Creato da jarod1951 il 22/06/2009

jarod1951camaleonte

sogno di crociera

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

 

 

ACCANTO A TE

Il Mio Cuor Arde Per Te

 

 

orme

Post n°60 pubblicato il 16 Settembre 2010 da jarod1951

Una notte un uomo fece un sogno.

 

Sognò di passeggiare lungo la spiaggia con il Signore.

 

In cielo balenavano scene della sua vita.

 

Per ciascuna scena notò due serie di orme sulla sabbia:

 

una apparteneva a lui e l'altra al Signore.

 

Quando gli fu balenata davanti agli occhi l'ultima scena,

 

si voltò a guardare le orme

 

e notò che molte volte lungo il cammino vi era una sola serie di impronte.

 

Notò anche che questo avveniva durante i periodi più sfavorevoli

 

e più tristi della sua vita.

 

Ne rimase disorientato e interrogò il Signore.

 

"Signore, tu hai detto che se io avessi deciso di seguirti,

 

tu avresti camminato tutta la strada accanto a me,

 

ma io ho notato che durante i periodi più difficili della mia vita

 

vi era una sola serie di orme.

 

Non capisco perché,

 

quando avevo più bisogno di te,

 

mi hai abbandonato."

Il Signore rispose:

 

"Mio amato figlio, io ti voglio bene e non ti abbandonerei mai.

 

Durante i tuoi periodi di dolore e sofferenza,

 

quando vedi solo una serie di orme,

 

quelli sono i periodi in cui io ti ho portato in braccio."

 
 
 

partire

Post n°61 pubblicato il 24 Settembre 2010 da jarod1951

Niente potrebbe portarmi più vicino,
niente potrebbe portarmi accanto.
Dove è la strada che seguo?

È sotto, sotto i miei piedi,
la scena si spiega davanti a me,
meglio che vada dove la terra incontra il mare,
li si trova la mia fede in ciò in cui credo..

Soffro i sogni di un mondo impazzito,
Lo conosco bene, orribile e dolce,
un uomo forte che disse di credere nel suo sogno.

raggiungo il mio sogno
Ho perso me stesso, ho perso loro
il dolore mi chiama
Mi sono perso nel dispiacere,
mi sono perso nel dolore,
mi sono perso nella gravità,

Mani di mezzanotte, i miei occhi sono ancora aperti
Entro nella scena
Mi sparo in un posto diverso
Partendo.

Ho desiderato che questo mi rapisse,
desiderato di essere liberato,
aspettato quello che stava per accadere,
partendo, lasciare.

Partire, lasciare
Partendo, lasciando

 
 
 

Perchč

Post n°62 pubblicato il 05 Ottobre 2010 da jarod1951

Perché?......... perche vivere in questo mondo?

Mondo atroce,ed egoista, laddove prima

l’uomo felice, pieno di vita e gioioso.

 per uno scherzo del destino si ritrova

a dover inseguire quella felicità, che per un caso

fortuito gli fu portata via, vorrei tanto sapere

perché questo scherzo, perche?Quale torto abbia mai

potuto fare per vivere in questa angoscia,

forse senza rendersene conto  qualcuno

ha disegnato  tutto questo.

Cosa resta da fare all’uomo angosciato.

Guardarsi intorno e fissare il vuoto di se stesso.

Si il vuoto di se stesso, ed alla fine ritrovasi solo e senza amore

quell’amore che gli era stato concesso,

adesso non lo ritrova più

amore sfuggito, sfuggito come foglie al vento

di un temporale, quel temporale che ha avvolto

l’uomo in quel suo essere; angosciandolo

e mortificandolo. 

 
 
 

Arrendersi

Post n°64 pubblicato il 05 Ottobre 2010 da jarod1951

Quando il giorno è lungo
La notte è solo tua
è sei sicuro di averne avuto abbastanza
Di questa vita lasciati andare
si piange e si soffre
e senti di non farcela più 
arrendermi? Oh no?
Vorresti non arrenderti
Ma hai la sensazione di essere rimasto solo 
In questa vita.
I giorni e le notti sono sempre più lunghe
e pensi sempre di averne avuto abbastanza
Di questa vita.

 
 
 

la morte

Post n°66 pubblicato il 21 Ottobre 2010 da jarod1951

                                               

 

                                                                                      

 

 

Allora Almitra parlò dicendo: Ora vorremmo chiederti della Morte.
   E lui disse:
   Voi vorreste conoscere il segreto della morte.
ma come potrete scoprirlo se non cercandolo nel cuore della vita?
   Il gufo, i cui occhi notturni sono ciechi al giorno, non può svelare il mistero della luce.
   Se davvero volete conoscere lo spirito della morte, spalancate il vostro cuore al corpo della vita.
poiché la vita e la morte sono una cosa sola, come una sola cosa sono il fiume e il mare.
   Nella profondità dei vostri desideri e speranze, sta la vostra muta conoscenza di ciò che è oltre la vita;
   E  come i semi sognano sotto la neve, il vostro cuore sogna la primavera.
confidate nei sogni, poiché in essi si cela la porta dell'eternità.
   La vostra paura della morte non è che il tremito del pastore davanti al re che posa la mano su di lui in segno di onore.
   In questo suo fremere, il pastore non è forse pieno di gioia poiché porterà l'impronta regale?
   E tuttavia non è forse maggiormente assillato dal suo tremito?
   Che cos'è morire, se non stare nudi nel vento e disciogliersi al sole?
   E che cos'è emettere l'estremo respiro se non liberarlo dal suo incessante fluire, così che possa risorgere e spaziare libero alla ricerca di Dio?
   Solo se berrete al fiume del silenzio, potrete davvero cantare.
   E quando avrete raggiunto la vetta del monte, allora incomincerete a salire.
   E quando la terra esigerà il vostro corpo, allora danzerete realmente. Gibran

 

 
 
 
Successivi »
 

ONE LOVE- U2+MARY J BLIGE

 

BACIO

AMORE MI MANCANO