Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 61
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

Meteo Vieste

 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissecheChatternalaboratoriotvalodasicurezzanellusatomattlombQuivisunusdepopulovita.perezmovidabeachanmicupramarittimawild.waterg.paolo05hemel_0Unacottailtuocollega
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Messaggi del 27/09/2020

Eccellenza/ Prima di Coppa Italia in chiaroscuro per l’Atletico Vieste con il Manfredonia 2-2 il finale.

Post n°27117 pubblicato il 27 Settembre 2020 da forddisseche

Eccellenza/ Prima di Coppa Italia in chiaroscuro per l’Atletico Vieste con il Manfredonia 2-2 il finale.

Un Atletico Vieste in rodaggio impatta con il Manfredonia. In vantaggio al 26’ dopo una mischia con Passariello. Il Manfredonia reagisce colpendo un legno, poi due gol (dubbi) annullati ad ambedue le squadre in campo. Nella ripresa un errore del giovane Vespa (2003) spiana la strada per il pari di Trotta al 49′.

Al 65′ il Vieste si riporta in vantaggio grazie ad un calcio d’angolo di Colella deviato nella propria porta da Partipilio.

La gioia dei ragazzi di Bonetti dura 10′: su un tiro non irresistibile di A. Morra è goffo l’intervento del portiere Equestre che manca la palla: 2-2.

Sotto la pioggia termina la gara, con un lieve vantaggio per i sipontini in vista del ritorno in programma l’8 ottobre.

 
 
 

Nasce il Fondo Nazionale per il Turismo: cos’è e a cosa serve, Ideato per sostenere le aziende ricettive in difficoltà

Post n°27116 pubblicato il 27 Settembre 2020 da forddisseche

Nasce il Fondo Nazionale per il Turismo: cos’è e a cosa serve, Ideato per sostenere le aziende ricettive in difficoltà, conta una dotazione economica di 2 miliardi di euro  

  
 

Il bonus vacanze, ancora oggi disponibile, non ha assolutamente sortito gli effetti sperati: gran parte della dotazione economica prevista dal Governo è rimasta inutilizzata. Così, l’Esecutivo si vede nuovamente costretto a intervenire per dare una mano al boccheggiante settore turistico del nostro Paese. Il salvagente, in questo caso, viene chiamato “Fondo Nazionale per il Turismo“, recentemente lanciato da Cassa Depositi e Prestiti e presentato dal ministro per il Turismo Dario Franceschini.

 

Cos’è il “Fondo Nazionale per il Turismo” e a cosa serve

 

Forte di una dotazione economica di 2 miliardi di euro (Cassa Depositi e Prestiti partecipa con una quota di 750 milioni, il MIBACT è pronto a investire fino a 150 milioni di euro), il “Fondo Nazionale per il Turismo” è stato studiato e istituito per valorizzare gli asset immobiliari più importanti, “con particolare riferimento agli alberghi storici e iconici su tutto il territorio nazionale”.

 

Di fatto, si tratta di un vero e proprio paracadute per le catene e le attività ricettive in difficoltà a causa del nuovo Coronavirus. Grazie al fondo, Cdp e il ministero per il Turismo potranno intervenire prontamente, rilevando la proprietà degli immobili ricettivi di maggior pregio e fornendo così liquidità alle attività imprenditoriali a rischio chiusura. “Ove possibile – si legge nel comunicato di Cassa Depositi e Prestiti – si promuoverà il reinvestimento dei proventi della vendita nell’attivita’ di gestione, sostenendo l’occupazione e il miglioramento degli standard qualitativi delle catene alberghiere del Paese”.

 

Diritto di riacquisto per i proprietari

 

Cassa Depositi e Prestiti, comunque, ci tiene a far sapere che il “passaggio di proprietà” non sarà definitivo. Anzi: ai vecchi proprietari viene infatti garantito il diritto di riacquisto del bene con tempi congrui alle prospettiva di ripresa del mercato turistico internazionale.

 

Ciò vuol dire che Cassa Depositi e Prestiti, tramite il Fondo per il Turismo, può intervenire a sostegno delle imprese ricettive in un qualunque momento. Queste ultime, poi, avranno a disposizione alcuni anni di tempo per riequilibrare la loro situazione economico-finanziaria e valutare così come e quando rientrare in possesso dell’immobile.

 

Recovery Fund per rilanciare le strutture

 

Il fondo istituito da Cassa Depositi e Prestiti, però, non sarà l’unica leva per sostenere la ripresa del settore turistico nel nostro Paese. Come sottolineato dal ministro Franceschini, infatti, una fetta consistente del Recovery Fund sarà destinata a interventi di riqualificazione del patrimonio immobiliare ricettivo, specialmente nel Mezzogiorno.

