IL RAMO RUBATO

... e ogni giorno, avidamente, il mio lato oscuro cresceva, cresceva, cresceva...

 

COPYRIGHT

Il materiale fotografico pubblicato in questo sito è composto esclusivamente da mie fotografie. E' assolutamente vietata la pubblicazione, o la riproduzione, di foto o di porzioni di esse, senza la mia esplicita autorizzazione. Andrà comunque segnalato il riferimento all'autore.

Sono tutelati da copyright legalmente dimostrabile tutti i racconti del blog. Alcuni sono stati pure pubblicati su un libro. E' possibile copiare parte dei miei racconti su altri siti o blog, parzialmente o integralmente, solamente con la mia esplicita autorizzazione, e segnalando il mio nome e linkando questo blog.

 

ULTIMI COMMENTI

AREA PERSONALE

 

 

« ElenaViaggeremo come Siddharta »

Le due facce della stessa medaglia

Post n°6 pubblicato il 31 Ottobre 2006 da il_ramo_rubato
 
Foto di il_ramo_rubato

Perchè, amica mia, l'amore è così dannatamente bastardo?

Perchè brucia così intensamente solo quando siamo vittime o carnefici?
Perchè la sana ragione di un uomo che ha tutto dalla vita, deve essere soggiogata dagli stupidi ricatti di una ragazzina viziata?

Chi piange da vittima, prima o poi ferirà da carnefice. Le lacrime di chi geme, la freddezza di chi strazia, altro non sono che le facce della stessa medaglia. E' una stupida e crudele legge dell'amore.

Il mio filo di marionetta non è ancora spezzato. E giaccio dolorante su questo fottuto teatro fatto di desiderio, di dolore, dello strazio di chi morendo si dimena.

La sai una cosa? 
So bene che non divideremo più allo stesso banchetto il combattuto pasto dell'amore. Ma non ti tratterei più come uno zerbino.
L'ho fatto. Dio quanto è vero che l'ho fatto.

Ora qualcuno mi sta legando con quella corda crudele, con cui a volte ti legavo a me.
Più mi dimeno, più questa corda si stringe...

il testo, opportunamente criptato, è tratto da una lettera ad un'ex amante
Settembre 2004

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: il_ramo_rubato
Data di creazione: 28/10/2006
 

IL RAMO RUBATO

Nella notte entreremo
a rubare un ramo fiorito.

Passeremo il muro,
nelle tenebre del giardino altrui,
due ombre nell'ombra.

Nella notte entreremo
fino al tremulo firmamento,
e le tue piccole mani e le mie
ruberanno le stelle.

(P.Neruda)

 
Citazioni nei Blog Amici: 233
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom