Vieste si legge: “L'Atletico Vieste piange la dipartita di Rocco Augelli. Ci abbiamo sperato tutti fino all'ultimo di rivederti esultare per un tuo gol, per poterti abbracciare e sentirti dire ce l'ho fatta.. Invece no.. tutto svanito... nonostante ciò hai combattuto tenacemente fino alla fine come un leone senza mai mollare.. così come eri abituato a fare in campo, ma questa non ce l'hai fatta.. per colpa di quel brutto nemico che ti perseguitava da mesi.. Non dimenticheremo mai tutti i gol, tutte le gioie che hai regalato al nostro, anzi, al tuo popolo biancazzurro, alla "tua" città che sin dal tuo arrivo sei stato un grado di conquistare e soprattutto del sorriso che ti contraddistingueva. Non dimenticheremo mai la tua generosità e il tuo altruismo anche fuori dal campo. Ora tiferai da lassù i nostri colori che da sempre hai amato, rispettato e onorato. L'Atletico Vieste porge le più sentite condoglianze alla famiglia Augelli, in particolar modo la nostra vicinanza va ai genitori, al gemello Paolo e la compagna Carmela, nonché a tutte le persone a lui care. Riposa in pace AR7”

 

Anche l’ASD San Marco, la società in cui Rocco ha intrapreso la carriera di allenatore in seconda e dove ha finora giocato suo fratello Paolo, ha pubblicato un commovente pensiero sulla propria pagina Facebook: “GRAZIE MISTER ROCCO AUGELLI, RIPOSA IN PACE. Dopo aver combattuto per quasi due anni contro un terribile male, mister Rocco Augelli è salito al cielo. A Giugno del 2019 abbiamo avuto l'onore e il piacere di averlo nel nostro team celeste granata come allenatore in seconda della prima squadra. Non stava benissimo, da pochi mesi aveva iniziato le cure, ma quando stava sul campo con noi, tutto passava e lui trasmetteva ai suoi ragazzi forza e fiducia col suo sorriso. Quando si assentava per via delle varie visite mediche cui si sottoponeva, non perdeva mai il contatto con la squadra. Ci ha creduto più di tutti nel nostro ripescaggio in Eccellenza ed era pronto e desideroso di ripartire su quel rettangolo verde dove ha emozionato migliaia di persone con le sue prodezze e dove avrebbe voluto continuare a far sognare tanta gente da allenatore. Vivendo questa breve esperienza calcistica insieme a Rocco ognuno di noi si è arricchito. Uomo di grandissimi valori morali apprezzati da tutti gli addetti ai lavori e non solo. Mister Rocco anche a San Marco ha lasciato il segno, ha impreziosito il progetto Asd San Marco con professionalità e amore. Oggi un ragazzo d'oro di soli 35 anni sale al cielo e noi non possiamo che ringraziarlo per tutto quello che ha fatto per noi. Ora da lassù continua a segnare tanti gol! GRAZIE MISTER ROCCO AUGELLI, RIPOSA IN PACE”.

 

Domenica pomeriggio si svolgeranno i funerali, come si diceva, ma nella stessa ora è prevista anche la gara di Coppa Italia tra Atletico Vieste e Manfredonia, due delle squadre in cui Rocco ha militato. La squadra viestana ha chiesto di rimandare la partita, si attende la conferma da parte dei sipontini e della Lega Nazionale Dilettanti pugliese.

 

Rocco Augelli lascia un vuoto incolmabile nella vita di chi lo ha conosciuto e di chi si è avvicinato a lui seguendo la sua impari sfida contro un avversario imbattibile.

 
 
 

La commozione e la vicinanza dell’Atletico Vieste alla famiglia per la perdita di Rocco Augelli

Post n°27073 pubblicato il 19 Settembre 2020 da forddisseche

La commozione e la vicinanza dell’Atletico Vieste alla famiglia per la perdita di Rocco Augelli

  
 

Tutti speravamo di rivederti esultare per un tuo gol, tutti speravamo di poterti abbracciare e sentirti dire ce l'ho fatta.. invece..tutto svanito...

Nonostante ciò hai combattuto fino alla fine come un leone senza mai mollare..ma non ce l'hai fatta.. per colpa di quel male che ti perseguitava da mesi..

Non dimenticheremo mai di tutti i gol, di tutte le gioie che hai regalato al nostro, anzi, al tuo popolo biancoazzurro. Del tuo sorriso che ti contraddistingueva e non ci dimenticheremo mai della tua generosità e del tuo altruismo anche fuori dal campo. Ora tiferai da lassù i nostri colori che hai sempre amato, rispettato e onorato.

L'Atletico Vieste porge le più sentite condoglianze alla famiglia di Rocco, alla fidanzata Carmela e a tutte le persone a lui care.

Riposa in Pace Bomber!...