revenge of music

revenge,tv,cinema,fashion,

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

FACEBOOK

 
 

ELFA PROMOTIONS PARTNER

promozione artisti

 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

ULTIMI COMMENTI

Sono in completa sintonia con quanto detto da Don Antonio...
Inviato da: Mr.Loto
il 28/02/2019 alle 17:09
 
Avicii era um grande Dj. Sua morte é uma fatalidade muito...
Inviato da: Porno
il 14/01/2019 alle 13:55
 
Adoro esse sexo entre rapazes... delicia!
Inviato da: Porno Gay
il 14/01/2019 alle 13:53
 
Que sonho, delicioso fetiche... ;)
Inviato da: Porno 18
il 14/01/2019 alle 13:50
 
Muy linda esta chica!
Inviato da: Porno 18
il 14/01/2019 alle 13:48
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« don antonio mattielligianfrà »

mia martini e la sfortuna

Post n°1081 pubblicato il 28 Febbraio 2019 da garden8
 

la storia di Mia Martini è solo una delle tante

storie legate al satanismo.

Made with FreeOnlinePhotoEditor.com

giorni fa ho conosciuto una persona che lavorava

nel mondo discografico,

al che io raccontavo di morti di personaggi

della musica quasi ogni giorno e lei ha detto no no

non dirlo porta male .

Mi diceva che conosce molti addetti dentro sanremo ,

dentro la Rai e musicisti di molti cantanti .

Mi ha parlato di conoscenza buona di Nino D'angelo.

Ma torniamo alla massoneria e il rapporto stretto

con la musica di Mia Martini.

Morì a soli quarantasette anni per un arresto

cardiaco, in circostanze mai del tutto chiarite

.Fu trovata priva di vita nella sua abitazione

dopo almeno due giorni dal decesso...

"La stessa Mia Martini anni dopo dichiara in

merito a questo periodo: «La mia vita era

diventata impossibile. Qualsiasi cosa facessi

era destinata a non avere alcun riscontro

e tutte le porte mi si chiudevano in faccia.

C'era gente che aveva paura di me, che per

esempio rifiutava di partecipare a

manifestazioni nelle quali avrei dovuto

esserci anch'io. Mi ricordo che un manager

mi scongiurò di non partecipare a un festival,

perché con me nessuna casa discografica

avrebbe mandato i propri artisti. Eravamo

ormai arrivati all'assurdo, per cui decisi

di ritirarmi.» 

Nel marzo del 1995, due mesi prima

della sua morte, Mia Martini annuncia

al suo fan club Chez Mimì, di voler

realizzare un album dedicato

completamente alla luna, dal titolo

Canto alla luna (brano del 1978 scritto per lei da

Ivano Fossati e pubblicato nell'album Danza)[35].

La Luna è un simbolo esoterico che rappresenta

cercare un aiuto che viene dal cielo .

I brani sulla Luna sono riferimenti alle morti che

avverranno negli anni 2000.

quante lune avete intravisto nel firmamento con

colori non naturali ?

la luna rosa o rossa per esempio ..

I brani che quest'album doveva racchiudere sono

i seguenti: Canto alla luna, Dillo alla luna, Verde

luna, Luna rossa, Blue moon, Luna bianca

e due inediti ancor'oggi come Alla luna,

scritta appositamente per lei da Franco Fasano

e Luna sciamanna, scritta da Mimmo Cavallo. 

Il 14 maggio 1995, dopo giorni di silenzio,

il suo corpo senza vita viene ritrovato

nell'appartamento in Via Liguria 2, a Cardano

al Campo (VA), dove si era trasferita per

essere più vicina al padre, il quale risiede

tuttora a Cavaria con Premezzo insieme

alla seconda moglie. 
La Procura di Busto Arsizio aprì un'inchiesta

e dispose l'autopsia. Secondo il referto del

medico legale, la morte dell’artista è

avvenuta per un arresto cardiaco, causato

da un'overdose di stupefacenti[39]. Il 17

maggio il corpo venne cremato, e

successivamente il caso fu archiviato. 

molti VIP morti nelle circostanze sospettose

vengono cremati quasi subito cosi non rimangono tracce.

(una lettera trovata ormai quando era pure sotterrata...)... 

di solito i personaggi di talento in grado

di toccare le anime delle masse

e manipolare le emozioni

vengono ingaggiati dal mondo

di show che è controllato da

poteri occulti. All'inizio questi

talenti sono lusingati con le

promesse e prospettive belle, a

volte invece sono costretti a

"vendere l anima al diavolo"

x problemi econoimici oppure

per vanità. Gira una leggenda

di un vero patto di sangue che

viene firmato prima di lanciare

l'artista...dopo di che l intrappolato

deve fare solo quello che gli

dicono i suoi padroni occulti.

