Creato da Victor.Ward il 14/03/2010

CUT-UP

in-dipendenza

 

DEDICATO

Post n°5 pubblicato il 25 Settembre 2011 da Victor.Ward
Foto di Victor.Ward

Un appartamento con i pavimenti di parquet, i mobili in mogano, 3 televisioni, un vicinato di rispetto ed il cortiletto interno dove far scorrazzare gatti dai nobili appellativi che verranno invocati all'imbrunire affinchè rientrino per cibarsi di prelibati patè gusto trota e salmone.
"Archibald... qui micio, la cena è servita".
Lei osserva. Nascosta dietro le tende e dietro la sua tristezza, osserva.
Nessuno la chiamerà per la cena. Nessuno l'ha mai chiamata per la cena nonostante gliene siano state servite tante negli anni.
E' imbronciata. Da una vita. Quasi che dietro il primo vagito si fosse impigliata la consapevolezza che sarebbe stato come si è rivelato nel tempo, quasi avesse voluto salutare il mondo con un urlo di protesta. L'unico mai fatto.
Perchè lei tace. Non commenta. Non grida. Non si sporca la bocca d'insulti. Non se lo aspetta nessuno del resto. E' una principessa. Lo dice il suo nome. E' posata, comprensiva, dotata e intelligente. Le è concesso soffrire, certo ma nei giorni prestabiliti per... funerali, colpi di stato, atti terroristici e catastrofi naturali.
Dentro se stessa pensa "never mind, sarò io la mia catastrofe naturale, la stessa che mi autorizzerà a soffrire quando ne avrò voglia"...
una voglia che compare ad intermittenza come una noiosa lucina di Natale impazzita.
Ed eccola lì impantanata in sogni scaduti. Sola. Per scelta si auto esclude dal mondo. Per scelta rimane inchiodata davanti alla finestra e aspetta che il sole ed il suo cuore tramontino insieme.
Si abbevera di lacrime, si nutre di storie di teenagers dell'Upper East Side giusto per il gusto di sentire l'invidia mangiarle i pensieri... un'invida per una vita frivola e senza scopi ma perfetta, patinata e lussuosa come lei non vorrebbe mai.
Si arrovella ogni giorno per trovare un modo di rallentare la crescita e la conseguente presa di coscienza e responsabilità che ne deriverebbero. E se il processo vitale non può essere rallentato allora renderà tutto più rapido per poter saltare le parti noiose... distruggerà il tedio in maniera che le situazioni siano piu interessanti...
a pagare pegno è sempre lei stessa medesima...
ma trova che gli altri giocatori della scacchiera non siano altrettanto degni d'attenzione.
Trattiene il respiro e si prepara per la prossima mossa...
Attende impaziente di diventare regina... solo per poter spodestare la torre e l'alfiere...
è ancora un pedone inesperto...
ma troverà la strada ... e allora sarà scacco matto.

 
 
 

Moment a Colazione

Post n°4 pubblicato il 23 Settembre 2011 da Victor.Ward

Il sogno di questa notte, il sogno di poco fa ha fatto più danni delle birre di ieri sera.
L'alcol è un amico caro, ti entra dentro e ti illude che i morti possano ancora parlare attraverso di te, che le parole i pensieri i significanti dei grandi del passato possano in qualche modo affrancarti da tutta la solitudine dell'esser presenti qui, dalla durezza della carne e del tempo.
Poi ti addormenti e l'inconscio ti fotte, ti sbrana e ti ritrovi, al risveglio, coi segni dei morsi su tutto il corpo.
La testa è pesante, i polmoni bruciano, le mani tremano.
Metti il caffè sul fuoco, accendi una sigaretta, ingurgiti un paio di moment, accendi lo stereo, il tempo continua a scorrere.
Se non sarà lei a scomparire dovrò essere io a farlo.


 

 
 
 

!

Post n°3 pubblicato il 17 Aprile 2010 da Victor.Ward

ATTENTO A CIO' CHE PENSI.

POTREBBE AVVERARSI.

 
 
 

Do you love me like I Love You?

Post n°2 pubblicato il 20 Marzo 2010 da Victor.Ward


Almeno un centinaio di volte ho chiuso il libro su di noi,
almeno un centinaio di lacrime, ogni giorno, ho baciato via dal suo viso,
eppure mi svegliavo ogni mattina al suo fianco.

Dentro di lei ho trovato Dio e tutti i suoi demoni.

Giuro ho fatto ogni sforzo per essere buono con lei,
ho fatto ogni sforzo per non abusare di lei,
era bellissima con le catene ai polsi e alle caviglie.

ma questo è l'ultimo giorno, questo è il buio, questo è il diluvio,
da sempre ho pensato, che mi sarebbe piaciuto averla al mio fianco l'ultimo giorno.


Ora lei è legata ad una sedia della cucina
Un fantasma si arrampica sul tavolo in vestito da sposa

Lei dice: "Il mio corpo è la luce, il mio corpo è la via"

Poi il sangue inizia a scorrere lungo l'interno delle sue cosce.

Quando ti tengo tra le mie braccia
e sento il mio dito sul grilletto
so che nessuno può più farmi del male.

 
 
 

Sugar

Post n°1 pubblicato il 14 Marzo 2010 da Victor.Ward
Foto di Victor.Ward

Sugar prende la tua mano,
indossa stracci e piume,
beve tè e mangia arance.

Chiudi gli occhi e ti lasci guidare, cieco.

Ora, è così lontano, Sugar, il momento in cui abbiamo iniziato
a ridere e piangere e piangere e ridere su tutto di nuovo e di nuovo e di nuovo.

Sugar ti porta giù al suo posto vicino al fiume.
E sai che avrà fiducia in te, che passerai la notte accanto a lei.

Tutte le lettere scritte dicono che sei accanto a me ora.
Allora perché mi sento solo?

Ti ho amata al mattino, i nostri baci profondi e caldi,
i tuoi capelli, come una tempesta sul cuscino.
Molti prima di noi, molti dopo di noi, li hai portati tutti giù, vicino al fiume.

Ma non parliamo di amore o catene e cose che non possiamo sciogliere.

cose che non possiamo sciogliere.

 
 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

ULTIME VISITE AL BLOG

FlautoDiVertebraVictor.WardLaMaddalenaPenitenteLeMuraDiKhivalavoce_delmiocuoreLuna_glicinevento.che.scaldarosasenzaspine_1Fra.StellaLechateaunoirjezabel75joandgl4espansivamentebloody_blonde
 

ULTIMI COMMENTI

molto bello questo pensiero
Inviato da: irisviola61
il 22/03/2011 alle 18:19
 
Attento a quel che desideri,perchč lo avrai
Inviato da: lacuradgl0
il 18/08/2010 alle 16:34
 
ma magari!
Inviato da: Bananasplatter
il 05/08/2010 alle 11:28
 
e quello che succede sempre..
Inviato da: robin_19750
il 17/07/2010 alle 18:58
 
Credo sia un rischio che convenga correre!(Buona domenica!)
Inviato da: Miss_Marshmallow
il 25/04/2010 alle 17:47
 
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom