Blog
Un blog creato da giulia_770.it il 15/01/2008

A R T E

.... e arte....

 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: giulia_770.it
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 40
Prov: MI
 

ULTIME VISITE AL BLOG

giulia_770.itreversecrucifixkmkandy_77stefano_75scmi_piaci15agnese_740manu78_itraffaelpianosurfinia60modestosileardo55speedy.72dolcesettembre.1mirearci
 
 

GIULIA...

 Alcune foto sono reperite sul web, se l'autore le riconosce come sue, basta chiederlo e verranno rimosse al più presto...

Grazie! G/G


 

 

« Arrivera' il sole...Anche io ho pianto tanto! »

Tutti sanno, nessuno fa nulla !

Post n°7182 pubblicato il 20 Maggio 2019 da manu78_it

La 19enne di Monterotondo ha sferrato un colpo mortale al padre violento durante una colluttazione, nel tentativo di difendere la madre.

Quello che fa rabbia è che le denunce non servono a risolvere questi problemi!!! Deve scapparci il morto, purtroppo!!! Questa persona andava aiutata....ma la ragazza non doveva vivere questa esperienza che lascia un segno indelebile per la sfiducia negli uomini violenti e per l'azione che è stata costretta a fare !!! Vorrei vedere quale figlia non difende sua madre!!

Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Stefania il 20/05/19 alle 21:35 via WEB
...Auguro a questa ragazza di nn farsi un giorno di carcere... lei Il carcere lo ha già fatto in casa vivendo una vita triste...
 
mi_piaci15
mi_piaci15 il 20/05/19 alle 21:39 via WEB
Speriamo che questa ragazza ora venga aiutata a elaborare il passato e soprattutto il tragico epilogo della situazione.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
sonodipassaggio il 20/05/19 alle 21:43 via WEB
la vita di queste due donne è stata distrutta da un uomo che non meritava neanche di vivere...
 
I3Shadows
I3Shadows il 20/05/19 alle 23:13 via WEB
Così, allo stesso modo in cui una famiglia cambia una società, bisogna cambiare la mentalità sociale per poter cambiare la mentalità familiare.
 
narconon_70
narconon_70 il 21/05/19 alle 11:58 via WEB
C'è poco da discutere su questo caso, io sbatterei dentro chi non ha preso provvedimenti prima, nonostante le denunce. Adesso lasciatela in pace e aiutatela perché sarà molto provata dopo tutto quello che ha sopportato.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Auora il 21/05/19 alle 12:03 via WEB
Ci sono realta' familiari agghiaccianti e c'e' un'omerta' da paura, ma poi chi si intromette in situazioni familiari altrui? non bisogna colpevolizzare
 
 
annalisa60_it
annalisa60_it il 21/05/19 alle 14:27 via WEB
no, non bisogna, ma allo stesso tempo cercare di lanciare un lazo, formare un cordone di protezione, sì, si dovrebbe. Perché i patapum e patapam dentro ad una casa... Si sentono anche fuori. E certe cose si sanno. Non condanno nel modo più assoluto chi non se la sente, ma si dovrebbero paragonare le paure e pensare a chi non ha modo di difendersi. Questi soggetti riescono nel loro intento proprio grazie al vuoto che creano intorno.
 
mimma_serena
mimma_serena il 21/05/19 alle 12:08 via WEB
Ha dovuto fare da sola...perchè questa e' la società q...una caotica massa di solitudini...
 
gianbrandi
gianbrandi il 21/05/19 alle 12:11 via WEB
Hai ragione Manu ..intervenire prima c'era troppo lavoro è più facile arrestare dopo a fatti compiuti...
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Cristina il 21/05/19 alle 12:18 via WEB
Non trovo giusto che una ragazza debba arrivare a questo punto per vivere. La legge non tutela la violenza domestica e così si deve ricorrere a difendersi da soli. Purtroppo ora questa giovane ragazza sarà condannata per omicidio mentre se si fosse intervenuti prima la vita sarebbe potuta andare diversamente. Le auguro un bravo avvocato che la possa restituire alla libertà e sopratutto psicologicamente deve esserne cosciente che ha fatto la cosa giusta!
 
anitadil_it
anitadil_it il 21/05/19 alle 12:22 via WEB
La tragedia della violenza domestica: la vergogna che impedisce di chiedere aiuto e di liberarsi dal dolore e dall'angoscia, finché è troppo tardi. Povera ragazza.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Manuele il 21/05/19 alle 12:24 via WEB
E' una tragedia familiare vera e non me la sento di colpevolizzare questa ragazza. Però non deve passare il messaggio che "ha fatto bene", non è questo lo Stato di cui abbiamo bisogno. Il servizio delle Iene sull'altro ragazzo che ha ucciso il padre non vorrei avesse fatto da cassa di risonanza. La rispetto, l'ammiro per il coraggio, ma dobbiamo provare a restare umani e cercare con ogni forza la giustizia nella magistratura.
 
 
kandy_77
kandy_77 il 21/05/19 alle 14:30 via WEB
e intanto, mentre "restiamo umani", le denunce restano inefficaci, per una volta che l'epilogo è diverso, mi auguro che il giudice applicherà la legittima difesa.
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Manuele il 21/05/19 alle 14:39 via WEB
è vero quello che dici, ma io lo dico per salvaguardare soprattutto il carnefice. Non bisogna solo analizzare che ucciso il mostro tutto cambia. Può cambiare fisicamente perché non hai più un pericolo in casa, ma mentalmente questa ragazza rischia di vivere con i mostri nel cervello ed è comunque molto provante per il resto della vita. Uccidere una persona, in questo caso addirittura il padre, non credo sia così facile da superare
 
akemi_1976
akemi_1976 il 21/05/19 alle 12:28 via WEB
Tragedia annunciata...non aveva alternativa e non ha ricevuto nessun cenno di difesa-...
 
stefano_75sc
stefano_75sc il 21/05/19 alle 13:43 via WEB
La ragazze e' libera...un giudice con cuore e cervello dopo tutto quello che sentiamo finalmente ,torna a vivere assieme alla tua mamma e alla tua nonna...
 
 
simona_780car
simona_780car il 21/05/19 alle 15:47 via WEB
Stefano, non è libera,é in attesa della sentenza del giudice che intanto l'ha fatta tornare a casa.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Giuseppe il 21/05/19 alle 13:44 via WEB
E, comunque legittima difesa o no, uccidere un genitore é comunque un trauma che ti segna per tutta la vita. L'ultima violenza fatta dal padre é proprio questa, costringere la propria figlia all'omicidio. Ho pena per tutta la famiglia.
 
agnese_740
agnese_740 il 21/05/19 alle 13:59 via WEB
Cari vicini potete farlo pure in anonimato ma quando vi accorgete di certe situazioni aiutate non giratevi dall'altra parte, è facile dire dopo :ah era un uomo violento le picchiava sempre questa volta è morto lui ma poteva succedere che prima o poi era il contrario.
 
cassandra_70bs
cassandra_70bs il 21/05/19 alle 14:03 via WEB
Hai ragione, spesso è anche l'indifferenza a umiliare...
 
angela.lv
angela.lv il 21/05/19 alle 14:06 via WEB
L'omertà è uno dei peggiori mali di questo mondo.
 
lilla_1940
lilla_1940 il 21/05/19 alle 14:10 via WEB
Questa ragazza, comunque sia andata, non tornerà più ad essere quella di prima. Un macigno così grande da portare a vita. Speriamo che qualche psicologa prenda cuore la sua storia, il suo futuro, che l'aiuti veramente perché ne avrà davvero bisogno.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Luisella il 21/05/19 alle 14:12 via WEB
Sicuramente non l'avrebbe voluto neppure lei ciò che è successo ma lei poverina non ha fatto altro che difendersi assieme alla sua mamma spero che per lei ci sia un po di giustizia a suo favore e che d'ora in avanti vivano una vita tranquilla
 
marcoste_it
marcoste_it il 21/05/19 alle 14:43 via WEB
Era gonfio di vino giorno e notte ,, non era mai lucido Era solo violento Famiglia senza futuro e senza tranquillità...
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Paola il 21/05/19 alle 14:47 via WEB
Ecco così uccidere non è più un atto di violenza ma una legittima difesa. Perché non riproporre anche l’ impiccagione?
 
alex_it_ab1
alex_it_ab1 il 21/05/19 alle 14:50 via WEB
Non mi sento di giudicare...Speriamo che la ragazza sia seguita come anche la famiglia. .Spesso vengono abbandonate a se stesse sia le vittime che i carnefici...
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Danila il 21/05/19 alle 15:00 via WEB
credo se nn avesse difeso la madre ,avrebbe pianto una persona uccisa ingiustamente.E sinceramente in questo caso io la considero legittima difesa.Quindi ,a prescindere dal fatto che non sarebbe dovuta arrivare a tanto ,mi fai pensare che se nn avesse ucciso lei,e se lui avesse ucciso la madre ,sarebbe stato lecito?
 
camile73_cb
camile73_cb il 21/05/19 alle 15:07 via WEB
No, quello non era un uomo, gli uomini amano proteggono e rispettano le loro donne...questo non era un uomo...questo era solo un uomo che avrebbe ucciso prima o poi le sue donne....Spero che un giudice sia clemente...
 
simona_780car
simona_780car il 21/05/19 alle 15:11 via WEB
Viviamo ormai in una società in cui si viene allo scoperto quando ormai le tragedie vengono consumate .Si è rovinata la vita povera ragazza .
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
quipercaso il 21/05/19 alle 15:16 via WEB
Secondo me non è da condannare.... Ne dà osannare.... Era da proteggere..... Era il suo papà, violento, alcolizzato, disoccupato.... Ma era il suo papà. Non spettava a lei fare giustizia, non spettava a lei così piccola proteggere la mamma e la nonna. E soprattutto non spettava a lei vivere con questo rimorso.
 
manu78_it
manu78_it il 21/05/19 alle 15:25 via WEB
"Ultima ora"....L'accusa nei suoi confronti è stata derubricata da omicidio volontario in eccesso colposo di legittima difesa...
 
 
anitadil_it
anitadil_it il 21/05/19 alle 21:23 via WEB
Non deve in questo caso esistere eccesso colposo di legittima difesa , ha semplicemente difeso se stessa , la mamma e la nonna...
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Francesco il 21/05/19 alle 16:00 via WEB
Signori, è un'assassina, non passi per eroina, chiaro?
 
sergio_410.it
sergio_410.it il 21/05/19 alle 16:15 via WEB
Cinque anni che queste povere donne chiedevano aiuto e nessuno le ha tirate fuori da quell'inferno! E poi dicono che le donne devono denunciare! Bisognerebbe prendere a pugni in faccia chi ancora sottovaluta un problema enorme come la violenza maschile su mogli, compagne e figlie. Povera ragazza, costretta ad uccidere per difendere se stessa, la madre e la nonna da un orco!
 
 
giulia_770.it
giulia_770.it il 21/05/19 alle 20:54 via WEB
Sergio, non un orco, ma persona con problemi di umore ed alcolismo che lo rendevano violento e pericoloso. Sconcertante l'assenza dello stato che lascia sole le famiglie ad affrontare tali problematiche, l'orrore e la violenza. Le malattie mentali vanno curate, purtroppo la cura non é obbligatoria ed a pagarne le conseguenze sono le famiglie che vivono nel terrore...
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Rino il 21/05/19 alle 16:23 via WEB
Legittima difesa e liberatela. Occupatevi dei delinquenti veri e delle richieste di aiuto per maltrattamenti in famiglia.
 
