Blog
Un blog creato da giulia_770.it il 15/01/2008

A R T E

.... e arte....

 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: giulia_770.it
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 41
Prov: MI
 

ULTIME VISITE AL BLOG

persicomarco07lisamenegolamm.cannistragiulia_770.itluciacortimanu78_itfabiolaturbessiST_Franzone_Srlspeedy.72antonio.salvatore71joefuffadolcesettembre.1ricciopettinatovigi74
 
 

GIULIA...

 Alcune foto sono reperite sul web, se l'autore le riconosce come sue, basta chiederlo e verranno rimosse al più presto...

Grazie! G/G


 

 

« E' tornata la censura..Quel romanzo ci riguarda... »

Vernice rossa e scritte con lo spray: "Razzista, stupratore"

Post n°7700 pubblicato il 14 Giugno 2020 da giulia_770.it

 Dopo la furia iconoclasta che si è abbattuta in America, cresce in Italia la polemica intorno alla statua di Indro Montanelli. Sono stati versati almeno quattro barattoli di vernice a ricoprire gran parte del monumento. Secondo voi può un errore "squalificare" la vita di una persona che la città di Milano ha voluto ricordare con una statua per la sua attività di giornalista?

Vi chiedo, di dire la vostra in maniera civile nel rispetto di tutti.

Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Piera il 14/06/20 alle 20:50 via WEB
Bisogna sempre distinguere la vita pubblica da quella privata. Mi piace molto la poesia di Neruda che, personalmente considero tra i grandi della letteratura, ma come uomo non era meno di Montanelli. Abbandonò la figlia affetta da una grave malattia senza passarle alcun sostegno, che morì, con la madre, di stenti. Eppure lui era molto ricco. E come loro, ce ne sono tanti altri.
 
mi_piaci15
mi_piaci15 il 14/06/20 alle 20:55 via WEB
L'errore non è piccolo. Si tratta di un abuso, di cui lui si è sempre vantato tra l'altro. Diciamo che dalla dichiarazione universale dei diritti dei bambini non ci sono più scuse. Anche se il fatto è precedente, però lui non si è mai pentito. Può essere stato un grande giornalista, ma sicuramente non è stato un grande esempio di umanità.
 
narconon_70
narconon_70 il 14/06/20 alle 21:01 via WEB
Montanelli è stato un grande giornalista,la statua e stata fatta per il suo lavoro, non certo per la sua vita privata! Ricordo che oggi in tanti paesi asiatici e africani, con regolarità, ancora sposano bambine a uomini più grandi, ed è lì che ci sarebbe da intervenire, ma è più semplice prendersela coi morti!
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
LEGGETE CHI ERA il 14/06/20 alle 21:08 via WEB
Nel 1935, Montanelli fu volontario nella guerra coloniale di Eritrea voluta da Mussolini e durante il soggiorno africano comprò, letteralmente, dalla sua famiglia per 500 lire (o 350, il giornalista diede diverse ricostruzioni) una giovanissima “moglie” chiamata Destà – non vera consorte perché il contratto di cosiddetto madamato prevedeva una scadenza. La ragazzina aveva tra i 12 e i 14 anni, “un animalino docile”, nelle parole che oggi indignano usate da Montanelli in un’intervista televisiva del 1969. In un rapporto imposto e non certo paritario, la giovanissima fungeva essenzialmente da cameriera – portando la biancheria pulita ai combattenti – e da comprensibilmente riluttante compagna d’alcova. Poco dopo Montanelli tornò in Italia e un suo sottoposto gli chiese di poter sposare Destà. Lei ebbe un figlio e lo chiamò Indro. Si reincontrarono nel 1952, durante un viaggio in Etiopia del giornalista, che non spese mai parole di pentimento né di rammarico, ma raccontò più volte apertamente la vicenda, giustificandola con i tempi, le usanze e le circostanze.
 
mimma_serena
mimma_serena il 14/06/20 alle 21:20 via WEB
Grande come giornalista, meno come uomo.Ma questo gesto è da condannare...
 
marcoste_it
marcoste_it il 14/06/20 alle 21:26 via WEB
e' stato uno dei piu grandi intellettuali del Novecento.. e se condannassimo all'oblio tutti gli intellettuali con una vita privata discutibile come per esempio Pasolini o Caravaggio o Verga..
 