 
 
 

Olio d'oliva/ Positivo lo sblocco degli 8 milioni per i frantoi e le cooperative pugliesi

Post n°27115 pubblicato il 27 Settembre 2020 da forddisseche

Olio d'oliva/ Positivo lo sblocco degli 8 milioni per i frantoi e le cooperative pugliesi  

  
 

“Una bella notizia per i frantoiani alla vigilia di una campagna che si preannuncia difficile" - sottolinea Elia Pellegrino, vicepresidente di Aifo..

 

Un intervento atteso che finalmente serve a dare ossigeno ai frantoi e alle cooperative di trasformazione della Puglia che nel 2018 videro, a causa della gelata, il totale azzeramento della produzione e, di conseguenza, dei propri fatturati.

 

Così i responsabili della Filiera Olivicola Olearia Italiana (FOOI) salutano l'annuncio della Ministra Bellanova dello sblocco del decreto attuativo che destina 8 milioni di euro a frantoi e cooperative pugliesi messi in ginocchio nel 2018 da una eccezionale gelata.

 

"Si tratta di un intervento fondamentale che restituisce serenità e dignità al settore della trasformazione troppo spesso dimenticato - spiega Paolo Mariani, presidente Fooi e rappresentante di Assofrantoi -. Molto spesso la burocrazia, più delle calamità naturali, affossa le imprese, quindi speriamo che l'iter si concluda nel più breve tempo possibile".

 

"Finalmente una bella notizia per i frantoiani alla vigilia di un'altra campagna che si preannuncia difficile - sottolinea Elia Pellegrino, vicepresidente di Aifo -. Abbiamo lottato l'anno scorso, attraverso la straordinaria mobilitazione di popolo dei gilet arancioni dell'agricoltura, per ottenere il giusto riconoscimento a favore di aziende che hanno visto un anno di sacrifici andare in frantumi, a causa di questa calamità atmosferica".

 

"Ringraziamo il Governo, la Ministra Bellanova e il sottosegretario L'Abbate per aver accelerato l'iter burocratico, l'augurio è che queste risorse arrivino nel più breve tempo possibile alle aziende", concludono.

 
 
 

Lesina/ Contagi stop, il paese è di nuovo «covid free»

Post n°27114 pubblicato il 27 Settembre 2020 da forddisseche

Lesina/ Contagi stop, il paese è di nuovo «covid free»  

  
 

Zero casi di contagi da coronavirus a Lesina. Fermo restando che l’emergenza epide­miologica su base regionale sta facendo registra­re ima ripresa sia pure contenuta dei contagi va segnalato che dal 25 settembre scorso il Comune di Lesina è tornato “Covid free”.

 

Il bollettino epidemiologico emesso ogni giorno dalla Regione Puglia sull’andamento del contagio sul territorio pugliese, infatti aveva segnalato sino al 24 set­tembre l’entrata del Comune di Lesina nella pri­ma fascia di contagi da 1 a 5.

 

Successivamente, non sono stati registrati altri casi, mentre nel bollettino epidemiologico del 25 settembre il ter­ritorio comunale di Lesina è rientrato nella fascia di zero casi positivi Dunque, le persone con­tagiate sono guarite e non essendo stati registrati nuovi casi da quel giorno Lesina è ufficialmente “Covid free”, ovvero senza più casi.

 

M.T.

 
 
 

Turismo/ La Puglia riparte. Al via la campagna d’autunno. Attese oltre duemila domande per i nuovi incentivi.

Post n°27113 pubblicato il 27 Settembre 2020 da forddisseche

Turismo/ La Puglia riparte. Al via la campagna d’autunno. Attese oltre duemila domande per i nuovi incentivi. E sul bonus nozze chieste altre risorse alla Regione.  

  
 

Chiusa la parentesi estiva per il turismo pugliese si apre la fase invernale fatta di «contenimento» con suppor­to alle imprese, tramite fi­nanziamenti a fondo perdu­to, e attività di comunicazio­ne finalizzata al mercato do­mestico.

 

L’internazionale, infatti, è ostaggio del Covid- 19 e nei prossimi mesi non produrrà grandi numeri. «L’estate - afferma Luca Scandale, direttore strategico di Pugliapromozione - è andata come poteva andare: ad ago­sto abbiamo registrato una crescita dei turisti italiani del 4-5%, ovviamente bilanciata al ribasso dalla mancanza dei flussi stranieri. Per questo dobbiamo ricalibrare la stra­tegia di comunicazione su quello che chiede il merca­to».

 

Secondo una rilevazione Swg il 42% degli italiani è di­sposto a fare le vacanze in au­tunno, ma con un budget ri­dotto. «Ci coordineremo - prosegue Scandale - con Pier­luigi Lopalco (neo assessore alla Sanità, ndr) e il settore comunicazione istituzionale.

 

L’idea è di lanciare un’altra campagna di comunicazione che possa incentivare il setto­re, magari con una clientela nazionale o di prossimità. Ve­dremo come evolverà la si­tuazione. Ricordo che nei mesi da marzo a maggio scor­si Pugliapromozione ha lavo­rato solamente con campa­gne social. C’era il lockdown ed era impensabile fare al­tro».

 

Per il periodo invernale si pensa a un altro spot promo­zionale di Alessandro Piva (dopo quello registrato per l’estate). In verità il materiale è già stato registrato, ma va verificato il contenuto del messaggio visto che le imma­gini derivano da ambienta­zioni di periodo pre Covid.

 

La Puglia dell’internazio­nalizzazione, negli ultimi an­ni, ha mosso passi importan­ti. Sul fronte dei collegamenti aerei ha trovato una porta per aggredire meglio il mercato russo con due compagnie che effettuavano collegamen­ti di linea. Stesso discorso per il resto dell’Europa: dalla Francia alla Germania, dalla Spagna all’Olanda.

 

I dati del 2019 indicano una crescita complessiva del 9,8% (8,2 mi­lioni tra arrivi e partenze) con 3,2 milioni di passeggeri in­ternazionali (più 18% rispetto al 2018). In atto c’erano con­tatti per lanciare un volo in­tercontinentale. Anzi due: uno per gli Stati Uniti e l’altro per Cina. Ma con J’esplosione della pandemia tutto è finito nel «congelatore». Ora resta da capire quando si potrà tor­nare alla normalità.

 

«Le pre­visioni dell’organizzazione mondiale sul turismo - chia­risce Scandale - prevede di ri­costituire la situazione pre Covid entro il 2022. Nel frattempo occorre mettere in si­curezza il sistema. Come ha detto il presidente Michele Emiliano Pugliapromozione si sta trasformando in agen­zia di sviluppo che fa anche aiuto alle imprese».

 

A tal fine una prima tran­che di finanziamenti a fondo perduto è legata al mondo del turismo (40 milioni) e della cultura (10 milioni). Dal 5 ot­tobre le aziende potranno ri­spondere alla call presentan­do le richieste. Pugliapromo­zione prevede di ricevere fino a duemila domande per contributi che vanno fino a 800 mila euro.

 

Sullo steso fronte si muove il bando, sempre gestito dall’agenzia della Re­gione, rivolto a chi vuole cele­brare ricevimenti nozze. Allo stato attuale sono giunte 600 richieste (la scadenza è a di­cembre prossimo).

 

Una pri­ma dotazione di contributo diretto alle sale ricevimento è di 30 mila euro per 20 matri­moni da celebrare. «Abbia­mo chiesto alla Regione - conclude Scandale - risorse aggiuntive per soddisfare tut­te le richieste. Questo è un segnale concreto per sostenere il comparto».

 

Vito Fatiguso

 

corrieremezzogiorno

 
 
 

Anche quest’anno la Targa di Capitanata fa tappa a Vieste

Post n°27112 pubblicato il 27 Settembre 2020 da forddisseche

Anche quest’anno la Targa di Capitanata fa tappa a Vieste  

  
 

L’appuntamento è per questo pomeriggio con le auto storiche che partecipano alla manifestazione “Sulle strade della Targa di Capitanata”, evento motoristico organizzato dal Club Dauno di Foggia. La tradizionale Targa di Capitanata di regolarità si sarebbe dovuta svolgere a fine maggio ma a seguito della pandemia legata al covid19, gli organizzatori sono stati costretti ad annullarla.

 

Per mantenere vivo l’interesse verso la prestigiosa manifestazione e anche a seguito delle numerose richieste pervenute da parte di appassionati di altre regioni, il presidente del club Dauno, Pietro Piacquadio ha deciso insieme al Consiglio e al suo staff di dare vita a questa manifestazione che comunque vuole essere messaggera di una proposta turistica culturale legata alla Capitanata attraverso la passione per le auto storiche.

 

A valorizzare il territorio sarà anche un concorso fotografico al quale dovranno partecipare tutti gli equipaggi iscritti alla manifestazione. Piloti e navigatori tra una sosta e l’altra dovranno immortalare uno scorcio della terra ospitante legandola al mondo dei motori. La manifestazione alla quale sono attese oltre 50 auto storiche, alcune provenienti anche dalle regioni limitrofe, ha visto la partenza da Piazza Puglia a Foggia alle ore 9.

 

La carovana storica, nel pieno rispetto delle normative in tema di prevenzione covid19, si dirigerà a San Giovanni Rotondo. Dopo una breve sosta, riaccesi i motori, le oldcars punteranno verso la Foresta Umbra per poi concludere la prima frazione in località Segheria Mandrione presso l’Agriturismo Fara del Falco. Nel pomeriggio percorrendo la strada costiera giungeranno a Vieste dove sosterranno alla Marina Piccola. A seguire premiazione e l’arrivederci all’edizione 2021della Targa di Capitanata.

 

Info: 0881 773438, 337 837810.