IL RAMO RUBATO

... e ogni giorno, avidamente, il mio lato oscuro cresceva, cresceva, cresceva...

 

COPYRIGHT

Il materiale fotografico pubblicato in questo sito è composto esclusivamente da mie fotografie. E' assolutamente vietata la pubblicazione, o la riproduzione, di foto o di porzioni di esse, senza la mia esplicita autorizzazione. Andrà comunque segnalato il riferimento all'autore.

Sono tutelati da copyright legalmente dimostrabile tutti i racconti del blog. Alcuni sono stati pure pubblicati su un libro. E' possibile copiare parte dei miei racconti su altri siti o blog, parzialmente o integralmente, solamente con la mia esplicita autorizzazione, e segnalando il mio nome e linkando questo blog.

 

ULTIMI COMMENTI

AREA PERSONALE

 

 

« La fuga dei sensiLacrime di piacere »

Miele e peperoncino

Post n°25 pubblicato il 06 Dicembre 2006 da il_ramo_rubato
 
Tag: memoir
Foto di il_ramo_rubato

"<...> ...non te la prendere quando dico così, lo sai che scherzo io, con te... e tu sei bella almeno quanto sei permalosa. 

No, non è affatto il semplice gusto del proibito, amica mia, ciò che cattura le nostre anime. Non c'è niente di più coinvolgente del vivere una storia a due, solo per due. Fuori dal mondo, fuori dal tempo. Fuori dalle aspettative di mille persone che guardano a noi come parte di loro. Ma tu ricorda sempre. Vivi questa storia con distacco. Non lasciarti trasportare mai troppo da questo fuoco. Cogli con mano delicata quella rosa, eviterai di farti pungere dalle spine..."

Luci di luna e di stelle, dietro a quella legnaia, tra gli alberi da frutta in fiore. La mia macchina in mezzo agli alberi, dove nessuno ci può vedere. La tua macchina lasciata là, chissà in quale parcheggio.  Le tue gambe sulle mie. La mia mano cammina su e giù, lungo l'interno della tua coscia. Ma tu mi fermi. Non vuoi fare l'amore. Non ancora...

Ti siedi accanto a me e da quella strana borsetta colorata tiri fuori una benda. Mi copri gli occhi e io sorrido, di istinto: mi piace questo gioco. Sento le tue mani che frugano. Poi mi fai annusare qualcosa di dolciastro dalle tue dita. Mi chiedi cos'è... poi me lo fai assaggiare sul tuo indice e sul tuo medio. E' miele...  dolcissimo miele.
Dopo  tiri fuori un altro barattolino. Non riconosco nemmeno questo odore, ma il sapore è inconfondibile. E' peperoncino...

Penso un attimo al tuo gioco e poi ti dico che tu sei come quei profumi. Tu sei come quei sapori. Dolce e piccante... Ti sento sorridere.  Mi togli la benda e mi baci. Vedo la notte, vedo i tuoi occhi che mi chiedono di fare l'amore.  C'è silenzio intorno, c'è solo la luce della luna. Guardo fuori dal finestrino e sul nostro campo vedo piegarsi i rami, alla voce del vento...

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: il_ramo_rubato
Data di creazione: 28/10/2006
 

IL RAMO RUBATO

Nella notte entreremo
a rubare un ramo fiorito.

Passeremo il muro,
nelle tenebre del giardino altrui,
due ombre nell'ombra.

Nella notte entreremo
fino al tremulo firmamento,
e le tue piccole mani e le mie
ruberanno le stelle.

(P.Neruda)

 
Citazioni nei Blog Amici: 233
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom