Creato da sognimondo il 03/01/2015

sogna chi non crede

che sia tutto qui

 

 

voglia di evasione

Post n°81 pubblicato il 22 Luglio 2017 da sognimondo

E' da mo che la cerco, che ambisco a questa EVASIONE TOTALE...evasione da tutto e tutti

evasione dai problemi,dalle cose che fanno incazzare e ultimamente ce ne sono...è tutto bloccato dietro al volere altrui...è tutto un casino fottuto...

ti devi piegare e fare attenzione a non spezzarti...

telefoni a un collaboratore che invece di lavorare per te decidere di andare in ferie 15gg...

certo alle ferie mica si rinuncia...no,no

appartiene alla stregua di fancazzisti comunali che fanno le ferie quando je va e lavorano ad agosto, perchè ad agosto lavorare non stanca...no, non ti crea problemi o grane...

quindi tu stai li appeso ad aspettare i suoi comodi, con il cliente che preme e che già faceva storie per il tuo onorario...quindi non sai come andrà a finire...

ti incazzi e lo vorresti mandare a stendere ma non puoi...no,ancora una volta hai le mani legate!

Non si più continuare così con le mani legate a fare i comodi di tutti...

anche per uscire la sera,ci si deve adattare a cosa vuole fare uno e l'atro...che palle!

 

 
 
 

3

Post n°80 pubblicato il 03 Maggio 2017 da sognimondo

dopo una 90 di giorni ecco il come va  a finire...

soliti alti e bassi, sta andando discretamente...spesso la paura ci blocca e ci fa vedere tutto nero...nerissimo direi...ci mette in testa ansia e angoscia per ingigantire tutto...

rispetto all'ultimo post...il peggio è passato, ancora un mese di passione e poi spero di poter archiviare anche questo...mi immagino la mia testa come una libreria con faldoni...divisi per anno...in ognuno ci sono fascicoli con periodo si e periodo no...

il work, da 60 giorni è cambiato qualcosa,per certi versi va bene per altri meno e si stava meglio prima..decisamente, perfortuna che sono una persona abbastanza camaleontica altrimenti non so se tanti avrebbero accettato certe cose...compromessi

oggi perfortuna è tranquillo finalmente si ci si puo' rilassare e lavorare razionalmente senza interruzioni e co

Con Antonio vento in poppa...ci divertiamo un sacco e ci facciamo anche dei bei we in giro per il globo, approfittando di quei giorni di ponte che per una volta sono caduti per bene...

la sua compagnia mi rilassa e mi rimette al mondo...lo svegliarsi insieme, fare colazione in hotel, tutte cose che fanno ricaricare le energia a bomba!

 

 

 

 
 
 

come va a a finire parte II

Post n°79 pubblicato il 30 Gennaio 2017 da sognimondo

A volte ci si concentra su un qualcosa che si crede un problema, irrisolvibile insomontabile quando poi ne arriva un altro ben peggio...

allora guardi a quello che sembrava un problema e lo vorresti barattare con quello che è arrivato dopo...

la cosa che fa più andare fuori e non sapere, non sapere come va a finire,ma manco come comincia...vivere in quella sorta di limbo che fa uscire di testa...quel limbo che ormai si presenta ciclicamente ogni 2/3 anni...

mai che ci si possa rilassare,mai che si possa tirare un sospiro di sollievo...mai...sempre altro da fare sempre da lottare...

non so generalizzare forse è facile,ma guardando a conoscenti direi che sfigati così ne trovo pochi...

insomma...tra chi ha genitori in pensione e soprattutto,arzilli che aiutano...con i nipoti,ma anche alcuni dal punto di vista economico...

guardando agli amici, a parte P che ha una situazione simile alla mia, gli altri hanno tutto ok, altro giorno F mi raccontava dei suoi genitori, che si fanno in 4 per i nipoti,benchè la figlia sia a casa,quindi non lavorando mica puoi pretendere...invece no,hanno dei giorni in cui i figli vanno dai nonni,cmq sia e anche se lei è a casa vanno all'asilo...quindi ti chiedi come mai ci siano famiglie perfette e loro lo sono,mulino bianco gli fa un baffo,sono meglio anzi  e famiglie disgraziate

appena si riprendono da un cambiamento da qualcosa gli piomba addosso altra mazzata...non si sa non si spiega

anche lavorativamente da 7 anni....abbiamo dovuto lottare e accettare sconfitte...non da poco, prima senza il capo,poi con il vice che se ne fotteva e tramava alle spalle ...

poi il vice bye bye lasciandoti nella merda,

adesso da soli a governare la nave...con falle qui e là non si sa quando il timone potrà essere preso da 4 mani piuttosto che due...chissà quando...in che secolo...tra quanti mesi, anni...mah

quindi vedi tutta sta merda attorno e ti chiedi dove hai toppato...qualcosa avrai toppato sicuro!

Che so in una vita precedente eri un camorrista che tagliava teste,quindi qui devi pagare e mai avere un momento di calma

 
 
 

c'era una volta

Post n°78 pubblicato il 30 Gennaio 2017 da sognimondo

un ragazzo nato a fine del secondo conflitto mondiale...detto così pare na vita fa...

nato in una famiglia modesta come ce ne erano tante ai tempi, come anche numerosa...

sua mamma aveva un cuore d'oro e non negava mai un pasto caldo a nessuno...anche se non aveva spiccioli per pagare...avendo una trattoria poteva capitare, soprattutto non si buttava mia via nulla.

Il ragazzo finì gli studi e inizio a lavorare, ma nel tempo libero aiutava nella gestione della trattoria.

Una sera,una delle tante in cui si usciva e si andava a ballare, mica come oggi con le discoteche, si andava nella balere, erano  in voga i balli più movimentati, anche se si faceva strada  il ballo del mattone...

una sera mentre era al bar della balera, con i soliti amici che consceva da sempre, arriva una ragazza con gli occhi di ghiaccio...la ragazza ha percorso ben 50km per arrivare fino lì quindi era un segno...che dovesse capitare qualche cosa...

ai tempi niente cellulare e manco il fisso, così ci si telefonava grazie a qualche posto telefonico pubblico, presso il bar del paese

quindi immaginate, la gelosia o la fiducia che si doveva avere...adesso per una chiamata senza risposta o un messaggino che tarda ad essere letto si va in panico...

la ragazza per essere sicura di cose le dicesse il giovanotto,sguinzagliava le amiche per le balere...infatti una sera che lui le aveva detto che andava al bar...un'amica lo aveva visto...non come oggi che puoi filmare fotografare la scena,ti dovevi fidare della parola...appunto lo aveva visto al bar della balera...

apriti cielo la ragazza si era arrabbiata,proprio per questo piccolo particolare...un bar classico è un bar...il bar della balera è un'altra cosa...

lui era inconfondibile capellone con cappotto color cammello e pullover rosso...quindi non ci si poteva sbagliare...

i due continuarono a frequentarsi fino a convolare a giuste nozze, agli inizi degli anni 70...in un giorno qualcunque di inizio primavera.

cotinua

 
 
 

come va a finire

Post n°77 pubblicato il 20 Gennaio 2017 da sognimondo

rileggendomi, mesi fa ad inizio estate scrivevo queste parole

"Vorrei vedermi sto film da qui alla primavera...

lasciando finire estate, iniziare l'autunno, scorrere l' inverno...standomene tranqui in poltrona senza dover impegnarmi e essere parte attiva del come va a finire...ma solo poter alzare o abbassare il volume con il telecomando..."

Si adesso siamo 2 mesi dalla primavera,certo il film sta scorrendo meglio di cosa pensassi anche se sono chiamata a far parte attiva, spesso e volentieri...

per quando riguarda il work va bene, sono entrata nell'ottica, pazienza, benchè ogni 2*3 qualcuno mi chieda news di R. per sapere se ha ripreso a pieno ritmo oppure no...spesso invento e costruisco castelli in aria,anche se ste domande a lungo andare mi rompono...

Sono stanca di dover reggere il peso delle ansie di tutti...

di dovermi far stare bene che qualcuno deve essere protetto ad ogni costo, mentre io posso reggere tutto..paranoie mie paranoie di altri...posso fare tutto io...

non ci sto, non posso sempre dovermi preoccupare solo io, quando gli altri se si prendono 2 ore di ferie pare che facciano un favore all'umanità...

Cavoli, mica stai salvando l'universo, fai semplicemente un qualcosa che razionalmente è facile che tocchi a te...nulla di anomalo mi pare...

insomma non posso prendere e andare io farmi 80km perchè tu devi lavorare e non hai 3 ore libere...

Stasera visto che è venerdi vorrei per esempio andare a casa alle 18.00, essendo libera di decidere....ma va, alle 18.30 hai appuntamento, alle 19.30 altro pit stop fs...ma si chissene...

tanto to va bene tutto...fare cena alle 20.00 e pure preparare per tutti e uscire alle 22!

Si, quando poi a sentire amiche pare che tu sei la più fortunata,si arrivi a casa e hanno solo da metterti tappeto rosso...si si...ti lavano stirano e cucinano...

quando è ben diverso capita alle amiche sposate che hanno le nonne e mamme che fanno tutto...aiutano a destra e sinistra...

Intanto domani mi faccio furba, complice la noia atroce e la voglia di fare qualcosa...insomma un'amica è in giro ad aspettare la figlia che è a un compleanno, mi ha chiesto se ci prendiamo un coffi al bar...

che male c'è a sgarrare un attimo quando,

gli altri se ne fottono...un'ora libera...non puo' far male a nessuno...

invece di rinunciare sempre e dire sempre No a tutto...

basterebbe dire di fare un sabato a testa, insomma na vita anche io la ho anche se non convenzionale,ma pure io la ho

a chi puo' venire in mente? a nessuno ovviamente...anche io mi prendo i miei spazi...

mettetemi in croce se volete prego!

anche per la gestione della home, della spesa di tutto...si nascondono dietro alibi...stando il we in pigiama...perchè se hai la mattina a casa, ti devi riposare, mica vuoi fare qualcosa dare una mano...NO!

Hai il diritto dovere di riposarti...non puoi farti carico di qualcosa...ma va!

I soldi tuoi sono tuoi, il tempo è tuo, andare a fare la spesa mica ci vai...ti stanno sulle scatole le persone del paese...non ti puoi abbassare...no!

Ma questa volta mi faccio furba e non mi lascio chiacciare,no!

Si deve collaborare non sempre a senso unico,purtroppo!

Che ognuno si aggiusti...io mi sono rotta, di dover sempre mediare mediare mediare 

 

 

 

 
 
 

A come Ansia

Post n°76 pubblicato il 12 Gennaio 2017 da sognimondo

Notte insonne dalle ore 3.00 in poi a rimirare il soffitto cercando di contare le pecore,

ma con il buio non le vedevo per nulla,

poi sono passata alla visione di un film via cellulare...

per poi passare a leggere le ultime news,

le prime pagine dei giornali e

infine il meteo...

ho provato a chiudere gli occhi per dormire verso le 5.00, ma nulla cambiava...

ho sentito uscire il dirimpettaio alle 6.30

quello del secondo piano alle 7.00

aprirsi la porta di quello del piano terra alle 7.15

una sgommata sulla neve dalla casa di fronte.

quando ti parte la vena, di interrogarti sul futuro prossimo, che poi è il presente

spostato di qualche mese...è davvero un delirio...non ci dormi...no!

sarà stata la pizza anche se doveva essere da grande chef stellato, faceva schifo...

per 10,00 euro la potevano fare meglio

quei soliti discorsi sempre sul lavoro, lavoro lavoro...se vuoi uscire, ti vuoi anche

distrarre,mica puoi solo parlar di lavoro,lavoro 

non ero in vena,come non lo sono stamattina...sto come i pazzi 

speriamo vada meglio nel corso della giornata

 

 

 
 
 

amore...

Post n°74 pubblicato il 20 Settembre 2016 da sognimondo

Dopo che si dicono addio anche Pitt e la Jolie

direi che l'amore non ha più regole e poi chissà come mai finchè convivono sono tutti in armonia e poi quando si mettono l'anello al dito, si mandano a stendere

da questo punto di vista ci sono tanti soldi da spartire e pure l'educazione del figli...ma in altri casi non saprei

ok che è successo pure al figlio di Rizzoli/Giorgi, ma forse un matrimonio lampo, chiama un divorzio lampo, benchè ora la sposina fuggita sia già felice con un altro, non hanno avuto figli e non si sa se il patrimonio...sia rimasto in comunione o separazione beni...

che dire di Belen, anche lei wedding e figlio...adesso si è appassionata allo sport da matti...passando dal pallone, alle moto...anche se di dove e con chi viva suo figlio non si sa...

nel mio piccolo, è successo a due amiche conviventi storiche, datate, stagionate...

appena hanno detto si, manco erano passati 3 anni che si erano già detti addio

ok che al matrimonio di una,il futuro sposo per tutta la messa, se la rideva con il testimone, quindi direi che se durante la funzione nuziale sei così...forse lei avrebbe potuto fare retromarcia e mollarlo sull'altare...

mentre nel secondo caso innamorati da sempre dai banchi di scuola e mai più lasciati da allora...appena vedi com'è il mondo fuori da quel rapporto esclusivo, forse scleri un po'...o ti lasci tentare dalla libertà di farti i fatti tuoi,casa tua ecc...

Quindi alla luce di tutto ciò forse conviene ancora andare avanti convivendo alla Biagio Antonacci oppure,ognuno chez lui così i panni sporchi ce li si lava oguno x conto suo...non si deve fare i conti con canottiere pelose e medaglie sulle magliette!

 

 
 
 

fratelli di mezzo

Post n°73 pubblicato il 15 Settembre 2016 da sognimondo

10 verità scientifiche sui "fratelli di mezzo"
i bambini di mezzo che vivono con i genitori biologici sono meno inclini a sviluppare disturbi emotivi o avere una diagnosi da Disturbo di Deficit di attenzione. Sono costantemente circondati dalla famiglia e dai fratelli. Secondo i medici questo è il metodo più sicuro per rimanere in forma.
Sono giocatori di squadra: quando si arriva ai giochi di squadra i bambini di mezzo sono i migliori ad adattarsi e a giocare con gruppi più grandi. Uno studio risalente al 1996 ha scoperto che i bambini di mezzo tendono a riuscire meglio in situazioni di gruppo. Quindi potreste incoraggiarli in questo senso. Dategli qualche amico e un'attività e saranno pronti a partire.
Prendono dei rischi: i ricercatori dell'Università del Colorado hanno scoperto che i bambini di mezzo (insieme agli ultimi nati) si assumano più rischi con alcol e sesso.

I primogeniti tendono ad essere un po' più miti nelle loro azioni ma quelli di mezzo gettano ogni cautela al vento. Naturalmente non dipende solo dal fatto che siano i figli di mezzo ma anche dall'educazione. All'arrivo del secondo e terzo figlio i genitori sono più permissivi.
Vengono trattati ingiustamente da mamma e papà?: secondo la ricercatrice australiana Julie Fitness i bambini di mezzo non vengono mai considerati "i favoriti" dai genitori. Ora potreste negare questo fatto fino all'infinito, ma secondo la scienza esiste il figlio favorito.

In ogni caso è il primo o l'ultimo.
Sono i "bravi" bambini: in uno studio del 1964 prodotto dalla Texas Christian University e dell'Università del Minnesota sono alla ricerca dell'approvazione dei compagni e il rifiuto dell'ordine di nascita. Ora i ricercatori hanno stabilito che i figli di mezzo non si comportano male ma anzi sono ben inseriti nella società.
Non sono intelligenti come i fratelli maggiori, ma ci sono buone notizie: uno studio del 2001 comparso su American Psychological Association dimostra che avendo diversi fratelli questi saranno meno intelligenti. Questo dipende dal fatto che i genitori hanno meno tempo da dedicare ai figli minori per aiutare con la scuola, ecc... Quindi il figlio di mezzo sarà meno intelligente del maggiore ma più intelligente del terzo.
Hanno successo: Katrin Schumann, co autrice di "il potere segreto del figlio di mezzo" osserva che il figlio di mezzo raggiunge il top in molto modi. Il 52% dei Presidenti Americani sono figli di mezzo. Aggiungete personalità pubbliche come: Bill gates, Julia Roberts, Martin Luther King jr., Nelson Mandela. Schumann osserva che dal momento che i bambini tendono ad essere più indipendenti e creativi questo costituisca la ricetta perfetta per un florido futuro.
Sono grandi negoziatori: nel 2012 alcuni studiosi hanno scoperto i fratelli di mezzo devono negoziare tra fratello maggiore e minore dovendo essere anche particolarmente eloquenti per farsi ascoltare. Dunque eccellono in questa specialità.
Sono attratti dagli altri fratelli di mezzo: secondo uno studio del 2009 pubblicato sul Journal of Individual Psychoolgy i bambini di mezzo tendono ad innamorarsi e a stringere amicizia con altri figli di mezzo.
Sono "merce da matrimonio": secondo uno studio del 2009 su 2500 individui e i loro partner è emerso che i figli di mezzo hanno relazioni più felici e sono più inclini ad essere fedeli ai compagni e compagne e agli amici.

 

 
 
 

manca poco

Post n°72 pubblicato il 13 Settembre 2016 da sognimondo

a dire la verità non se sono felice oppure no

pero' vorrei già vedere come va a finire

vedere oltre,molto oltre

considerato che con questo evento lamia libertà di azione subirà un arresto molto brusco,non so cosa augurarmi da qui alla primavera...perchè è li che forse si vedrà un primo spiraglio

spesso vedendo altri fare sto percorso pare così facile....hai un figlio da crescere e in un baleno ti accorgi che lo devi portare all'asilo...

ma quando ci sei quasi dentro,non al 100% ma forse al 60% un po' riguarda anche te ed è diverso...molto diverso...dover sempre piegarsi a scelte altrui accettare e incassare

se penso a tutto quello fatto in questi ultimi anni

ma anche alle cose perse,ai cambiamenti..mi sono sempre sbattuta,fatta andare bene tutto...ma adesso?

adesso sento che sarò davvero da sola...

la cosa mi mette il panico...dopo aver perso in media ogni 2 anni un tassello,direi che adesso peggio di adesso non mi puo' capitare nulla 

almeno credo,alla sfiga non c'è mai fine...cmq meglio parteggiare per il pessimismo ed essere stupiti che parteggiare per ottimisto e essere delusi

 

 
 
 

s come scappare

Post n°71 pubblicato il 03 Settembre 2016 da sognimondo

prendo spunto dall'ultima song del liga, legata alle iniziali delle parole...vorrei scappare...sapete quando si vede un film in poltrona  e ci si concentra solo sulla trama senza pensare a nulla...

ecco vorrei fare così vedermi sto film da qui alla primavera...lasciando finire estate, iniziare autunno, scorrere inverno...standomene tranqui in poltrona senza dover impegnarmi e essere parte attiva del come va a finire...ma solo poter alzare o abbassare il volume con il telecomando...

mi si prospetta un periodo molto duro,forse il più duro dagli ultimi 10 anni, un periodo in cui si dovrà avere pazienza,pazienza e ancora pazienza

con tante resposabilità sul groppone

direte voi e chi non ne ha?

lo so è la vita,ma la cosa che mi scoccia e averne non scelte da me...ma subirle...non immaginate che peso sto sentendo sulla schiena mentre scrivo...un peso che mi impedisce di respirare,che mi ha mandato in tilt testa e secondo cervello..ormai non riesco più a rimetterlo in sesto vado avanti a farmaci inutili.

so anche che sono sempre stata forte,da sempre,lottando senza sosta,pero' vorrei avere la possibilità di tirare il fiato e dire,ok sono arrivata..bene...abb punti fermi e possiamo and avanti sereni

invece sono quelli che mancano i punti fermi...ormai è tutto uno scatafascio continuo...perdi soldatini lungo il cammino e ti ritrovi sola...

sola a pensare a cose di casa

sola in work

sola sempre

vorrei una fam mia,almeno potrei decidere senza pensare sempre a tutti prima di me

 

 
 
 

UN POSTO PER ME

Post n°70 pubblicato il 18 Luglio 2016 da sognimondo

Capita di arrivare stanchi e sfiancati...infatti...da ritrovarsi anche dopo il we con la testa piena di pensieri,tanti da non riuscire più a metterli nero su bianco ordinandoli dal più urgente al più insignificante...no

Vorresti staccare, innanzitutto buttando il cellulare dalla finestra, maledicendo il giorno in cui hai deciso di dare il mio contatto a quei clienti che mi vessano e mi spremono come un limone...che mi tartassano di chiamate a tutte le ore 

Poi come al solito non poter scegliere quella settimana di ferie come negli ultimi 4 anni...poter dire questa settimana me ne vo..invece nulla

devi sempre incastrare i tuoi impegni con work e family ancora un'altra estate...ma questa sarà la più dura di tutte...

possibile che da 8 anni a sta parte estate voglia coincidere con periodi pesanti e difficili?

vorresti la tua libertà..poter decidere come ti pare...senza dover far i conti con nessuno...sono stanca,non mi posso sfogare urlare ,mandare a stendere chi di dovere,ma incassare,farmi piacere tutto e stare zitta

 

 
 
 

Un bel souvenir

Post n°69 pubblicato il 05 Maggio 2016 da sognimondo

Situazioni controverse  so sono accavallate nelle ultime settimane mettendomi non poco in confusione...insomma quando cominci ad essere in 1000 posti sempre vagabonda inizi a capirci poco nulla...macinando 2050 km in 6gg che potevi and e tornare da Paris...  tra ansie e imprevisti...Domande senza risp per il futuro...un posto fisso nel mondo.. una cas work che ti consenta di campare senza ansie

Poi provi a fidarti di colleghi che come sempre dicono parole al vento e nn mantengono...poi capita che trovi in altri a cui nn avresti mai dato fiducia...tantacomplicità e feeling...

Mah..chissà 

 

 
 
 

voglia di pazzie

Post n°68 pubblicato il 13 Aprile 2016 da sognimondo

sarà la primavera

sarà lo scazzo atomico di questi giorni

sarà la voglia di novità

non lo so bene cosa sia...

cmq sta di fatto che adoro consocere persone nuove,interagire e così 

ho organizzato un rendez vous con i tizi conosciuti qualche domenica fa...

complice la fotografia un contest a cui partecipare e una bella domenica di sole

certo avendoli visti solo quei pochi minuti alla gara...ovviamente oltre che di fotografia

non si poteva parlare di altro..manca la confidenza...certo...pero'

fa piacere conoscere e interagire e cmq quando capita...

è come se potessi ricominciare da zero essere un'altra persona senza il tuo bagaglio

di ansie e co

ma solo tu indipendetemente dal lavoro che fai dal tuo status

vediamo se si riesce a fare per altre volte!

io ci provo...giusto come se x quelle poche potessi scordare le mie sfighe

 

 
 
 

ESSECI SEMPRE

Post n°67 pubblicato il 05 Aprile 2016 da sognimondo

Mi sono un po' stufata di esserci sempre...

di essere un po' la panchinara di casa,

che quando qualcuno manca lo sostituisce senza batter ciglio si adegua e stop

salvo poi trovarsi da sola spesso e volentieri e farselo andare bene anche in quel caso...

ormai è abitudine lavarsene le mani allaPilato e delegare le cose ad altri...

si si sono sempre stata educata ad occuparmi degli altri,ma dopo un po' scoccia e fa

venire voglia di chiedersi se non se ne stiano approfittando..con la scusa che sei buona,

non sai dire di no..pero' ci si deve salvare...si deve reagire e così ti crei le tue valvole di

sfogo...ma è dura non avere un posto nel mondo..

ma essere quella pedina che puoi mettere e manovrare a piacere...

quando vorrei avere una mia famiglia 

 
 
 

liste

Post n°66 pubblicato il 29 Marzo 2016 da sognimondo

Dopo 48 ore a tu per tu in famiglia il bilancio non è dei migliori

anzi tra sfanculamenti vari e rotture di balle

inizi a pensare che forse sia meglio ridurre la mole di lavoro e tempo dedicato

perchè alla fine è uguale...mettersi sullo stesso livello degli altri

non fare nulla

ma aspettare di essere serviti 

anche perchè

 cucinare

lavare

stirare

badare alle bestie

pulire

stendere

piatti

farsi in 4000 per cosa?

per poi sentirsi sempre sbagliati e cretini sempre messi di mezzo come falliti

ripresi e umiliati...

pranzo di Pasqua compreso...dopo un po'...diventa fastidioso e pesante

subire e porgere l'altra guancia 

dare la tua disponibilità e ricevere in cambio merda

 

 

 

 
 
 

VOGLIA DI NOVITA'

Post n°65 pubblicato il 02 Marzo 2016 da sognimondo

mi ha fatto piacere organizzare il rendez vous con amici, per una volta fare finta che io e Antonio siamo una fam che vive insieme come tutti gli altri sottto lo stesso tetto

che possono andare, venire, dormire  fino a tardi, fare tardi senza doversi conformare con altri membri della fam di origine...senza dover avvisare a casa...a 40anni

come tutti i sogni poi ci si deve svegliare e tornare alla dura realtà quotidiana...che è ben diversa e ti sbatte in faccia il dovere,di avvisare di informare...

necessito di novità,novità nel lavoro così appiattito e fatto da sole uscite...per stare nelle spese nelle tasse...

ma in che mondo si vive?! 

sabato tra trucco parrucco e look avevo davvero voglia di prendere tempo per me...- 90euro ma ben spesi...per me...se conto quanti soldi vanno per me e quanti per work mi viene da piangere...

dover rinunciare a tutto...ma proprio tutto...

non era la vita che mi immaginavo da bambina...mi spiace anche per il tempo che si spreca a non stare insieme...ok che se ti sbatti puoi conformarti ai suoi orari di lavoro..fare come ai primi tempi,in cui bastava poco x vedersi 5 minuti prima o dopo lavoro...inizia a pesare il doverci pensare tu...ecco tutto

poi sta cosa di diventare zia,ma mica sono pronta...

x niente...ho paura di essere risucchiata nel vortice della mia pazienza disponibilità e compresione...ne ho le palle piene...

che mi va bene tutto

che ci sono sempre

che mi sacrifico

che il mio tempo non conta nulla

ci sono stati e ci saranno troppi cambiamenti,ma nessuno che mi piaccia o mi renda felice e soddifatta

poi i vari casini pied a terre new anche lì messa in mezzo convinti che mi faccia piacere che ci tenga...per niente...mi tornano alla mente i giri con L per poi essere sempre la fidanzatino d'italia dopo qsi 5 anni...

siamo dinuovo a quello spartiacque dei 5...altro che amore dura 3 anni...per me sempre 5...se supero quel traguardo olè..altrimenti...

 

 

 
 
 

come capire se si Ŕ pronti per sposarsi

Post n°64 pubblicato il 29 Febbraio 2016 da sognimondo

 Il consiglio dello psicologo è poi di fare tante cose insieme prima di compiere il grande passo, in particolare condividendo tante esperienze di tipo sociale insieme ad altre persone "che permettono di testare la qualità del rapporto". Insieme alla convivenza "che rappresenta un test attendibile per verificare se la relazione funziona nella quotidianità e anche in una condizione di routine". 
dieci consigli su come evitare di sposare la persona sbagliata.

1) Non pensare di poter cambiare l'altro
Molto spesso capita, specie alle donne, di pensare di poter cambiare quello che non piace del partner dopo il matrimonio. Ma si tratta di un approccio sbagliato. Non c'è garanzia, infatti, che il cambiamento avverrà e che soprattutto avverrà in meglio. Per cui, se ci sono aspetti dell'altro con i quali pensiamo di non poter convivere o che riteniamo di non poter accettare allora è meglio non sposarsi.

2) Non scegliere solo sulla base della chimica

La chimica e l'attrazione sono senza dubbio importanti, ma il carattere di una persona lo è ben di più. Un famoso detto, infatti, dice: "La chimica accende il fuoco, ma il carattere lo mantiene vivo". In altre parole, l'innamoramento non dura per sempre e nel passaggio all'amore il carattere di una persona e la reciproca compatibilità possono rivelarsi molto più importanti per il successo e la durata di un matrimonio.

3) Capire se si è attenti reciprocamente ai propri bisogni emotivi
Sia gli uomini, che le donne hanno propri bisogni emotivi che necessitano di essere ascoltati. Le donne per sentirsi amate chiedono in genere attenzione, affetto e stima, mentre gli uomini desiderano rispetto, capacità di essere rassicurati e di essere confortati. Se la vostra relazione si muove in questa direzione allora siete sulla giusta strada, in caso contrario è meglio lasciar perdere.

4) Chiedersi se si condividono passioni e progetti
Nel matrimonio si può crescere insieme oppure ciascuno percorrendo strade diverse. Condividere progetti e passioni aumenterà le chance di crescere insieme nel matrimonio. Per cui prima di sposarsi, occorre chiedersi: Cosa appassiona il partner e io rispetto le sue passioni? In questo senso, meglio si conosce se stessi, i proprio valori, le proprie passioni, il proprio stile di vita e più opportunità si avranno di trovare l'anima gemella.

5) Fare sesso prima del matrimonio
Il sesso è una parte fondamentale dell'amore. Se, però, l'intesa sessuale si rivela poco entusiasmante sin dall'inizio e il partner non sembra molto interessato al tema ed è un sostenitore della teoria secondo cui il sesso non è poi così importante, perché è il sentimento quello che conta,allora è meglio lasciar perdere.

6) Farsi alcune domande 

Ci sono alcune domande fondamentali che bisognerebbe porsi prima di sposarsi: Rispetto e ammiro il mio partner? Mi fido di lui? Posso contare su di lui/lei? Mi fido dei suoi giudizi? Mi fido delle sue parole? Posso essere me stesso? Posso esprimere liberamente la mia personalità? Mi sento sereno e tranquillo quando sono in sua compagnia? Se le risposte sono negative allora è meglio prendersi una pausa per capire realmente i propri sentimenti.

7) Prestare attenzione se non ci si sente emotivamente al sicuro

Sentirsi emotivamente al sicuro è la base per un matrimonio duraturo e felice. Se, però, all'interno della relazione non potete esprimere le vostre opinioni e i vostri sentimenti, sentendovi continuamente controllati per quello che fate o che dite, allora è probabile che siate incappati in una relazione tossica. 

8) Essere sinceri sin dall'inizio

Molte coppie compiono l'errore di non essere sinceri sin dall'inizio del rapporto. Occorre invece chiedersi: Cosa ho bisogno di sapere per essere assolutamente certo di voler sposare questa persona? E ancora: Cosa mi preoccupa del mio partner o della nostra relazione? È insomma molto importante identificare le cose che ci preoccupano e ciò su cui si è titubanti per capire se il futuro marito o la futura moglie sono quelli giusti.

9) Non sposarsi per rendere la propria vita migliore

Molte persone scelgono di sposarsi per migliorare la propria vita o l'immagine che hanno di sé a causa di una bassa autostima. Il partner però non può fungere da psicologo e se si hanno problemi con se stessi, se non ci si piace o non si è contenti della propria vita è meglio affrontare questi aspetti prima di sposarsi, senza trascinarli all'interno del matrimonio pensando che il partner potrà risolverli per noi.

10) Occhio alle persone non emotivamente pronte per il matrimonio

Infine, molte persone scelgono partner che non sono emotivamente pronti al grande passo. Ad esempio, è il caso di un uomo troppo legato alla mamma. In questo caso ci si potrebbe ritrovare ad essere in tre nel matrimonio anziché in due. Lo stesso vale per persone troppo occupate a fronteggiare i loro problemi personali, come insicurezze, pensieri negativi, depressione. Infine, consiglia l'Huffington, mai sposare una persona che soffre di dipendenza. Non solo dall'alcol o dalla droga, ma anche da un eccessivo attaccamento al lavoro, a uno sport, a un hobby, ai soldi, al potere, al materialismo, allo status sociale e così via. Chi soffre di dipendenza, infatti, non sarà mai pronto a sviluppare una relazione davvero intima con un'altra persona. 

 
 
 

cvd

Post n°63 pubblicato il 23 Febbraio 2016 da sognimondo

A forza di blaterare mi sono attirata la sfiga...

il gallo è via x work e mi tocca far la damina di compagnia nel pollaio

ormai è così da 7 anni...che mi rendo disponibile...non mi pare giusto

credo che se decidi di sposarti farti una famiglia devi imparare  a vivere anche da solo

mica ci sarà sempre qualcuno pronto per stare al tuo fianco?

io l'ho imparato attraversando sconforto,momenti si e no...ma mi sono fatta forza

quando era ora di farlo senza pesare su nessuno

passavo le serate a piangere,a volte manco avevo voglia di cucinare...

arrivando in casa e trovandomi da sola

ma ho tirato fuori la forza che avevo e adesso qsi qsi sto meglio da sola che in

compagnia

con i miei tempi spazi orari  e abitudini

 

 
 
 

......

Post n°62 pubblicato il 20 Febbraio 2016 da sognimondo

 

chi pulisce

chi bada agli animali di casa

chi porta la munnezza

chi lava i piatti

chi si sacrifica al work e prende le briciole

chi ti porta al treno

chi ti viene e prendere a qls ora

chi cucina se sei stanco se hai le paturnie

chi cucina se siamo in due

chi stende

chi stira

chi riordina cosa lasciate in giro

chi deve omologarsi ai vostri orari..andate venite un po' qui un po' là ma va tutto ok

chi ti tiene compagnia se gallo non c'è

chi ti assiste se stai poco bene

chi ti tira su di morale

 

 

IO sempre io

Potrei ancora capire se fossi moglie e madre,

certo se lo diventi implica tutto cio',vita natural durante

ma no non lo sei,

sei solo la fidanzatina d'Italia che rimarrà tale...visto che margini di trattativa non

esistono...quindi hai sempre imparato a far da se senza contare su

nessuno...continuerai a farlo sempre nei prossimi mesi e da qui a 1 anno ancora di più

volevi andare al cine e poi niente...

perchè mi devo omologare ai tuoi orari e tu no?

stasera partita,te ne esci alle 19.30...io?

si si libera di scegliere se venire o starmene a casa oppure raggiungerti alle 23

ottima libertà direi...sono davvero stanca

di non avere una direzione...un traguardo finale,ma di continuare a vagare in un

mondo senza meta sapendo di non riuscire a realizzare 1 obiettivo!

avere una famiglia tua,

così una volta a casa se vuoi dormire,cenare,leggere uscire...nessuno ti deve imporre

non ti devi conformare a 3/4 persone che mettono se stesse al 1 posto sempre!

lavoro stabile che ti permetta di credere nel futuro di vederlo e non di 

tirare la cinghia rinunciare a tutto e farti bastare una vita piatta solo votata a

pagare le tasse a stare nelle spese senza mai una gratificazione niente

 

 

 

 

 

 
 
 

Butta giu'

Post n°61 pubblicato il 17 Febbraio 2016 da sognimondo

Spesso e volentieri ti domani cosa ci fai qua perché ci sei... Sen la missione che stai seguendo é giusta e  rispecchia quello che avresti voluto ottenere una volta arrivata a quest'età. Mi é venuto in mente sentendo una canzone di Carboni che definisci la vita fantastica...ma ogni tanto butta giù non sempre sai come riuscire a ritornare a galla da solo...a trovare un appiglio...

Okche ci sei passata oo volte x quel periodo nero...ma ora pare difficilissimo non naufragare...ti senti come se stessi combattendo da solo e vedi il domani sempre piu incerto...x domani intendi non un futuro lontano...ma tra 24 ore...hai paura come non mai...di fallire di deludere...in primis te stessa!

 
 
 
Successivi »
 

2/3 BIS

Come crescere un figlio di mezzo

Ma perché la ricerca di autonomia non si trasformi una crescita solitaria, ecco a cosa devono stare attenti i genitori nell'educazione del terzo figlio.