angela.lv
angela.lv il 14/06/20 alle 21:31 via WEB
La statua gli è stata dedicata per il suo lavoro. È un grande intelletuale italiano che ha contribuito alla sua causa, basti vedere che fine hanno fatto i giornali che dirigeva per capire chi era. Lui stesso ha detto che sposare la ragazza era necessario per l'alleanza con le tribu, e di fatti lui e altri si dovettero sposare per avere il consenso delle tribu. Cosa doveva fare? Giustiziarli tutti perché la cultura del posto non ci piace? Lui ha fatto il suo dovere e tutto quello che ha fatto era in linea con la nazione e cultura dove si trovava.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Massimo il 14/06/20 alle 21:34 via WEB
Per come è messo il giornalismo italiano è comprensibile che facciano una statua ad uno che scriveva buoni articoli.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
sonodipassaggio il 14/06/20 alle 22:12 via WEB
Il gesto è stato rivendicato sui social da Rete Studenti Milano e LuMe (Laboratorio universitario metropolitano)
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Aurora il 15/06/20 alle 10:54 via WEB
Studenti?! Se avessero davvero una cultura capirebbero l'importanza della contestualizzazione che non esclude la critica, ma che non ammette la distruzione della memoria.
 
alex_it_ab1
alex_it_ab1 il 14/06/20 alle 22:16 via WEB
la scultura è dedicata al Montanelli giornalista scrittore, ognuno di noi ha scheletri nell’armadio, protesta becera, contro la cultura...
 
corrado_com
corrado_com il 14/06/20 alle 22:32 via WEB
Montanelli ha fatto cose sbagliate? Sì, più di una, e alcune tra queste (da giovane) assai sgradevoli. Fu disintegrato o in un programma...Certo che fu disintegrato. Fu schifoso sentirlo affermare, intervistato da Enzo Biagi, che la sua “moglie” dodicenne etiope era “un animalino docile, me la comprò il mio sottufficiale insieme a un cavallo e un fucile, in tutto 500 lire”? Certo che fu schifoso. Ma questo nulla toglie alla sua smisurata grandezza di giornalista. E le statue sono per questo: per ricordare l’arte di quell’uomo, non necessariamente la bellezza della persona.
 
cassandra_70bs
cassandra_70bs il 14/06/20 alle 22:36 via WEB
Mi spiace alcuni crimini non sono giustificabili in nome di un contesto storico... Quale vero uomo abuserebbe di un minore? Non è cosa da poco, non si può tollerare chi definisce un animaletto impaurito una bambina di 12 anni... No immorale.
 
lilla_1940
lilla_1940 il 14/06/20 alle 22:38 via WEB
Un uomo che descrive una bambina di 12 anni" animalino docile " perdonami, mi fa schifo. In me si agitano sentimenti diversi rispetto ai tuoi: sono donna e madre. Mi dispiace, in questo caso, non riesco a separare il pedofilo dal giornalista.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Federica il 14/06/20 alle 22:41 via WEB
Da donna ti posso dire però che non è facile "digerire" ciò che Montanelli fece...e lo dico consapevole che forse sia un mio limite. Ma il solo pensiero della violenza su una bambina mi arriva dritto allo stomaco come un pugno.
 
modi_1973
modi_1973 il 15/06/20 alle 09:04 via WEB
A volte servono gesti forti, possono essere comprensibili o meno, ma hanno dato una risposta a tutti quelli di "alta cultura" che hanno permesso alla statua di essere lì e a quelli che pur vedendola non hanno fatto nulla.
 
 
gianbrandi
gianbrandi il 15/06/20 alle 09:08 via WEB
totalmente d'accordo con lei. Trovo fuori da ogni possibilità di logica comprensione il fatto che invece la maggioranza delle persone sia favorevole a tenere quella statua. Compreso Sala . È aberrante.
 
kandy_77
kandy_77 il 15/06/20 alle 09:12 via WEB
Il passato non ha colpe è stato vissuto .Sia nel bene che nel male era quella la cultura .Anche in tempi molto remoti in ogni parte del mondo era normale dare le figlie appena adolescenti in sposa ad uomini più grandi .Era cultura arcaica che figlie femmine erano solo un peso per la famiglia.Dico a queste persone di andare indietro con la mente e fare un analisi del passato.
 
 
sergio_410.it
sergio_410.it il 15/06/20 alle 09:31 via WEB
Hai ragione della cultura arcaica e di tanti popoli che hanno fatto questo e ancora oggi succede , ma non si parla di questo o della schiavitù,si parla di un italiano quindi della nostra cultura e dei nostri valori oltre alla nostra legge , di ieri e di oggi , e un personaggio del genere non credo che debba avere una statua ! Ovviamente è una mia opinione .
 
   
anitadil_it
anitadil_it il 15/06/20 alle 09:34 via WEB
Io credo che invece di fare le pulci per una cosa che all'epoca e nel paese nel quale è accaduta era perfettamente legale, bisognerebbe guardare ai giorni nostri ed evitare di avere rapporti commerciali ed immigrazione da paesi che accettano che una bambina sposi un adulto.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Vittorio il 15/06/20 alle 09:14 via WEB
Improvvisamente tutti hanno scordato che la legislazione italiana fino al 1975 ammetteva il matrimonio con una 14enne; una prassi estremamente diffusa nel dopoguerra soprattutto nelle regioni del Mezzogiorno. Ora, è normale che OGGI questo risulti riprovevole. Un pó meno normale, quasi patologico, pensare che la morale e i costumi della nostra epoca siano retroattivi e possano essere applicati all'Eritrea degli anni 20-30.
 
nottestellarev
nottestellarev il 15/06/20 alle 09:22 via WEB
Ma la questione non è affatto dirimente atteso che quell'età sarebbe stata comunque conforme secondo la legge del luogo. E Montanelli non sposò Destá in Italia. Oggi appare giustamente mostruoso ma da noi nel dopoguerra non si contavano le ragazzine gravide a 13 anni e madri a 14. Fortunatamente di "acqua sotto i ponti" ne è passata molta ma giudicare i nostri antenati con la lente della nostra contemporaneità é sintomo di una grave e presuntuosa miopia.
 
 
agnese_740
agnese_740 il 15/06/20 alle 09:23 via WEB
Forse non è chiaro il punto? Tipo andare in TV e parlarne come se fosse un aneddoto divertente? Parlare di una bambina come un oggetto? E soprattutto non pentirsi mai?
 
   
akemi_1976
akemi_1976 il 15/06/20 alle 09:27 via WEB
è proprio questo che mi ha lasciata inorridita, se per effetto dei tempi che cambiano e forse in quei luoghi poteva essere tutto ciò normale, avrebbe dovuto per lo meno di cercare in tempi più recenti di vergognarsi e almeno di nascondere il fattaccio, non raccontarlo con spavalderia... 2
 
lilla_1940
lilla_1940 il 15/06/20 alle 09:37 via WEB
Indro Montanelli era il giornalismo puro e libero, poi, se lui ha commesso degli errori come uomo non siamo noi a dover giudicare, ognuno guardi dentro se stesso... Se è stata fatta una statua che la si rispetti almeno come monumento, ad ognuno libero pensiero...
 
pietro_791.it
pietro_791.it il 15/06/20 alle 09:40 via WEB
La statua gli è stata dedicata in quel punto perchè in quel punto fu vigliaccamente gambizzato dalle BR per il lavoro che egregiamente svolgeva e ha sempre svolto senza mai piegarsi a minacce e intimidazioni. Quello è il motivo della statua. Fino a ieri non sapevate neanche chi fosse Montanelli...
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
quipercaso il 15/06/20 alle 09:58 via WEB
Il fatto che sia stato vigliaccamente gambizzato dalle br, non significa dimenticare l'orrore di cui si è macchiato, i ragazzi hanno commesso un atto di puro teppismo ma io non gli avrei mai dedicato una statua
 
   
gabriele1970_it
gabriele1970_it il 15/06/20 alle 10:01 via WEB
Nessuno nega che fosse sbagliato ma in quel luogo ed in quel tempo era perfettamente legale. La statua può rimanere lì a monito di ciò che è giusto e ciò che è sbagliato magari con una bella targa che ricordi il tutto. La memoria non va mai cancellata. Poi su questa linea dovremmo eliminare tutto ciò che è intitolato a Garibaldi, Cavour, Almirante, Lenin, Stalin, Togliatti (per rimanere nella storia più recente) e andando indietro statue e vie dedicate a grandi personaggi storici ma dalla dubbia morale. Invece di impegnarci ad imbrattare la statua di Montanelli (persona che moltissimi fino a ieri non sapevano nemmeno chi fosse) perché non ci impegniamo a contrastare il commercio con i paesi dove i bambini vengono sfruttati e le bambine vendute e sposate a 9 anni?
 
   
filippo_781.it
filippo_781.it il 15/06/20 alle 10:58 via WEB
Nel '34 un italiano era forse culturalmente autorizzato a comprare un'altro essere umano per giunta dodicenne? Distruzione della memoria? Probabilmente io come molti altri verremmo ricordati solo da amici e parenti, mentre Montanelli, statua imbrattata o meno, verrà ricordato largamente. Insomma, si reclama il fatto che forse, forse, un soggetto che prese una decisione simile non meriti una statua.
 