giulia_770.it
giulia_770.it il 21/05/19 alle 20:51 via WEB
Onestamente, questa ragazza fa tanta pena, perché chi l'ha messa al mondo nn le ha costruito attorno un ambiente sicuro e perché nessuno di chi doveva, ha fatto nulla per evitare l'ennesima tragedia. Gli articoli riportano che lei, nonostante tutto il terrore e la sofferenza patiti in 19 anni, gli voleva bene ugualmente e adesso è straziata dal dolore per quanto accaduto e questo è un peso atroce, che porterà per sempre. Nn mi stupisce neanche che abbia mantenuto affetto verso chi ha sempre fatto loro del male, la sindrome di Stoccolma insegna e il carnefice è spesso abile nel creare condizioni di manipolazione delle proprie vittime. Temo che la vita di questa ragazza, almeno in parte, sia finita con questa tragedia, anche se spero che qualcuno, ora, si metta una mano sulla coscienza e l'aiuti a risalire dal baratro in cui si trova.
 
 
lilla_1940
lilla_1940 il 21/05/19 alle 20:58 via WEB
Concordo tesoro,e spesso ci immedesimiamo nelle situazioni e cercare di trattare con i guanti bianchi e sensibilita' certi argomenti ma sono cose piu grandi di noi e solo a pensarle ti fanno male!
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Io_sono_io il 21/05/19 alle 23:41 via WEB
Questo e' quello che e' successo : «Quando papà tornava a casa ubriaco mi preoccupavo soprattutto per mia nonna – ha detto, secondo quanto si legge nei verbali – tra di noi è la più fragile, non volevo che le facesse del male». Poi il racconto di quanto avvenuto domenica notte: il ritorno di Lorenzo a casa, ubriaco, e le botte. «Se l’è presa con mamma, urlava come un pazzo, ci insultava. Io ho preso nonna e ci siamo chiuse in una stanza, aspettando che si calmasse. Poi abbiamo deciso di andarcene, io ero terrorizzata – continua – Ho preso un coltello dalla cucina, ma non volevo ucciderlo, l’ho preso per difesa. Volevo solo che ci facesse andare via». Ma l’uomo non si è calmato: ha rincorso le tre donne nel palazzo e ha preso a pugni in faccia la mamma di Deborah, per poi dirigersi verso la nonna. A quel punto la colluttazione finita male: «Avevo paura che l’avrebbe ammazzata», ha detto la giovane ai pm. Lorenzo si accascia, la figlia cerca di soccorrerlo, poi i soccorsi e la morte poco dopo. La causa della morte sarebbe una emorragia provocata dalla ferta sotto ad un orecchio durante la colluttazione: ad essere utilizzato il coltello che la 19enne aveva preso da una collezione del nonno e che teneva in camera in bella vista, tristemente certa di doverlo usare alla successiva aggressione. La giovane ha raccontato tutto agli inquirenti sempre in lacrime e distrutta per l’epilogo più tragico. Resasi conto di quanto accaduto, era salita in casa a prendere dei prodotti congelati da posizionargli sotto la testa. Sperava così di tamponare la ferita. «Gli ho detto che gli volevo bene, che non volevo morisse. Era imperfetto, ma era comunque mio padre».
 
asia1979.ge
asia1979.ge il 22/05/19 alle 09:16 via WEB
Non bisogna giudicare ma comprendere che una ragazzina è stata costretta a difendere se stessa, la madre e la nonna dall’ennesima aggressione. Erano scappate e sono state inseguite, nessun essere dovrebbe essere lasciato in balia di un uomo che ripetutamente picchia ed aggredisce. La mancanza di fiducia in una legge che sarebbe dovuta intervenire e la mancanza di fiducia in una pena certa, produce queste aberrazioni in cui una ragazzina è costretta ad uccidere per difesa. Mi dispiace molto, ma mi sarebbe dispiaciuto molto di più se a morire fosse stata una delle donne aggredite ogni giorno.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Jolanda il 22/05/19 alle 09:22 via WEB
Mi dispiace, ma ha ucciso un uomo. Potevano denunciarlo e chiamare i carabinieri, se proprio non cambiava nulla, potevano agire sempre per vie legali. Ha ucciso una persona, ed è giusto che paghi. La violenza non si combatte con la violenza. E visto che ha usato la boxe, dovrebbe avere il divieto di praticarla. Non ho nulla contro lei, ma ha ucciso un uomo.
 
