Creato da wipica78 il 25/11/2007
la mia nn vita ma con spiragli (GRAZIE ROMA)di luce

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

Ultime visite al Blog

green1959incantevole34bortolimaurop.vomerocucciolo.6973stiv168francotrankhamed6antogi1Narciso_AleZioWowAquilaskymandolce_1819cagliostro_romagiovanni80_7
 

Ultimi commenti

UAUAUAUAUAUAUAUA AHAHAHAHAHAHAHAH MMMMPPFFFFFFF ...
Inviato da: zarate1
il 25/09/2010 alle 18:46
 
ciao bellissimaaaaaaaaaa ricordati di me con anna e due...
Inviato da: stiv168
il 14/05/2010 alle 21:43
 
MA!!!! FORZA IMMENSA ROMA
Inviato da: wipica78
il 09/04/2010 alle 18:46
 
..che ti rikorda il 1982????..io c'ero...ero lì...
Inviato da: jimmy44
il 10/07/2009 alle 12:25
 
...ti aspetto a braccia aperte...
Inviato da: jimmy44
il 10/07/2009 alle 12:22
 
 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 

AZZ...MI SONO SPOSATA!

Post n°250 pubblicato il 07 Aprile 2010 da wipica78
Foto di wipica78

ebbene o mejo emmale si,grz a questo skifo di italia mi sono dovuta sposare!io ke nn ci ho mai e mai ci credero':il matrimonio e' una cazzata!e' la tomba dell'amore!!! il mio unico grande amore e' la mia roma ke anke se nn puo' aiutarmi materialmente mi fa vivere.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MENO 50 ORE :D

Post n°249 pubblicato il 09 Luglio 2009 da wipica78
Foto di wipica78

PUGLIA ARRIVOOOOOOOOOO

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

GRAZIE AMICO MIO!!!!!!!!!!!!!!!!

Post n°248 pubblicato il 08 Luglio 2009 da wipica78
Foto di wipica78

REALIZZERO' IL MIO SOGNO E FORSE CE RESTO PURE SECCA  MA NUN ME FREGA GNENTE!!!

AHO,LA ROMA è LA ROMA

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

AUGURISSIMI...

Post n°247 pubblicato il 24 Dicembre 2008 da wipica78
Foto di wipica78

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

AUGURONI BABI!!!

Post n°246 pubblicato il 17 Dicembre 2008 da wipica78
Foto di wipica78

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SOLO E SEMPRE ROMA!

Post n°245 pubblicato il 14 Dicembre 2008 da wipica78
Foto di wipica78

Mirko Vucinic

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

FORZA ROMA,FORZA LUPI...

Post n°244 pubblicato il 10 Dicembre 2008 da wipica78
Foto di wipica78

Roma, Spalletti: "Avevo fiducia nella squadra ma non credevo cosi'..."