balou.3
balou.3 il 15/06/20 alle 10:13 via WEB
Dovessimo tirar giù o imbrattare ogni statua per le scelte sciagurate e oscene fatte nella vita privata di ogni personaggio, non so se qualcuna rimarrebbe in piedi...detto ciò ognuno rimane libero di protestare come vuole, ma bisognerebbe farlo in maniera da poter raggiungere un risultato...così diventa tutto lecito...abbattiamo le piramidi perché costruite da schiavi? Distruggiamo il Colosseo perché ci combattevano???
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Paolo il 15/06/20 alle 10:15 via WEB
2020. Si vede che non tutte le varie configurazioni del covid sono state ancora analizzate e rendicontate. Questa, purtroppo è una variante, sfuggita e da prendere in considerazione con la massima urgenza. Spero che il CDV intervenga al più presto per fermare questa nuova epidemia.
 
simona_780car
simona_780car il 15/06/20 alle 10:19 via WEB
Certo imbrattare un monumento è oltraggiosa come cosa ma la statua, va rimossa, questo è stato uno sbaglio della giunta che ha permesso una cosa del genere, Montanelli ha scritto tante cose ma stiamo parlando di una persona che aveva comprato una bambina africana rendendola schiava sessuale abusando di lei, tant'è che nei sui scritti ironizzava sulla bambina quand era contraria chiamandola "docile animaletto"...
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Giusy il 15/06/20 alle 10:25 via WEB
https://www.youtube.com/watch?v=N_2xZWu_Ak8&feature=youtu.be&fbclid=IwAR2BQawxZKB2B1XU2tDG8Ih54ZVhJN1KU-klyNQMxGmQdvOzYSb-XmE3O-o...questo e'il video... Quando Montanelli comprò e violentò una bambina di 12 anni .
 
 
marika_it
marika_it il 16/06/20 alle 11:33 via WEB
L'ho visto...La giornalista che ha avuto il coraggio di contestare Indro Montanelli, e a quei tempi non era certo facile contestare un giornalista di quell'elevatura, lei si che meritava il premio pulitzer, solo per quei 5 min di dibattito che ha avuto con lui mentre tutti gli altri intorno non aprirono bocca, anzi qualcuno abbassò anche la testa.. Anche chi lo stava intervistando aveva un espressione decisamente imbarazzata..
 
camile73_cb
camile73_cb il 15/06/20 alle 10:30 via WEB
Imbrattare monumenti o addirittura abbatterli non mi è mai piaciuto e non ho mai condiviso... qui l'errore di fondo è stato, semmai, dedicargli uno dei parchi più famosi di Milano, con tanto di statua e addirittura in tempi non sospetti. Ok, una vita dedicata al giornalismo, ma non pentirsi mai di aver comprato una bambina ed averla abusata, come dice egli stesso nei suoi racconti nei quali ironizzava pure sulla contrarietà di "quel docile animaletto" (così la definiva), mi sembra alquanto eccessivo. Non degno di lapidazioni pubbliche, ma neanche di intitolazioni e onorificenze varie
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Michele il 15/06/20 alle 10:34 via WEB
Una domanda per tutti quelli che dicono "Hanno fatto bene": saranno circa 15 anni che c'è quella statua... Come mai vi siete indignati solo adesso? Fino a prima cos'avete fatto? Ed una volta distrutta, suppongo che il problema sia risolto e siate tutti felici e contenti. Per lo stesso ragionamento malato allora distruggiamo completamente i campi di concentramento nazisti. Dal 2020 è tutto, saluti.
 
passavodiqui_1974
passavodiqui_1974 il 15/06/20 alle 10:50 via WEB
indubbiamente il gesto commesso all'epoca da Montanelli, è ignobile e questo va estrinsecato e condannato però nessuno s'è posto la domanda: "perché l'ha fatto, qual è stato il motivo vero?" ma da qui a chiedere la rimozione di una statua dedicata ad un grande giornalista e scrittore letto anche sui libri di lettura delle scuole elementari e che faceva comodo alla sinistra quando egli si rifiutò di andare con Berlusconi, mi sembra fuori da ogni logica e trovo veramente osceno accanirsi su di un uomo morto che non può nemmeno rispondere riesumare un misfatto accaduto circa 90 anni fa per fini propagandistici di un femminismo delirante mi sembra davvero eccessivo...
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anna il 15/06/20 alle 16:38 via WEB
La vernice ha migliorato l l'estetica di quella brutta statua. Ripulita è riapparsa nel suo terribile splendore. Lo stupro non è scomparso.
 