Se l artista si pente, scopre di

aver sbagliato o si rifiuta viene

ucciso, bandito, boicottato,

fatto fuori in mille modi. 

 

Nella fiction andata in onda pochi giorni fa

proprio dopo Sanremo che rappresenta

la tana del lupo per Mimi.

Sanremo la città dei fiori infatti i fiori sono loro i massoni .

La bellezza dei fiori per nascondere le angherie che loro fanno.

A Sanremo si raduna una loggia nei giorni di Sanremo.

1989 Mia Martini sta per vincere con

Almeno tu nell' universo ma i massoni

hanno un altro piano far vincere Barbarossa.

Lei si presenta con un dirigente della

casa discografica pagato dai massoni

per presenziare in prima fila dato che

molti non osavano farlo perchè vi era

la maldicenza della sua jella che si

diffondeva e poteva far crollare il palco .

Un musicista coosciuto mi ha detto

che molti potenti ci provavano con Mia

e volevano violentarla o solo una notte

di sesso ma lei ha sempre dato picche

e allora i massoni incazzati hanno

escogitato il piano per fargli terra

bruciata intorno ,ribadendo cosi anche

agli appassionati della sua musica

che lei era porta sfortuna.

cosi niente interviste,niente concerti ,

niente sanremo e cosi via...

 

re


 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 
 
 

INFO


Un blog di: garden8
Data di creazione: 28/10/2006
 

ULTIME VISITE AL BLOG

garden8ragioidmenfapfrancomartinofarmaciagarrinchasettedrillioncris.mazzantiniulisse50xLabarca2Bloggernick10sagredo58gdalirobertolaurenzanocontedgl18
 

SEX CRIMES

la visione della trasmissione di stasera di Anno Zero, la fatidica puntata con la trasmissione dell'inchiesta choc della BBC.

Personalmente sono molto soddisfatto, il programma è stato equilibrato, non ha avuto paura di mostrare i casi scabrosi di pedofilia che riguardano il clero, non ha evitato di mostrare integralmente Sex Crimes and Vatican, ha usato la giusta sensibilità e prudenza nel mandare in onda il filmato solo dopo la prima interruzione pubblicitaria avvertendo più volte che si trattava di argomenti che potevano urtare la sensibilità dei minori lasciando ai genitori la scelta di far vedere o meno ai loro figli questo documento.

Sono reduce dalla visione della trasmissione di stasera di Anno Zero, la fatidica puntata con la trasmissione dell'inchiesta choc della BBC.

Gli interventi di Don Di Noto e Monsignor Fisichella sono stati garantiti nel pieno rispetto di un equo contradditorio. La presenza in studio di Colm O'Gorman, autore dell'inchiesta è stata preziosa, soprattutto per chiarire il punto più controverso e meno sostanziale della vicenda, quello riguardante il famoso documento segreto, il Crimen Sollicitationis. Non sta certo a me dire chi è risultato più credibile fra i contendenti, ma certamente il fatto che il confronto non si sia svolto essenzialmente su un'interpretazione giuridica, formale degli articoli del documento redatti in latino, bensì sul problema delle vittime, delle mancanze della Chiesa nella collaborazione con la giustizia ordinaria, sulla prassi di trasferire in altre parrocchie preti già accusati dalla polizia di abusi su minori, è innegabilmente positivo.

Credo, e resto convinto, che la bagarre politica generata prima della trasmissione di questa puntata, il fatto che politici si siano addirittura sbilanciati sostenendo in diretta tv che "il documentario non andrà in onda", che il consiglio d'amministrazione abbia tentato in ogni modo di limitare la libertà d'espressione e di censurare preventivamente Santoro e la sua redazione, resti un fatto grave. Un precedente pericoloso ed inquietante che lascia un interrogativo piuttosto deprimente: quanti giornalisti, in Rai come in Mediaset, che non hanno la "forza" e il seguito di Santoro, si sentiranno liberi di trattare argomenti tanto delicati in futuro?

Questa è la mia opinione, la parola va ora ai lettori, ovviamente sperando che coloro che votano siano anche stati spettatori della trasmissione e che il risultato - seppur dal valore relativo- non venga inquinato da quanti possono votare guidati da un semplice pregiudizio ideologico.
Cosa ne pensate?

 

TOP 100

 

 

 


T

 

TWITTER BUTTON

 

SEGUMI...