Blog
Un blog creato da g1b9 il 10/01/2009

Sentimentalmente

Tutto ció che mi dá emozioni....

 
 

***

   Nel mio blog utilizzo  immagini trovate sul Web. Alcune siuramente hanno il copyright;  qui sono usate con scopo culturale , divulgativo  e critico, tuttavia toglierò immediatamente l'immagine, qualora questo uso dispiacesse agli autori.

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

 

 

Messaggi di Luglio 2019

L'alfabeto dell'amore...

Post n°4311 pubblicato il 31 Luglio 2019 da g1b9
 

 

 L'alito di vento è
 un incontro d'amore
improvviso, inaspettato,
il dolce sfiorarsi con una carezza,
pelle morbida sulla mia,
calda voluttuosa; parla
la carezza del vento,parla
di sole, di cielo, di te,
parla nell'agitarsi delle foglie,
smosse da dita lontane..
disegna il tuo messaggio ,
intanto una nuvola , lassù

scrive la mia risposta per te


 
 
 

L'Agapanthus...un ricordo di Madera.

Post n°4310 pubblicato il 30 Luglio 2019 da g1b9
 

 

 Se dovessi immaginarmi come potesse essere il paradiso terrestre,  sicuramente lo vedrei come vidi, incantata da tanta meraviglia,l'isola di Madera.Io, che amo la natura moltissimo, non ho visto mai isola più bella, tra le tante meraviglie caraibiche , quelle dell'oceano Pacifico , Bali , le nostre meravigliose isole, che la fortuna mi ha concesso di visitare.Tutte belle, ognuna con la sua caratteristica, ma Madera sarebbe per me davvero l'Eden; situata nell'oceano Atlantico, al largo delle coste portoghesi, gode  per tutto l'anno di un clima primaverile, con temperature massime sui 27°,28°.  Cielo , mare, montagne, spiagge in anfratti rocciosi dove i piccoli borghi dei marinai brillano di bianco e blu, paesini di montagna dove ogni casa ,nel suo podere, ha ogni ben di Dio tra frutta e ortaggi, banane  e castagne, pesche ed avocadi, mente le zone  selvagge sono un rigoglio di  piante ornamentali e fiori costosissimi, come le camelie. le gardenie, le orchidee, per non parlare dei prati dove ta le margherite si innalzano a migliaia gli agapanthus,fiori che adoro e coi quali, per il tempo  che rimasi  là, riempii le camere per goderne il fascino delicato ed ammaliante ed ammaliatore. I fiori dell'amore come sono riconosciuti in tutto il mondo. E' un fiore originario del Sudafrica, e che a  Madera cresce come pianta spontanea, addirittura infestante...

Il nome latino  Agapanthus deriva dal greco "agape" che significa letteralmente amore e "anthos"che è un fiore.




Le popolazioni originarie del Sud-Africa, le Yhosa usavano questa pianta oltre che per la bellezza dei fiori anche come simbolo d’amore.
Nella loro tradizione le spose Yhosa portavano una collana di radici secche dell’Agapanthus, in quanto influivano sulla fecondità ed aiutavano ad avere gravidanze senza complicazioni.
La madre dopo il parto portava la collana per tutta la vita, questa rendeva la vita felice e sana per lei e per i figli.

Le radici venivano macinate ed usate dalle donne come medicinale prima e dopo la gravidanza. Forse avevano effetto nell’ovulazione.
Il neonato veniva lavato in una soluzione che era fatta dei fiori.
Le radici delle piante, si vendevano sui mercati, ed erano usate anche per guarire le infezioni della pelle alleggerire i dolori. Inoltre facevano un unguento per le gambe gonfie.

 
 
 

Pensieri Zen...serenità interiore.

Post n°4309 pubblicato il 29 Luglio 2019 da g1b9
 

 

 

 Il più grande dono ad un altro

è rinunciare libermente a noi stessi!


 

Erbe estive:

tutto ciò che resta dei sogni imperiali

di un grande soldato.

 

 

Rincorrere  il mondo

porta caos.

Permettendo che tutto venga a me

porta pace.

 
 
 

Roy Lichtenstein. MULTIPLE VISIONS

Post n°4308 pubblicato il 28 Luglio 2019 da g1b9
 



Al MUDEC  DI MILANO è in mostra Roy Lichtenstein. La mostra curata da Gianni Mercurio è promossa dal Comune di Milano-Cultura e da 24 ORE Cultura, che ne è anche il produttore, per l’ideazione di MADEINART

 

 


La sua arte sofisticata, riconoscibile al primo sguardo e apparentemente facile da comprendere,  affascina fin dai  tempi della pop art ,molti creativi, dai pittori ai pubblicitari, dai fotografi ai designers e  persino gli stilisti di moda  , continuando a sedurre e a influenzare ogni forma di arte contemporanea.





In mostra circa 100 opere tra prints , sculture, arazzi, un’ampia selezione di editions provenienti da prestigiosi musei, istituzioni e collezioni private europee e americane,olte a video e fotografie.




La mostra, organizzata  per temi, evidenzia nell'arte di Roy Lichtenstein, come elementi di diverse culture  siano alla base del suo lavoro di decostruzione e ricostruzione dell’immagine, e quindi elaborate ,poi,in chiave pop con  il suo linguaggio personalissimo; e si parte dalla storia degli Stati Uniti, dai vernacoli e le forme d'arte etniche degli indiani d’America  per arrivare alla cultura pop , figlia dell’espansione economica mondiale del secondo dopoguerra, dalla cultura artistica delle avanguardie europee  allo spirito contemplativo dei paesaggi orientali.
La "forma stampata", cioè la riproduzione meccanica , è alla base del lavoro di Roy Lichtenstein , che nella sua pittura  attua un percorso che parte da una copia che viene trasformata in un originale.




 I soggetti trattati sono sempre visioni che avanzano lungo il percorso dei costanti mutamenti dei linguaggi artistici, conciliati da un tocco stilistico inconfondibile. Cento opere – stampe, sculture, arazzi, editions da musei e collezioni private europee e americane – per un percorso in otto sezioni che mostrano tutte le variabili della sua essenza. Egli reinterpreta ogni epoca pittorica con gli occhi della società moderna, che non premia l'emotivita, ma ha una visione piatta della vita , una figurazione fumettistica,con appiattimento dei colori, tecniche puntinistiche, insomma una realtà quasi astratta rivisitata e rifatta nel flash dell'attimo.

 

 
 
 

Un'afosa notte di luglio...

Post n°4307 pubblicato il 27 Luglio 2019 da g1b9
 


Batto le mani
e con la sua luminosità mi fa eco
la luna di luglio.
Strizzo gli occhi
e lo splendore delle stelle
è tutto un baluginare
Mi sfiora il vento
è solo un refolo
che passa veloce...ma
lascia un bacio tenero, dolce,
al profumo di tiglio.
Lontano schiarisce il cielo di cobalto
diradano le lucciole,mentre
finisce un'afosa notte d'estate.


 
 
 
 
 

RELATHIONSHIP

Don't let someone become a priority in your life , when you are an  optional in their life... Relationships work best when they are balanced.

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

ULTIME VISITE AL BLOG

g1b9gcoppdivinacreatura59coluciRavvedutiIn2licsi35pedavide.russiellogabbiano642014das.silvianeopensionatapaperino61toscopellitipnletteriomassimocoppavirginio.fustinoniAngeloSenzaVeli
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

motori ricerca

 


contatori internet

popoli e comunità