Creato da attilario il 22/04/2015

Alle barricate

liberi e non solo

 

 

Nudo e crudo

Post n°76 pubblicato il 22 Dicembre 2017 da attilario
Foto di attilario

Il cervello è molto conservativo: cerca cose simili, rifugge cose troppo diverse da sè, messo nella possibilità di scegliere sceglierà il noto rispetto all’ignoto, sarà portato più ad assimilare nuove informazioni che ad accomodare la sua struttura per far spazio a più conoscenze, e in generale questo lo porterà a perdere un botto di nuove occasioni. Il fatto che se uno ha un pensiero positivo gli succedono cose positive invece, è un Bias cognitivo: il nostro umore determina cosa noi vediamo della vita. Ci va una giornata storta? Allora vedremo tutto storto. Ci va una giornata dritta? Allora vedremo tutto dritto. Variazioni nei livelli di serotonina e dopamina nel cervello causati da umore alto o umore basso determinano la nostra capacità ricettiva nei confronti delle buone e delle cattive notizie: cercheremo conferme al nostro stato d’animo e elimineremo informazioni che invece disconfermano questo nostro stato d’animo. Finita lì, senza troppo misticismo dietro.

 
 
 

Notte

Post n°75 pubblicato il 21 Dicembre 2017 da attilario
Foto di attilario

La notte strappa alle ossa pensieri e pulsioni, come se dovesse spogliare la pelle e la carne del surplus, dell'abito inteso come habitus, usanza, ciò che si ha per convenzione. E privata dell'avere, la mente può semplicemente essere. Ontologicamente parlando, quello che la mia mente è assomiglia ad un quartiere malfamato. Gemiti in sottofondo, rumori di spari, una testiera da letto che sbatte sul muro un codice morse di odio da sfogare nel sesso. Ma è notte. Di notte si è le persone che ci si impedisce di essere di giorno dicono. Avessi la metà delle cose che ho in testa, avrei strane giustificazioni da dare ai vicini.

 
 
 

Sicuri?

Post n°74 pubblicato il 11 Maggio 2016 da attilario
Foto di attilario

La passione è l’ossigeno dell'esistenza.

 
 
 

Musica

Post n°73 pubblicato il 11 Maggio 2016 da attilario
Foto di attilario

Sono come il vento, i fiori, l'acqua, i vulcani. Sono le tue origini. Ti basta?

 
 
 

Etty Hillesum

Post n°72 pubblicato il 09 Maggio 2016 da attilario
Foto di attilario

Ecco la tua malattia: pretendi di rinchiudere la vita nelle tue formule, di abbracciare tutti i fenomeni della vita con la tua mente, invece di lasciarti abbracciare dalla vita. Va bene che tu affacci la tua testa in cielo, ma non che tu cacci il cielo nella tua testa. Ogni volta vorresti rifare il mondo, invece di goderlo com’è.

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

ULTIME VISITE AL BLOG

michelec1980attilariolascrivanaoltreleparole_2010Malvenutanina237930audicentomatteomitico0mmmmanuelaelisar_81lara.sososols.kjaerdiletta.castellicignonero080768Io.Marc0
 

ULTIMI COMMENTI

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom