Blog
Un blog creato da amoon_rha_gaio il 21/09/2007

Immagini dal mondo

i miei viaggi, i miei pensieri

 
 

GIARO GIARRATANA - UOMO DI GIUGNO

https://fasciaprotetta924655892.files.wordpress.com/2018/03/giaro-giarratana-bagnato.png?w=441&h=530

 

ULTIME VISITE AL BLOG

 
 

tumblr analytics

 

IL POTERE DI UN ABBRACCIO

 

QUANTI MI STANNO LEGGENDO

site statistics
 

AREA PERSONALE

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
Citazioni nei Blog Amici: 193
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28        
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi di Febbraio 2018

Diario del Week end napoletano

Post n°2638 pubblicato il 28 Febbraio 2018 da amoon_rha_gaio
 

Con Burian il week end napoletano è stato davvero insolito se non unico.

Arrivato a Napoli venerdì scorso sono stato accolto dai parenti con dolci di ogni tipo: zeppole e cassatine, i parenti sanno come "abbracciarmi".

Passeggiate per il centro, il battesimo del figlio di mia cugina e poi il rientro a casa.

Già il rientro è stato tragicomico.

Lunedì avevo il treno alle 11. Arrivato in stazione di Napoli centrale alle 10 subito mi sono accorto che qualcosa non andava. Nessun treno era partito dalle 7 del mattino. Ho iniziato a temere per me...così sono andato dall'accoglienza clienti di Trenitalia: 200 persone davanti a me. Ho atteso pazientemente il mio turno per poi sentirmi dire: "Sig. Amoon oggi il sistema è in tilt non posso cambiare il biglietto. Passi domani e lo faremo".

Ho aspettato ancora un po' ma poi sconsolato sono rientrato da mia cugina. La cosa assurda è stata che del mio treno non veniva nemmeno annunciato il ritardo. Verrò poi a sapere che è stato soppresso. Tornato a casa ho trovato mia cugina ad accogliermi: passeggiata in una gelida Napoli fino a Castel Sant'Elmo: un panorama mozzafiato!

Inutile dire che ero agitato per il giorno dopo: e se non riesco a partire? Così ieri mattina sveglia alle 5, mi preparo e alle sei ero alla metro di Napoli direzione stazione. In quel momento ha iniziato a nevicare: io sono riuscito a prendere il mezzo, ma poi verrò a sapere che poco dopo chiuderanno la metro per maltempo.

Nuova attesa in accoglienza clienti dove mi sento dire: "Sig. Amoon salga sul treno per Milano. Non posso cambiare il biglietto". E così ho fatto concedendomi un viaggio in prima classe (dopo il disagio scusate se è poco!). Arrivato a Milano decido di prendere un regionale per torino, primo treno a partire.

"Scusi arriva da Napoli, tutti i treni per Torino erano soppressi. Posso salire?"

Ma il controllore mi risponde "per me lei è senza biglietto". "Ho capito, ma tutti i treni soppressi io il biglietto l'ho pagato, cosa vuole farmi la multa?".

Il controllore mi ribadisce quanto detto prima, ma poi mi fa salire sul treno.

Arrivato a casa alle 14.45 ho poi passato il resto della giornata a dormire e avrei continuato ancora se solo ne avessi avuta la possibilità.

Concludo dicendo che la stazione di Roma Termini, causa di tutti i ritardi, è la più grande d'Europa ed è un'indecenza che una nevicata, eccezionale ma non abbondante, l'abbia messa in crisi di fatto spaccando in due il Paese. Vergognoso quanto accaduto e assistenza inesistente.

Facciamo pena.

Amoon

 
 
 

Buon viaggio Burian

Post n°2637 pubblicato il 23 Febbraio 2018 da amoon_rha_gaio
 

Risultati immagini per sexy male snow

Pare che questo week end verrà a farci visita Burian, la perturbazione siberiana che porterà neve, maltempo, vento e sporattutto gelo in tutta Italia.

Mentre vi scrivo a Torino è in corso una bufera di neve: al momento si sta posando soltanto sulle auto e sulla vegetazione, risparmiando le strade, ma chissà cosa succederà nelle prossime ore?

E' strano come le persone possano cambiare atteggiamento nei confronti degli agenti atmosferici: tempo fa una nevicata mi metteva di buon umore. Oggi vedere la neve in città mi fa venire l'ansia perchè penso ai disagi conseguenti.

A questo si deve aggiungere il fatto che domani parto per Napoli: un viaggio programmato da mesi. Ovviamente, come nella migliore tradizione della famosa tragedia "La sfiga di Amoon" in quale week end potevo partire io? Ma ovviamente in quello probabilmente più freddo dell'anno.

Poco fa ho sentito un amico: in treni, per questi primi fiocchi, sono già in tilt.

Che dire....domattina prima di partire mi servirà anche una buona dose di fortuna. Andrò in giro a cercare cacche di cane da pestare....

....Napoli arrivo (forse)

Amoon

 
 
 

Prima i Cecoslovacchi

Post n°2636 pubblicato il 22 Febbraio 2018 da amoon_rha_gaio
 

Salvini, nei manifesti lo slogan "Prima gli Italiani". Ma nelle foto ci sono cechi e slovacchi

Inizio col dire che per me chiunque può votare quello che vuole ed ha pari dignità.

