IL RAMO RUBATO

... e ogni giorno, avidamente, il mio lato oscuro cresceva, cresceva, cresceva...

 

COPYRIGHT

Il materiale fotografico pubblicato in questo sito è composto esclusivamente da mie fotografie. E' assolutamente vietata la pubblicazione, o la riproduzione, di foto o di porzioni di esse, senza la mia esplicita autorizzazione. Andrà comunque segnalato il riferimento all'autore.

Sono tutelati da copyright legalmente dimostrabile tutti i racconti del blog. Alcuni sono stati pure pubblicati su un libro. E' possibile copiare parte dei miei racconti su altri siti o blog, parzialmente o integralmente, solamente con la mia esplicita autorizzazione, e segnalando il mio nome e linkando questo blog.

 

ULTIMI COMMENTI

AREA PERSONALE

 

 

« Sete d'amoreAmami senza amore »

Come la veglia e il sonno...

Post n°13 pubblicato il 05 Novembre 2006 da il_ramo_rubato
 
Foto di il_ramo_rubato

Mia cara amica,

C'è una parte di me, che di tanto in tanto si risveglia da uno strano sonno. Non si nutre solo del corpo, ma della materia stessa dell'anima.

<..........>

E' una partita solo a due. Tutto il resto del mondo ne è fuori. E tutto ciò è lontano mille miglia dalla quotidianità di un rapporto consolidato. Molto più intenso, e forse molto più distruttuivo. Non apro, ma sventro l'anima, ne catturo i desideri più sottili e proibiti, conquisto e concedo la fiducia più totale: la cosa è diventata reciproca e quando facciamo l'amore tutto ciò si trasforma nella più attenta dedizione e nella più morbosa complicità. E' un magnifico gioco col fuoco in cui, bruciando, si esce entrambi sconfitti dal proprio desiderio... Ma solo allora consumiamo col sangue quel folle rituale d'amore, in cui noi siamo gli dei e al tempo stesso le vittimi sacrificali.

Storie come questa finiscono sempre nello stesso, ineluttabile, modo. Ma i sensi di colpa non mi appartengono più da tempo, ed è la grandissima differenza che separa i nostri piani illogici.

La calma e l'inquietudine dell'anima si alternano tra loro con la naturalezza della veglia e del sonno, amica mia. Seguo soltanto, senza reprimerlo, il naturale svolgersi di queste stagioni dell' anima...

il testo, opportunamente criptato, è tratto da una lettera ad un'ex amante.
maggio 2005

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: il_ramo_rubato
Data di creazione: 28/10/2006
 

IL RAMO RUBATO

Nella notte entreremo
a rubare un ramo fiorito.

Passeremo il muro,
nelle tenebre del giardino altrui,
due ombre nell'ombra.

Nella notte entreremo
fino al tremulo firmamento,
e le tue piccole mani e le mie
ruberanno le stelle.

(P.Neruda)

 
Citazioni nei Blog Amici: 233
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom