Creato da informatore66 il 07/03/2013
Curiosità e notizie dal mondo
 

 

« Madre si spaccia per la ...Fanno guidare una Ferrar... »

Apocalittica tragedia all’ interno del duomo di Napoli:

Post n°47 pubblicato il 28 Giugno 2013 da informatore66
 
Foto di informatore66

L’ampolla contenente l’instabile reliquia del Patrono è andata completamente distrutta

Si è invece ripetuto puntuale il prodigio delle domestiche, ovvero la miracolosa capacità di rompere l’oggetto di casa col maggior valore affettivo o economico. E il fatto che l’ampolla col sangue di un Santo cristiano abbia funto da veicolo di tale prodigio rende il tutto ancor più sbalorditivo.Rosaria Maria Muni, un’addetta della Ci.Ca.Pulizie Sacre, detentrice dell’appalto per la pulizia del duomo della città, voleva ravvivare l’argento della cornice dove sono fissate le 2 ampolle proprio dietro l’altare col tesoro di San Gennaro, ma ne ha inavvertitamente urtato la base, facendo precipitare la famosa reliquia del “Martire de oro”  e mandando in pezzi le due ampolle.L’addetta, le cui dichiarazioni sono al vaglio degli inquirenti, aveva intuito che il prezioso contenuto, a contatto con l’aria, avrebbe sicuramente smarrito sia le proprietà mistiche sia quelle organolettiche, cosi’ ha cercato di rimediare alla meglio con un aspira briciole per poi correre a chiamare aiuto. Peccato che durante la corsa il piccolo elettrodomestico, forse a causa delle forti sollecitazioni o forse perché ormai il santo era stato evocato ed era dunque iniziato il processo tissotropico, avesse inglobato il liquido mistico nel tessuto del filtro.Mentre continuano a giungere messaggi di solidarietà dalle curie dell’intero globo, un’equipe di teo scienziati della Heinz che studia uno dei piu’ grandi misteri della storia moderna, cioè trovare un modo per recuperare le ultime due dita di ketchup dalle confezioni ‘squeezeable’, è al lavoro su un sistema di estrazione che permetta il recupero della reliquia, ma la soluzione sembra ancora lontana. Per ora, nelle prossime celebrazioni del santo, ai fedeli verrà ostentato l’aspira briciole, che fortunatamente permette la stessa maneggevolezza nella gestualità ed un nuovissimo effetto sonoro.

servizio a cura di: ( informatore66 )

immagini e video ( dal web )


 
 
 
Vai alla Home Page del blog

 

Meteo Stuzzica la Notizia

 

 

Meteo Campania

 

 

Ultime visite al Blog

informatore66MarsarellaMaxtakeoffluciano.florio1979francysantdabdidabdaverollapark8andromeda20151122BELFANCIULLO1789zodiacmainecoonarianna.rosiclaudio.malguzzigiorgio2007JBRIVIDO
 

FACEBOOK

 
 
 

Area personale

 

Video curiosi e divertendi

Gossip

OMACristian e Chanel Totti hanno fatto laprima comunione insieme: guarda

Cristian e Chanel Totti hanno fatto la prima comunione insieme: guardaI figli di Francesco e Ilary Blasi hanno fatto la comunione insieme. Lui ha 9 anni, lei ne ha 8. Ecco una foto [...]

Continua a leggere: http://www.gossip.it/#ixzz3aWPmlWQp

 


 

 

EMPRE PIU' INNAMORATI Buffon e la D'Amico si mostrano con orgoglio mano nella mano agli obiettivi

Buffon e la D'Amico si mostrano con orgoglio mano nella mano agli obiettiviGigi e Ilaria una volta si nascondevano alla vista degli obiettivi, poi hanno iniziato a non badarci, e ora [...]



 

 

Gossip

Per Claudia Galanti sono già iniziate le vacanze al mare: è volata a Porto Cervo

Per Claudia Galanti sono già iniziate le vacanze al mare: è volata a Porto CervoLa showgirl ha fatto le valigie ed è volata in Sardegna. Ovviamente nell'amata Costa Smeralda, dove [...]

 

Scoperta a Bari cava con impronte dinosauri

Una cava con migliaia di orme di dinosauri, risalenti al periodo del Cretaceo, circa 100 milioni di anni fa, è stata scoperta la scorsa estate dal paleontologo barese, Marco Petruzzelli, all'interno del parco Lama Balice, nella città di Bari. Una anticipazione della ricerca è data dal quotidiano La Repubblica. Il paleontologo, specializzato in icnologia (branca che studia le impronte fossili degli animali) ha rilevato le impronte in un'area compresa nel parco di Lama Balice, che si trova ad un chilometro dall'aeroporto e a ridosso della periferia cittadina.

Si tratta di un giacimento con un numero stimato di circa diecimila orme di dinosauri, con una concentrazione di tre-quattro impronte per metro quadrato. Secondo lo studioso, le impronte fanno pensare che sull'area abbiano camminato ''dinosauri sia di specie erbivora che carnivora''. Il ritrovamento è stato notificato alla Soprintendenza ai beni archeologici, alla presidenza del parco e alla Regione Puglia, affinché l'area possa essere messa sotto tutela''

 

Seguici siamo anche su:

         

 

Oroscopo del giorno

 

La vita e le sue scoperte