Sale del mondo

Non la fede, non la fame, non la giustizia: datemi la verità.

 

I heart FeedBurner  

 

 

 

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

I MIEI LINK PREFERITI

 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: joiyce
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 32
Prov: RM
 

ULTIME VISITE AL BLOG

liarutaaleblue1986giacinto.garceamarcoborghetto86joiyceteresagianfrancescolucaferrarettosiamo_solo_per_pochiciaobettina0comprousatodognitipoMrPlowmonica.domiogaetanoerossanagaspa13lant75
 

FACEBOOK

 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 157
 

ALLA MEMORIA DI MIO PADRE È DEDICATO IL BLOG.

La famiglia ha in se un elememto di bene raro a trovarsi altrove, la durata. Gli affetti vi si estendono intorno lenti, inavvertiti, tenaci e durevoli. Come l'edera intorno alla pianta, ci seguono di ora in ora,s'immedesimano taciti con la nostra vita. Noi spesso non li distinguiamo, poichè fanno parte di noi, ma quando li perdiamo, sentiamo come se un non so che d'intimo, di necessario, che al vivereci manca. (Anonimo)

 

COSI' HANNO AMMAZZATO IL MARE.

 

 

 

 

« Ma chi è questo cialtrone?Perchè è importante anda... »

Stop ai 50 nuovi cementifici-inceneritori in Italia!

Post n°1455 pubblicato il 07 Febbraio 2013 da joiyce
 

 

Cari amici, tra pochi giorni in Italia, nel completo silenzio e a Camere sciolte, sta per essere approvato un decreto legge che permetterà a più di 50 cementifici di co-incenerire rifiuti facendoli diventare veri e propri inceneritori. Il decreto viene giustificato con la "continua crescita della quantità di rifiuti", ma i dati dell'Ispra certificano che i rifiuti prodotti in Italia nel 2010 sono inferiori a quelli del 2006, e i dati del 2012, complice la crisi, evidenziano un ulteriore calo, cui ha dato risalto recentemente anche Il Sole 24 Ore.Con questo decreto i rifiuti solidi urbani diventeranno, da un giorno all'altro vere e proprie merci che potranno essere acquistate e vendute in tutto il Paese e oltre.
La possibilità di trasformare i cementifici in impianti di co-incenerimento è soltanto un “regalo” offerto all'industria del cemento, in grave crisi a causa della riduzione di produzione e consumo a discapito della salute umana.
Questo grave tema dovrebbe essere affrontato con Aitec (Associazione Italiana Tecnico Economica del Cemento) nel corso della prossima legislatura, per andare verso una progressiva riduzione del numero di impianti presenti, a partire da quelli che, per localizzazione, presentano particolari problematiche ambientali (perché siti in luoghi densamente abitati, come le città capoluogo, o di pregevoli caratteristiche ambientali, o particolarmente concentrati).
Lo scorso Gennaio questo decreto ha avuto parere favorevole dalla commissione "Territorio, ambiente, beni ambientali" del Senato, dopo una fase “istruttoria” durata appena due giorni lavorativi.Il prossimo 11 Febbraio lo stesso decreto verrà sottoposto all'attenzione dei membri della commissione Ambiente della Camera.

Abbiamo pochi giorni per agire! Sostieni questa campagna per sensibilizzare i deputati alla commissione Ambiente della Camera chiedendo loro di attendere la prossima legislatura per affrontare il tema.

Invia la mail che trovi sotto ai Parlamentari della Commissione Ambiente:

alessandri_a@camera.it, margiotta_s@camera.it, tortoli_r@camera.it, mondello_g@camera.it, pizzolante_s@camera.it, aracri_f@camera.it, benamati_g@camera.it, bocci_g@camera.it, bonciani_a@camera.it, braga_c@camera.it, brambilla_m@camera.it, bratti_alessandro@camera.it, cosenza_g@camera.it, dibiagio_a@camera.it, dicagnoabbrescia_s@camera.it, dionisi_ a@camera.it, dussin_g@camera.it, esposito_s@camera.it, foti_t@camera.it, ghiglia_a@camera.it, gibiino_v@camera.it, ginoble_t@camera.it, iannarilli_a@camera.it, iannuzzi_t@camera.it, lanzarin_m@camera.it, lisi_u@camera.it, marantelli_daniele@camera.it, mariani_r@camera.it, misiti_a@camera.it, morassut_r@camera.it, motta_c@camera.it, nucara_f@camera.it, piffari_s@camera.it, pili_m@camera.it, pizzimbone_p@camera.it, realacci_e@camera.it, scilipoti_d@camera.it, stradella_f@camera.it, togni_r@camera.it, vatinno_g@camera.it, vella_p@camera.it, vessa_p@camera.it, rodolfo_g@camera.it, zamparutti_e@camera.it

e per conoscenza a:
Se puoi, inoltra questa email a tutti i tuoi contatti sensibili al problema, posta su facebook, twitter #noaicss , se hai un blog inserisci un post!
TESTO DA INVIARE