centro_to
centro_to il 16/06/20 alle 10:01 via WEB
Mi rivolgo al sindaco Sala sull'articolo che letto ieri...--... Sig. Sindaco in merito a quanto lei afferma per quanto riguarda Montanelli e le vite di tutti noi mi permetto di ricordarle che le vite di « tutti » noi non sono vite pubbliche e quindi non trasmettono messaggi alla società. Ai personaggi pubblici si chiede, e da loro si pretende,che trasmettano messaggi e valori coerenti con il periodo nel quale è « toccato » loro vivere e quantomeno di scusarsi se qualcosa non è andato per il verso giusto. Montanelli non l’ha fatto ed evitiamo qui di ripetere quello che ha affermato senza un minimo di rispetto o autocritica. Vede sindaco noi abbiamo ereditato dalla storia monumenti dedicati a personaggi discutibili, ma appunto è la storia e riflettono il messaggio che quella società voleva trasmettere alle generazioni future. Montanelli non fa parte della storia è il presente e con la sua statua noi stiamo facendo la storia. Lei è sicuro di voler trasmettere alle generazioni successive a noi questo messaggio ? È sicuro di voler affermare che la nostra società tollera e incensa personaggi che, al di là dei meriti giornalistici, esprimono concetti e valori come quelli espressi da Montanelli? Quella statua ricorda a ogni donna che uno stupratore è degno di essere omaggiato e ad ogni uomo che può fare ciò che vuole senza conseguenze. Provi lei a cercare il filo rosso che collega quella statua a tutti i femminicidi e agli stupri quotidiani. Se non dovesse trovarlo lo chieda a tutte le donne che la circondano quotidianamente. P.S. Chiedere di essere ascoltate è legato sempre a quel filo rosso, una forma perenne di sottomissione al patriarcato ( così tanto per farglielo notare).
 
michela_m_2014
michela_m_2014 il 16/06/20 alle 10:48 via WEB
Per ricordare una persona che è stata grande, grandissima, immensa, nel proprio campo, ci sono i libri. A volte le targhe commemorative. Le statue servono a innalzare a mito la dimensioni eroica di un personaggio che è stato grande in tutto e per tutto al punto da indicarlo a esempio per i posteri. E ce ne sono troppe di uomini che di esemplare avevano ben poco.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Tiziana il 16/06/20 alle 11:28 via WEB
Aver confessato il fatto da parte di Montanelli , credo sia stato un passo difficile da compiere . Passo che gli fa onore paragonato a tutti quelli che innalzano il proprio IO senza però far tutti partecipi dei propri errori passati e presenti .
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Eleonora il 18/06/20 alle 15:33 via WEB
Personalmente non mi importa molto di difendere Montanelli. Non per ideologie, non per la vita, non per altro. Però mi chiama un tentativo di ragionamento onesto, un dover reputare due cose importanti in questa discussione, dove non è vero che contestualizzare non sia importante. Intanto premetto che il fatto che già ci trovassimo agli inizi del novecento non significhi tanto e, per quanto certe pratiche fossero vietate , erano ancora molto diffuse: gli inizi del novecento non sono proprio il duemila. Poi: questa storia avviene in Abissinia, lui stava lì e non in Italia e quindi con le loro usanze . Infine: dovremmo cancellare e reinterpretare metà della storia, della letteratura, dell arte poiché è piena di personalità diciamo "particolari". Onoriamo e osanniamo sui libri persone che hanno fatto le stesse identiche cose e anche peggio. Allora, finché sono sui libri va bene: peggio secondo me, poiché è molto più improbabile che si conosca una statua che un autore.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

Chiedo a chiunque passi di qua di mantenere un tono basso, qui non si urla nè si offende nessuno. Ogni vostro pensiero è ben accetto, come ogni critica, ma sempre nel rispetto reciproco.

Grazie!

 

ULTIMI COMMENTI

Nininini Rebecca :) anche schizzo!!! Ciao
Inviato da: giulia_770.it
il 07/07/2020 alle 20:57
 
Grande Maestro ...Grazie
Inviato da: samuele_bandi
il 06/07/2020 alle 21:03
 
Oggi un genio Italiano in silenzio ci ha lasciato il mondo...
Inviato da: Fernando
il 06/07/2020 alle 11:01
 
Una vita dedicata all’arte...le sue musiche dono per...
Inviato da: stefano_75sc
il 06/07/2020 alle 10:56
 
io forse ho avuto una percezione della sua fine... Ne parlo...
Inviato da: massimocoppa
il 06/07/2020 alle 10:50