Ecco le parole di Spalletti a Roma Channel:
"Convinto che tutti abbiano fatto una grande gara. Poi se gente come Perrotta e Brighi riesce a fare copertura e riproporsi, come il primo gol… Sembrava la fotocopia di Cluj, segno che vanno in orizzontale ma anche in verticale ed evidenziano grandi qualità come i grandi campioni al di là del fatto che poi piaccia analizzare di più chi gioca di fino".
Brighi e Perrotta con lei hanno alzato la loro media gol.
"Vi ringrazio, ma la disponibilità e la gamba è loro. L'inserimento crea maggior vantaggio, ma la scelta dei momenti e l'aspettarsi la palla imbucata come Perrotta al primo gol, dove partendo in velocità ha preso dieci metri di vantaggio sulla palla. Loro fanno la linea difensiva addosso alla prima punta. Serve sempre uno che va a prendere la profondità. A Julio (Baptista ndr), che come caratteristiche è più simile a Francesco (Totti ndr), piace di più prendere la palla sui piedi, anche se adesso sta imparando, e poi Menez, che la profondità l'ha fatta bene diverse volte. Però poi si vede che i ragazzi hanno idea di mettere in pratica un determinato concetto che da speranza in senso futuro".
Roma molto offensiva, ha sempre quattro cinque uomini in zona offensiva.
"Avendo i centrocampisti sui difensori avversari e due che vanno dentro siamo sempre due di partenza vicino a Francesco, poi ci sono gocatori come Perrotta e Brighi che con le loro caratteristiche sono bravi ad andare sempre dentro vicino a Francesco. Il discorso di attaccare lo spazio dietro la linea difensiva si può fare sempre. Essenziale mettere in pratica di andare al di là della linea difensiva. Le caratteristiche fanno la differenza. A Chievo con Taddei a destra e Jeremy a sinistra si andava a ricreare la situazione dell'anno scorso. Era simile all'atteggiamento dell'anno scorso".
La capacità di rientrare della squadra diventa importante.
"Disponibilità al sacrificio, ad un lavoro meno gratificato in cui uno si riconosce e trova gusto a farlo è un dato di fatto importante".
Anche Menez lo ha capito adesso, sia col Chievo che oggi lo abbiamo visto rincorrere l'avversario.
"Menez ha fatto una grande partita, eccezionale, meglio di Chievo. Partita difficile, la squadra è rimasta troppo bassa, lo spazio andava coperto dai tre di centrocampo con gran sacrificio. Però deve essere la difesa a salire e ad accorciare. Poi sia Totti che Baptista non hanno le caratteristiche per coprire tutto quello spazio in velocità. Jeremy lo può fare e lo fa benissimo. Penso ci siano pochissimi giocatori in Italia capaci di riproporre la sua qualità a quella velocità, nei sessanta metri è una scoppiettata".
Quanto è stato difficile superare questo Bordeaux?
"La partita era pericolosissima, loro avevano perso le prime due, la prima col Chelsea e la seconda con noi. Quando a fine partita parlai con Blanc mi disse che per loro non c'era più possibilità, poi invece si sono trovati a giocare la partita per la qualificazione. Tu che puoi fare calcoli magari cominci a non riproporre il tuo gioco e si corrono dei rischi, come successo oggi a noi. Poi dopo il gol ci siamo sciolti e la squadra ha fatto benissimo".
Che sensazione ha ad essere arrivati primi?
"Sensazione bella, per restare grandi come la città dobbiamo vincere queste partite, arrivare davanti a questi confronti non è facile. Ma i ragazzi hanno chimica importante dentro di sé. Ci fa piacere per la storia di questa città e per la società a cui va dato atto di aver fatto cose importanti in questi anni. Anche i tifosi ci hanno dato sostegno, anche oggi in quel momento un po' particolare. Noi che andiamo in giro veniamo rincuorati spesso dai nostri tifosi, loro ci hanno sempre sostenuto, ci sono sempre stati vicini, al di là di quello che si è voluto far trasparire che eravamo contastati da tutti e questo non era vero. La squadra ci ha messo del suo per rimanere tranquilla".
Lei ha sempre detto che sareste usciti dalla crisi.
"Non pensavo che la squadra si sarebbe riproposta con questa arroganza, con questa forza. Ero convinto che ci saremmo giocati le nostre carte sia in campionato che in Champions, io non avevo dubbi, i miei ragazzi li conosco bene".
C'è il rischio di incontrare grandi squadre con il primo posto. Allora è meglio arrivare primi o secondi come ha detto qualcuno?
"Meglio non fare calcoli. Si è visto negli anni precedenti che anche arrivando secondi si è passato il girone. Per cui arrivare primi non vuol dire. Io comunque se tenerla 0-0 fino al 90' come aveva detto Blanc o stare 2-0 all'80' mi tengo il 2-0".

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 243

Post n°243 pubblicato il 10 Dicembre 2008 da wipica78
Foto di wipica78

Francesco Totti carica la Roma

Francesco Totti carica la Roma 
"Giocheremo la finale con il Liverpool"

“Tutte le strade portano a Roma? Noi per ora siamo al casello, il centro città è ancora lontano ma le strade le conosciamo bene. Non voglio vivere la finale di Champions da spettatore”. La Roma si è appena bevuto il Bordeaux, Francesco Totti, per festeggiare l’accesso agli ottavi dei giallorossi, non può non sollevare il calice. Con la speranza che questo sia solo il primo brindisi: “Sento che è la mia ultima possibilità di giocarla a Roma. Speriamo in un'altra finale Roma - Liverpool. Sarà un segno del destino. Lo scudetto con quest'Inter é molto difficile”.

Nel giro di un mese tutto è cambiato per gli uomini di Spalletti: “E' la prima volta – commenta il Capitano - che arriviamo primi nel girone, è un giorno indimenticabile. Da come avevamo iniziato la Champions non eravamo sicuri di arrivare primi ma con la determinazione e la convinzione della grande squadra siamo usciti fuori. Il Bordeaux era ben messo in campo, abbiamo avuto difficoltà nel trovare gli spazi giusti ma prima o poi loro dovevano sbilanciarsi per vincere. Invece siamo usciti allo scoperto e abbiamo trovato l'uno - due con me e Brighi”. E’ proprio l’ex juventino a raccogliere la sfida: “Gli avversari sono tutti temibili. Speriamo che passare come primi ci darà una mano nel sorteggio”.  Il centrocampista giallorosso ha disputato una grande gara e ha avuto il merito di sbloccare il risultato: “Nel primo tempo non siamo stati bellissimi, poi abbiamo trovato i due gol che ci permettono di passare come primi e va bene così”.

Luciano Spalletti sa gustarsi la gioia del momento, ma tenta anche di non lasciarsi andare, preferisce parlare della crisi e spiegare come la squadra è riuscita a uscirne: “C'era soltanto da aspettare, questo gruppo lo conosco da troppi anni e so qual é il lavoro dei ragazzi. Bisognava mettere a posto le cose dal punto di vista tattico anche considerando gli infortuni. Siamo riusciti a ritrovare la quadratura della squadra e a esprimerci al meglio”. Nessuna preferenza sull'avversario da incontrare agli ottavi di finale: 'E' un giochino che è meglio non fare perché si rischia di rimanerci male”. In altre parole, la prudenza non è mai tanta.

Invece, Mourinho si esprime con meno cautela. La sconfitta che l’Inter ha rimediato in Germania con il Werder Brema per qualche tempo non gli lascerà dormire il sonno del giusto. Intanto sbotta: “Finendo il girone con 8 punti meritiamo una grande agli ottavi”. Il tecnico portoghese si rammarica ai microfoni di Sky Sport: 'Dopo il 2-0 sapevamo il risultato del Panathinaikos e non potevamo fare molto per il primo posto. Loro fisicamente sono fortissimi, siamo andati in difficoltà sulle palle inattive. Non abbiamo avuto molto spazio per fare il nostro gioco, il Werder è una squadra di primo livello, doveva qualificarsi lei e non il Panathinaikos. Volevo fare riposare qualcuno mantenendo la struttura della squadra, ma stiamo meglio con il 4-4-2. Non era facile per Mancini e Quaresma, hanno fatto un lavoro di grande sacrificio. Senza Stankovic la squadra perde in forza e intensità”.

Chi non si lamenta è Javier Zanetti: “Raggiungere uno come Bergomi in cima alle presenze per un interista in coppa è un motivo d'orgoglio. La cosa più importante era la qualificazione, volevamo arrivare primi ma questa era una partita complicata. Ora possiamo solo crescere e vediamo a febbraio cosa ci aspetterà. Il Werder é una squadra che da metà campo in avanti può mettere in difficoltà chiunque, il campo era scivoloso. Ora pensiamo alla partita di domenica e a finire bene in campionato. Io aspetterei a dare dei giudizi, adesso arrivano le partite da dentro o fuori”.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 242

Post n°242 pubblicato il 01 Dicembre 2008 da wipica78
Foto di wipica78

Totti asfarta la Fiorentina: 1-0 e tutti a casa

Con un gran gol di Francesco Totti, la Roma asfarta e batte anche la Fiorentina all’Olimpico e continua la scalata alla classifica. Bella gara tirata dall’inizio alla fine. Un Totti ancora una volta in grande spolvero regala l’ennesimo successo e finalmente si può dire con certezza e senza ombra di dubbio che la Roma è tornata e la crisi non c’è più. Ora avanti già sabato a Verona contro il Chievo per continuare il sogno..

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »