Creato da jul.y il 23/08/2010

e se domani..

.

 

 

.

Post n°173 pubblicato il 10 Luglio 2013 da jul.y


Mi ricordo di una nostalgia.
E' di domani questo sentire.
Il futuro in prossimità..
Gira il riflesso spegnendo il colore..
.. sopito come i tasti di quella tastiera mai più sfiorata.

Ho immagini di me.. scombinate ed inadeguate..
Manchevoli nel mio tempo disadattato.. confuse nella sua distanza.

 

 

.. a volte si scrive per dimenticare.

 

Kasabian - Goodbye kiss -

 
 
 

.

Post n°172 pubblicato il 30 Giugno 2013 da jul.y


.. pensatoio di idee è la struttura di qualsiasi attimo di estraneità.
Assenza disapparente.. che non esiste ma io so cos'è.
Materializzo un sentire.. lo estrapolo conducendolo nel mio non luogo.
C'è sempre qualcuno che brinda.. pronto a versarti l'ennesima goccia di essenza..

.. quando si ritorna da un viaggio sempre si perpetua un baratto.

 

 

 

 

 
 
 

.

Post n°171 pubblicato il 25 Giugno 2013 da jul.y


Molte cose sono andate perse nel nulla.. come fagocitate da un'affannosa necessità di scomparire..
A volte lasciarsele sfuggire, consapevolmente, è come abbandonarsi..
Ma restare è simile a trattenere?..
.. smarrirsi..
Ecco.. dovessi scrivere utilizzerei questo termine..
- Orientarsi nello smarrimento.
Cercasi chi sarei stata. -

 

 

 
 
 

.

Post n°170 pubblicato il 23 Giugno 2013 da jul.y


Ognuno di noi ha i propri - per sempre -
Uno dei miei ha un cognome comune..

"In bocca al lupo a tutti.. siete belli.. e voi ce la farete.. ce - la - farete - tutti!.."

.. so cosa c'è dentro ai suoi occhi e, da quando ho memoria, è qui.. nel cuore.

 

 
 
 

.

Post n°169 pubblicato il 19 Giugno 2013 da jul.y


Tutto quello che ho imparato, in questo mio tempo, non vorrei perderlo.
Non è molto.. non è ancora abbastanza.. ma mi abita.
La difficoltà maggiore sta nel relazionarsi con le differenze.. intendo quelle abissali.. diametralmente opposte..
Lì non basterebbero cento vite.. o cent'anni di solitudine..

 

 

".. e dopo aver chiuso la casa e spento le lampade, andò nella sua stanza a piangere.
Fu un pianto inconsolabile che si protrasse per diversi giorni...
Non era strano il suo ermetismo.
Anche se sembrava espansiva e cordiale, aveva un carattere solitario e un cuore impenetrabile.
.. nessuno aveva mai scoperto che, nonostante la sua età, conservava l'abitudine di succhiarsi il dito. Perciò non perdeva l'occasione per chiudersi nel bagno, e aveva preso l'abitudine a dormire con la faccia rivolta contro il muro. Nei pomeriggi di pioggia, ricamando con un gruppo di amiche nel porticato delle begonie, perdeva il filo della conversazione e una lacrima di nostalgia le salava il palato quando vedeva i filoni di terra umida e i monticelli di fango costruiti dai lombrichi nel giardino.
Quei gusti segreti, sconfitti in altri tempi dalle arance col rabarbaro, esplosero in una bramosia irreprimibile quando cominciò a piangere.
Riprese a mangiare terra.. "

 

 
 
 

.

Post n°168 pubblicato il 14 Giugno 2013 da jul.y


"Arturo".. dice sorreggendosi al bastone con entrambe le mani.. nonostante sia seduto.
Io lo guardo e sorrido.. "Buon pomeriggio"
Ho un chewing gum sotto la scarpa destra e, con un bastoncino, lotto per liberarmene.
"Se ne andrà quando meno se l'aspetta"
"Mi infastidisce anche il pensiero" gli rispondo continuando il tentativo
"Lei è una persona particolare.. Signorina"
In realtà i suoi occhi corrono oltre.. dritto di fronte a sé.. nonostante non ci sia nulla di spettacolare in quel panorama..
Mi fermo.
Volge lo sguardo su di me.
"Sono anni che non mi sento chiamare così.. "
Lui sorride..
Non capisco se a me o per educazione..
Continuo.. ".. lei è stato re?"
Poggia il bastone alla panchina.
"Per ben cinque volte.. una mano completa"
".. e poi ha abdicato?"
"Ho 87 anni"
Mi stupisce quest'uomo dalla voce profonda.
".. e ne ho vissuti il triplo almeno.. "
Parla scandendo ogni parola.. con una quiete quasi ipnotizzante.. lasciando alla curiosità gli spazi del silenzio.
Attendo, così, che prosegua..
"Non si disperi.. o, perlomeno, non sciupi troppo tempo"
Accenno ad un tentativo..
".. ma io.." subito interrotto
"E non lo inganni.. "
Ha gli occhi piccoli e profondi.. incollati ai miei.
Mi sento in un episodio di guerre stellari..
"Non ho abdicato.. la mente non abdica mai"
Riprende il bastone quasi come fosse affaticato.
"I colori sono molti.." lo incalzo
".. a lei non piace il rosso" .. lo dice con ironia..
Io trasalgo.
Chi è quest'uomo?..
"Ho quasi il timore di dire un'altra parola.." dico io nel tentativo di sdrammatizzare
Le dita della sua mano destra tamburellano sulla sinistra..
"Non piace nemmeno a me.." sorride.. sorrido.

Altri discorsi, in questo incontro incompiuto, hanno lasciato traccia.
Di significativi incastri e coincidenze..
Di parole immediatamente comprese nell'infinitesimo spazio delle possibilità.
.. so che, voltandomi, ho pianto.

 
 
 

.

Post n°167 pubblicato il 12 Giugno 2013 da jul.y


Il mio condominio interiore non ha, ancora, individuato un buon amministratore..
Varie volte, gli inquilini, sono stati richiamati all'ordine ed alla disciplina..
Ci sono stati innumerevoli tentativi di autogestione.. ed anche di votazioni segrete.. (quelle palesi si sono rivelate un fallimento..)
Ora vige una democratica anarchia.
Io assisto, subisco.. a volte mi assento..
L'ascensore è indipendente.

 

 

 
 
 

.

Post n°166 pubblicato il 07 Giugno 2013 da jul.y


Siamo fotografie.. istantanee trascorse nel momento dello scatto..
Siamo a tratti sfocati, inaccessibili, improbabili, incomprensibili, inafferrabili..
Siamo fotogenici, obiettivi se obbiettivi.. ma non sempre..

.. siamo molte molte molte luci.. anche al buio..

 

 

 
 
 

.

Post n°165 pubblicato il 05 Giugno 2013 da jul.y


C'è scritto chi siamo..
Dai silenzi.. dalla punteggiatura.. dagli spazi..
C'è scritto in ogni angolo di noi.. curvi su di un rettilineo che, spesso, inevitabilmente auto tracciamo.. confondendoci..
E' nelle parole che non diciamo.. nei significati che preferiamo disegnare prendendo appunti al telefono..
.. è tra i capelli.. nei fermagli.. nel vento che spettina i ricordi..
E' nelle scatole della mente.. nelle illusorie necessità.. nei desideri impronunciabili.
.. c'è scritto in ogni gesto che sottolinea e smentisce allo stesso modo..
Si legge se lo si sa fare.. prima ancora del tempo che ne necessita..

 

 

Siamo bicchieri di cristallo.. di quel suono sorprendente se, abilmente, sfiorati..

 

 

 
 
 

.

Post n°164 pubblicato il 03 Giugno 2013 da jul.y



.. ho acquistato una camicia bianca.. e non è stato facile..
Quante ne ho? Abbastanza..
Probabilmente non quella..
.. essenzialmente non ho terminato di cercare..

 

 

Ho pensieri che nuotano.. alcuni da affogare..

 
 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 18
 

ULTIME VISITE AL BLOG

loscrittoremascheratfuoridaltempo7boezio62lesaminatoreblack.whalejul.yPeter.Pan7bluiceeebetaeta7simona1808cassetta2ilmiofavolososenoantelao63ombrello.rosso
 

ULTIMI COMMENTI

Era ieri...
Inviato da: fuoridaltempo7
il 15/02/2021 alle 14:22
 
il lento fluire del tempo...
Inviato da: fuoridaltempo7
il 21/01/2020 alle 15:08
 
nuvole grigie volteggiano nel cielo, ricordi mai sbiaditi...
Inviato da: fuoridaltempo7
il 26/09/2019 alle 15:06
 
piove sui ricordi...
Inviato da: fuoridaltempo7
il 27/05/2019 alle 13:41
 
eppure, sentire...
Inviato da: fuoridaltempo7
il 12/03/2018 alle 15:37
 
 

IMPORTANTE

La sottoscritta è la fonte nonchè l'autrice di queste letture.

E' vietato copiare qualsiasi cosa.

Per quanto riguarda le immagini, invece, sono state trovate ed utilizzate come fossero, di per sè, racconto. Se questo dovesse recare danno agli autori verranno immediatamente rimosse. Scrivetemi.

Grazie.

 

 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom