Blog
Un blog creato da ilPrincipeNero il 18/09/2006

MISERIA E NOBILTA'

IMPERIUM ET LIBERTAS

 
 

LA BAMBA E LA FINANZIARIA DI PRODI

 

...L'UNICO LAVORO IN CUI SI INIZIA DALL'ALTO E' SCAVARE UNA FOSSA...

----------------------------------------------------------------------------

Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica, tanto e' vero che viene aggiornato senza regolare periodicita'.
Pertanto non puo' considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.


Chiunque ravvisasse in questo Blog del materiale che ritenesse di propria appartenenza puo' segnalarlo all’autore, che provvedera' alla rimozione immediata dello stesso.

 

TAKE IT EASY: EAGLES & TRAVIS TRITT.

          Alla faccia della spazzatura che gira oggi
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

 

« Le Pupe e i Secchioni nu...LA CHIESA E' O NON E' ... »

EVASORI FISCALI? Gli altri...

Post n°6 pubblicato il 18 Ottobre 2006 da ilPrincipeNero

Qualche giorno fa ho iniziato a discutere di politica, tasse e finanziaria a cena con amici.

Una coppia di queste era di estrema sinistra (ora va di moda dire sinistra radicale) e come tale si sentiva unta dal Signore.

Loro sono i democratici, loro sono gli onesti, loro sono i colti, solo loro sono degni di avere parola in questo Paese, ecc ecc. Chiaramente ODIA Berlusconi, perchè è un ladro, è un mafioso, ha rovinato l'Italia, è impresentabile internazionalmente (un altra volta vi parlerò del caso D'Elia, a proposito delle presentabilità della sinistra).

Insomma le solite cose sentite mille e mille volte.

La gentil signora pende dalle labbra del buon e onesto Prodi, e il suo sogno erotico proibito è passare la notte a tre con Bertinotti e Diliberto. De gustibus...

Ad un certo punto tuona: "Finalmente c'è Visco! E quei ladri di liberi professionisti, commercianti, imprenditori pagheranno le tasse che meritano! sarà lotta dura (loro avete notato che lottano sempre?) contro questa marcia Italia di evasori!

Io ascolto in silenzio e poi le dico: "scusami ma come la mettiamo con tuo marito?"      

E lei: "Perchè lui che centra?"

Io: "Ha un regolare lavoro dipendente di mezza giornata e l'altra mezza fa un lavoro molto lucroso TOTALMENTE IN NERO, di cui non paga nemmeno un euro di tasse"

Lei: "ma cosa c'entra! Cosa vuoi che siano quei pochi (sic!) euro guadagnati in confronto ai veri evasori!"

Che risponderle....

Commenti al Post:
orsa966
orsa966 il 19/10/06 alle 10:57 via WEB
Già...difficile dare il buon esempio in prima persona. La mancanza di atteggiamenti e comportamenti etici e civili, di senso dello stato sono una lacuna nazionale e trasversale a destra e sinistra italiana. Quali le origini? Forse perchè non si fa educazione civica a scuola? Ai miei tempi c'era come materia ma non s'è mai fatto nulla! Quali sono dunque le radici storiche di questo atteggiamento, comportamento tutto italiano? Mi piacerebbe approfondire questo argomento. Mi sembra che tu sia molto interessato alla storia...sapresti darmi qualche consiglio?Oppura puoi scrivere qualcosa sul tuo blog?
 
WinstonMontag
WinstonMontag il 19/10/06 alle 15:35 via WEB
Puoi risponderle che il marito è evasore come quei gioiellieri che dichiarano meno degli operai...
D'altra parte non è che sei meno assassino se ammazzi una persona bassa piuttosto che un gigante.
Tuttavia...
Bisogna ricordare che evasione e lavoro nero sono i grandi mali della vita economica italiana.
In gran parte essi derivano da speculazione (finanziaria immobiliare e quant'altro), e dalla disonestà di molti imprenditori.
Il fatto che io paghi le tasse fino all'ultimo centesimo mi pone nella condizione di sentirmi miriadi di persone (spesso molto più ricche di me) che mi mettono le mani in tasca...
 
ilPrincipeNero
ilPrincipeNero il 19/10/06 alle 16:00 via WEB
In parte hai ragione, ma i motivi dell'evasione in Italia hanno motivazioni molteplici. Che magari, anche per rispondere ad una domanda dell'amica Orsa, nel suo commento precedente, proverò a trattare in futuro. Tu citi il classico elenco di evasori che a tutti verrebbe in mente: imprenditori, gioiellieri ecc, ma forse non sai (fonte EURISPES) che la percentuale (non in denaro chiaramente) di maggiori evasori, si ha tra i lavoratori dipendenti che hanno un doppio lavoro totalmente in nero.
 
Enricostrat
Enricostrat il 20/10/06 alle 00:14 via WEB
Hai centrato uno dei mali più comuni nel nostro "Bel Paese": noi siamo sempre fuori dalla discussione. Noi siamo l'eccezione che però conferma la regola: Noi non provochiamo danno lavorando in nero, noi non chiediamo la ricevuta al dentista perchè così ci fa lo sconto, noi accettiamo le riforme della scuola pubblica ma mandiamo i figli alla privata delle suore...insomma, fino a quando non capiremo che il nostro atteggiamento fa la differenza, le cose non cambieranno. Ciao e complimenti per il blog, interessante e attuale. Enrico.
 
loxnotar
loxnotar il 13/03/07 alle 09:08 via WEB
Principe,Complimenti per il suo Blog e per l'insana passione per Shakespeare.chi più di ma appassionato di storia e Araldica può capirla.Questi Valori devono esser presenti ogni giorno per noi.Noblesse oblige.IL DUCA dal Cuore Nero
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
drug levitra il 16/03/09 alle 23:13 via WEB
gonophage, skeletal, levitra tablets mental, hinder, levitra sweden biramous, starvation, levitra prescription
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
best price levitra il 19/03/09 alle 01:37 via WEB
enneatical, syphiloderm, best levitra price ditokous, chronically, levitra vardenafil hci medicina mesonephros, betahistine, levitra online pharmacy pill prescription latin, eikonometer, best deal for levitra dismemberment, hydrops, canadian pharmacy levitra adenosalpingitis, embryoid, levitra 10 mg drug dissemble, croupy, mexico levitra antitrope, actinaria, for sale levitra dihydrazone, hydrophthalmia, levitra vardenafil metroparalysis, sympathoblast, generic levitra tab 20mg
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

AVVISO IMPORTANTE AGLI OSPITI!

L'autore di questo Blog è persona di scarsa cultura, ignorante e rozza.

Non essendo di sinistra, e quindi non avendo avuto, per discendenza di casta, tutte quelle qualità che tale appertenenza ha insite nel priprio DNA, è una persona che: 

ama la violenza, non è democratico, legge poco e quel poco sono solo giornali scandalistici e libri di quart'ordine e, la cosa peggiore di tutte, in TV guarda solo Reality, Soap Opera e Rete 4! 

Quindi siete avvisati...

 

ULTIME VISITE AL BLOG

arlincruz1971alisa65bastardoesnobauroradinitersicore.65danel66ilPrincipeNeroletizia_arcurisasyarmanykasyanovaloxnotarprincipessinaannaSarettabigAmo_FORMOSA
 

PRESENTAZIONE

immagine

Salve a tutti ho appena creato questo blog e per evitare stupidi malintesi e fraintendendimenti, preferisco spiegare ai più che forse non lo sanno chi sia il Principe Nero. Non si tratta nè di un essere demoniaco nè del figlio di satana, quindi gli amanti del "genere" (bestie di satana e affini) sono avvisati.

Non si tratta nemmeno di un personaggio che le menti un pò fantasiose possono identificare come un "Masters" (credo che si dica così) adito a rapporti sado-masochisti. Quindi prego astenersi amanti del genere.Nè si tratta di un nome di fantasia da me inventato. 

Ma chi sarà mai allora questo Principe Nero?

Molto banalmente è un non secondario protagonista del passato che fu.

Essendo io molto appassionato di Storia ed in particolare di Storia Medievale, ho utilizzato (spero di esserne all'altezza ) il soprannome di battaglia di Edoardo d'Inghilterra, Principe di Galles. Persona molto ma molto lontana sia per l'epoca, ma anche per carattere, temperamento, sagacia e forza dell'attuale pretendente al Regno d'Inghilterra.

Giusto per non annoiarvi troppo, vi traccio brevemente chi fosse Edorado d'Inghilterra detto il Principe Nero

Edoardo, nacque a Woodstock nel 1330 e la sua vita non fu lunga infatti non arrivò mai a diventare re. Morì infatti nel 1376 a soli 46 anni per una banale infezione.

Primogenito di Edoardo III di York (rosa bianca) dei Plantageneti, fu uomo di grande coraggio unito alla straordinaria abilità strategica. Il soprannome (Principe Nero) gli derivò dal colore dell'armatura da questi indossata in battaglia.

Giusto per citarne una, forse la sua più famosa vittoria, la battaglia di Poitiers (1356)

Edoardo si scontra in un epica battaglia contro il sovrano francese Giovanni II che sicuro della superiorità numerica 1 contro 2, lo attacca vicino alla cittadina di Poitiers. Subendo una rovinosa sconfitta (grazie soprattutto ai temibilissimi arcieri inglesi) e rimanendo catturato, per poi essere portato in Inghilterra come prigioniero.

Le pagine di questo Blog cercheranno di rifarsi al carattere di questo personaggio. Certo non ci saranno battaglie campali con frecce, spade o lance, ma non ci sarà nemmeno il buonismo deleterio e la ipocrisia che pregna il nostro Paese da troppo tempo.

Le cose qui da me scritte si rifaranno allo spirito con cui Oriana Fallaci amava trattare gli argomenti affrontati. (mi perdoni da lassù per un così ardito paragone sia culturale che di capacità e stile narrativo.)

 
 

MAGLIETTA

immagine   UN CONSIGLIO ANCHE SE FA FREDDO:

                                         RITIRATELA FUORI.