Però è veramente inaccettabile che un ragazzo gay possa votare lega o quei movimenti estremisti di destra che ci vorrebbero trasformare in saponette o cose simili.

L'altra sera a cena con amici ognuno di noi ha espresso le proprie perplessità sul voto (già chi votare?) ma poi sono uscite fuori le intenzioni di voto.

Uno, quello da sempre contro la Sindaca Appendino dei 5 stelle, voterà 5 stelle.

Un altro, meridionale, che vota Lega. Lì non ci ho più visto: "ma come fai a votare lega, sono degli estremisti". La gente ha dimenticato qual'era la loro opinione sul mondo omosessuale quando è stata approvata la legge sulle unioni civili? evidentemente si.

La gente si ricorda che il figlio di De Luca del PD si è dovuto dimettere in via cautelavita per un'indagine in corso, ma ha già dimenticato che Berlusconi è condannato in via definitiva per un reato contro lo Stato.

E vabbè ma cosa pretendi coerenza quando i politici, per esempio Salvini, ti bombardano con slogan tipo "Prima gli italiani" utilizzando manifesti con gente della Repubblica Ceca e della Slovacchia.

Amoon

 
 
 

Embraco

Post n°2635 pubblicato il 21 Febbraio 2018 da amoon_rha_gaio
 

Embraco, operaio s'incatena ai cancelli.Calenda: verifica Ue sarà rigorosa

Ieri sera tornato a casa stanco.

Le mie giornate lavorative proseguono senza un senso perchè come ultimo arrivato non ho ancora capito quale sarà la mia collocazione. Poco male non mi lamento ma questa situazione mi stanca davvero tanto.

Come dicevo arrivato a casa avevo solo voglia di cose leggere: come capita spesso nessun film in tv se non fiction che in genere detesto. Allora prima sono passato a vedere l'isola dei famosi (inguardabile...dovrebbero chiuderla) poi ho fatto zapping su "Di Martedì".

Alla fine mi sono soffermato su CartaBianca, il programma di Rai3, che aveva come ospite il ministro Calenda. Il ministro ha parlato della vicenda Embraco, la ditta di Riva di Chieri i cui lavoratori stanno per essere licenziati. Calenda, ministro dell'attuale governo e che per precisione non si candiderà alle prossime elezioni, si sta battendo per garantire ai 500 dipendenti un futuro. Il suo impegno è in qualche modo riconosciuto anche dagli stessi lavoratori torinesi, che ieri sera hanno ancora chiesto al ministro di non essere abbandonati.

Da un lato si vedono queste scene pietose, dove lavoratori sono costretti a calpestare la propria dignità per mantenere uno straccio di lavoro, dall'altro nella cronaca di tutti i giorni si legge di ragazzini adolescenti viziati che si lasciano andare a fatti privi di qualsiasi senso, come picchiare un anziano con difficoltà a deambulare, togliergli il bastone e filmare il tutto.

Servirebbe una legge che punisse questi adolescenti e che li costringa ad andare a lavorare in fabbrica per un mese, così giusto per far capire loro cosa significa vivere. Questo perchè in questi anni si è parlato solo di famiglia da un punto di vista sessuale, e non da un punto di vista dei valori che dovrebbe essere in grado di trasmettere.

Amoon

 
 
 

1 anno fa

Post n°2634 pubblicato il 19 Febbraio 2018 da amoon_rha_gaio
 

Risultati immagini per sexy male infermiere

Un anno fa ricevevo una telefonata in lacrime da parte di mia mamma: "Papà non si sente bene, andiamo al pronto soccorso, tu continua pure volevo solo avvisarti".

Quella sera ero a cena con un amico: pianificavamo una vacanza a Vienna. Insomma era un momento felice, interrotto bruscamente da quello che sarebbe diventato il nostro calvario.

"Abbiamo preso vostro padre per i capelli" così ci dicevano i medici prospettandoci le più funeste cose per lui. Sono stati giorni durissimi e ancora oggi portiamo addosso le cicatrici di quella esperienza. Psicologicamente credo che mia madre non si è ripresa (e non credo si riprenderà) e mio padre vive fra alti e bassi.

Ma siamo vivi. Siamo tutti vivi.

Io penso di aver subito una crescita in questo anno che non pensavo fosse possibile: al di là delle solite frasi fatte "Capire quali sono le cose importanti della vita" credo di aver cambiato carattere. Sono più riflessivo e meno impulsivo, ho scoperto di avere delle capacità consolatorie verso la famiglia che non pensavo di avere. Ho scoperto di avere una piccola forza dentro di me anche se ci sono e ci saranno sempre momenti di fragilità.

Ieri pomeriggio sono tornato a casa con delle Zeppole: ce le siamo strafogati. Come ricordavo a mia mamma un anno prima eravamo in lacrime oggi siamo qui a tuffarci nella crema. Ripartiamo da qui sperando che la vita premi la nostra forza.

Amoon

 
 
 
 

L'UCCELLINO DI AMOON

 

RIEPILOGO DEI MIEI POST

Immagini dal mondo
 
 

Wikio - Top dei blog

 

 

DETTAGLI VISITE

 

 

ULTIMI COMMENTI