Blog
Un blog creato da g1b9 il 10/01/2009

Sentimentalmente

Tutto ció che mi dá emozioni....

 
 

***

   Nel mio blog utilizzo  immagini trovate sul Web. Alcune siuramente hanno il copyright;  qui sono usate con scopo culturale , divulgativo  e critico, tuttavia toglierò immediatamente l'immagine, qualora questo uso dispiacesse agli autori.

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

 

 

 

 

Messaggi del 04/02/2021

Il buon samaritano di Vincent Van Gogh..

Post n°4859 pubblicato il 04 Febbraio 2021 da g1b9
 

 

"Ho dipinto una copia del Buon Samaritano di Delacroix": così scrive Vincent Van Gogh al fratello Teo agli inizi di maggio 1890. È ancora ricoverato nell’ospedale psichiatrico di Saint-Remy in Provenza, ma di lì a poco sarebbe tornato al nord per l’ultima brevissima stagione della sua vita.

 

È uno dei pochissimi soggetti religiosi dipinti da Van Gogh, ma il tema della solidarietà umana è sempre al cuore dei suoi pensieri.  In quel momento, dopo oltre un anno in  manicomio ,fuori da ogni consesso sociale, forse era lui il primo a sentire il desiderio di essere abbracciato da un buon samaritano come prossimo. Van Gogh è  un artista a cui non piace reinventare soggetti noti e preferisce sempre appoggiarsi ad altri. In questo caso si rifà ad un'opera di Eugéne Délacroix, per il quale nutriva la massima venerazione. In sostanza si mette alla sua sequelaùIl momento scelto  praticamente sintetizza la parabola: il samaritano sta caricando sul suo cavallo il ferito dopo averlo medicato, infatti si vede la valigetta aperta per terra. In lontananza, piccoli e mimetizzati nel paesaggio, si vedono i due personaggi, il sacerdote e il levita, che  senza disturbarsi sono passati oltre e proseguono la loro strada verso Gerico. Sono personaggi minuscoli per grettezza in grande contrasto con l'energia del soccorritore, risaltando lo sforzo fisico,un gran bel dettaglio del quadro, che commuove. Osservando la figura si  sente quasi la fatica provata dall'uomo. Oggi  domina la regola del distanziamento, vedere quel corpo a corpo, così concreto e così disinteressato,  ci fa respirare, ci restituisce una dimensione piena dell’umano, dove anche il toccare abbia una sua piena cittadinanza Ed è bello pensare a Gesù che,proponendo una situazione simile disarma tutti, e ognuno di noi è portato a  vedere in Lui stesso quel buon samaritano, che tutti accoglie, perdona e aiuta a risollevarsi senza  curarsi di chi sia, come è nella sua visione ogni suo figlio.

 
 
 
 
 

RELATHIONSHIP

Don't let someone become a priority in your life , when you are an  optional in their life... Relationships work best when they are balanced.

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

ULTIME VISITE AL BLOG

g1b9edocostruzionifedele.belcastroprolocoserdianacarloreomeo0mariateresa.savinolicsi35pevenere_privata.xmonellaccio19keiji100Alice.nel.webfedechiaragalloceramiche.1997paperino61tolcacrema
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

motori ricerca

 


contatori internet

popoli e comunità