8< ----------------------------------------------------------------------

Oggetto: Che fretta c'è? Rinviate alla prossima legislatura la discussione sui rifiuti nei cementifici

Stimati commissari,
in vista della riunione del prossimo 11 febbraio, nella quale sarete chiamati ad esprimere un parere in merito allo "Schema di decreto del Presidente della Repubblica concernente il regolamento recante disciplina dell'utilizzo di combustibili solidi secondari (CSS), in parziale sostituzione di combustibili fossili tradizionali, in cementifici soggetti al regime dell'autorizzazione integrata ambientale"
v'invito a considerare che:
  • il provvedimento viene giustificato con la "continua crescita della quantità di rifiuti [che] costituisce un problema ambientale e territoriale comune a tutti i paesi industrializzati, ma con connotati più gravi per l’Italia e, in particolare, per alcune aree del nostro Paese che fanno ancora ampio ricorso allo smaltimento in discariche, di cui molte fra l’altro in via di esaurimento", mentre i dati dell'Ispra certificano che i rifiuti solidi urbani prodotti in Italia nel 2010 sono inferiori a quelli prodotti nel 2006, con un ulteriore calo nel 2012 legato alla situazione di crisi attualmente in atto;
  • la destinazione dei rifiuti a pratiche di incenerimento è contraria alla recente raccomandazione del Parlamento europeo (A7-0161/2012, adottata a Maggio 2012) di rispettare la gerarchia dei rifiuti e di intraprendere con decisione, entro il prossimo decennio, la strada dell’abbandono delle pratiche di incenerimento di materie recuperabili in altro modo;
  • attraverso la trasformazione in CSS, i rifiuti solidi urbani, per cui vige il principio della gestione e della "chiusura del ciclo" a livello territoriale, vengono trasformati in rifiuti speciali, il cui sistema di tracciabilità, Sistri, è ancora un miraggio, un problema evidenziato anche nella relazione della Commissione parlamentare d'inchiesta sul ciclo dei rifiuti e sulle attività illecite ad esso connesse;
  • i cementifici sono impianti industriali altamente inquinanti con e senza l’uso dei rifiuti come combustibile e i limiti di legge per le emissioni di questi impianti sono enormemente più permissivi e soggetti a deroghe rispetto a quelli degli inceneritori classici; ad esempio, considerando solo gli NOx, per un inceneritore il limite di legge è 200 mg/Nmc, mentre per un cementificio è tra 500 e 1800mg/Nmc;
  • la combustione di rifiuti nei cementifici comporta una variazione della tipologia emissiva di questi impianti, in particolare in merito alla emissione di diossine/composti organici clorurati e metalli pesanti. La produzione di diossine è direttamente proporzionale alla quantità di rifiuti bruciati. Da un'analisi comparata dei decreti legislativi 152/2006 e 133/2005, inoltre, risolta che il limite per le diossine passa da 0,1 nanogrammi/mc negli inceneritori a 0,01 milligrammi/mc nei cementifici;
  • nella prossima legislatura potrebbe essere approvato il ddl promosso dal ministro dell'Agricoltura Mario Catania in merito al contenimento del consumo di suolo agricolo, che comporta, tra l'altro, una moratoria triennale rispetto all'edificazione di nuovi terreni agricoli, con una conseguente riduzione del fabbisogno di cemento pro-capite e quindi dell'attività dei cementifici, e ciò potrebbe comportare un'auspicabile nuova configurazione dell'intero comparto produttivo;
per quanto sopra esposto vi chiedo di esprimere un parere negativo, e di far pressione sull'esecutivo affinché il provvedimento venga discusso in maniera più ampia durante la prossima legislatura.
Luogo:
Data:
Firma:



8< ----------------------------------------------------------------------

RICORDATI LUOGO, DATA E FIRMA!

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/joiyce/trackback.php?msg=11902133

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento
 
 
 

INFO


Un blog di: joiyce
Data di creazione: 15/06/2006
 

SAN MICHELE ARCANGELO PROTETTORE DI SALEDELMONDO

ATTO DI CONSACRAZIONE A SAN MICHELE ARCANGELO
O grande Principe del cielo, difensore fedelissimo della Chiesa, San Michele Arcangelo, io, quantunque indegno di apparire dinanzi a te, confidando tuttavia nella tua speciale bontà, mi presento a te, accompagnato dal mio Angelo Custode e, in presenza di tutti gli Angeli del cielo che prendo a testimoni della mia devozione verso di te, ti scelgo oggi come mio protettore e particolare avvocato e mi propongo fermamente di onorarti quanto più potrò. Assistimi durante tutta la mia vita, affinché mai io offenda Dio né in opere né in parole né in pensieri. Difendimi contro tutte le tentazioni del demonio, specialmente riguardo la fede e la purezza, e nell'ora della morte infondi la pace alla mia anima e introducila nella Patria eterna. Amen.

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

PageRankTop.com  web tracker Visitor Map Locations of visitors to this page

Contatori visite gratuiti