revenge of music

revenge,tv,cinema,fashion,

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

FACEBOOK

 
 

ELFA PROMOTIONS PARTNER

promozione artisti

 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

ULTIMI COMMENTI

https://www.google.com nice [url=www.google.com]BB...
Inviato da: alex1999
il 15/06/2019 alle 12:36
 
Sono in completa sintonia con quanto detto da Don Antonio...
Inviato da: Mr.Loto
il 28/02/2019 alle 17:09
 
Avicii era um grande Dj. Sua morte é uma fatalidade muito...
Inviato da: Porno
il 14/01/2019 alle 13:55
 
Adoro esse sexo entre rapazes... delicia!
Inviato da: Porno Gay
il 14/01/2019 alle 13:53
 
Que sonho, delicioso fetiche... ;)
Inviato da: Porno 18
il 14/01/2019 alle 13:50
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« massoneria e natasha jaittcomunicato 18 maggio »

massoneria e imane fadil

Post n°1086 pubblicato il 26 Aprile 2019 da garden8
 

in questi giorni qualche amico o conoscente

mi ha detto perchè non spieghi

la storia di Imane Fadil?

Poi tra me e me ho pensato di farlo.

re

John Pisano ,John Pisano,

all’anagrafe Giuseppe, 55 anni,

originario della Sicilia, insegna

privatamente l’inglese imparato

in giro per il mondo facendo per

30 anni il volontario in missioni

umanitarie. Il suo mestiere lo

ha portato a conoscere Imane

Fadil, colei che ha testimoniato

nei processi Ruby riferendo dei

balletti hard in casa dell’allora

premier Silvio Berlusconi.sostiene

che il sogno di Imane fosse quello

di diventare una giornalista

sportiva, per questo, quando scoppiò

il caso Ruby, la Fadil reagì offesa

perché non voleva essere

accomunata alle olgettine. «Aveva una

fortissima integrità e una grande

fede religiosa», dice Pisano.

Quando John e Imane si

incontrarono lei aveva problemi

nel trovare lavoro. “Con il nome

infangato non poteva più lavorare

mentre le altre avevano ottenuto

il risarcimento da Berlusconi”

afferma John.

Nel 2015, ai pm Tiziana Siciliano e

Luca Gaglio, che indagano sulle

corruzioni di testi dei processi Ruby,

una Fadil “estremamente agitata”

dichiara che due delle olgettine,

Barbara Guerra e Iris Berardi, tre

anni prima avevano tentato di

convincerla a non testimoniare.

Aggiunge che la Berardi le confidò

che era stata ad Arcore quando era

minorenne, vicenda sulla quale le

indagini non hanno trovato nulla.

I soldi non bastano e Imane deve

trasferirsi nella cascina di Chiaravalle,

periferia di Milano, dove resta fino al

novembre scorso quando va ad

abitare con Pisano.

Imane dopo una cena con un uomo

a base di vino e insalata

avverte i dolori,sta male.

Quei dolori era dovuto a un

avvelenamento del corpo con una 

sostanza nel sangue che porta

radioattivita,scombussola processi

di fegato,polmoni e lei aspetta dei giorni

perchè temeva che in ospedale

potevano aggredirla.

Imane parla di altre ragazze

andate ad arcore e che erano state aiutate 

con soldi.

Imane essendo stata ad Arcore racconta

di presenza di forme del

diavolo,demoni e Dubai .

i viaggi a Dubai di molti politici di destra e sinistra.

John Pisano poi afferma che lei era molto spirituale

percepiva il male.

Nel libro che voleva lei scrivere e l'hanno uccisa

,i massoni sanno che  prima o poi

sarà pubblicato e  ci sarà un bel divertimento.

 

Ai famigliari e all'avvocato avrebbe

detto: "Temo di essere stata avvelenata"


 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: garden8
Data di creazione: 28/10/2006
 

ULTIME VISITE AL BLOG

scalo539garden8ragioidmenfapfrancomartinofarmaciagarrinchasettedrillioncris.mazzantiniulisse50xLabarca2Bloggernick10sagredo58gdalirobertolaurenzano
 

SEX CRIMES

la visione della trasmissione di stasera di Anno Zero, la fatidica puntata con la trasmissione dell'inchiesta choc della BBC.

Personalmente sono molto soddisfatto, il programma è stato equilibrato, non ha avuto paura di mostrare i casi scabrosi di pedofilia che riguardano il clero, non ha evitato di mostrare integralmente Sex Crimes and Vatican, ha usato la giusta sensibilità e prudenza nel mandare in onda il filmato solo dopo la prima interruzione pubblicitaria avvertendo più volte che si trattava di argomenti che potevano urtare la sensibilità dei minori lasciando ai genitori la scelta di far vedere o meno ai loro figli questo documento.

Sono reduce dalla visione della trasmissione di stasera di Anno Zero, la fatidica puntata con la trasmissione dell'inchiesta choc della BBC.

Gli interventi di Don Di Noto e Monsignor Fisichella sono stati garantiti nel pieno rispetto di un equo contradditorio. La presenza in studio di Colm O'Gorman, autore dell'inchiesta è stata preziosa, soprattutto per chiarire il punto più controverso e meno sostanziale della vicenda, quello riguardante il famoso documento segreto, il Crimen Sollicitationis. Non sta certo a me dire chi è risultato più credibile fra i contendenti, ma certamente il fatto che il confronto non si sia svolto essenzialmente su un'interpretazione giuridica, formale degli articoli del documento redatti in latino, bensì sul problema delle vittime, delle mancanze della Chiesa nella collaborazione con la giustizia ordinaria, sulla prassi di trasferire in altre parrocchie preti già accusati dalla polizia di abusi su minori, è innegabilmente positivo.

Credo, e resto convinto, che la bagarre politica generata prima della trasmissione di questa puntata, il fatto che politici si siano addirittura sbilanciati sostenendo in diretta tv che "il documentario non andrà in onda", che il consiglio d'amministrazione abbia tentato in ogni modo di limitare la libertà d'espressione e di censurare preventivamente Santoro e la sua redazione, resti un fatto grave. Un precedente pericoloso ed inquietante che lascia un interrogativo piuttosto deprimente: quanti giornalisti, in Rai come in Mediaset, che non hanno la "forza" e il seguito di Santoro, si sentiranno liberi di trattare argomenti tanto delicati in futuro?

Questa è la mia opinione, la parola va ora ai lettori, ovviamente sperando che coloro che votano siano anche stati spettatori della trasmissione e che il risultato - seppur dal valore relativo- non venga inquinato da quanti possono votare guidati da un semplice pregiudizio ideologico.
Cosa ne pensate?

 

TOP 100

 

 

 


T

 

TWITTER BUTTON

 

SEGUMI...