Il rapporto con il primo. Anche se il fratello maggiore è abbastanza grande per badare al secondogenito, non si dovrebbe mai lasciare che il ragazzo prenda il posto del genitore nella guida del secondo figlio, perché il più piccolo non si senta trascurato ed il grande non si trovi di fronte ad una responsabilità più grande di lui.

Evitare i paragoni. Si è già detto che il primogenito è quello al quale i genitori "chiedono di più", così che spesso diventa il figlio più responsabile, ma il fratello maggiore non deve diventare l'esempio da seguire anche per gli altri. In particolare, con il secondogenito, è importante partire dal discorso opposto, cioè valorizzando le sue differenze rispetto agli altri, le potenzialità ed il suo carattere.

Se era l'ultimo. Se il secondo è sempre stato "l'ultimo" coccolato e vezzeggiato e poi è arrivato un fratellino molto più piccolo, è naturale che si verifichi un periodo di smarrimento o anche di capricci. In questo caso, anche se il bambino è già grande va ascoltato e rassicurato, cercando di non dare troppo peso alle sue marachelle. Potrebbe essere utile affidare, inizialmente, di tanto in tanto, l'ultimo nato ai nonni o ad altri familiari, al fine di continuare a far sentire il figlio di mezzo di nuovo l'ultimo arrivato.

 

 

2/3

Delicata la situazione dei figli di mezzo, con ad esempio il secondogenito (di tre), tenderà a sentirsi non importante, sottovalutato o messo da parte. Naturalmente, tutto dipende da come genitori hanno saputo relazionarsi coi figli e come questi hanno reagito alla situazione. Al di là della posizione in famiglia, il ruolo del genitore è fondamentale, proprio per evitare che questa, non condizioni la sua vita da adulto.

Se il primo è il figlio dalle numerose aspettative e all'ultimo viene chiesto di ricoprire il ruolo del "cucciolo di casa", i figli di mezzo sono spesso le figure "intermedie" tra i due fratelli. Ma questa posizione ha anche i suoi punti di forza. Ecco quali sono.

Se i primogeniti sono più tradizionalisti, ambiziosi e hanno uno spiccato senso della responsabilità, i secondi sono spesso più socievoli, creativi e rilassati. Si tratta di una condizione che favorisce, da grandi, scelte più libere e consapevoli, non troppo condizionate dalle aspettative di mamma e papa. Sono in parte "esenti" dal "mandato transgenerazionale" di cui sono investiti i primogeniti.

Se si è in tre, il secondogenito ricopre un doppio ruolo: è un fratello minore per il primogenito e un fratello maggiore per il terzogenito. Questa condizione favorisce le doti di diplomazia e mediazione che sono attribuite, di solito, ai figli di mezzo.

Forti delle esperienze del fratello maggiore ma non vessati dalla attenzioni che i genitori riservano sull'ultimo, i secondogeniti hanno la possibilità di fare subito le loro esperienze, vivendo meno l'ansia che è toccata agli altri due. Gli stessi genitori tendono ad offrire loro maggiore autonomia forti dell'esperienza cha hanno accumulato col primogenito, rendendosi conto che il futuro di un figlio dipende più da lui stesso che dai genitori.

Il figlio di mezzo può trovarsi tra due fuochi: poco considerato dal primo di cui è spesso geloso per la posizione che occupa; in competizione col terzo, il più piccolo, che ritiene investito di maggiori attenzioni da parte dei genitori.

Ma allo stesso tempo il figlio di mezzo può essere anche solidale col primo e col terzo: può manifestare comportamenti regressivi per essere più vicino ed identificarsi col più piccolo o al fine di essere maggiormente vicino al primogenito tende ad identificarsi con quest'ultimo assumendo atteggiamenti da più grande.

Talvolta avviene anche una competizione fra il figlio di mezzo ed il primogenito per la conquista della responsabilità o della preferenza del più piccolo. Ad esempio, quando nasce un maschietto dopo due bambine, c'è la gara a chi deve fare da mamma nei confronti del più piccolo.

Non dimentichiamo che il figlio che è di mezzo, prima di esserlo è stato per un periodo più o meno lungo, secondo ed ultimo. Sarà anche la durata ed il vissuto individuale di questo periodo ad influenzare la nuova "collocazione" familiare, unitamente anche al sesso dell'ultimo arrivato.

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

call.me.Ishmaellacey_munromaandraxaquilablu80surfinia60sens.azionidolcesettembre.1IrrequietaDRavvedutiIn2freedandlifesoloperte_sdimpelgiofugadallanimatwinlight_dfRosecestlavie
 

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

ULTIMI COMMENTI

Pranzo con parenti e c.? Che barba... Ma piace a tanti...
Inviato da: vivaildivertimento
il 09/03/2015 alle 12:16
 
nn so che dire
Inviato da: sognimondo
il 22/01/2015 alle 09:57
 
A quanto pare li trovi tutti tu...
Inviato da: vivaildivertimento
il 20/01/2015 alle 12:18
 
dormire mantiene giovani :)
Inviato da: sognimondo
il 19/01/2015 alle 16:33
 
Dormir˛ tanto e poi, tempo permettendo, far˛ gli ennesimi...
Inviato da: vivaildivertimento
il 16/01/2015 alle 13:05