Creato da salcri il 16/10/2006

giustizia_sociale

luogo di incontro per sensibilizzare l'opinione pubblica e denunciare le ingiustizie sociali

 

 

« Pubblicità invasiva sulla reteBuon Natale....... »

Come rimanere soli nel terzo millennio

Post n°36 pubblicato il 12 Novembre 2015 da salcri

E' proprio vero, se n'è già parlato nei dibattiti televisivi, su libri e giornali si è scritto molto, sugli stessi social, probabilmente, gli stessi internauti avranno affrontato l'argomento e cioè la possibilità che l'umanità perda la sua voglia di comunicare a quattrocchi con i suoi simili, che l'uomo si isoli sempre più dal contatto reale con altri individui in carne e ossa, per dedicarsi ad una specie di rito, cosiddetto virtuale, che prevede il collegamento costante con la rete e la ricerca continua di stimoli visivi attraverso lo smartphone,  il tablet o il pc. Eppure attorno a noi pullulano uomini e donne, sebbene anche loro, rapiti dal quel mondo irreale che continuano a far scorrere tra immagini, messaggi, video. Emarginandosi e distaccandosi quasi fisicamente, sul bus o su un treno o in qualsiasi altro contesto fatto di persone ci si rinchiude in una scatoletta elettronica. Pur essendo gomito a gomito con un essere fantastico fatto di carne, di cervello, di sentimenti, con una voce, un sorriso, un corpo affascinante con il quale si potrebbe creare qualcosa di veramente unico si preferisce dedicarsi alla "masturbazione elettronica" alla "ciberdipendenza", chiamatela come volete. Tutto ciò non lascia spazio all'inventiva alla creatività allo scambio puro e semplice di dialogo e interazione con tutti i sensi e in tutti i sensi. Non è possibile immaginare una fine tanto estrema per l'uomo moderno, ma la tendenza all’isolamento, al vuoto si sente. Ma c’è anche chi sta cercando di rinunciare alle tecnologie moderne dedicandosi alla campagna agli animali ad una vita più a contatto con la natura che è certamente un ritorno al passato ma con una consapevolezza diversa, riappropriarsi della terra e delle cose meravigliose che le appartengono e che ci sono state donate dalla creazione. Forse questi pochi che costituendo isole felici, sfuggono alla modernità forzata, possono conservarci un futuro dove i rapporti tra gli umani saranno ancora veri e reali.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/iniziativa/trackback.php?msg=13309049

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
lubopo
lubopo il 18/11/15 alle 16:28 via WEB
Credo che l'unico antidoto da contrapporre alla "modernità forzata", sia quello di utilizzare con consapevolezza lo strumento per quello che è: un mezzo (media). Ciao Sal...vatore(?) Anche tu un acronimo? :-)
 
 
salcri
salcri il 05/12/15 alle 15:52 via WEB
Purtroppo credo che la consapevolezza sia una chimera per molti, soprattutto per quei giovani che sono cresciuti nel virtuale costruendosi un mondo di relazioni inesistenti e fuorvianti.Noi delle generazioni più mature, invece, ne risentiamo più pesantemente perchè non ci siamo mai completamente immersi e sentiamo la nostalgia del passato.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

SALUTE A TUTTI

 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

call.me.Ishmaelsisyphus13bambagia65elektraforliving1963marlow17lacey_munrolesaminatoreprefazione09annamatrigianolennon927dolcesettembre.1moon_Imaandraxsalcri
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom