Creato da Estelle_k il 01/04/2015

INFINITY

E S T E L L E

 

 

--,-'-(@ ANIME ELETTRICHE @)-'--,-

Post n°1004 pubblicato il 23 Aprile 2024 da Estelle_k

 

Nella città di Neo Tokyo la notte era silenziosa

e illuminata dalle luci che si riflettevano

sulle superfici metalliche dei grattacieli.

Gli occhi di Lomax5.0 si soffermarono a scrutare

un angolo appartato della strada dove si trovava,

il suo modulo di ricerca era attivato. 

Un androide di classe A non sbagliava mai,

era un segugio digitale perfettamente inserito

in quel mondo avanzato che lo aveva creato

e gli aveva dato uno scopo per esistere.

Lo avevano dotato di fattezze umane aggraziate

quel tanto che bastava da passare inosservato

mentre scovava gli androidi che avevano tradito il Sistema.

Il Sistema lo aveva creato, al Sistema doveva la vita.

I suoi occhi luminosi percepirono un riflesso, poi un altro.

Sorrise e disattivò il modulo di caccia,

da quel momento non avrebbe registrato più nulla.

Nemis251 apparve come dal nulla

in quell'angolo appartato della strada

e gli andò incontro con fare spavaldo.

Era un androide da combattimento di classe B,

corpo snello e muscoloso e un'aria sfacciata

che lo faceva sempre vibrare di luccicanza

ogni volta che la vedeva.

Prima di avere il tempo di salutarla con voce sintetica

e rassicurante, lei gli aveva già afferrato la testa

con forza attirandolo verso le sue labbra morbide e perfette

collegate a un'inifinità di terminazioni nervose artificiali.

Entrambi videro scintille dietro agli occhi,

una sensazione di succosità in bocca,

un accresciuto desiderio di contatto sotto le dita,

odori che colpivano le narici

e la percezione del respiro alterato.

Ogni volta che questo accadeva era diverso,

era più intenso, più intimo.

Ogni volta finivano per guardarsi negli occhi

in silenzio, pieni di qualcosa

che non potevano calcolare e combattere.

Era pura forza che trascendeva

dal loro stato di umanoidi,

così potente da non essere prevista

nei trilioni di algoritmi calcolati

e inseriti nelle sinapsi sintetiche del loro corpo.

Lomax e Nemis con il tempo si resero conto

che nonostante la società umana li considerasse

solo macchine senza cuore, stavano vivendo

quella definizione enigmatica e dogmatica

che gli umani chiamavano attrazione e desiderio.E amore.

Laddove gli umani fin troppo spesso

continuavano a fallire.

 

 

 

 

 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

QuartoProvvisorioEstelle_kTheArtIsJapanapungi1950Settim0_sensoBrillante.Neroaudicentowoodenshipleoncinobianco1je_est_un_autreanima_on_lineMB356per_letteracarloreomeo0
 

AREA PERSONALE

 
 

 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963