Creato da: Principessa.Lea il 03/05/2006
Donne che amano troppo

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 31
 

Ultime visite al Blog

la.cozzalilly8428mirakysilence_is_sexyvento_da_nordSerenadariogiorgia.silvancristina.paronifantasia321maoclaannaluna0mary.grazia_91vincedonghiavolubile973cipollina89
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« Quinta Regola: W gli uom...Postilla alla 5a regola... »

Sesta regola per una DCAT: Non siete un'erba infestante ma un fiore dorato!

Post n°7 pubblicato il 21 Maggio 2006 da Principessa.Lea

La storia è questa: Purslane ha meno di vent'anni e vive con un tipo che quando la madre che lei non vede da tempo, muore le dice 'ma dai pensavo che di tua madre non ti importasse nulla e di certo a lei non fregava nulla di te'.
Quando Purslane vuole andare al funerale a tutti i costi lui le propone di cucinargli la cena invece che sarebbe andato ad affittare un film porno.

Purslane va a New Orleans, dove viveva sua madre e incontra una serie di vecchi amici che la ricordavano in braghette corte. Le iniziano a raccontare storie che la riguardano di quando era piccola. Uno di loro in particolare, appasionato di piante, le dice: 'Tua mamma pensava che tu fossi fatta d'oro e ha preso il tuo nome dai fiori gialli e mais. Questa sei tu…' e mentre raccoglie un piccolo fiore dal giardino continua: 'una bella portulaca dorata!'
Purslane lo guarda un po' scocciata e risponde: 'La portulaca in realtà è un'erbaccia infestante. Un vicino me lo ha detto quando avevo 9 anni e ho pestato i suoi pomodori. Mi ha detto che tutti i giardinieri odiano la portulaca'
'Certo, anche i dente di leone, ma questo non impedisce ai ragazzini di esprimere desideri soffiando su di loro'

La storia continua. Gli amici della mamma l'aiutano a tornare a scuola e a farla sentire bene. Ricompare il vecchio findanzato che, dopo un litigio le urla:
'Ricordati, un'erbaccia e sempre un'erbaccia!'

Da questa bella storia d'amore e d'amicizia possiamo imparare tre cose:

1. La persona che dice di amarci, ci ama davvero o sta cercando invece di farci sentire un'erbaccia!? A volte la gente conosce solo un modo per tener legato a sè l'altro ed è cercare di sottovalutarlo, pensando giustamente che  una persona con poca autostima non possa fare il passo di cambiar vita e sarà più facilmente manipolabile.
Addrizzate le orecchie se fanno commenti sul vostro peso, sulla vostra bellezza o sulla vostra intelligenza! Se avete nuove idee, nuove proposte e non vi viene dato appoggio morale perchè chi vi ama non crede nelle vostre abilità. O se vi sentite sotto stress e pensate di non essere all'altezza nella vostra relazione, ricordatevi che in amore non bisogna dimostrare nulla.

2. Il nostro valore non viene dal giudizio o dall'amore degli altri. Non è perchè qualcuno ci ama che contiamo qualche cosa. Non è neanche il fatto che ce lo dicano. Il nostro valore è indipendente. È come una statua su un pidistallo da sola. Per esempio: posso essere una grande scrittrice senza che i miei libri vengano pubblicati così come posso essere una che scrive romanzi rosa di qualità dubbia e essere miliardaria. I nostri pregi devono essere riconosciuti da noi stessi in base alla nostra scala di valori personali, e non soggetti all'opinione altrui. Certo che fa piacere se le nostre qualità vengono apprezzate, ma non dovrebbe essere essenziale.

E questo ci porta al terzo punto. Visto che il valore viene dal vostro giudizio, potete scegliere se sentirvi un'erbaccia o un bellissimo fiore dorato. Sta a voi creare la vostra immagine e meglio sarebbe sceglierne una positiva, gialla e solare. E mentre scrivo mi è venuto in mente un quarto punto...dimenticate le cattiverie gratuite e le batoste che a volte arrivano vostro malgrado e ricordatevi sole le cose belle che la gente dice di voi.


 

Il film è 'A Love Song for Bobby Long' con John Travolta e Scarlet Johansson -

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/forzaecoraggio/trackback.php?msg=1192170

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
chiaretta_1974
chiaretta_1974 il 21/05/06 alle 15:47 via WEB
ciao Lea, sul mio blog stiamo affrontando tematiche inerenti alle tue. se ti va facci un salto, io sto inviando qui le persone che vogliono approfondire il discorso. un abbraccione.
(Rispondi)
 
sparus_rm
sparus_rm il 22/05/06 alle 21:33 via WEB
E' un bel blog. Che serve. Sono stato con una DCAT ed è stata un'esperienza terribile, ne sto uscendo però rinforzato.
(Rispondi)
 
ariannasad
ariannasad il 26/05/06 alle 18:09 via WEB
mi identifico in ciò che hai scritto ma come si fa quando la razionalità ti indica ciò che è giusto fare ma la paura di restare da soli fa si che ti lasci trattare come una scarpa vecchia e che questo a poco a poco si insinui in te e ti convinca che sei una scarpa vecchia???
(Rispondi)
 
maxdgl1dgl12
maxdgl1dgl12 il 30/08/06 alle 09:43 via WEB
CiaoSonMassimo,nonTi conosco ma ho estrema urgenza di fornirTi quest'informazione su1tale ke non so se conosci(spero di no!)STAI ATTENTA A xcapeman:recentemente questo tipo ha fatto"girare"sulla rete ben 4 numeri cellulari di ragazze con cui ha"litigato"(Alessandra,Angelica,Maria,Vania)... ok?
(Rispondi)
 
Zoe_e_Zoe
Zoe_e_Zoe il 30/01/07 alle 00:39 via WEB
Ciao Lea, non ho il passato di una DCAT, ma mi sono "scontrata" con un certo tipo di uomo - sto cercando di affrontare tutto quello che mi ha lasciato questa esperienza e leggere le tue parole è stato come dissetarsi. Ti voglio citare nel mio blog, dove anche io sto cercando di rendermi utile. Grazie per il buon lavoro.
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.