 
stefano_75sc
stefano_75sc il 22/05/19 alle 10:29 via WEB
Jolanda era un ex pugile già denunciato parecchie volte e finito in carcere, uscito ha ripreso a picchiare le 3 donne senza che nessuno intervenisse o facesse altro. Non giustifico la ragazza ma nemmeno la denuncia è bastata, nessuno ha tutelato queste persone...le vie legali non sono bastate purtroppo. La ragazza ha agito per proteggere la madre e la nonna dato che, mentre fuggivano, lui le ha inseguite per le scale e ha sferrato un pugno in faccia alla mamma della ragazza
 
passavodiqui_1974
passavodiqui_1974 il 22/05/19 alle 10:31 via WEB
Non si può giudicare una situazione se non la si vive quotidianamente. Denunciare? Ma lo sai Jolanda quante donne vengono uccise dai mariti che avevano denunciato? La vita ,per essere giudicata, deve essere vissuta, soprattutto quando non è la tua vita.
 
manu78_it
manu78_it il 22/05/19 alle 11:38 via WEB
Speriamo che la richiesta di archiviazione della Procura della Repubblica sia accolta dai Giudici...senza se e senza ma...
 
gabriele1970_it
gabriele1970_it il 22/05/19 alle 12:08 via WEB
Così tanto per esternare un pensiero: perché quando si denuncia è risolutivo? Le cronache son piene di donne uccise dopo decine di denunce!!!
 
mah_40.it
mah_40.it il 22/05/19 alle 12:15 via WEB
Omerta' dei vicini...L'ha colpito, lui è caduto e ha picchiato la testa. Il colpo l'ha ucciso... legittima difesa..
 
pietro_791.it
pietro_791.it il 22/05/19 alle 14:43 via WEB
Deborah torna libera, il suo gesto è stato qualificato come un episodio di eccesso colposo di legittima difesa. Deborah non sarà mai libera. L’avrebbero dovuta liberare molto tempo prima. Deborah non si sarebbe dovuta liberare da sola e combattere nel ring della vita contro chi le faceva del male e oggi affrontare anche se stessa (la battaglia più dura). La libertà è un DIRITTO INVIOLABILE DI OGNI SINGOLO ESSERE UMANO che in questa società viene violato troppo spesso, in primis da troppi genitori.
 
fabio_ro2014
fabio_ro2014 il 22/05/19 alle 14:50 via WEB
Quanta disperazione c'era e c'e' dentro di lei, povera ragazza!
 
modi_1973
modi_1973 il 22/05/19 alle 14:55 via WEB
L'Alcol é una droga pesante, specie per chi sta vicino ad un alcolista...
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

Chiedo a chiunque passi di qua di mantenere un tono basso, qui non si urla nè si offende nessuno. Ogni vostro pensiero è ben accetto, come ogni critica, ma sempre nel rispetto reciproco.

Grazie!

 

ULTIMI COMMENTI

Aiutino, oltre che fu espulso, era stato severamente...
Inviato da: giulia_770.it
il 21/09/2019 alle 23:18
 
ciao Massa, era un folle, il suo gesto il suo comportamento...
Inviato da: giulia_770.it
il 21/09/2019 alle 23:17
 
diciamo Agnese il Genio del Surrealismo!!!
Inviato da: giulia_770.it
il 21/09/2019 alle 23:16
 
Si Roby
Inviato da: giulia_770.it
il 21/09/2019 alle 23:16
 
:) Si
Inviato da: giulia_770.it
il 21/09/2019 alle 23:15